25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne: strumenti concreti per difendersi e combatterla

Stop violence against women, international women’s day

Oggi è il 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Per celebrarla abbiamo pensato di ricordare alcuni strumenti fondamentali per potersi difendere da questi crimini odiosi e insensati.

Uno è il 1522, il numero antiviolenza (attivo anche come chat) disponibile 24 ore su 24 a cui chiedere soccorso o anche solo consigli: non sentirsi isolate, non pensare a sé stesse come vittime indifese è un passo fondamentale.

L’altro deriva dalla contrattazione ed è un permesso retribuito fino a 4 mesi per poter affrontare i “percorsi di uscita” da situazioni difficili o violente. Per saperne di più puoi guardare il breve estratto della nostra Guida Pop alla Conciliazione che riguarda appunto questo specifico permesso.

FISAC FLASH – AGGIORNAMENTO IMPORTANTE FRINGE BENEFIT

A seguito delle nostre sollecitazioni l’Azienda si è resa disponibile a prevedere in sede di autocertificazione delle bollette un meccanismo di controllo individuale rispetto al superamento della soglia fringe benefit esente (3.000 euro), procedendo, se necessario, allo storno parziale o totale dell’importo delle bollette domestiche oggetto dell’autocertificazione che eccedesse il massimale.

In attesa di ottenere una conferma ufficiale e definitiva di questa disponibilità di massima aziendale, consigliamo comunque di cercare effettuare una prima quantificazione in autonomia, eventualmente contattando il sindacalista FISAC CGIL di riferimento per un supporto.

.

Istruzioni per l’autocertificazione delle “bollette” per ottenere la detassazione delle erogazioni economiche aggiuntive

Come vi abbiamo annunciato qui, la FISAC insieme alle altre Organizzazioni Sindacali ha sottoscritto un accordo molto positivo che:

  • prevede l’erogazione straordinaria e aggiuntiva di 500€ per tutti colleghi del Gruppo ISP (ad esclusione dei Dirigenti)
  • consente la detassazione sia di questa erogazione straordinaria, sia di quella di pari importo già erogata a settembre, a fronte dell’autocertificazione di aver pagato bollette relative a luce, acqua e gas.

La normativa che consente questa detassazione è particolarmente complessa e richiede particolare attenzione:

  • innanzitutto occorrerà produrre entro il 9 dicembre una autocertificazione come da istruzioni contenute nella news che vi riportiamo di seguito,
  • ma soprattutto occorrerà fare attenzione al montante complessivo dei propri fringe benefit per cui si chiede la detassazione. Infatti, contrariamente a quanto annunciato in una prima fase, l’azienda ha comunicato di non essere in grado di verificare se con il rimborso delle bollette in concorso con altri fringe benefit si supera la soglia esente di € 3.000 (nel caso di superamento la tassazione non riguarderà solo la quota eccedente, ma l’intero montante dei fringe benefit), per cui raccomandiamo CAUTELA in particolare ai titolari di mutui e prestiti. In caso di incertezza è ovviamente consigliabile optare per la liquidazione in busta paga.

Come d’uso vi riportiamo la news aziendale con le istruzioni per l’autocertificazione e il percorso per accedere alla procedura di autocertificazione.

In virtù dell’art. 12 del Decreto-Legge 9 agosto 2022, n. 115 (cd. decreto Aiuti bis), convertito con modificazioni dalla L. 21 settembre 2022, n. 142, e pubblicato in data 9 agosto 2022 sulla Gazzetta Ufficiale, in deroga alla disciplina ordinaria in materia di fringe benefit, le erogazioni in denaro effettuate nel 2022 dai datori di lavoro ai dipendenti per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale riferiti ad immobili ad uso abitativo posseduti o detenuti, dal dipendente e/o dai familiari di cui all’art. 12 TUIR, sulla base di un titolo idoneo, a prescindere dal luogo in cui è stabilita la residenza o il domicilio, per consumi effettuati nel 2022, non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente, entro il limite complessivo di euro 3.000 (limite così innalzato dal Decreto-Legge 18 novembre 2022, n. 176, cd. Decreto Aiuti-quater, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 18 novembre 2022).

