PROROGATO IL CONFRONTO CESSIONE FORMAZIONE

A seguito della necessità di avere tempi consoni per una procedura così delicata e per approfondire ulteriormente tutti gli aspetti della cessione si è reso necessario prorogare il termine di chiusura della procedura al 31 maggio.

Gli incontri riprenderanno la prossima settimana e vi terremo costantemente aggiornati.

qui il documento in pdf

.

Le linee programmatiche della FISAC ISP approvate durante l’Assemblea Costitutiva

Come vi avevamo comunicato qui, con l’Assemblea Centrale di Gruppo del 3-4-5 maggio a Roma si è concluso il percorso organizzativo della FISAC/CGIL per la costituzione del Coordinamento di Gruppo Intesa Sanpaolo.

Vi avevamo già anticipato l’elezione della nuova Segreteria FISAC di Gruppo. Adesso vi forniamo il dettaglio dei documenti discussi e approvati che costituiscono il fondamento della nostra linea programmatica per i prossimi anni. Vi forniamo anche la registrazione video del dibattito tra il Segretario Generale CGIL Maurizio Landini e il CEO ISP Carlo Messina che si è svolto nell’ambito dell’Assemblea centrale.

Relazione introduttiva di Roberto Malano

Documento programmatico della FISAC ISP

Documento finale approvato dall’Assemblea Centrale

Video del dibattito Landini / Messina

.

 

AGGIORNATA LA GUIDA PVR 2022 (PAGAMENTO 2023)

In base al nuovissimo accordo sul Premio Variabile di Risultato 2022, firmato il 29 aprile scorso abbiamo aggiornato la nostra GUIDA PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo, per chiarimenti e consulenze potete scrivere alla casella postale: infopvr@informafisac.net.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

CESSIONE RAMO D’AZIENDA FORMAZIONE: PROSEGUE IL CONFRONTO

Nella giornata odierna, dopo aver ribadito la nostra ferma contrarietà all’operazione di esternalizzazione, abbiamo, a tutela dei colleghi coinvolti nella cessione di ramo d’azienda, presentato le nostre richieste:

  • Mantenimento del CCNL Credito, non solo per gli attuali colleghi ma anche per le future assunzioni;
  • Garanzia di rientro in ISP in caso di tensioni occupazionali per un congruo periodo;
  • Mantenimento del welfare di Gruppo (fondo sanitario, fondo pensione, ALI);
  • Conferma delle condizioni agevolate;
  • Tutela della professionalità acquisita;
  • Contenimento della mobilità territoriale futura e conferma dell’utilizzo del lavoro agile;
  • Mantenimento del part time;
  • Valutazione complessiva delle richieste di part time, anche quelle giacenti;
  • Riconoscimento del PVR 2022 e del Lecoip 0;
  • Mantenimento del diritto all’esodo per chi ha già aderito;
  • Possibilità per i colleghi coinvolti nel perimetro di cessione di aderire a futuri piani di esodo in Intesa

 

Abbiamo inoltre chiesto all’Azienda chiarimenti circa la corretta identificazione del perimetro dell’operazione di cessione.

Il confronto proseguirà la prossima settimana con le proposte dell’Azienda.

 

Milano, 6 maggio 2022

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

 

 

La nuova Guida al Lecoip 3.0

Come vi avevamo preannunciato qui, fino al 30 maggio è possibile aderire volontariamente al piano Lecoip 3.0.

E’ possibile optare tra una erogazione cash pari a 1.300€ lordi oppure l’adesione al Piano Lecoip che garantisce a scadenza (aprile 2026) una capitale minimo e netto di almeno 2.000 euro per la figura base. Bisogna comunque tenere conto che ci sono varie implicazioni, soprattutto rispetto alle possibili ricadute sull’ISEE, così come sulle eventuali uscite anticipate dall’azienda.

Per approfondire una materia non cosi semplice abbiamo predisposto una nuova e specifica Guida al Lecoip 3.0

.

INCONTRO DEL 6 MAGGIO 2022

ADESIONE ESODI

L’Azienda relativamente all’accordo del 16 novembre 2021, ha comunicato che – a fronte delle

2.000 uscite previste – sono pervenute 5.269 richieste, di cui 366 annullate per richiesta dei singoli o per mancanza dei requisiti.

Le domande valide sono pertanto 4.903, di cui circa 600 in corso di valutazione (mancanza di ecocert, richiesta di ricongiunzioni o riscatti in corso, ecc).

Alla luce di quanto sopra, la Banca ha dichiarato che si ricorrerà alla graduatoria e ne entreranno a far parte coloro che matureranno il requisito entro il 30 aprile 2027 calcolato già tenendo conto della diminuzione dell’aspettativa di vita come aggiornata dall’INPS.

La Banca smentisce le “voci” circa un generalizzato anticipo delle finestre di esodo.

 

PVR 2021

Il Premio Variabile di Risultato 2021 verrà liquidato in anticipo sul conto corrente il prossimo 13 maggio e sarà ricompreso nel cedolino del mese.

Visti i risultati dell’Azienda, la quota base del PVR è stata incrementata del 4,6%: il gestore privati, ad esempio, è passato da 750 € a 786 €.

Fermo restando il montante del bonus pool e a fronte del raggiungimento delle fasce più alte da parte di molte filiali, ci è stata, purtroppo, comunicata la riduzione del 55% dell’eccellenza per la rete.

Abbiamo rappresentato il forte malcontento dei colleghi in particolare per il meccanismo dell’eccellenza, che sarà in parte migliorato con la nuova formulazione sperimentale del recente accordo sul PVR 2022 che ne prevede il riconoscimento per tutte le filiali che raggiungeranno il 100% della scorecard.

Seppure non derivanti da accordi sindacali, la Banca ci ha illustrato i dati relativi al SET, che vede una riduzione del 19,8%, e al Sistema Incentivante NPL 2020-21 che vede una riduzione del 22,5%.

 

LECOIP 3.0

Nei prossimi giorni uscirà sulla intranet aziendale una comunicazione dedicata al Lecoip 3.0.

La Banca ci ha anticipato che, a differenza del precedente piano, il processo di adesione sarà completamente digitale e non sarà necessaria alcuna stampa.

Vi sarà un supporto per i lungo assenti da parte della Filiale Digitale.

 

INDENNITA’ GRANDE MOBILITA’ EX UBI

Dal prossimo cedolino di giugno tale indennità sarà riconosciuta a consuntivo e non più a preventivo; pertanto, nel mese di maggio vi sarà una sospensione del pagamento. Ai colleghi interessati è stata data possibilità di richiedere un anticipo al fine di ridurre l’impatto economico.

 

MONTE PEGNI

L’Azienda ci ha informato che prossimamente vi sarà un conferimento del ramo d’azienda Monte Pegni proveniente dal mondo Ubi di circa 20 persone, in favore di Acantus S.p.A., società recentemente costituita all’interno del Gruppo Intesa Sanpaolo.

 

RIENTRO GSD (Accordo ex Ubi)

Intesa Sanpaolo ci ha comunicato di aver rescisso il contratto di fornitura con GSD per la fornitura di stampe e postalizzazione e che quindi i colleghi verranno riassegnati nel Gruppo.

 

Milano, 6 maggio 2022

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

FSI – TERMINE ISCRIZIONE DEI FAMIGLIARI PER I COLLEGHI EX UBI

Per i familiari aventi diritto al 01/01/2022, la richiesta di iscrizione deve essere presentata inderogabilmente entro il 30 aprile 2022.

Decorso tale termine l’iscrizione tardiva potrà avvenire con penalizzazioni in termini di prestazioni e contributi.

Attenzione, i colleghi provenienti dalla polizza Cargeas che sono nel percorso di avvicinamento, per il biennio 2022-2023 non potranno chiedere l’iscrizione tardiva dei famigliari!

 

La richiesta potrà essere effettuata a partire dal giorno successivo alla propria adesione, con le seguenti modalità:

  • tramite la procedura #PEOPLE per i dipendenti in servizio (da #People > Servizi Amministrativi > Richieste amministrative > Richiesta iscrizione familiare al Fondo Sanitario)
  • tramite il sito del Fondo (sezione “Il tuo Profilo” della propria area riservata > Variazioni Anagrafica) per gli esodati, per i pensionati.

