Archivio Delegazione trattante FISAC

Promemoria contributo previdenziale Figli colleghi provenienza ISP: la posizione deve essere aperta entro il 31/3/2022

Grazie al Contratto Collettivo di 2° livello firmato l’8/12/2021, è stato previsto un Contributo aziendale a favore dei figli a carico, che verrà versato a Previdenza complementare .

Per l’anno 2022, solo per i colleghi di provenienza Intesa Sanpaolo, è previsto il Contributo Welfare di € 120 che – per quanto previsto al momento della redazione di questa nota – verrà versato esclusivamente sulla posizione di previdenza aperta a favore del figlio a carico fino a 24 anni di età sul Fondo Pensione di Gruppo Intesa Sanpaolo.

La posizione previdenziale in capo al figlio deve risultare aperta entro il 31/3/2022. Nel caso in cui non ci sia già una posizione aperta, per aprirne una nuova (eventualmente anche senza procedere ad alcun versamento aggiuntivo rispetto a quello aziendale), potete scaricare i documenti da compilare e firmare, nonché il regolamento per l’adesione dei familiari fiscalmente a carico, cliccando qui.

Per i colleghi di provenienza UBI, ancora per quest’anno, verrà mantenuta in via transitoria la normativa prevista per l’erogazione delle borse di studio in essere presso UBI.

A partire dal 2023 sia i colleghi ISP “storici” che i colleghi ex UBI usufruiranno del Contributo Welfare per i figli a carico fino a 24 anni. Tale contributo potrà essere versato sulla posizione di previdenza integrativa a favore del figlio, oppure destinata a conto sociale per rimborso spese sostenute a favore del figlio.

.

.

Direttivi FISAC ISP: Roberto Malano nuovo Responsabile Segreteria ISP e approvazione accordi di armonizzazione di dicembre

Si sono svolti oggi i Direttivi Congiunti FISAC ISP e UBI.

Il Direttivo ISP ha eletto (con un percentuale di favorevoli del 93%) come nuovo Segretario Responsabile della Segreteria FISAC ISP Roberto Malano.

I Direttivi Congiunti hanno approvato gli accordi di rinnovo della Contrattazione di Secondo Livello e di Armonizzazione sottoscritti a dicembre 2021 (97% di favorevoli il Direttivo ISP e all’unanimità Direttivo UBI).

E’ stato inoltre deliberato all’unanimità di spostare l’Assemblea Centrale Costitutiva del Gruppo Intesa Sanpaolo ai giorni 3, 4 e 5 maggio 2021.

.

Fisac Flash FOL: Permessi e Turni estremi

Richieste di permesso
L’Azienda  ci ha informati che nel mese di gennaio in FOL verranno  concessi 1.400 permessi tra ferie, ex festività, banca delle ore e SVL  a fronte di 43 richieste non approvate per esigenze tecniche, organizzative e produttive. 
.
Turno T1 (6.48)
L’Azienda ha dichiarato che allo stato attuale la turnazione delle 6.48 non può essere considerata estrema. Si tratta di una fascia oraria molto appetibile per i colleghi perché permette di terminare presto la giornata lavorativa. Dallo scoppio della pandemia è  svolta esclusivamente in Smart Working e non produce i disagi collegati alla mobilità. La definizione di turno estremo, condivisa in passato, si riferisce esclusivamente alla modalità di svolgimento in presenza. Come FISAC riteniamo indispensabile riprendere nel contesto del confronto sullo Smart Working, che si dovrà tenere entro il primo semestre dell’anno, il tema delle turnazioni in generale, con particolare attenzione a quelle estreme.
.

Fisac Flash: da venerdì i colleghi ex UBI potranno inserire le domande di trasferimento

L’azienda ha comunicato che a partire da venerdì 21/1/2022 i colleghi EX UBI potranno inserire in #people le domande di trasfrimento.

Cogliamo l’occasione di ricordare che – in applicazione delgli accordi dell’8/12/2021 – tutte le domande inserite da colleghi ex UBI entro il 28/02/2022 avranno una “anzianità di presentazione” convenzionalmente anticipata al 12/04/2021.

Per approfondire tutte le questioni realtive alla domande di trasferimento potete consultare la nostra Guida ai Trasferimenti.

 

 

 

Fisac flash: verifica accordo Ruoli ex UBI e aggiornamenti FOL

Verifica accordo Ruoli ex UBI

Nell’incontro odierno è stato fatto il punto sull’applicazione dell’Accordo Ruoli alla platea colleghi ex UBI, al termine del periodo di osservazione di 6 mesi che è decorso a partire da maggio 2021.

I colleghi coinvolti nei percorsi sono 534 di cui 436 Gestori privati, 51 Gestori aziende retail, 42 Gestori imprese, 4 Gestori terzo settore, 1 Gestore enti

Con la busta paga di gennaio decorrerà il pagamento delle indennità e inquadramenti risultanti dall’applicazione dell’accordo. A partire dal 15 gennaio i colleghi potranno consultare il pop up che evidenzia la complessità attribuita e sempre a partire da tale data l’azienda inizierà a inviare le comunicazioni individuali ai colleghi con la dichiarazione dei punteggi dei singoli indicatori.

Dall’analisi dei dati comunicati dall’azienda è emerso che una quota rilevante di colleghi è risultata priva della completamento della formazione di ruolo (379 colleghi) e/o di una valutazione valida (165 colleghi) e/o della valorizzazione di Teti (117 colleghi) che doveva essere validata prima a febbraio e poi a ottobre 2021. Poiché tutti questi parametri sono indicatori fondamentali per il calcolo della complessità individuale che dà diritto all’attivazione dei percorsi professionali, abbiamo chiesto all’azienda di “recuperare” le valutazioni e le autorilevazioni non validate e di procedere al riconteggio delle complessità di questi colleghi. L’azienda ha dato la sua disponibilità in proposito, in coerenza con quanto in corso per i colleghi ISP a seguito dell’accordo 8/12/2021.

Su nostra richiesta, l’azienda ha inoltre precisato che il ritardo che si sta verificando in alcuni casi del riconoscimento dell’assegno di equivalente importo 3A4L previsto in al raggiungimento del 32° anno di servizio è dovuto alla difficoltà di ricostruire i dati gestiti in sistemi gestionali diversificarti presenti nell’ex Gruppo UBI. Il reperimento dei dati sta comunque procedendo e i riconoscimenti sono in corso di realizzazione.

Aggiornamenti FOL e Pulse

L’azienda ci ha comunicato che a partire da aprile anche la filiale FOL di Cagliari sarà coinvolta in modo strutturale nelle turnazioni estreme (T1 e T9). Inoltre a seguito della definizione delle nuove aree FOL, con conseguente attribuzione dei Direttori di area competenti, si procederà alla ripartizione informatica tra FOL Base e FOL Specialistica e al coinvolgimento dei colleghi interessati.