Tale limite ricomprende anche eventuali altri fringe benefit erogati dal datore di lavoro nel corso del medesimo periodo d’imposta (cfr. art. 51, comma 3, Tuir), il cui importo è evidenziato mensilmente nel cedolino paga.

Nel caso in cui, in sede di conguaglio, il valore complessivo dei fringe benefit, ivi incluse le somme in denaro erogate per il pagamento delle suddette utenze domestiche, risultino superiori al predetto limite di 3.000 euro, l’intero importo dei fringe benefit verrà assoggettato a tassazione ordinaria, vale a dire anche la quota di valore inferiore al medesimo limite di euro 3.000 (esempio: l’eventuale erogazione di fringe benefit – ivi compresi i rimborsi delle bollette – del valore di euro 3.100 comporta la tassazione dell’intero ammontare e non solo della quota eccedente di euro 100).

Intesa Sanpaolo e le società del Gruppo, vista la nuova normativa in tema di fringe benefit in vigore per il 2022, imputano l’importo delle due erogazioni di 500 euro su indicate anche al rimborso delle spese per le predette utenze domestiche, in funzione della posizione individuale di ciascun dipendente, tenendo conto del valore complessivo dei fringe benefit fruiti nel corso dell’anno.

Rientra in tale casistica anche l’erogazione straordinaria di euro 500 lordi che, in attesa dei chiarimenti applicativi da parte dell’Amministrazione finanziaria in tema di fringe benefit, Intesa Sanpaolo e le società del Gruppo hanno assoggettato ad imposizione nel mese di settembre, ed il cui importo verrà considerato, in tutto o in parte fringe benefit, in presenza di spese per utenze domestiche, debitamente giustificate.

A tal fine, i colleghi possono quindi compilare e inoltrare entro il 9 dicembre 2022, l’autocertificazione disponibile su #People > Servizi amministrativi > Richieste amministrative > Autocertificazione per pagamento utenze domestiche, da rendere ai sensi degli artt. 19 e 47 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per documentare la spesa sostenuta. A supporto della compilazione sono state predisposte queste istruzioni.

Si precisa che il datore di lavoro, in sede di conguaglio fiscale di fine anno, restituirà, in tutto o in parte, le imposte e la contribuzione previdenziale obbligatoria, già applicate a settembre in sede di erogazione straordinaria, fino all’importo del fringe benefit attestato con l’autocertificazione.

.

La nuova Guida Pop a Permessi e Aspettative: la concretezza della Conciliazione.

La Conciliazione dei tempi di vita e lavoro è una fondamentale aspirazione che spesso però rimane una semplice dichiarazione di principio. Il lavoro sempre più per obiettivi, i turni, la difficoltà di ottenere il Part Time, lo SW che stenta ad affermarsi come modalità di lavoro pienamente riconosciuta e utilizzabile da tutti, il ricorso a una mobilità irrazionale e penalizzante sono alcuni degli ostacoli che impediscono una vera e piena politica di Conciliazione.

In tutto questo però la Legge e soprattutto la Contrattazione hanno introdotto e rafforzato nel tempo vari strumenti concreti di Conciliazione: i Permessi e le Aspettative.

Si tratta di periodi che vanno da alcune ore a interi anni  di assenza per fronteggiare le varie esigenze che ciascun collega può trovarsi ad affrontare. Conoscere e quindi saper utilizzare i permessi per i figli, per malattia propria e dei familiari, per handicap e altre condizioni di svantaggio, per occasioni gioiose o luttuose, per esprimere anche al di fuori dell’azienda i propri talenti o la propria generosità è assolutamente fondamentale e può davvero cambiare la vita e consentire di affrontare situazioni che altrimenti sarebbero insormontabili.