 

DATI DI ADESIONE ALL’ESODO

L’azienda ci ha comunicato le adesioni pervenute per l’accordo 16 novembre 2021.
Sono pervenute 5269 richieste, di cui 366 sono state annullate, dopo la verifica dell’Ecocert, in quanto il requisito pensionistico superava il limite del 31 dicembre 2028.
Restano quindi 4903, delle quali però circa 600 sono ancora in via di definizione per mancanza di Ecocert oppure presenza di riscatti/ricongiunzioni o ulteriori specificità.
Occorre quindi ricorrere alla graduatoria come previsto dall’accordo, fermi restando i criteri di priorità previsti dall’accordo stesso.
Allo stato attuale delle verifiche fatte la graduatoria per definire le 2000 uscite concordate si fermerebbe al 30 aprile 2027, come data di maturazione del requisito.
L’Azienda ha dichiarato che porrà una attenzione gestionale nei confronti dei colleghi che, seppure rientranti in graduatoria, non avessero avuto ancora la possibilità di regolarizzare la posizione di riscatti/ricongiunzioni entro il termine previsto del 31 maggio.
Rispetto alle prossime uscite, l’Azienda ha smentito l’ipotesi di un anticipo collettivo delle uscite restanti derivanti dall’accordo 29 settembre 2020 e ha chiarito che cercherà di evitare sovrapposizioni fra le uscite derivanti dai due accordi in essere, alfine di ridurre i problemi di gestione, in particolare sulla finestra 31 dicembre 2023
Ha inoltre specificato che la finestra di giugno ricomprenderà le seguenti uscite per esodo:
35, accordo 16 novembre 2021, con requisito 30 giugno 2024
600, accordo 29 settembre 2020, con requisito marzo 2025, in precedenza maggio 2025.
Si aggiungono inoltre 8 cessazioni per pensionamento relative all’accordo 16 novembre 2021 e altre 8 relative all’accordo 29 settembre 2020.

La Segreteria di Gruppo

 

7 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 3 giugno 2022 ci sono 7 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

 

Le aree di Governo Chief Risk Officer e Chief Financial Officer, la Divisone IMI Corporate & Investment Banking e la Società Sifer Fiduciaria stanno cercando nuovi colleghi.

 

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte.

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Clearing Specialist per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking 

All’interno della Struttura Controlli e Operational Risk – Clearing Hub potrai gestire e presidiare attività di OTC Client Clearing, creando una relazione proattiva con i clienti. Se hai sempre desiderato condurre o partecipare a progettualità trasversali in ambito Capital Market e normativo regolamentare, utilizzando le tue capacità analitiche in un contesto di respiro internazionale, potresti essere la persona giusto per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

Analyst per  la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Planning & Control – Financial Control & Daily P&L potrai lavorare all’interno di un team che si occupa di analisi dei dati di profit & loss della Banca, relativi sia al trading book che al banking book. Se ti appassionano le tematiche su strumenti e rischi finanziari e ti piacerebbe approfondirle e analizzarle, utilizzando le tue capacità quantitative, scopri come entrare a far parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Capital Markets Risk Management Pricing Specialist per l’Area Governo Chief Risk Officer
All’interno della Direzione Risk Management potresti partecipare all’attività di analisi di nuovi prodotti e modelli per il pricing degli strumenti finanziari e  implementare procedure numeriche utilizzando anche linguaggi di programmazione per i modelli finanziari. Se sei una persona dinamica e dotata di abilità di problem solving e desideri metterti alla prova in un ruolo attivo e propositivo da un lato verso il business e le strutture di supporto quantitativo, dall’altro verso le funzioni di Risk Management e di Financial Reporting, scopri come entrare a far parte dell’Area di Governo Chief Risk Officer. >> Vai alla posizione

Specialista Pianificazione, Capital Management e Recovery Plan per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione potrai valutare le analisi del gruppo e delle sue partecipate da un punto di vista di sostenibilità del business, profittabilità e solidità patrimoniale. Se hai sempre avuto passione per gli studi macro economici e desideri utilizzare le tue competenze analitiche in un contesto dinamico, potresti essere la persona giusta per l’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

Analista Controllo di Gestione di Governance per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione avrai la possibilità di valutare analisi delle performance (passate e prospettiche) di Gruppo, sia delle Divisioni sia di specifiche area di attività della banca, anche tramite la gestione di dati e l’utilizzo di strumenti e sistemi di reporting. Se hai sempre desiderato approfondire le logiche degli andamenti economici e reddituali della Banca, utilizzando le tue capacità analitiche e di reportistica, scopri come entrare a far parte dell’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

Business Intelligence Solutions and DataMart Specialist per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione potrai disegnare, progettare e gestire lo sviluppo e l’evoluzione dei sistemi dati e informazioni a supporto del Controllo di Gestione del Gruppo, utilizzando strumenti e sistemi di reporting per le specifiche analisi di business e strumenti di Business Intelligence adottati dal Gruppo. Se il tuo desiderio è quello di lavorare in un contesto in cui poter utilizzare sia le tue competenze analitiche sia le tue conoscenze in ambito IT, scopri come entrare a far parte dell’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Professional Supporto AML, Legale e accertamenti autorità per Siref Fiduciaria

All’interno della Struttura Servizi e Supporto al Business potrai curare le attività relative agli accertamenti bancari e di natura giudiziaria, penale e fiscale dei rapporti oggetto di sequestro, provvedendo alla predisposizione e all’invio delle segnalazioni periodiche. Se hai passione per le tematiche giuridiche e desideri poter supportare i Legali interni ed esterni, così come poter contribuire ai controlli in ambito Antiriciclaggio, scopri come entrare a far parte della Società Siref Fiduciaria. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

5 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 27 maggio 2022 ci sono 5 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

L’area di Governo Chief Risk Officer, la Divisone IMI Corporate & Investment Banking e le Società Exetra e Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte.

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Specialista Loan Agency & Portfolio Management per la Divisione IMI Corporate and Investment Banking 
All’interno dei Desk di Agency & Securities Services e Portfolio Management avrai la possibilità di seguire tutte le attività correlate alla strutturazione di operazioni di Finanza Strutturata e gestirai direttamente l’attività amministrativa, documentale, reputazionale e di monitoraggio delle operazioni in portafoglio. Se desideri entrare in un ambiente sfidante, dinamico ed orientato alla costante creazione di valore, in cui poter ulteriormente accrescere le tue competenze tecniche e relazionali, oltre alla possibilità di crescita internazionale, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate and Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY IT

Project Manager IT per la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking
Nell’ambito del team dei Sistemi Informativi della Divisione Private Banking hai l’occasione di gestire diverse progettualità coordinando dei gruppi di lavoro esterni ed interni per il lancio o l’evoluzione di prodotti e servizi, l’evoluzione della piattaforma di consulenza e della piattaforma operativa e il supporto agli utenti. Se hai da sempre una forte passione verso lo sviluppo di prodotti IT ma hai anche un certo interesse per la collaborazione con le funzioni commerciali, potresti essere la persona giusta per entrare a far parte della Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Counterparty Credit Risk & Relationship Specialist per l’Area di Governo Chief Risk Officer
All’interno della Direzione Risk Management IMI CIB potresti partecipare all’attività di supporto al business per tutta l’operatività in derivati svolta dal Gruppo e individuare le migliori soluzioni gestionali business oriented e compliant con l’appetito di rischio della Banca. Se hai talento nel pianificare tutte le attività, raggiungendo gli obiettivi nei tempi stabiliti e hai buone capacità relazionali, scopri come entrare a far parte di quest’Area di Governo. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

People Management Specialist per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking
All’interno della Direzione Personale della Divisione IMI Corporate & Investment Banking avresti l’occasione di promuovere e sostenere la diffusione della cultura dell’innovazione e della corporate entrepreneurship. Se ti piace l’idea di progettare iniziative per la diffusione delle competenze trasversali e realizzare strumenti e servizi a supporto del business, dell’organizzazione e delle persone, potresti essere la persona giusta per entrare a far parte della Struttura People Management della Divisione. >> Vai alla posizione

Analyst per la Società Exetra
In Exetra avresti l’occasione di occuparti di tutto il ciclo attivo e passivo della Società, sviluppare le tue competenze in ambito contabile e amministrativo e coltivare nuove relazioni con fornitore e clienti. Se desideri scoprire da vicino la realtà del Gruppo che sostiene la crescita delle imprese italiane, promuovendo il “Made in Italy”, scopri come entrare a far parte della Business Unit Pianificazione e Amministrazione della Società Exetra. >> Vai alla posizione

 

 

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

FONDO SANITARIO ISP: prorogata al 30 giugno la preadesione alla LTC Volontaria

Come vi avevamo dato notizia qui e qui. Il termine per la preadesione alla Long Term Care Volontaria è stato prorogato al 30 giugno 2022, gli iscritti che avessero intenzione possono esercitare tale volontà attraverso  la procedura di preadesione alla LTC Volontaria presente nella propria Area Iscritto, per saperne di più clicca qui. Le adesioni inserite entro il 30 aprile 2022 sono considerate definitive. Per consentirne la maggior diffusione riportiamo qui di seguito un estratto della news. 