Abbiamo evidenziato come nell’ultimo periodo ci sia stata un’eccessiva rigidità da parte di Control Room nella concessione di permessi spot a abbiamo chiesto una maggiore disponibilità e flessibilità. L’Azienda ha voluto precisare che nel mese di dicembre sono stati concessi da Control Room circa 600 permessi, tra Ferie a ore, PCR e Banca ore.

Abbiamo inoltre richiesto di chiarire la finalità degli affiancamenti dei gestori nelle sale FOL e Pulse, che prevedono l’ascolto delle telefonate da parte del Coa, e se tale attività attiene ad un’attività formativa strutturata riservata a chi svolge attività telefonica.

Le nostre richieste di interventi a miglior tutela Anticovid di colleghi e clienti

Domani si svolgerà l’incontro tra Segreterie nazionali e ABI che dovrà affrontare per le richieste sindacali (a partire da quella del ripristino dei turni avanzata con questo comunicato) in relazione alle misure Anticovid da adottare nel settore a fronte della recrudescenza della pandemia.

In attesa di quel confronto, l’incontro con l’azienda di oggi è stata l’occasione per ribadire in azienda le richieste di provvedere a specifici interventi (in coerenza con quanto contenuto nella lettera RLS del 7 gennaio 2022), tra i quali:

  • l’adozione di turni per i colleghi delle filiali e/o di accesso previo appuntamento per la clientela
  • il pieno ripristino di tutte le previsioni dell’accordo sulla genitorialità a partire dalle misure a sostegno delle famiglie con figli in quarantena o in DAD
  • la cessazione di inviti informali a interrompere isolamenti fiduciari per riprendere l’attività lavorativa previa effettuazione di tamponi a spese dei colleghi
  • la sensibilizzazione di tutte le Funzioni aziendali per una gestione estensiva dei permessi per vaccinazione senza richieste inappropriate di documentazione a supporto o di fruizione per una sola parte della giornata
  • la sensibilizzazione dei Responsabili delle Strutture centrali a limitare al minimo effettivamente indispensabile la richiesta di presenza in ufficio dei colleghi.

L’azienda, nel ribadire che è sua cura attenersi a tutte le disposizioni tempo per tempo stabilite dai Decreti vigenti, ha confermato la sua indisponibilità ad affrontare le questioni Anticovid prima degli esiti dell’incontro previsto in ABI per domani. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

.

 

 

 

 

Prorogati a marzo i permessi straordinari Covid INPS per figli minori di 14 anni

Con il messaggio n° 74 del 08-01-2022 l’INPS ha prorogato il congedo parentale straordinario COVID fino al 31/03/22 previsto per i genitori lavoratori con figli minori di 14 anni affetti da Covid o in quarantena da contatto o in in DAD.

La domanda si presenta esclusivamente in modalità telematica tramite il portale INPS www.inps.it, oppure il contact center integrato, chiamando il numero verde 803.164 oppure tramite il Patronato INCA .

.

Contributo monoreddito ex UBI: si può chiedere l’erogazione riferita al 2021

Per il Personale di provenienza ex Gruppo UBI in servizio al mese di gennaio 2022 in possesso dei requisiti stabiliti dalla contrattazione di UBI è prevista ancora con riferimento all’anno 2021 l’erogazione del contributo famiglie monoreddito. Il contributo spetta ai dipendenti appartenenti alla categoria delle Aree Professionali e al 1° e 2° livello dei Quadri Direttivi che siano in regime di monoreddito e abbiano almeno un figlio fiscalmente a carico di età fino a 24 anni (il figlio non deve aver compiuto il 24° anno nel 2021).

Nel documento in pdf tutti gli approfondimenti e anche un facsimile di richiesta.

.

Proroga scadenza permessi PAO

L’azienda ha comunicato che – in considerazione dello stato di emergenza che ha riguardato tutto il 2021, peraltro prorogato sino al 31/3/22 – la scadenza dei PAO (permessi da recuperare per prestazione attività ordinaria) non fruiti è conseguentemente prorogata sino al 30/6/2022.

.

Flash: Mooney, Intrum, Agents4you, IMI CIB, Distacchi, Percorsi professionali, Condizioni agevolate, Presenze Direzioni e FOL

BANCA 5 MOONEY 

A seguito dello spostamento al 2022 dell’efficacia giuridica dell’operazione di incorporazione di Banca 5 in Mooney abbiamo sottoscritto l’accordo che consente di prorogare a tutto il 2022, le previsioni definite nell’accordo 7 ottobre 2021 in tema di welfare (Previdenza complementare, Assistenza sanitaria integrativa, circolo ricreativo), condizioni agevolate ed eventuale premio aziendale contrattato in ISP, che sarà proquota in relazione ai mesi di differimento di tale operazione. Sarà di conseguenza prorogata al 30 giugno 2023 la scadenza per l’iscrizione al fondo pensione presente in Mooney.

INTRUM

In qualità di fonti istitutive del Circolo ricreativo di Gruppo Ali abbiamo richiesto e ottenuto il mantenimento sino al 31 dicembre 2022 dell’iscrizione ad ALI, alle stesse condizioni di contribuzione datoriale ed individuale previste ad oggi, per le Lavoratrici e i Lavoratori usciti dal Gruppo per effetto dell’operazione Intrum. Abbiamo richiesto un incontro per affrontare rilevanti aspetti riguardanti l’operazione di cessione, da tenersi auspicabilmente nei primi mesi dell’anno, in particolare per quanto attiene le ricadute delle sentenze emesse in questi mesi.

AGENTS4YOU– PRESTITALIA

In coerenza con l’accordo sottoscritto in data 14 dicembre 2020 che ha consentito l’estensione alla Rete Agenti delle misure di Welfare aziendale (Previdenza Complementare, Assistenza Sanitaria, Circolo Ali), delle Condizioni Agevolate e l’attivazione di alcune misure di tutela e di sostegno economico in particolari situazioni dell’attività lavorativa (maternità, malattia e infortunio), abbiamo aggiornato i destinatari di tali previsioni includendo Prestitalia, società del Gruppo di provenienza UBI, specializzata nella distribuzione dei prodotti cessione del quinto.  
L’Azienda ci ha anche comunicato che Prestitalia ha richiesto le autorizzazioni necessarie per poter intermediare oltre la cessione del quinto dello stipendio anche altri prodotti bancari . Al fine di aumentare la sinergia fra le Reti di agenti sono in corso, da parte di Prestitalia, proposte di collaborazione ai collaboratori di agenzia Agents4you. L’Azienda ha dichiarato che in un’ottica di prospettiva non prevede comunque duplicazioni fra le reti agenziali.