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate un’analisi ragionata di tutti i permessi disponibili, come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

Qui il PDF

Importante accordo: ottenuta l’erogazione di 500€

Dopo una complessa trattativa è stato sottoscritto l’accordo che prevede l’erogazione straordinaria ed aggiuntiva di 500 euro che avevamo richiesto.

Questa somma beneficerà della normativa sui fringe benefit, per cui a fronte di bollette relative a luce, acqua e gas non vi sarà alcuna tassazione e contribuzione previdenziale. Per ottenere tale detassazione dovrà essere prodotta entro il 9/12/22 una apposita autocertificazione (le istruzioni operative saranno predisposte e comunicate dall’azienda).

L’erogazione avverrà con il cedolino del 20 dicembre e ne beneficeranno tutti i colleghi delle Aree Professionali e i Quadri Direttivi.

Alla luce delle attuali disposizioni di legge sarà inoltre possibile recuperare, con le medesime modalità di autocertificazione, la tassazione applicata alla precedente erogazione aziendale avvenuta a settembre.

Inoltre, in recepimento all’ultimo decreto che ha innalzato il limite a 3.000 euro, abbiamo chiesto l’adeguamento delle piattaforme aziendali welfare per l’acquisto di buoni spesa/carburante ai nuovi limiti fringe benefit, perché attualmente ancora fermi a 258 euro. L’azienda ci ha precisato che (in particolare a causa dell’orizzonte temporale limitato) sussistono problemi tecnici che impediscono tale adeguamento, ma da parte nostra continuiamo ad auspicare che possa essere individuata una soluzione che accolga (anche sotto questo aspetto) le aspettative dei colleghi.

Consideriamo con soddisfazione il risultato di questa trattativa che rappresenta un riconoscimento per l’impegno profuso dalle lavoratrici e dai lavoratori del Gruppo ISP.

qui il documento in pdf

Attenzione! 2 informazioni fondamentali per i Gestori in relazione a Ruolo e percorsi professionali

L’azienda sta inviando ai Gestori due mail relative ad ambiti che rientrano nella definizione della Complessità gestita e che hanno quindi un impatto sul Percorso professionale e anche sul pagamento dell’indennità 100€ (Indennità prevista per i Gestori filiali Exclusive 3A4L o QD1 con complessità A e OFS e Gestori imprese e agribusiness QD1 con complessità A, B o C e facoltà creditizia).

La prima comunicazione riguarda la FORMAZIONE di ruolo svolta (ricordiamo che questo indicatore pesa fino al 15% della Complessità individuale).

A proposito di questo indicatore, è molto importante ricordare che per conseguire il punteggio massimo previsto è necessario rispettare categoricamente le scadenze previste per la fruizione della formazione. In particolare occorre aver completato:

  • IVASS e CONSOB entro il 30 novembre 2022 (questo da diritto a 10 punti)
  • almeno 2 ore  di formazione facoltativa entro il 31 dicembre 2022 (questo da diritto a ulteriori 5 punti).
    NOTA BENE! La formazione facoltativa utile ai fini del computo è quella accessibile da: Apprendo > Esplora > Cerca per categoria > Ti potrebbe interessare


La seconda comunicazione riguarda i SERVIZI RESI alla clientela (ricordiamo che questo indicatore pesa fino al 20% della Complessità individuale)

A proposito di questo indicatore, ricordiamo che la tabella inviata dall’azienda indica il numero di incontri / offerte a distanza effettuati fino a settembre. Per determinare il proprio posizionamento e di conseguenza il peso di questo indicatore, verrà raffrontato il numero di incontri individuali annuali con il dato medio per la medesima figura professionale. Per colleghe/i a Part Time il prospetto riporta l’incidenza del part-time perché l’accordo prevede il riproporzionamento del dato.