Più di 27.000 persone hanno aderito all’offerta e il target richiesto dalla compagnia è stato raggiunto; il premio di 68 euro l’anno pro capite viene quindi confermato e le preadesioni inserite sono considerate definitive.
Nelle prossime settimane saranno pubblicate sul sito del Fondo le istruzioni per effettuare la procedura di adesione vera e propria direttamente dal portale di Generali Italia.

La polizza offre la possibilità di:
– estendere la copertura ai componenti del nucleo familiare, compresi i figli maggiorenni
– migliorare ulteriormente la protezione per se stessi e il proprio coniuge
– essere rinnovata anche dall’assicurato ultrasettantenne.

L.T.C. Volontaria – caratteristiche:
– copertura collettiva per iscritti e familiari beneficiari, compresi i figli
– sottoscrivibile in aggiunta alle altre coperture già attive
– onere totalmente a carico dell’assicurato di 68 euro
– rendita mensile di 1.000 euro in caso di non autosufficienza
– attivabile entro i 70 anni di età
– non attivabile se è già in corso una patologia degenerativa o oncologica

Per quanti fossero interessati e non vi avessero provveduto nelle scorse settimane, resta comunque possibile effettuare la preadesione sino al 30 giugno dal portale del Fondo:
Area Iscritto > Il tuo profilo > Gestione Long Term Care, cliccare “Scegli”; nella pagina che si apre viene visualizzato il nucleo familiare: fleggare accanto ai nominativi da includere nella preadesione

ENTRO IL 30 MAGGIO ATTIVA LA PROCEDURA PER EFFETTUARE LA SCELTA PER IL CONTO SOCIALE

Come vi avevamo comunicato qui da oggi e fino a venerdì 30 maggio i colleghi che hanno destinato il proprio Premio Variabile di Risultato – PVR (oppure PAV per il Settore assicurativo) al Conto Sociale possono scegliere tra le seguenti tre opzioni:

Da oggi e fino al 30 maggio i colleghi che hanno già destinato il proprio Premio Variabile di Risultato PVR (oppure PAV per il Settore assicurativo)al Conto Sociale possono scegliere tra le seguenti opzioni:
contributo aggiuntivo alla propria posizione di previdenza complementare
liquidazione in busta paga
rimborso delle spese per servizi di educazione e istruzione, assistenza ai familiari anziani o non autosufficienti e per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico, sostenute nel 2022 e nel 2021, se non già rimborsate tramite il Conto Sociale dello scorso anno, e/o accesso a beni e servizi erogati tramite una piattaforma welfare in convenzione, che ricomprendono, ad esempio, pacchetti viaggio, abbonamenti a strutture sportive, ingressi a musei, cinema, parchi e abbonamenti editoria, voucher per carburanti, alimentari, tecnologia e abbigliamento.

La scelta si effettua in #People, accedendo al seguente link

Cosa succede se non si effettua alcuna scelta entro il 30 maggio?
L’intero valore spettante sarà utilizzabile per il rimborso spese e/o per l’accesso a beni e servizi disponibili su piattaforma welfare.

Si potrà comunque ogni mese richiedere la destinazione a previdenza complementare o la liquidazione nel primo cedolino utile, a partire dal 16 giugno 2022.

Solo in caso di impossibilità all’utilizzo della funzionalità on line, si potrà inoltrare, entro la stessa scadenza, la richiesta tramite modulo, via mail alla casella lavmanuali.contosociale@intesasanpaolo.com

Per approfondimenti, è disponibile su #People la sezione Normativa > Contratto Collettivo di 2° livello > Contratto Collettivo II Livello 2018-2021 > PVR-Premio Variabile di Risultato > Conto Sociale 2021.

È sempre possibile chiedere chiarimenti o supporto attraverso il portale #People, utilizzando il percorso #People > Assistenza, categoria “Conto Sociale“.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare la nostra Guida PVR e Conto Sociale. Vi informiamo che abbiamo creato una mail dedicata infopvr@informafisac.net a cui rivolgersi per chiarimenti e consulenze personalizzate, ricorda comunque che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento

SOTTOVALUTATI

È arrivato come ogni anno in Intesa Sanpaolo il momento della valutazione.
Il sistema di valutazione UpPer è incredibilmente complesso, con aggettivi che qualificano le aspettative sulla prestazione per ogni figura professionale, colloqui di condivisione degli indicatori, autovalutazioni, feedback, mid year review, verifiche di conformità e altro
ancora.
Complessità voluta, che fa il paio e si intreccia con quella che serve a determinare gli avanzamenti di grado, il diritto alle indennità di ruolo, i consolidamenti (spesso mancati per un soffio).
Ma in estrema sintesi, come riporta la Treccani, valutare significa “Tenere conto ai fini di un calcolo complessivo, o ai fini di un giudizio di merito, di una classifica o graduatoria” , ed è proprio quello che l’azienda fa: ci valuta e ci inserisce in una graduatoria che va dal mediocre all’eccellente, ed in base a tale classifica possono differire PVR, Premio di eccellenza e aspettative future.
Negli ultimi anni constatiamo che le valutazioni sono state mediamente abbassate e sono ormai parecchi i giudizi di sintesi “Quasi in linea con le aspettative”, come se a fronte del maggior impegno richiestoci a seguito della carenza di personale, e delle richieste di budget sempre più elevate, fosse coinciso anche un livellamento verso il basso della nostra prestazione lavorativa.
Ad essere penalizzati, sono coloro che non reggono più le pressioni commerciali, ai quali si manda un segnale che stanno per essere lasciati indietro, mentre si continua allegramente a tartassare gli altri puntando sulle loro mire di carriera o più semplicemente sulla loro ricerca di pace.
Il CCNL ci offre uno strumento prezioso che però i colleghi utilizzano raramente:
il RICORSO contro la valutazione ottenuta!
In molti casi il lavoratore ci dice che non vuole “mettersi contro la banca” o contro il direttore che lo ha sottovalutato e con cui dovrà relazionarsi per tutto l’anno a venire.
Ma forse c’è anche un altra ragione: negli ultimi 10 anni, poco più del 5% di tutti i ricorsi che abbiamo seguito come Fisac in Liguria sono stati accolti.
Anche dal punto di vista statistico è improbabile che i lavoratori che hanno deciso di ricorrere, perché arrabbiati per la valutazione ricevuta, fossero tutti dalla parte del torto.
Lavoriamo in un’azienda che promuove questionari per rilevare il clima aziendale ma sembra non preoccuparsi di verificare come vengono valutati i propri dipendenti, preferendo dare ragione al valutatore “a prescindere”.
Pensiamo che sia un grave errore, che porterà ad una pericolosa disaffezione nei confronti del proprio datore di lavoro, in un contesto estremamente difficile, ma incui è ancora v ivo l’interesse verso il giudizio che l’azienda da alle lavoratrici e ai lavoratori.
Genova, 18 maggio 2022
FISAC/CGIL INTESA SANPAOLO LIGURIA

fai click qui per leggere le nostre idee sulla valutazione

TRIMESTRALE DIREZIONE REGIONALE SUD

INCONTRO DI TRIMESTRALE 5.4.2022

Il giorno 5 Aprile scorso si è svolto il primo incontro di trimestrale del 2022 con la Direzione Regionale Sud. Numerosi i partecipanti dal lato azienda.