EVOLUZIONI ORGANIZZATIVE

La struttura Finanza Straordinaria Imprese oggi allocata nell’ambito di BdT da gennaio sarà trasferita nell’ambito della Divisione IMI CIB, per creare un’unica struttura che si occuperà per tutta la clientela del Gruppo di attività connesse alle operazioni di investimento, banking finanza strutturata. Il personale coinvolto, che in questo momento è assegnato alla struttura allocata all’interno di Banca dei Territori, continuerà ad operare dove opera nell’ambito dell’organigramma della Divisione IMI CIB.
Verrà inoltre aggiornata nell’ambito della Divisione IMI CIB, l’articolazione organizzativa della Direzione Investment Banking e Finance con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente lo sviluppo del business specialistico.

DISTACCHI UBI LEASING ISP

A gennaio saranno attivati dei distacchi  funzionali all’operazione di Fusione di Ubi Leasing in ISP, in ambito crediti e operation:

  • 5 colleghi su Brescia
  • 2 colleghi su Jesi. 

I colleghi coinvolti manterranno le attuali sedi di lavoro. 

PERCORSI PROFESSIONALI

Con il cedolino del mese di gennaio verranno riconosciuti i consolidamenti anticipati effettuati nel corso del 2021. I colleghi interessati sono 124, la decorrenza dell’inquadramento sarà 1 novembre 2021.

CONDIZIONI AGEVOLATE – RIENTRI

E’ in uscita su ABC news al riguardo: a partire dal 1 gennaio 2022 ci sarà un allineamento automatico dei fidi per i colleghi ISP “storici” mentre per i colleghi ex UBI il riconoscimento del nuovo importo non sarà in questa prima fase automatico, ma dovrà essere caricato o allineato dalla filiale su richiesta dell’interessato, inserendo un codice specifico.  
I colleghi che hanno affidamenti superiori a quelli definiti dai nuovi limiti potranno chiedere con decorrenza 3 gennaio 2022, il finanziamento agevolato denominato PRESTITO IN LINEA che sarà erogato entro il 28 Febbraio e che quindi consentirà ai colleghi di gestire le modalità di rientro.

PIANIFICAZIONE PRESENZE GENNAIO STRUTTURE GOVERNANCE E FOL

In un contesto di incremento dei contagi abbiamo richiesto all’Azienda di rivedere le disposizioni in merito di distanziamento e presenze per strutture di sede e filiali.
L’Azienda ci ha comunicato l’ uscita di una news aziendale che modifica da domani 22 dicembre al  6 febbraio  le precedenti disposizioni, non prevedendo più per Strutture di Governance e FOL una percentuale minima di lavoro in presenza. Si confermano  le disposizioni attualmente in vigore  per i  lavoratori fragili, mentre per quanto concerne le filiali l’Azienda fornirà ulteriori aggiornamenti.

Sottoscritto l’accordo che consente il passaggio a Full Time per i colleghi ex ISP Casa

Abbiamo sottoscritto in data odierna l’accordo che consentirà ai colleghi ex ISP Casa di richiedere la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo parziale a tempo pieno.

L’ accordo è il risultato dell’ impegno politico della Fisac a riconoscere a queste lavoratrici e lavoratori parità di trattamento sia dal punto di vista salariale che, per coloro operano in FOL, per quanto attiene all’assegnazione dei turni di cui vi avevamo parlato qui.

Le colleghe e i colleghi ex ISP Casa potranno quindi avanzare entro il 30 giugno 2022 la richiesta di trasformazione a tempo pieno.

Le colleghe e i colleghi ex ISP Casa attualmente assegnati in FOL saranno adibiti, fino al 31 dicembre 2025, in via esclusiva ai turni con inizio dalle 11.48 (dal T6 in poi).

Continueremo ad impegnarci, anche in previsione dei prossimi confronti sull’evoluzione che interesserà il mondo FOL, per allineare quanto prima possibile, anche in tema di turni, queste Lavoratrici e questi Lavoratori al contesto in cui operano.

.

Elezioni RLS: ottimo risultato per i candidati FISAC

Si è concluso lo spoglio delle elezioni RLS e siamo molto felici di comunicarvi che i Candidati FISAC hanno ottenuto un ottimo risultato in termini di preferenze personali. Questo sia per coloro che già erano RLS, sia per coloro che si sono messi a disposizione per ricoprire per la pima volta questo ruolo.

Innanzitutto vogliamo ringraziarvi, insieme ai nostri candidati, per questa straordinaria dimostrazione di stima e fiducia che ancora una volta avete voluto riservarci.

Poi vogliamo garantirvi che i nostri – i vostri, in realtà! – nuovi RLS sono a completa disposizione per affrontare tutte le questioni relative alla Salute e Sicurezza sul Luogo di Lavoro e che tutti loro si spenderanno in questo incarico con tutta la passione e la disponibilità che li hanno sempre contraddistinti.

Qui trovate l’elenco dei nuovi RLS FISAC e i rispettivi ambiti di competenza:

Ambito RLS Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

 

 

 

PRIMA SINTESI PARZIALE E PROVVISORIA DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEGLI ACCORDI DI ARMONIZZAZIONE E RINNOVO CC2L GRUPPO ISP

Stanotte sono stati sottoscritti una serie di accordi che completano l’armonizzazione normativa ISP UBI e definiscono il rinnovo il rinnovo del CC2L del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Qui di seguito vi forniamo una primissima nota informativa sui principali contenuti degli accordi. si tratta di un work in progress: prossimamente, come di consueto, vi forniremo un approfondimento tecnico con tutti i dettagli.

 

Ruoli e percorsi professionali:

  • Certificazione ai colleghi di tutti i parametri utili (indicatori) per il calcolo e la verifica della complessità. In particolare Teti sarà validato sempre, e i colleghi vedranno l’avvenuta validazione. In relazione alle situazioni “pregresse”, ci sarà il recupero di tutte le mancate validazioni, nonché degli errori di caricamento della formazione (formazione a zero).
  • Spostamento delle decorrenze annuali della complessità da Gennaio a Maggio (per evitare ricalcoli e conguagli), con contestuale “prolungamento”, per il periodo da gennaio ad aprile 2022, delle complessità e correlate indennità già in essere.
  • Introduzione di Ruoli e percorsi per Agribusiness, ricalcato su quelli previsti per le Filiali Imprese
  • Innalzamento dell’indennità economica a QD1 nel caso del livello “C” per i Gestori Imprese e Agribusiness.
  • In caso di variazione di ruolo mantenimento della complessità acquisita (sino al successivo ricalcolo annuale).
  • Applicazione del consolidamento ai colleghi che nel mese di Dicembre 2020 erano in percorso con almeno 20 mesi maturati (riduzione di 4 mesi prevista dall’accordo 12/04/2021), con restituzione di quanto eventualmente addebitato.
  • Riduzione a 18 mesi del periodo di consolidamento dei Direttori.
  • Riconoscimento dell’inquadramento QD4 ai Direttori decorsi 5 mesi in filiali di elevata complessità (ICE).
  • Per i colleghi di nuova assegnazione FOL impegno a valorizzazione dell’esperienza maturata in precedenza.
  • Esplicito demando a un accordo da sottoscrivere entro giugno 2022 che preveda la negoziazione di ruoli e percorsi professionali per le figure specialistiche sia di Direzione che di Rete.