Per approfondire la questione della Complessità abbiamo predisposto una specifica Guida pop che ti ricordiamo di consultare. Per chiarimenti e segnalazioni puoi rivolgerti al tuo rappresentante sindacale FISAC CGIL.

CONGEDO PARENTALE: ONLINE LA PROCEDURA SUL SITO INPS

Finalmente è online la procedura per la presentazione delle domande di congedo parentale per le lavoratrici e i lavoratori del settore privato, per gli iscritti alla Gestione Separata e per le domande di congedo facoltativo del padre in base a quanto previsto dal D. Lgs. 30/06/2022 n° 105 in vigore dal 13 agosto scorso (ve ne avevamo parlato qui).

Le domande di congedo parentale possono riguardare anche periodi di astensione precedenti alla data di presentazione della domanda stessa, purché relativi a periodi di astensione fruiti tra il 13 agosto 2022 e la data di pubblicazione del messaggio Inps (08/11/2022). Per i periodi di congedo parentale successivi alla data di pubblicazione del messaggio, le domande devono essere presentate, come al solito, prima dell’inizio del periodo di fruizione.

L’Inps precisa che, per i periodi di congedo a partire dal 13 agosto 2022, le domande telematiche già presentate prima dell’aggiornamento procedurale saranno considerate valide, senza che sia necessario presentare una nuova domanda.

Per gli approfondimenti vi rimandiamo alla nostra Guida Maternità e Paternità e la nostra esperta in materia Claudia Stoppato è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze. 

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

CIRCOLO ALI – BLACK FRIDAY SIMPLE RENT: NOLEGGIO LUNGO TERMINE

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI  

ALI e Intesa Sanpaolo Rent Foryou, in collaborazione con ARVAL, hanno definito una convenzione per offrire ai Soci ALI la possibilità di stipulare, a condizioni di favore, contratti di noleggio a lungo termine di autoveicoli. L’offerta sarà aggiornata e implementata, tempo per tempo, in base alle migliori disponibilità reperibili.

L’offerta si inserisce nel quadro della mobilità del Gruppo Intesa Sanpaolo a marchio Simple Rent. Le proposte studiate per i Soci ALI presentano caratteristiche dedicate che le rendono interessanti rispetto a molte offerte reperibili sul mercato.

BLACK FRIDAY DAL 25/11/2022 AL 4/12/2022

Per informazioni e preventivi, accedi alla landing page di Simple Rent.

03/12/2022
Scadenza convenzione

 

07d 07h 59m 33s
Affrettati! Manca poco

CONDIZIONI TEMPORANEE

BLACK FRIDAY

DAL 25/11/2022 AL 4/12/2022

salvo esaurimento scorte

  • canone omaggio, stornato dalla prima fattura o con riduzione ripartita sui singoli canoni
  • riduzione penalità danni a 2.000 € (anziché a 500 €).

COS’È E COME FUNZIONA IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Il NLT è una soluzione di mobilità innovativa, in grado di rispondere a diverse esigenze di mobilità anche degli utenti privati.

A fronte del pagamento di un canone mensile fisso, hai a tua disposizione un’automobile per un tempo coerente con le tue necessità.

L’offerta sui modelli proposti comprende, salvo eventuali promozioni temporanee: 

  • un canone omaggio rispetto alle offerte pubblicate sul sito www.simplerent.it , stornato dalla prima fattura o con riduzione ripartita sui singoli canoni
  • anche senza anticipo
  • IVA inclusa
  • ampio chilometraggio (100.000 km inclusi)
  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • copertura assicurativa e molti altri servizi  inclusi nel canone
  • ulteriori servizi  disponibili con un costo aggiuntivo sul canone base.

Scopri gli ulteriori vantaggi del NLT nella sezione “CONDIZIONI”.