Dopo i saluti e l’introduzione del dr. Capogreco, Il Direttore Regionale dr. Nargi ha innanzitutto dato atto alla rete commerciale di aver prodotto importanti risultati economici, ottenendo performance di buon livello nei settori trainanti, elogiando l’impegno dei colleghi tutti. Si continua ad affermare il pilastro della tutela.

Tutti hanno contribuito alla gestione straordinaria dell’emergenza pandemica. Il bancario è un mestiere alto e nobile, ha sostenuto il Direttore Regionale, e ognuno deve essere orgoglioso di far parte di questo mondo, stimolando il senso di appartenenza ad un Istituto presente sul territorio da oltre 500 anni.

TRIMESTRALE DIREZIONE REGIONALE SUD APRILE 2022

IL NOSTRO TERRITORIO RAPPRESENTATO IN DELEGAZIONE TRATTANTE

Si è svolta a Roma, dal 3 al 5 maggio, l’Assemblea Costitutiva FISAC-CGIL del Gruppo Intesa Sanpaolo.

È stata eletta Segretaria di Coordinamento e, quindi, componente della Delegazione Trattante:
LIA LOPEZ

A lei vanno, da parte di tutti i dirigenti sindacali della Fisac ISP di Puglia- Basilicata e Molise, gli auguri per il prestigioso incarico ed un caloroso ringraziamento per il lavoro svolto in tanti anni di instancabile e fruttuosa attività sindacale nel nostro amato territorio, con la convinzione che manterrà la disponibilità di sempre nei confronti dei nostri iscritti ed iscritte.
Numerosi gli incarichi sindacali ricoperti nel tempo da Lia. Ricordiamo, tra gli altri, quello di RSA, di Coordinatrice Territoriale Gruppo Isp, di Segretaria Generale Fisac Area Metropolitana di Bari, di Segretaria Generale Fisac Puglia.
Anche in Segreteria di Coordinamento ed in Delegazione Trattante, Lia saprà portare le sue note competenze e la sua grande esperienza, di cui siamo certi beneficerà anche il Tavolo di Gruppo.

A noi il compito, a cui non ci sottrarremo, di continuare a svolgere incessantemente l’attività sindacale a supporto e tutela di Lavoratori e Lavoratrici del territorio che rappresentiamo.

13/5/2022 I COORDINATORI FISAC CGIL ISP PUGLIA- BASILICATA- MOLISE

Contratto misto: precise richieste anche per la parte di lavoro autonomo nel documento programmatico FISAC

Il 5 maggio a Roma si è concluso il percorso organizzativo della FISAC/CGIL di Intesa Sanpaolo.

Come delegati abbiamo partecipato ai lavori in rappresentanza dei colleghi con contratto misto.

I lavori si sono conclusi con l’approvazione di un documento che stabilisce il programma di lavoro della FISAC per i prossimi anni. Un intero capitolo del documento è stato dedicato al lavoro misto.

La Fisac, che fin da subito da sola si è occupata di rappresentare i lavoratori misti in relazione al loro rapporto di lavora dipendente, in questa occasione ha fatto un significativo passo in avanti per rafforzare la rappresentanza anche degli aspetti del lavoro autonomo. Soprattutto per risolvere le pesanti contraddizioni di un lavoro che non è mai completamente dipendente, mai completamente autonomo, e che appesantisce e vincola l’attività con i clienti subordinandola a direttive, regolamenti bizantini che contraddicono lo spirito di un rapporto di promozione finanziaria e autonoma orientata al cliente.

In quest’ottica è stato inserito nel documento una dichiarazione specifica di impegno negoziale di tutta la FISAC che prevede che si chieda (o si torni a chiedere):

  • che le assunzioni avvengano in località prossime a quelle di residenza abituale (questo oltre a evitare cambi di residenza molto disagevoli e onerosi, consentirebbe di svolgere l’attività autonoma all’interno del tessuto sociale ed economico di riferimento con evidenti benefici per l’espansione della propria attività e di conseguenza anche per la banca);
  • di consentire lo svolgimento dell’attività autonoma all’interno di locali aziendali ben identificati e diffusi sul territorio, poiché molti clienti pur apprezzando la gestione di un consulente personale, non gradiscono ricevere le consulenze presso il proprio domicilio;
  • di consentire l’utilizzo dei marchi di ISP per la promozione della propria attività libero professionale attraverso i propri canali;
  • di autorizzare politiche di pricing da gestire in autonomia in relazione ai propri clienti.

In questo modo la nostra voce è finalmente diventata patrimonio comune e condiviso da tutta l’organizzazione e siamo determinati ad insistere presso l’azienda per far accogliere le nostre richieste.

.

SEDI CENTRALI DI TORINO E MONCALIERI INCONTRO CON L’AZIENDA DEL 29.04.2022

All’inizio dell’incontro l’Azienda, in risposta ad una nostra richiesta preventivamente inviata al riguardo, ha presentato le ultime evoluzioni della funzione di Gestione del Personale. Presupposto principale della nuova struttura è la sostituzione del criterio “geografico” (nel quale i gestori del personale lavoravano nello stesso palazzo delle persone che a loro facevano riferimento) con l’organizzazione “a filiere” (le aree di competenza dei gestori HR sono suddivise per direzioni, a prescindere dalla dislocazione delle colleghe e dei colleghi che ne fanno parte); questo significa che, ad esempio, chi lavora in DSI al Polo Tecnologico di Moncalieri, potrebbe avere come interlocutore un gestore del personale di un’altra città (Vicenza, Milano, Roma…).
L’organizzazione “a filiere” prevede la gestione del personale integrata all’interno delle varie funzioni operative, con il coinvolgimento dei responsabili. Si tratta di una struttura molto “complessa” (per non dire “complicata”) nella quale è facile smarrirsi, ma alla richiesta da parte del Sindacato di fornire una nota di Servizio (o analogo documento) che ne schematizzi la configurazione, l’Azienda ha risposto di non averne predisposte.
Ancora una volta l’azienda ha preferito attuare un cambiamento prima di presentarlo in maniera adeguata ai dipendenti interessati. La nostra sensazione in merito è un preoccupante aumento della “distanza” e del disorientamento dei colleghi, ma l’Azienda a questo proposito ha ribadito la piena disponibilità dei gestori HR e dei loro responsabili a rispondere alle richieste di quanti li contatteranno. Invitiamo quindi tutti coloro che avessero dubbi su titling, mestieri e altri argomenti afferenti la gestione del personale a rivolgersi senza indugio ai propri riferimenti HR individuabili sul profilo People di ciascuno e di segnalare alle OO.SS. eventuali problematiche.

Riportiamo ora l’elenco degli altri temi affrontati nel corso dell’incontro.

IMMOBILI

Sede di Piazza San Carlo. I lavori nel cortile (realizzazione di un porticato) termineranno entro il 16 maggio, data di inaugurazione del museo (che verrà aperto al pubblico dal 17 giorno successivo). Lo stesso dicasi per il cantiere al 2° piano lato palazzo Turinetti. Il cantiere per il rifacimento degli ascensori (ingresso lato piazza San Carlo) terminerà dopo l’estate come anche quello relativo alla caffetteria (ex caffè San Carlo). Per i servizi igienici, sono state ripristinate le colonne d’acqua rotte, si sta pensando ad un loro rifacimento ma al momento si lavora su interventi puntuali.

Grattacielo: da qui all’autunno quasi tutti piani saranno interessati dal nuovo layout previsto dal progetto NWOW, partendo dal 12° piano, poi 8° e 9° ed a seguire gli altri. I piani non coinvolti sono il 7° (dove c’è la formazione), l’11° occupato da una società di cui Intesa Sanpaolo è azionista ed i piani 31°, 32° e 33°.

Moncalieri: L’insegna è stata rimossa e sarà rifatta perché scolorita, non verrà rimessa quella della palazzina A perché risultava poco visibile, verrà per tanto installata solo sulla palazzina B e si stanno espletando le pratiche con il comune di Moncalieri.
Ad eccezione del già menzionato piano 11° del Grattacielo, l’azienda ci riferisce che al momento non sono in previsione ulteriori dismissioni/affitti di locali o parte di essi su Torino.