 

FOL: Esplicito demando a un accordo da sottoscrivere entro giugno 2022 che affronti gli impatti derivanti dall’evoluzione organizzativa, con particolare riferimento alla complessità di gestione dei distaccamenti, alle turnazioni (con correlate indennità) e all’opportunità di rendere, su base volontaria, la prestazione lavorativa per i turni di inizio e fine giornata in Lavoro Flessibile.

 

PVR: Esplicito demando a un accordo da sottoscrivere entro giugno 2022 che preveda la negoziazione del prossimo PVR / Premio Aziendale (in cui far anche confluire i risparmi derivanti dalla cancellazione – a partire dal 2022 – del contributo monoreddito ex UBI) e di un eventuale nuovo piano di incentivazione di lungo termine su presupposti diversi del Lecoip.

 

Buono Pasto:

  • Erogazione del Buono Pasto ai turni 6×6.
  • Esplicito demando a un accordo da sottoscrivere entro giugno 2022 che preveda la possibilità di incremento del buono pasto fino a concorrenza del beneficio fiscale.

 

Smart Working: Esplicito demando a un accordo da sottoscrivere entro giugno 2022 che preveda una complessiva revisione della materia, con mantenimento dell’adesione volontaria, interventi volti a ridurre la mobilità individuale, forme di compensazione economica in relazione al buono pasto.

 

Conciliazione tempi di vita e di lavoro

Banca del Tempo:

  • Mantenimento anche post emergenza Covid della previsione di utilizzo per colleghi con familiari in difficoltà (più di 75 anni o non autosufficienti).
  • Inserimento della possibilità di ricorrere alla Banca tempo per l’assistenza di familiari in occasioni interventi chirurgici (massimo 2 gg) anche in assenza della condizione di “grave infermità”.

Sospensione volontaria:

  • Confermata l’astensione volontaria (SVL) fino a 20 gg, disponibili sin da inizio anno, con possibilità per il 2022 di ottenere un superamento ulteriore per determinate causali specifiche.

Permessi Gravi Patologie: Aggiornamento dell’elenco delle gravi malattie.

Permessi Vari: Stabilizzazione della prassi già in atto della concessione di un permesso di un giorno per ogni nuova vaccinazione oppure richiamo Covid.

 

Mobilità disposta dall’azienda:

  • Conferma dell’impostazione della mobilità in ISP con applicazione di nuove maggiori fasce di importo per pendolarismo e riduzione della franchigia a 20 km (40 AR).
  • Riduzione a 20 km del limite per la trasferibilità del personale a Part Time.
  • Mantenimento transitorio di alcune previsioni solo per i colleghi ex UBI, tra le quali indennità di Grande Mobilità UBI limitatamente ad un periodo di 6 anni per i trasferimenti in essere al 2021ed erogazione di una seconda una tantum per i trasferimenti disposti tra 2019 e 2020.
  • Esplicito demando a un confronto per prevedere la riduzione del ricorso ai trasferimenti d’ufficio nell’ambito di interventi volti a ridurre complessivamente (anche attraverso lo Smart Working) il ricorso alla mobilità.

 

Mobilità a richiesta del lavoratore (Liste Trasferimento):

  • Le domande pregresse dei colleghi ex UBI, così come quelle formalizzate entro il 28 Febbraio 2021 avranno decorrenza convenzionale del 12/04/2021, con impegno a una valutazione gestionale di quelle collegate a rientro da “grande mobilità”.

 

Formazione: Innalzamento a 4 giorni all’anno per la Formazione Flessibile di diritto (1giorno a trimestre).

 

Inclusione: Confermate le prestazioni e i contributi aziendali per i figli con disabilità già gestite da Clematis UBI. Dal 2022 verranno gestite dalla Onlus di Gruppo ed estese a tutto il Gruppo.

 

Borse di Studio per figli:

  • Conferma per i colleghi UBI degli importi maggiorati degli assegni di studio per l’anno scolastico / accademico 2021-2022.
  • Sostituzione (dal 2022 per i colleghi ISP e dal 2023 per i colleghi ex UBI) dei maggiori importi ex UBI con un versamento su una specifica posizione di previdenza integrativa (o in alternativa versamento su conto sociale) in capo a ciascun figlio pari a 120€ annui per i figli da 0 a 24 anni.

 

Provvidenza per studenti lavoratori: Ai dipendenti che dal 1° gennaio 2021 conseguano un diploma di laurea o laurea magistrale, è riconosciuto per una sola volta un premio di laurea di 1.300€.

 

Previdenza: Innalzamento dell’aliquota minima di contribuzione al 3,75% dal 1/1/2022 e al 4% dal 1/1/2024 per tutti i dipendenti del Gruppo (compresi quindi anche i dipendenti ISP Casa ed ex ISP Casa).

 

Condizioni agevolate:

  • Aumento Plafond elasticità di cassa ad Euro 7.500 (ora 6.500) con 10 anni anzianità – Euro 12.000 (10.500) oltre 10 anni anzianità – Euro 16.000 (15.000) per Dirigenti. 
  • Possibilità di rinegoziazione mutui ex UBI.
  • Innalzamento a 40.000€ del limite di reddito per accedere alle finanziamento e al mutuo “amico”.

Elezioni RLS: il 3 dicembre ultimo giorno utile.

Solo fino a domani 3 dicembre è possibile votare per eleggere i Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza delle società del Gruppo Intesa Sanpaolo con CCNL Credito.

La votazione si effettua in modalità elettronica e tutti i colleghi con diritto di voto riceveranno una mail con le istruzioni per procedere alla votazione.

Per accedere al sito delle votazioni clicca qui.

In caso di smarrimento della mail con le credenziali clicca qui.

Per i lavoratori “lungo assenti” il voto sarà espresso con modalità cartacea, gli interessati dovrebbero aver già ricevuto per posta il kit cartaceo con le istruzioni per poterlo esprimere.

Il Comitato Elettorale è contattabile con la seguente modalità: comitatoelettoralerls@intesasanpaolo.com.

Per ciascun ambito territoriale è stata presentata una lista unitaria: vi invitiamo a votare per tutti i Candidati FISAC di ciascun ambito.

Qui di seguito trovate i nostri candidati, suddivisi per ambito territoriale. Cliccando sui nominativi in rosso troverete anche una breve scheda in cui ciascun candidato si presenta.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

Avviato finalmente il percorso di verifica sull’accordo ruoli

È partito oggi il confronto con l’Azienda sull’applicazione dell’accordo Ruoli.