MENSE E BAR

Verranno mantenute ancora le misure attuali come da indicazione della funzione tutela aziendale, resteranno quindi attivi i conta-persone ed i distanziamenti. Faranno un ulteriore incontro entro la prima decade di maggio per verificare se è possibile effettuare delle variazioni. Verranno invece ripristinati gli erogatori di acqua (sia quelli ubicati in mensa che quelli ai piani dei vari palazzi). Per quanto riguarda le code l’azienda evidenza che sono quasi sempre causate non per la mancanza di posti a sedere (i contatori si bloccano di rado) ma per accodamenti alle linee di distribuzione. Sono stati evidenziati da parte nostra i momenti critici di accesso (generalmente da martedì al giovedì in orario 13.00 – 14.00). l’azienda ci riferisce che è intervenuta per chiedere un potenziamento del servizio.

Bar Moncalieri: la vecchia società che lo gestiva (Argenta) è stata incorporata nel gruppo Selecta, ma è stata data continuità di servizio
Si ricorda che è presente un tool che mostra l’occupazione in tempo reale dei posti nelle varie mense (People -> Covid19 -> Disponibilità posti in mensa).

DISTRIBUTORI AUTOMATICI

L’azienda ha chiesto a Selecta (società che li gestisce) di monitorare attentamente la situazione dei distributori su tutte le sedi. Stanno preparando un piano di “razionalizzazione” dei distributori con sostituzione/rinnovo di alcuni di essi. Abbiamo evidenziato il problema del caricamento della chiavetta nella sede di Moncalieri (l’unico POS predisposto presente ha spesso problemi di linea impedendone il caricamento); si sta valutando un eventuale ricollocazione del POS ed eventuale aggiunta di altri punti di ricarica.

ASILI NIDO

Decadendo le limitazioni imposte dal Covid che prevedevano un numero massimo di bambini per educatore e riduzione di orario standard, il servizio è ritornato a regime.

Clicca qui per leggere il Comunicato

 

 

COMITATO COVID IMPERIA

Dopo i due Decreti Legge che hanno radicalmente modificato la normativa legata all’emergenza Covid, si è svolta oggi la sesta riunione del Comitato Covid della provincia di Imperia.
Nonostante l’ottimismo della volontà induca anche noi a sperare che si sia ormai usciti dalla pandemia, i dati comunicatici dei contagi registrati in provincia a partire da metà febbraio – ben nove – ci riportano con i piedi per terra al pessimismo della ragione.
Pessimismo alimentato anche dalla scelta aziendale di rinunciare, salvo casi di contagi multipli o focolai, alle sanificazioni straordinarie dei luoghi di lavoro in presenza di casi positivi: la decisione è stata presa in quanto l’Azienda ritiene che le pulizie giornaliere siano già sufficiente garanzia di igienizzazione e sanificazione dei luoghi di lavoro.
Altro punto critico la scelta aziendale di ridurre la disponibilità di steward a 35 servizi settimanali (cioè 7 steward per 5 giorni) per l’intera Direzione Regionale, scelta che mette sotto una nuova luce la fama di avarizia attribuita ai Liguri, e che ha già prodotto situazioni di grave disagio nella giornata di lunedì 2 maggio, quando si è verificata la congiunzione astrale di pagamento pensioni,
scadenza cambiali di fine mese ed entrata in vigore del c.d. “Decreto Riaperture” Da parte aziendale è stato affermato che Intesa Sanpaolo ha fatto la scelta di tenere alta la guardia rispetto al rischio di nuovi contagi, ragione per cui mantiene l’obbligo di mascherina per il personale e la raccomandazione – ma non l’obbligo– per i clienti.
Rimangono in vigore il limite numerico di persone contemporaneamente presenti all’interno dei locali, il distanziamento a un metro, l’invito ad osservare tale obbligo anche in caso di riunioni o nella permanenza all’interno delle aree break.
Non risulta più necessario, secondo la banca, produrre il Greenpass per accedere al luogo di lavoro, nemmeno per gli over 50.
Quando abbiamo fatto presenti le difficoltà a far rispettare le regole sul sovraffollamento, ci è stato ricordato per l’ennesima volta che tale responsabilità ricade sui preposti, che devono gestire eventuali situazioni critiche in autonomia, anche mediante la chiusura delle porte della Filiale e la gestione dei singoli ingressi.
Abbiamo ribadito all’azienda che, così come vengono indette continuamente Call di natura commerciale, sarebbe opportuno lavorare periodicamente per promuovere anche la cultura della sicurezza tra tutti i lavoratori, con aggiornamenti della normativa non solo sulla Intranet aziendale.
La Banca si è impegnata a riconvocarci in caso di aggiornamenti della normativa di Legge o su nostra richiesta, legata a situazioni specifiche della nostra provincia.
Imperia, 3 maggio 2022
RSA Fisac/CGIL provincia di Imperia – RLS DR Piemonte Sud e Liguria

fai click qui per scaricare il comunicato

Toscana: cambia il vento?

CAMBIA IL TIMONIERE: ADESSO DOBBIAMO FAR CAMBIARE ANCHE IL VENTO

 Il giorno 26 aprile 2022 si è tenuto l’incontro annuale della DR Toscana-Umbria, con la partecipazione del nuovo Direttore Regionale Tito Nocentini che ha elogiato l’impegno di colleghi e colleghe, anche nei mesi difficili di alta diffusione del contagio e, insieme ai Direttori Commerciali, ha espresso soddisfazione per i risultati raggiunti già in questi primi mesi del 2022, nella consapevolezza delle difficoltà rivenienti dal contesto pandemico e geopolitico internazionale.

Su sollecitazione delle OOSS, ha espresso l’intenzione di adoperarsi per un miglioramento del clima di lavoro nel territorio, dando disponibilità al confronto costante e all’ascolto, anche per combattere quei comportamenti irrispettosi che le sigle sindacali hanno dovuto ricordare, e che il Direttore ha definito frutto di iniziativa personale e poco consoni a motivare od aiutare i colleghi a raggiungere gli obiettivi di budget che, ancorché creati prima del peggiorare della situazione internazionale, non saranno comunque rivisti.

Abbiamo apprezzato la volontà di ascoltare i dipendenti ed i loro rappresentanti e abbiamo invitato ad un monitoraggio più puntuale sul tema delle pressioni commerciali, anche nell’interesse dell’azienda.

Solo il tempo ci dirà se questa dichiarazione d’intenti si tradurrà in comportamenti adeguati.

click qui per leggere tutto

 

 

Prossime Scadenze

giugno 2022

30giualldayTermine Preadesione Long Term Care Volontaria

30giualldayTermine Per La Ripresentazione Di Richieste Di Rimborso Al Fsi Di Documenti Di Spesa Relativi Al 2021 Già Presentate Entro Marzo 2021

30giualldayalldayTermine Variazione della Percentuale di Contribuzione Volontaria al Proprio Fondo Pensione

settembre 2022

30setalldayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Scuole Medie Inferiori E Superiori

ottobre 2022

29ottalldayalldayFondo Pensione Gruppo ISP: Termine Adesione Coperture Assicurative Rischio Morte/Invalidità

novembre 2022

30novalldayalldayTermine Assegni Di Studio Per I Figli: Università Immatricolazione 1° Anno

dicembre 2022

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)


Fisac Flash FOL: Permessi e Turni estremi

Richieste di permesso
L’Azienda  ci ha informati che nel mese di gennaio in FOL verranno  concessi 1.400 permessi tra ferie, ex festività, banca delle ore e SVL  a fronte di 43 richieste non approvate per esigenze tecniche, organizzative e produttive. 
.
Turno T1 (6.48)
L’Azienda ha dichiarato che allo stato attuale la turnazione delle 6.48 non può essere considerata estrema. Si tratta di una fascia oraria molto appetibile per i colleghi perché permette di terminare presto la giornata lavorativa. Dallo scoppio della pandemia è  svolta esclusivamente in Smart Working e non produce i disagi collegati alla mobilità. La definizione di turno estremo, condivisa in passato, si riferisce esclusivamente alla modalità di svolgimento in presenza. Come FISAC riteniamo indispensabile riprendere nel contesto del confronto sullo Smart Working, che si dovrà tenere entro il primo semestre dell’anno, il tema delle turnazioni in generale, con particolare attenzione a quelle estreme.
.