L’accordo ad ora ha determinato che ci siano:

  • 1.307 Direttori in Percorso
  • 281 Coordinatori in Percorso
  • 2.233 Gestori in Percorso.

A seguito delle nostre ripetute richieste, l’azienda si è detta disponibile a “recuperare” per 19 colleghi i percorsi interrotti a seguito di un errore di calcolo dei parametri di Teti emersi a seguito delle nostre segnalazioni.

Nel contempo abbiamo anche chiarito che la media dei valori di autovalutazione di Teti sulle rispettive Aree di Conoscenza avviene in modo “ponderato” – in relazione alla diversa numerosità di “indicatori” – e non in via aritmetica.

Inoltre, sempre su nostra sollecitazione, ha dichiarato che provvederà a recuperare e “validare” anche i dati relativi a colleghi che per vari motivi non avevano avuto la validazione di TETI. Inoltre ha dichiarato una disponibilità a effettuare ulteriori verifiche anche in merito alla formazione fruita e non censita.

Più in generale abbiamo chiesto all’azienda un impegno ampio. Tale impegno non può limitarsi a garantire che tutte le anomalie che hanno prodotto effetti negativi nel percorso di colleghe/i – anomalie in parte ancora destinate ad emergere, a fronte delle verifiche che grazie alle segnalazioni del Sindacato sono in corso – vengano, com’è ovvio, sanate. Riteniamo infatti che sia necessaria da parte aziendale un’assunzione di responsabilità più complessiva, rispetto a un problema che si è aggravato anche per il ritardo con cui sono state approfondite le criticità da noi segnalate, individuando soluzioni che possano rappresentare una risposta adeguata alle aspettative delle colleghe e dei colleghi.

Infine, partendo proprio dagli errori e opacità che abbiamo rilevato, pur nel contesto di un accordo che ha permesso l’attivazione di parecchie migliaia di percorsi, abbiamo chiesto di prevedere specifici correttivi (ad esempio visibilità per i colleghi dell’avvenuta validazione di Teti, rendicontazione specifica della formazione, revisione dei criteri per la contabilizzazione dei servizi resi) che rendano più trasparente, comprensibile ed efficace l’applicazione dell’accordo sui ruoli che andremo a rinnovare nell’ambito del complessivo rinnovo del CC2L.

Come al solito vi terremo costantmente aggiornati.

Prosegue l’astensione cautelare dal rientro anche per le mamme in allattamento

L’azienda, anche a seguito delle richieste avanzate dagli RLS, ha riconsiderato le sue decisioni in relazione al rientro in servizio dei lavoratori “fragili”, con particolare riferimtno alla mamme in allattamento. Infatti nell’ultima comunicazione del NOGE (di seguito ne riportiamo un estratto) anche le mamme in allattamento non sono inserite tra il personale per il quale è previsto il rinetro i nservizio in presenza.

In tutte le zone, resta valida l’indicazione di non coinvolgere i colleghi con situazioni di fragilità o che fanno parte di categorie maggiormente a rischio in caso di contagio (per patologie, disabilità gravi, gravidanza e allattamento). Eventuali richieste di rientro in servizio in presenza che dovessero pervenire da parte dei diretti interessati, dovranno essere valutate da parte del medico competente (MC) che stabilirà l’idoneità e le modalità del rientro stesso, in base a specifici parametri riferiti in ogni caso al momento specifico della valutazione e rivedibili qualora il contesto valutato dovesse peggiorare (per la richiesta di valutazione da parte del MC scrivere a medicinadellavoro@intesasanpaolo.com).  

Flash sull’evoluzione in corso per la FOL

Oggi l’azienda ha illustrato l’evoluzione della Filiale Online che sarà attivata a partire da dicembre e operativa  da gennaio.

La riorganizzazione comporta la cessazione della struttura “Gestione Filiale Online” e la creazione della struttura “Area FOL”, composta da 6 Aree.

Le 6 Aree avranno un’articolazione territoriale differente rispetto alle DR e non riporteranno gerarchicamente alle strutture di DR.

Dalle Aree dipenderanno 30 Filiali On Line (Filiale Base) e 15 Filiali On Line Specializzate 

LOMBARDIA  -> 8  6 Fol Base + 2 Fol specializzate

NORD EST  -> 9   5 Fb + 4 FS

CENTRO  -> 7  5FB+ 2 FS

CAMPANIA E ISOLE -> 7 4 Fb+ 3 FS

ADRIATICA ->7 5fb+2 Fs

NORD OVEST E ER -> 7 5FB +2 FS

Le 30 FOL saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriali, e saranno composte mediamente da 50 GOL. L’attività sarà prevalentemente indirizzata all’assistenza inbound e alla gestione e sviluppo della clientela retail.

Le 15 FOL Specializzate, saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriale, e saranno composte mediamente da 30 GOL  exclusive. L’attività sarà indirizzata all’assistenza inboud oltre che alla gestione e sviluppo della clientela exclusive.   

Nella riorganizzazione i distaccamenti faranno riferimento ad una  specifica FOL e saranno generalmente costituiti da più di un gestore. 

Allo stato attuale non sono previste modifiche organizzative per i Gestori da remoto che rimangono a riporto delle strutture di DR.

Prende il via il percorso per la costituzione del nuovo Coordinamento FISAC nel Gruppo ISP

Pubblichiamo qui di seguito il Documento Politico per la Costituzione del Coordinamento FISAC/CGIL del Gruppo ISP e il collegato Ordine del Giorno sulla Salute e Sicurezza.

Si tratta delle linee programmatiche che la nostra Organizzazione intende darsi per affrontare e gestire la negoziazione con l’azienda, il rapporto con iscritti e lavoratori e le proprie modalità organizzative nei prossimi anni.

Il documento verrà discusso con le iscritte e gli iscritti nelle assemblee che si svolgeranno (in modalità a distanza) dal 9 al 23 dicembre e successivamente sarà la base della discussione interna che porterà alla definizione dei nuovi assetti organizzativi della FISAC/CGIL nel gruppo ISP che verranno definiti nel corso di una Riunione nazionale il 25, 26 e 27 gennaio 2021.

Si tratta di un momento di democrazia partecipativa molto importante e non rituale: appena disponibile vi forniremo il calendario dettagliato delle assemblee.

Documento Politico Assemblea Costitutiva FISAC Gruppo ISP

Ordine del Giorno Salute e Sicurezza nel Gruppo ISP

Al via oggi le elezioni RLS: istruzioni e accesso diretto al voto on line

Da oggi e fino al 3 dicembre è possibile votare per eleggere i Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza delle società del Gruppo Intesa Sanpaolo con CCNL Credito.

La votazione si effettuerà in modalità elettronica e tutti i colleghi con diritto di voto riceveranno una mail con le istruzioni per procedere alla votazione.