Contratto misto: precise richieste anche per la parte di lavoro autonomo nel documento programmatico FISAC

Il 5 maggio a Roma si è concluso il percorso organizzativo della FISAC/CGIL di Intesa Sanpaolo.

Come delegati abbiamo partecipato ai lavori in rappresentanza dei colleghi con contratto misto.

I lavori si sono conclusi con l’approvazione di un documento che stabilisce il programma di lavoro della FISAC per i prossimi anni. Un intero capitolo del documento è stato dedicato al lavoro misto.

La Fisac, che fin da subito da sola si è occupata di rappresentare i lavoratori misti in relazione al loro rapporto di lavora dipendente, in questa occasione ha fatto un significativo passo in avanti per rafforzare la rappresentanza anche degli aspetti del lavoro autonomo. Soprattutto per risolvere le pesanti contraddizioni di un lavoro che non è mai completamente dipendente, mai completamente autonomo, e che appesantisce e vincola l’attività con i clienti subordinandola a direttive, regolamenti bizantini che contraddicono lo spirito di un rapporto di promozione finanziaria e autonoma orientata al cliente.

In quest’ottica è stato inserito nel documento una dichiarazione specifica di impegno negoziale di tutta la FISAC che prevede che si chieda (o si torni a chiedere):

  • che le assunzioni avvengano in località prossime a quelle di residenza abituale (questo oltre a evitare cambi di residenza molto disagevoli e onerosi, consentirebbe di svolgere l’attività autonoma all’interno del tessuto sociale ed economico di riferimento con evidenti benefici per l’espansione della propria attività e di conseguenza anche per la banca);
  • di consentire lo svolgimento dell’attività autonoma all’interno di locali aziendali ben identificati e diffusi sul territorio, poiché molti clienti pur apprezzando la gestione di un consulente personale, non gradiscono ricevere le consulenze presso il proprio domicilio;
  • di consentire l’utilizzo dei marchi di ISP per la promozione della propria attività libero professionale attraverso i propri canali;
  • di autorizzare politiche di pricing da gestire in autonomia in relazione ai propri clienti.

In questo modo la nostra voce è finalmente diventata patrimonio comune e condiviso da tutta l’organizzazione e siamo determinati ad insistere presso l’azienda per far accogliere le nostre richieste.

.


AGGIORNATA LA GUIDA PVR 2022 (PAGAMENTO 2023)

In base al nuovissimo accordo sul Premio Variabile di Risultato 2022, firmato il 29 aprile scorso abbiamo aggiornato la nostra GUIDA PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo, per chiarimenti e consulenze potete scrivere alla casella postale: infopvr@informafisac.net.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

La nuova Guida al Lecoip 3.0

Come vi avevamo preannunciato qui, fino al 30 maggio è possibile aderire volontariamente al piano Lecoip 3.0.

E’ possibile optare tra una erogazione cash pari a 1.300€ lordi oppure l’adesione al Piano Lecoip che garantisce a scadenza (aprile 2026) una capitale minimo e netto di almeno 2.000 euro per la figura base. Bisogna comunque tenere conto che ci sono varie implicazioni, soprattutto rispetto alle possibili ricadute sull’ISEE, così come sulle eventuali uscite anticipate dall’azienda.

Per approfondire una materia non cosi semplice abbiamo predisposto una nuova e specifica Guida al Lecoip 3.0

.

Aggiornamento Guida Conto Sociale: Contributo Welfare, nuove opportunità di rimborsi e molto altro

In attesa degli ulteriori approfondimenti in corso abbiamo aggiornato la nostra Guida al Conto Sociale. Quest’anno ci sono molte novità: dalla possibilità di destinarci il contributo welfare 120€ figli, alle nuove modalità di spesa rimborsabili in relazione a servizi correlati anche al tempo libero, o alla possibilità di acquistare voucher e bonus carburante.

Qui di seguito vi riportiamo l’indice della Guida, per darvi un’idea della informazioni che potete trovare.

1. CHE COS’E IL CONTO SOCIALE?

2. CONTRIBUTO WELFARE
2.1 Le spese rimborsabili tramite “CONTO SOCIALE FIGLI”

3. CONTO SOCIALE PVR 2021
3.1 Detassazione e decontribuzione del PVR

3.2 Adesione
3.3 Destinazione in conto sociale
3.4 Alcuni esempi di calcolo

4. LE DATE DA RICORDARE.

E’ anche importante ricordare che tutte le novità presenti nella guida sono evidenziate in giallo in questo modo e che potete chiedere consulenze personalizzate tramite la mail infopvr@informafisac.net 

.

 

 


Nuove coperture LTC: quanto ne sai? E comunque devi decidere entro il 30 aprile…

Le coperture LTC garantiscono una rendita a fronte di gravi infermità.

Ovviamente tutti speriamo di non doverne mai avere bisogno, ma quando succede, sono problemi enormi. Un aiuto finanziario non risolve, ma certo aiuta e parecchio.

Informarsi sulle coperture LTC che già abbiamo e sulla possibilità di attivare una copertura aggiuntiva tramite il Fondo Sanitario per sé o per i propri familiari è davvero molto importante.

La copertura aggiuntiva deve essere attivata entro il 30 aprile: per prendere una decisione consapevole, consulta la nostra Infografica (scaricala qui).

Per approfondire la questione e per le preadesioni, vai sulla Pagina dedicata del Fondo Sanitario.

 

 

.

.

.

Nuove prestazioni Fondo Sanitario: la nuovissima Infografica

Lo sai che dal 2022 ci sono nuove e migliori prestazioni garantite dal Fondo Sanitario ai colleghi e ai loro familiari?

E che è finalmente stata abolita la “quota differita” e dall’anno prossimo le prestazioni verranno liquidate subito per intero?

E che dal 2024 miglioreranno le prestazioni miglioreranno ulteriormente?

Adesso con la nostra nuovissima Infografica (scaricala qui) ti raccontiamo tutto su queste novità.

Se poi vuoi approfondire tutto quello che c’è da sapere sul “Pacchetto giovani”, consulta la nostra guida dedicata:

Guida al Fondo Sanitario Integrativo.

 

 

 

 

 

 

 

 

.


Categorie

Categorie

Archivio Mensile

News Principali

PROROGATO IL CONFRONTO CESSIONE FORMAZIONE

A seguito della necessità di avere tempi consoni per una procedura così delicata e per approfondire ulteriormente tutti gli aspetti della cessione si è reso necessario prorogare il termine di chiusura della procedura al 31 maggio.

Gli incontri riprenderanno la prossima settimana e vi terremo costantemente aggiornati.

qui il documento in pdf

.

AGGIORNATA LA GUIDA PVR 2022 (PAGAMENTO 2023)

In base al nuovissimo accordo sul Premio Variabile di Risultato 2022, firmato il 29 aprile scorso abbiamo aggiornato la nostra GUIDA PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo, per chiarimenti e consulenze potete scrivere alla casella postale: infopvr@informafisac.net.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Le linee programmatiche della FISAC ISP approvate durante l’Assemblea Costitutiva

Come vi avevamo comunicato qui, con l’Assemblea Centrale di Gruppo del 3-4-5 maggio a Roma si è concluso il percorso organizzativo della FISAC/CGIL per la costituzione del Coordinamento di Gruppo Intesa Sanpaolo.

Vi avevamo già anticipato l’elezione della nuova Segreteria FISAC di Gruppo. Adesso vi forniamo il dettaglio dei documenti discussi e approvati che costituiscono il fondamento della nostra linea programmatica per i prossimi anni. Vi forniamo anche la registrazione video del dibattito tra il Segretario Generale CGIL Maurizio Landini e il CEO ISP Carlo Messina che si è svolto nell’ambito dell’Assemblea centrale.

Relazione introduttiva di Roberto Malano

Documento programmatico della FISAC ISP

Documento finale approvato dall’Assemblea Centrale

Video del dibattito Landini / Messina

.

 

La nuova Guida al Lecoip 3.0

Come vi avevamo preannunciato qui, fino al 30 maggio è possibile aderire volontariamente al piano Lecoip 3.0.

E’ possibile optare tra una erogazione cash pari a 1.300€ lordi oppure l’adesione al Piano Lecoip che garantisce a scadenza (aprile 2026) una capitale minimo e netto di almeno 2.000 euro per la figura base. Bisogna comunque tenere conto che ci sono varie implicazioni, soprattutto rispetto alle possibili ricadute sull’ISEE, così come sulle eventuali uscite anticipate dall’azienda.