Per accedere al sito delle votazioni clicca qui.

In caso di smarrimento della mail con le credenziali clicca qui.

Per i lavoratori “lungo assenti” il voto sarà espresso con modalità cartacea, gli interessati dovrebbero aver già ricevuto per posta il kit cartaceo con le istruzioni per poterlo esprimere.

Il Comitato Elettorale è contattabile con la seguente modalità: comitatoelettoralerls@intesasanpaolo.com.

Per ciascun ambito territoriale è stata presentata una lista unitaria: vi invitiamo a votare per tutti i Candidati FISAC di ciascun ambito.

Qui di seguito trovate i nostri candidati, suddivisi per ambito territoriale. Cliccando sui nominativi in rosso troverete anche una breve scheda in cui ciascun candidato si presenta.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

“NEW DSI” VALORIZZAZIONE DELLE COMPETENZE INTERNE IN DSI

L’azienda ha illustrato la partenza di un pilota per sperimentare un nuovo modello operativo per la DSI, ispirato all’organizzazione interna in uso nelle principali Aziende Information Technology.

L’attuale struttura basata su Servizi e Uffici sarà sostituita da Domini e Piattaforme, in cui verranno raggruppati più team applicativi omogenei. Questa struttura di carattere operativo verrà affiancata da una seconda che raggrupperà le persone in base a “mestieri” fra loro omogenei ed avrà come obiettivo la valorizzazione professionale delle competenze dei colleghi, in collaborazione con le Strutture di Gestione del Personale.

La fase pilota, che inizierà a Dicembre e proseguirà nel corso del 2022, riguarderà l’area IMI-CIB e coinvolgerà i lavoratori che si proporranno attraverso autocandidatura. Per ognuno verrà identificato il “mestiere” di riferimento, coerente con le competenze rilevate attraverso TETI, che verrà formalizzato ai singoli. L’azienda ha chiarito che il “Titling” recentemente applicato è una cosa diversa, in quanto quest’ultimo misura il livello di specializzazione all’interno del Mestiere, e che conseguentemente non c’è l’intenzione di superare le attuali figure di COA, definite dal Contratto di Secondo Livello.

Abbiamo richiesto che, una volta terminata la sperimentazione, la valorizzazione dei percorsi professionali determini i giusti riconoscimenti, da definire attraverso la contrattazione collettiva.

Nelle prossime settimane riprenderemo il confronto relativo all’integrazione di UBI in ISP ed al rinnovo del Contratto di Secondo Livello per tutto il Gruppo Intesa Sanpaolo: ribadiamo ancora una volta che questa sarà l’occasione per definire un sistema per il riconoscimento della professionalità che sia realmente universale e coinvolga l’intera compagine delle colleghe e dei colleghi del Gruppo.

.

Dal 29 novembre al 3 dicembre elezioni RLS: i nostri candidati si presentano

I Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) sono colleghi eletti dai dipendenti di un’azienda per esercitare i diritti di informazione e controllo in tema di salute e sicurezza sul lavoro che vengono riconosciuti ai lavoratori dalle leggi vigenti. Si tratta quindi di un ruolo molto importante, che trova piena realizzazione e applicazione per tutti i colleghi del Gruppo Intesa Sanpaolo. Con le elezioni che si svolgeranno dal 29 novembre al 3 dicembre ciascun collega – di qualsiasi banca di provenienza – potrà scegliere i propri RLS.

Per ciascun ambito territoriale è stata presentata una lista unitaria: vi invitiamo a votare per tutti i Candidati FISAC di ciascun ambito.

Qui di seguito trovate i nostri candidati, suddivisi per ambito territoriale. Cliccando sui nominativi in rosso troverete anche una breve scheda in cui ciascun candidato si presenta.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

Prima nota di approfondimento sull’accordo di assunzioni ed esodi

Ieri, 16 novembre 2021, è stato sottoscritto un accordo che prevede fino a un massimo di ulteriori 2.000 uscite volontarie per pensionamento o accesso alle prestazioni straordinarie del Fondo di solidarietà, stabilendo nel contempo (al raggiungimento delle 2.000 uscite) 1.100 nuove assunzioni. Tenendo conto delle precedenti intese, le assunzioni concordate complessivamente diventano così 4.600.

Attraverso l’accordo abbiamo continuato a perseguire il nostro obiettivo di nuova e buona occupazione, prevedendo (a fronte del raggiungimento delle 2.000 uscite) 1.100 nuove assunzioni complessive da realizzarsi entro il 2025. Qualora non fosse raggiunto il numero di 2.000 uscite le assunzioni avverranno secondo un criterio di proporzionalità (1 assunzione ogni 2 uscite). 

Nella nota che vi forniamo qui di seguito, trovate una sintesi dei contenuti dell’accordo con riferimento alle uscite, anche per consentire alle colleghe e ai colleghi potenzialmente interessati una prima valutazione: per maggiori approfondimenti rinviamo alla Guida FISAC CGIL che verrà aggiornata a breve.

Qui la nota in pdf

.

1.100 ASSUNZIONI E 2.000 USCITE VOLONTARIE: SOTTOSCRITTO UN POSITIVO ACCORDO

Nella serata di ieri, 16 novembre, è stato raggiunto un importante accordo di ricambio generazionale nell’ambito del Gruppo.
L’accordo sottoscritto risponde all’esigenza di nuove assunzioni, nonché all’impatto derivante dalla progressiva digitalizzazione e dalle necessità di riconversione/riqualificazione professionale che ne potrebbero derivare.
Il primo punto è infatti: “Politiche attive per l’occupazione e solidarietà generazionale”.
Sono previste sino a 1.100 assunzioni a tempo indeterminato al raggiungimento delle 2.000 uscite stabilite come soglia massima.
A fronte del mancato raggiungimento del limite di 2.000 uscite sarà garantita la proporzionalità di 1 assunzione ogni 2 uscite.
Tenuto conto delle precedenti intese, il numero complessivo di assunzioni, da realizzare entro il 30 giugno 2025, sarà di 4.600.
Le nuove assunzioni saranno effettuate avendo attenzione anche al supporto della Rete, alle zone svantaggiate del Paese ed al Mezzogiorno, valutando inoltre l’inserimento dei lavoratori del settore
collocati nel Fondo Emergenziale.
La possibilità di aderire alle nuove uscite è riservata a coloro che non abbiano già presentato una domanda valida ai sensi dei precedenti accordi.

Qui il comunicato completo in pdf

.

ALI – CIRCOLO UNICO DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO: SOTTOSCRITTO UN ALTRO POSITIVO ACCORDO

ALI è l’Associazione costituita nel 2013 che opera come Circolo Unico del Gruppo Intesa Sanpaolo al fine di promuovere l’aggregazione dei Soci con iniziative di carattere culturale, artistico, turistico e sportivo, con numerosi servizi dedicati alle persone.