Per approfondire una materia non cosi semplice abbiamo predisposto una nuova e specifica Guida al Lecoip 3.0

.

News dalla Intranet

7 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 3 giugno 2022 ci sono 7 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

 

Le aree di Governo Chief Risk Officer e Chief Financial Officer, la Divisone IMI Corporate & Investment Banking e la Società Sifer Fiduciaria stanno cercando nuovi colleghi.

 

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte.

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Clearing Specialist per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking 

All’interno della Struttura Controlli e Operational Risk – Clearing Hub potrai gestire e presidiare attività di OTC Client Clearing, creando una relazione proattiva con i clienti. Se hai sempre desiderato condurre o partecipare a progettualità trasversali in ambito Capital Market e normativo regolamentare, utilizzando le tue capacità analitiche in un contesto di respiro internazionale, potresti essere la persona giusto per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

Analyst per  la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Planning & Control – Financial Control & Daily P&L potrai lavorare all’interno di un team che si occupa di analisi dei dati di profit & loss della Banca, relativi sia al trading book che al banking book. Se ti appassionano le tematiche su strumenti e rischi finanziari e ti piacerebbe approfondirle e analizzarle, utilizzando le tue capacità quantitative, scopri come entrare a far parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Capital Markets Risk Management Pricing Specialist per l’Area Governo Chief Risk Officer
All’interno della Direzione Risk Management potresti partecipare all’attività di analisi di nuovi prodotti e modelli per il pricing degli strumenti finanziari e  implementare procedure numeriche utilizzando anche linguaggi di programmazione per i modelli finanziari. Se sei una persona dinamica e dotata di abilità di problem solving e desideri metterti alla prova in un ruolo attivo e propositivo da un lato verso il business e le strutture di supporto quantitativo, dall’altro verso le funzioni di Risk Management e di Financial Reporting, scopri come entrare a far parte dell’Area di Governo Chief Risk Officer. >> Vai alla posizione

Specialista Pianificazione, Capital Management e Recovery Plan per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione potrai valutare le analisi del gruppo e delle sue partecipate da un punto di vista di sostenibilità del business, profittabilità e solidità patrimoniale. Se hai sempre avuto passione per gli studi macro economici e desideri utilizzare le tue competenze analitiche in un contesto dinamico, potresti essere la persona giusta per l’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

Analista Controllo di Gestione di Governance per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione avrai la possibilità di valutare analisi delle performance (passate e prospettiche) di Gruppo, sia delle Divisioni sia di specifiche area di attività della banca, anche tramite la gestione di dati e l’utilizzo di strumenti e sistemi di reporting. Se hai sempre desiderato approfondire le logiche degli andamenti economici e reddituali della Banca, utilizzando le tue capacità analitiche e di reportistica, scopri come entrare a far parte dell’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

Business Intelligence Solutions and DataMart Specialist per l’Area Chief Financial Officer

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo di Gestione potrai disegnare, progettare e gestire lo sviluppo e l’evoluzione dei sistemi dati e informazioni a supporto del Controllo di Gestione del Gruppo, utilizzando strumenti e sistemi di reporting per le specifiche analisi di business e strumenti di Business Intelligence adottati dal Gruppo. Se il tuo desiderio è quello di lavorare in un contesto in cui poter utilizzare sia le tue competenze analitiche sia le tue conoscenze in ambito IT, scopri come entrare a far parte dell’Area Chief Financial Officer. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Professional Supporto AML, Legale e accertamenti autorità per Siref Fiduciaria

All’interno della Struttura Servizi e Supporto al Business potrai curare le attività relative agli accertamenti bancari e di natura giudiziaria, penale e fiscale dei rapporti oggetto di sequestro, provvedendo alla predisposizione e all’invio delle segnalazioni periodiche. Se hai passione per le tematiche giuridiche e desideri poter supportare i Legali interni ed esterni, così come poter contribuire ai controlli in ambito Antiriciclaggio, scopri come entrare a far parte della Società Siref Fiduciaria. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

FONDO SANITARIO ISP: prorogata al 30 giugno la preadesione alla LTC Volontaria

Come vi avevamo dato notizia qui e qui. Il termine per la preadesione alla Long Term Care Volontaria è stato prorogato al 30 giugno 2022, gli iscritti che avessero intenzione possono esercitare tale volontà attraverso  la procedura di preadesione alla LTC Volontaria presente nella propria Area Iscritto, per saperne di più clicca qui. Le adesioni inserite entro il 30 aprile 2022 sono considerate definitive. Per consentirne la maggior diffusione riportiamo qui di seguito un estratto della news. 

Più di 27.000 persone hanno aderito all’offerta e il target richiesto dalla compagnia è stato raggiunto; il premio di 68 euro l’anno pro capite viene quindi confermato e le preadesioni inserite sono considerate definitive.
Nelle prossime settimane saranno pubblicate sul sito del Fondo le istruzioni per effettuare la procedura di adesione vera e propria direttamente dal portale di Generali Italia.

La polizza offre la possibilità di:
– estendere la copertura ai componenti del nucleo familiare, compresi i figli maggiorenni
– migliorare ulteriormente la protezione per se stessi e il proprio coniuge
– essere rinnovata anche dall’assicurato ultrasettantenne.

L.T.C. Volontaria – caratteristiche:
– copertura collettiva per iscritti e familiari beneficiari, compresi i figli
– sottoscrivibile in aggiunta alle altre coperture già attive
– onere totalmente a carico dell’assicurato di 68 euro
– rendita mensile di 1.000 euro in caso di non autosufficienza
– attivabile entro i 70 anni di età
– non attivabile se è già in corso una patologia degenerativa o oncologica

Per quanti fossero interessati e non vi avessero provveduto nelle scorse settimane, resta comunque possibile effettuare la preadesione sino al 30 giugno dal portale del Fondo:
Area Iscritto > Il tuo profilo > Gestione Long Term Care, cliccare “Scegli”; nella pagina che si apre viene visualizzato il nucleo familiare: fleggare accanto ai nominativi da includere nella preadesione

News dai Territori

SOTTOVALUTATI

È arrivato come ogni anno in Intesa Sanpaolo il momento della valutazione.
Il sistema di valutazione UpPer è incredibilmente complesso, con aggettivi che qualificano le aspettative sulla prestazione per ogni figura professionale, colloqui di condivisione degli indicatori, autovalutazioni, feedback, mid year review, verifiche di conformità e altro
ancora.
Complessità voluta, che fa il paio e si intreccia con quella che serve a determinare gli avanzamenti di grado, il diritto alle indennità di ruolo, i consolidamenti (spesso mancati per un soffio).
Ma in estrema sintesi, come riporta la Treccani, valutare significa “Tenere conto ai fini di un calcolo complessivo, o ai fini di un giudizio di merito, di una classifica o graduatoria” , ed è proprio quello che l’azienda fa: ci valuta e ci inserisce in una graduatoria che va dal mediocre all’eccellente, ed in base a tale classifica possono differire PVR, Premio di eccellenza e aspettative future.
Negli ultimi anni constatiamo che le valutazioni sono state mediamente abbassate e sono ormai parecchi i giudizi di sintesi “Quasi in linea con le aspettative”, come se a fronte del maggior impegno richiestoci a seguito della carenza di personale, e delle richieste di budget sempre più elevate, fosse coinciso anche un livellamento verso il basso della nostra prestazione lavorativa.
Ad essere penalizzati, sono coloro che non reggono più le pressioni commerciali, ai quali si manda un segnale che stanno per essere lasciati indietro, mentre si continua allegramente a tartassare gli altri puntando sulle loro mire di carriera o più semplicemente sulla loro ricerca di pace.
Il CCNL ci offre uno strumento prezioso che però i colleghi utilizzano raramente:
il RICORSO contro la valutazione ottenuta!
In molti casi il lavoratore ci dice che non vuole “mettersi contro la banca” o contro il direttore che lo ha sottovalutato e con cui dovrà relazionarsi per tutto l’anno a venire.
Ma forse c’è anche un altra ragione: negli ultimi 10 anni, poco più del 5% di tutti i ricorsi che abbiamo seguito come Fisac in Liguria sono stati accolti.
Anche dal punto di vista statistico è improbabile che i lavoratori che hanno deciso di ricorrere, perché arrabbiati per la valutazione ricevuta, fossero tutti dalla parte del torto.
Lavoriamo in un’azienda che promuove questionari per rilevare il clima aziendale ma sembra non preoccuparsi di verificare come vengono valutati i propri dipendenti, preferendo dare ragione al valutatore “a prescindere”.
Pensiamo che sia un grave errore, che porterà ad una pericolosa disaffezione nei confronti del proprio datore di lavoro, in un contesto estremamente difficile, ma incui è ancora v ivo l’interesse verso il giudizio che l’azienda da alle lavoratrici e ai lavoratori.
Genova, 18 maggio 2022
FISAC/CGIL INTESA SANPAOLO LIGURIA

fai click qui per leggere le nostre idee sulla valutazione

IL NOSTRO TERRITORIO RAPPRESENTATO IN DELEGAZIONE TRATTANTE

Si è svolta a Roma, dal 3 al 5 maggio, l’Assemblea Costitutiva FISAC-CGIL del Gruppo Intesa Sanpaolo.