ALI conta oltre 70.000 Soci dipendenti, a cui si aggiungono pensionati ed Agenti con i rispettivi familiari.

Grazie all’Accordo di integrazione del Gruppo UBI in Intesa Sanpaolo, circa 13.000 colleghi e colleghe provenienti dal Gruppo UBI sono entrati a far parte dell’Associazione dall’aprile scorso e possono beneficiare di tutte le agevolazioni e prestazioni previste.

A fronte dei nuovi e numerosi ingressi, l’Accordo odierno prevede una rivisitazione della struttura Territoriale con la creazione di due ulteriori Consigli Territoriali.  

I Consigli Territoriali sono conseguentemente i seguenti:

Consigli Regioni Sede
Nord – Ovest Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta TORINO
Lombardia Lombardia BERGAMO
Milano e Monza Lombardia MILANO
Nord-Est Veneto, Trentino A.A:, Friuli V.G. PADOVA
Toscana e Umbria Toscana e Umbria FIRENZE
Adriatico Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise BOLOGNA
Centro Lazio e Sardegna ROMA
Sud-Ovest Campania, Calabria e Sicilia NAPOLI
Sud-Est Puglia e Basilicata BARI

 

Con l’occasione, su richiesta sindacale, sono stati rivisti, in aumento, i numeri dei componenti del Consiglio Direttivo e dei Consigli Territoriali, che rimangono sempre proporzionati all’entità dei Soci Ordinari aderenti.

Ricordiamo a tutti i colleghi, in particolare ai nuovi ingressi provenienti da UBI, che l’iscrizione al Circolo è avvenuta automaticamente, ma deve essere perfezionata sul sito ALI, tramite #People.

L’Accordo sottoscritto in data odierna prevede, al fine di ampliare l’offerta delle attività promosse da ALI, un incremento della contribuzione aziendale annua di 750.000 euro, portando così il contributo fisso a 3.750.000 euro a partire dal 1 gennaio 2022.

Per il 2021 abbiamo ottenuto un contributo straordinario di 500.000 euro.

Abbiamo inoltre chiesto all’Azienda un intervento volto a garantire efficienza e qualità del servizio anche alla luce dell’aumentato numero dei Soci.

L’intesa raggiunta rappresenta un’ulteriore tappa acquisitiva nel percorso di integrazione tra il Gruppo UBI e il Gruppo Intesa Sanpaolo che ci consente di guardare con fiducia al completamento dell’armonizzazione che sarà avviato nelle prossime settimane.

qui il documento in pdf

.

Elezioni RLS dal 29/11 al 3/12: prime note tecniche e i nostri candidati

Da lunedì 29 novembre a venerdì 3 dicembre si terranno le elezioni dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) delle società del Gruppo Intesa Sanpaolo con CCNL Credito.

L’azienda ha dirarmato oggi le prime note tecniche relative allo svolgimento delle elezioni. In particolare:

  • le votazioni si svolgeranno online e tutti i colleghi con diritto di voto riceveranno una email con le istruzioni per votare;
  • i colleghi lungo assenti o privi di accesso alla Intranet potranno votare con scheda cartacea, che sarà inviata con le relative indicazioni per la votazione.

Con l’occasione ricordiamo i Candidati della FISAC per ciascun ambito di voto.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare) – Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare) – Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare) – Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare) – Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare) – Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare) – Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare) – Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare) – Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare) – Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare) – Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare) – Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare) – Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore (titolare) – Piazzano Ondina (supplente)
Carta Paolo (titolare) – Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare) – Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare) – Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare) – Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare) – Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare) – Nicoli Barbara (supplente)

.

 

PRIMO PUNTO SU ACCORDO ASSISTENZA SANITARIA

Si è conclusa la trattativa sulla Assistenza sanitaria che consente l’ingresso del personale ex UBI e definisce una complessiva e decisamente positiva riforma del Fondo Sanitario, con un netto miglioramento delle prestazioni garantite agli aderenti.

Di seguito facciamo il punto sulla questione Ingresso colleghi ex UBI e sintetizziamo le novità del Fondo Sanitario.

 

AGGIORNAMENTO SU INGRESSO UBI IN FSI

L’accesso alle prestazioni del FSI NON potrà avvenire con decorrenza 1° gennaio 2022 per tutta la platea, in quanto le prestazioni del Fondo sono finanziate da un patrimonio che gli ex UBI non hanno contribuito a costituire.

Si delineano pertanto percorsi differenti in base alle popolazioni individuate dalle attuali coperture.

Ex UBI coperti da polizza Cargeas

In coerenza con lo Statuto del Fondo (che prevede un periodo di “carenza” per i nuovi iscritti) per il 2022 e 2023 la popolazione ex UBI attualmente interessata dal “polizzone” Cargeas, sarà coperta da una nuova polizza le cui caratteristiche saranno definite nelle prossime settimane: sottolineiamo il significativo miglioramento ottenuto essendo tale periodo “di ingresso” ridotto a 2 anni (rispetto ai 3 previsti normalmente dallo Statuto del FSI).

Il premio della polizza per il dipendente e i familiari a carico (€ 900) sarà totalmente a carico dell’azienda, mentre a carico del collega saranno:

1) il contributo di ingresso destinato a finanziare il patrimonio del FSI (50% del contributo ordinario, quindi 0,50% della RAL per sé e 0,05% per ogni familiare fiscalmente a carico) da versare per il suddetto periodo di 2 anni, contributo che consentirà dall’1.1.2024 di avvalersi delle favorevoli prestazioni del Fondo sanitario ISP.

2) l’eventuale premio di polizza per i familiari non a carico sarà determinato unitamente alle caratteristiche della nuova polizza, appena disponibile pubblicheremo tutti dettagli.

Oltre alla riduzione del periodo di “ingresso” a 2 anni, anche la copertura garantita da polizza sarà migliorata rispetto alle precedenti prestazioni (erogate da UniSalute) sulla base delle richieste che abbiamo rappresentato all’azienda e grazie all’incremento del premio pagato dalla banca (da € 700 a € 900).

La nuova polizza sarà definita nelle prossime settimane attraverso la gara che il CdA del Fondo organizzerà tra diverse compagnie per ottenere le migliori condizioni.

Ex UBI iscritti al Fondo Assistenza di Società del Gruppo UBI

A differenza degli ex UBI coperti da polizza Cargeas, gli iscritti al Fondo Assistenza UBI (ex Banca Lombarda) potranno beneficiare del conferimento del patrimonio che hanno costituito negli anni presso il Fondo UBI al FSI ISP e quindi potranno accedere alle prestazioni del Fondo Intesa già dal 1° gennaio 2022 (con pagamento del contributo ordinario: 1% della RAL per sé, 0,10% per ogni familiare fiscalmente a carico, 1% per ogni familiare fiscalmente non a carico).