È stata eletta Segretaria di Coordinamento e, quindi, componente della Delegazione Trattante:
LIA LOPEZ

A lei vanno, da parte di tutti i dirigenti sindacali della Fisac ISP di Puglia- Basilicata e Molise, gli auguri per il prestigioso incarico ed un caloroso ringraziamento per il lavoro svolto in tanti anni di instancabile e fruttuosa attività sindacale nel nostro amato territorio, con la convinzione che manterrà la disponibilità di sempre nei confronti dei nostri iscritti ed iscritte.
Numerosi gli incarichi sindacali ricoperti nel tempo da Lia. Ricordiamo, tra gli altri, quello di RSA, di Coordinatrice Territoriale Gruppo Isp, di Segretaria Generale Fisac Area Metropolitana di Bari, di Segretaria Generale Fisac Puglia.
Anche in Segreteria di Coordinamento ed in Delegazione Trattante, Lia saprà portare le sue note competenze e la sua grande esperienza, di cui siamo certi beneficerà anche il Tavolo di Gruppo.

A noi il compito, a cui non ci sottrarremo, di continuare a svolgere incessantemente l’attività sindacale a supporto e tutela di Lavoratori e Lavoratrici del territorio che rappresentiamo.

13/5/2022 I COORDINATORI FISAC CGIL ISP PUGLIA- BASILICATA- MOLISE

Prossime Scadenze

giugno 2022

30giualldayTermine Preadesione Long Term Care Volontaria

30giualldayTermine Per La Ripresentazione Di Richieste Di Rimborso Al Fsi Di Documenti Di Spesa Relativi Al 2021 Già Presentate Entro Marzo 2021

30giualldayalldayTermine Variazione della Percentuale di Contribuzione Volontaria al Proprio Fondo Pensione

settembre 2022

30setalldayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Scuole Medie Inferiori E Superiori

Fisac Flash FOL: Permessi e Turni estremi

Richieste di permesso
L’Azienda  ci ha informati che nel mese di gennaio in FOL verranno  concessi 1.400 permessi tra ferie, ex festività, banca delle ore e SVL  a fronte di 43 richieste non approvate per esigenze tecniche, organizzative e produttive. 
.
Turno T1 (6.48)
L’Azienda ha dichiarato che allo stato attuale la turnazione delle 6.48 non può essere considerata estrema. Si tratta di una fascia oraria molto appetibile per i colleghi perché permette di terminare presto la giornata lavorativa. Dallo scoppio della pandemia è  svolta esclusivamente in Smart Working e non produce i disagi collegati alla mobilità. La definizione di turno estremo, condivisa in passato, si riferisce esclusivamente alla modalità di svolgimento in presenza. Come FISAC riteniamo indispensabile riprendere nel contesto del confronto sullo Smart Working, che si dovrà tenere entro il primo semestre dell’anno, il tema delle turnazioni in generale, con particolare attenzione a quelle estreme.
.

Contratto misto: precise richieste anche per la parte di lavoro autonomo nel documento programmatico FISAC

Il 5 maggio a Roma si è concluso il percorso organizzativo della FISAC/CGIL di Intesa Sanpaolo.

Come delegati abbiamo partecipato ai lavori in rappresentanza dei colleghi con contratto misto.

I lavori si sono conclusi con l’approvazione di un documento che stabilisce il programma di lavoro della FISAC per i prossimi anni. Un intero capitolo del documento è stato dedicato al lavoro misto.

La Fisac, che fin da subito da sola si è occupata di rappresentare i lavoratori misti in relazione al loro rapporto di lavora dipendente, in questa occasione ha fatto un significativo passo in avanti per rafforzare la rappresentanza anche degli aspetti del lavoro autonomo. Soprattutto per risolvere le pesanti contraddizioni di un lavoro che non è mai completamente dipendente, mai completamente autonomo, e che appesantisce e vincola l’attività con i clienti subordinandola a direttive, regolamenti bizantini che contraddicono lo spirito di un rapporto di promozione finanziaria e autonoma orientata al cliente.

In quest’ottica è stato inserito nel documento una dichiarazione specifica di impegno negoziale di tutta la FISAC che prevede che si chieda (o si torni a chiedere):

  • che le assunzioni avvengano in località prossime a quelle di residenza abituale (questo oltre a evitare cambi di residenza molto disagevoli e onerosi, consentirebbe di svolgere l’attività autonoma all’interno del tessuto sociale ed economico di riferimento con evidenti benefici per l’espansione della propria attività e di conseguenza anche per la banca);
  • di consentire lo svolgimento dell’attività autonoma all’interno di locali aziendali ben identificati e diffusi sul territorio, poiché molti clienti pur apprezzando la gestione di un consulente personale, non gradiscono ricevere le consulenze presso il proprio domicilio;
  • di consentire l’utilizzo dei marchi di ISP per la promozione della propria attività libero professionale attraverso i propri canali;
  • di autorizzare politiche di pricing da gestire in autonomia in relazione ai propri clienti.

In questo modo la nostra voce è finalmente diventata patrimonio comune e condiviso da tutta l’organizzazione e siamo determinati ad insistere presso l’azienda per far accogliere le nostre richieste.

.

AGGIORNATA LA GUIDA PVR 2022 (PAGAMENTO 2023)

In base al nuovissimo accordo sul Premio Variabile di Risultato 2022, firmato il 29 aprile scorso abbiamo aggiornato la nostra GUIDA PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo, per chiarimenti e consulenze potete scrivere alla casella postale: infopvr@informafisac.net.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

La nuova Guida al Lecoip 3.0

Come vi avevamo preannunciato qui, fino al 30 maggio è possibile aderire volontariamente al piano Lecoip 3.0.

E’ possibile optare tra una erogazione cash pari a 1.300€ lordi oppure l’adesione al Piano Lecoip che garantisce a scadenza (aprile 2026) una capitale minimo e netto di almeno 2.000 euro per la figura base. Bisogna comunque tenere conto che ci sono varie implicazioni, soprattutto rispetto alle possibili ricadute sull’ISEE, così come sulle eventuali uscite anticipate dall’azienda.

Per approfondire una materia non cosi semplice abbiamo predisposto una nuova e specifica Guida al Lecoip 3.0

.

Nuove coperture LTC: quanto ne sai? E comunque devi decidere entro il 30 aprile…

Le coperture LTC garantiscono una rendita a fronte di gravi infermità.

Ovviamente tutti speriamo di non doverne mai avere bisogno, ma quando succede, sono problemi enormi. Un aiuto finanziario non risolve, ma certo aiuta e parecchio.

Informarsi sulle coperture LTC che già abbiamo e sulla possibilità di attivare una copertura aggiuntiva tramite il Fondo Sanitario per sé o per i propri familiari è davvero molto importante.

La copertura aggiuntiva deve essere attivata entro il 30 aprile: per prendere una decisione consapevole, consulta la nostra Infografica (scaricala qui).

Per approfondire la questione e per le preadesioni, vai sulla Pagina dedicata del Fondo Sanitario.

 

 

.

.

.

Ricerca

Ricerca per Categoria

Ricerca per Mese

X