Ex UBI iscritti all’Associazione Assistenza Sanitaria Integrativa Banca delle Marche

Il patrimonio attuale dell’Associazione non è sufficiente a garantire le medesime condizioni del Fondo UBI (di cui al paragrafo precedente), ma gli attuali iscritti (una volta deliberato il conferimento del patrimonio residuo dell’Associazione BM) potranno comunque accedere fin dal 1° gennaio 2022 alle prestazioni del FSI ISP versando in aggiunta al contributo ordinario (1% della RAL per il dipendente, ecc.) il contributo di ingresso per 2 anni (0,50% della RAL per il dipendente, ecc.).

 

AGGIORNAMENTO SU PRINCIPALI NOVITÀ FONDO SANITARIO DI GRUPPO

 Abolizione Quota Differita

Abolizione della quota differita dei rimborsi: il rimborso delle prestazioni avverrà per intero al momento della liquidazione.

Incremento Contribuzioni

Aumento (in misura aggiuntiva alle rivalutazioni ISTAT) del contributo aziendale di 20 euro per ogni dipendente a partire dal 1/1/2022 e di ulteriori 20 euro a partire dal 1/1/2024. Contestuale ritocco della contribuzione per familiari non fiscalmente carico con aumento dello 0,10% a partire dal 1/1/2022 e di un ulteriore 0,10% a partire dal 1/1/2024.

Miglioramento Prestazioni (personale in servizio)

  • Riduzione al 10% della franchigia in assistenza convenzionata per visite specialistiche, alta diagnostica, accertamenti diagnostici fisioterapia e analisi di laboratorio.
  • Innalzamento a 200.000€ (400.000€ in caso di grandi eventi patologici) del massimale per prestazioni ospedaliere.
  • Introduzione di un massimale specifico per la procreazione assistita.
  • Innalzamento a 1.000€ del massimale per trattamenti fisioterapici.
  • Innalzamento a 1.800€ del massimale per trattamenti psicoterapeutici.
  • Innalzamento a 1.650€ (2.150€ per nuclei numerosi) del massimale spese dentistiche.
  • Dal 1/1/24 innalzamento a 1.750€ (2.250€ per nuclei numerosi) del massimale spese dentistiche.
  • Dal 1/1/24 innalzamento a 600€ (800€ per nuclei numerosi) del massimale spese per lenti.

 Miglioramento Prestazioni (personale in quiescenza)

  • Riduzione al 10% della franchigia in assistenza convenzionata per visite specialistiche, alta diagnostica, accertamenti diagnostici fisioterapia e analisi di laboratorio.
  • Innalzamento a 200.000€ (400.000€ in caso di grandi eventi patologici) del massimale per prestazioni ospedaliere.
  • Introduzione di un massimale specifico per la procreazione assistita.
  • Innalzamento a 1.000€ del massimale per trattamenti fisioterapici.
  • Innalzamento a 1.800€ del massimale per trattamenti psicoterapeutici.
  • Innalzamento a 700€ (900€ per nuclei numerosi) del massimale spese dentistiche.
  • Dal 1/1/24 innalzamento a 750€ (1.000€ per nuclei numerosi) del massimale spese dentistiche.
  • Dal 1/1/24 innalzamento a 400€ (550€ per nuclei numerosi) del massimale spese per lenti.

 Fondo Prevenzione

Istituzione di un “Fondo Prevenzione” finanziato con:

  • un versamento aziendale una tantum di 2.000.0000€
  • il conferimento una tantum del 3% del capitale del Fondo Sanitario
  • il versamento da parte dell’azienda di 20€ annui per ciascun aderente già coperto da LTC nazionale e di 10€ da parte dell’iscritto in questione
  • il versamento da parte dell’azienda di 30€ annui per ciascun aderente non beneficiario di LTC nazionale e di 30€ da parte dell’iscritto in questione.

Il Fondo Prevenzione consente:

  • L’attivazione di una copertura di LTC aggiuntiva a quella prevista dal CCNL, per dipendenti e familiari.
  • L’azzeramento di franchigie e scoperti per le prestazioni di prevenzione che verranno definite dal CDA del Fondo Sanitario.

 Utilizzo Patrimonio

  • Utilizzo del Patrimonio del Fondo per coprire eventuali sbilanci di una o di entrambe le Gestioni (iscritti in servizio ed iscritti in quiescenza) nel limite del 15% del Patrimonio per non oltre due bilanci consecutivi.
  • Utilizzo del Patrimonio della Gestione iscritti in servizio per garantire il completo riversamento del 6% (con un limite massimo di 12 milioni) di contributo di solidarietà alla Gestione quiescenti.

 Terza sezione per Pensionati e Agenti

Istituzione di una Terza Sezione del Fondo a cui potranno iscriversi i Pensionati e gli Agenti, con una permanenza minima di tre anni nella sezione. Le prestazioni, inferiori a quelle garantite dal regolamento del Fondo, saranno assicurate da una polizza assicurativa.

Semplificazione normativa

Modifica dei requisiti per il trattamento contributivo dei familiari, anche con inserimento della autocertificazione, per snellire e rendere più efficiente e meno burocratico il funzionamento del Fondo. Verrà comunque richiesta la documentazione atta a dimostrate la condizione di familiare a carico per i figli con più di 24 anni di età: in difetto verranno automaticamente considerati come non a carico.

Riapertura Termini Adesione

Possibilità di iscrizione per i dipendenti attualmente non iscritti al Fondo, con le medesime regole già utilizzate in precedenza.

qui il documento in pdf

 

.

NUOVO ACCORDO SU ISP CASA (e possibili novità per i colleghi ex ISP Casa ora in FOL)

L’azienda ci ha comunicato oggi che ISP Casa, alla luce dei buoni risultati operativi raggiunti nel 2021 e delle previsioni di crescita del mercato immobiliare, ha deciso di proseguire la propria attività con un modello di servizio misto che affiancherà agli attuali dipendenti nuovi agenti immobiliari con rapporto di lavoro autonomo.

 Venendo meno le ragioni che avevano portato all’accordo di salvaguardia occupazionale del 27 maggio 2020, non sarà più necessario assumere in ISP ed inserire in FOL gli attuali agenti immobiliari dipendenti (circa 25 che continueranno il rapporto di lavoro con ISP Casa..

Come FISAC CGIL, insieme alle altre OO.SS., abbiamo richiesto l’aumento dell’orario di lavoro delle colleghe e dei colleghi provenienti da ISP Casa attualmente adibiti in FOL con Part Time. L’Azienda ha accettato di discutere il problema, manifestando nel contempo la necessità di continuare a presidiare la fascia di orario successiva alle 11.48.

Abbiamo sottoscritto un verbale di accordo che dà atto della mutata situazione e stabilisce che la materia dell’orario di lavoro verrà stabilita entro il 15 dicembre 2021, nell’ambito del confronto sull’integrazione di UBI.

.

X