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:

BLACK FRIDAY SIMPLE RENT: NOLEGGIO LUNGO TERMINE  

 

 

FONDO PENSIONI ISP: CONTRIBUZIONE VOLONTARIA INDIVIDUALE E PER I FAMILIARI A CARICO

Il Fondo Pensioni a Contribuzione Definita ISP rammenta che, in aggiunta ai flussi contributivi ordinari pervenuti dal datore di lavoro, è possibile effettuare versamenti volontari per sé stessi o per i familiari fiscalmente a carico, mediante:

a) mandato di addebito diretto SDD (Sepa Direct Debit) finanziario, con facoltà di scegliere importo e periodicità,  anche solo annuale, tramite l’apposito modulo (Modulo SDD cod. 23 – Mandato per addebito diretto o revoca).

b) bonifico bancario una tantumda effettuarsi entro il 20 dicembre di ciascun anno, al fine di consentire al Fondo di porre in atto gli adempimenti necessari a garantire oltre la deduzione nell’anno, anche la riconciliazione nella posizione secondo il profilo d’investimento contributivo in essere. Le istruzioni per la compilazione dell’ordine di bonifico, da seguire con precisione, sono riportate nel documento  “Istruzioni ed avvertenze per versamenti una tantum tramite bonifico“: eventuali anomalie derivanti dal mancato rispetto delle condizioni riportate nelle istruzioni possono comportare un ritardo nell’investimento ovvero l’impossibilità di abbinare il versamento alla posizione e procedere all’investimento stesso.

Il Fondo Pensione, per gli apporti contributivi volontari riconciliati nell’anno 2022, effettuati a mezzo SDD e/o bonifico correttamente disposto, in ottemperanza alle disposizioni di legge, comunica i relativi dati all’Anagrafe tributaria perché siano utilizzati dall’Agenzia delle Entrate ai fini della elaborazione delle dichiarazioni fiscali precompilate  con possibilità di portarli in deduzione – ove ricorrano tutti i presupposti di legge e nel limite massimo di  € 5.164,57 – nel medesimo anno di competenza.

Per approfondire le questioni legate alla previdenza complementare, potete consultare la nostra GUIDA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

NOVITÀ BUSTA PAGA NOVEMBRE

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di novembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

News del cedolino di novembre 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
Nel cedolino di novembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.

Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 11 novembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nel mese di dicembre.

Addizionali regionali e comunali in acconto e a saldo
È stata effettuata l’ultima trattenuta a saldo delle addizionali regionali e comunali 2021 e dell’acconto 2022 della sola addizionale comunale.

Aggiornamento carichi familiari e richiesta detrazioni fiscali 2022
Fino al 5 dicembre compreso sarà possibile gestire i carichi familiari e le richieste di detrazioni ‘imposta relative all’anno in corso tramite il servizio disponibile in People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Dal 6 dicembre l’accesso verrà inibito per consentire lo svolgimento delle attività di conguaglio di fine anno.
In caso di rettifiche non effettuate entro la suddetta data di fruibilità del servizio, è possibile sanare le eventuali posizioni non corrette in occasione della denuncia annuale dei redditi (Mod. 730 o Unico Persone Fisiche).
Il servizio verrà riaperto il 10 gennaio per gli aggiornamenti riguardanti l’anno fiscale 2023.
Per il supporto operativo e gestionale su Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni, sul portale #People è attiva l’Assistenza nella categoria Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Provvidenze di studio ai figli dei dipendenti
Nel cedolino di novembre sono in liquidazione con voce 1611 – PROVV. FIGLI STUDENTI, le provvidenze di studio per i figli dei dipendenti ex UBI relativamente alla scuola primaria (elementare) e secondaria di primo e secondo grado (medie inferiori e superiori).

Si ricorda che dal 13 dicembre p.v. potranno essere avanzate le richieste relative all’Università per l’anno accademico 2021/2022.
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida agli assegni di studio

Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)
Con il cedolino di novembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:

  • voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
  • voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
  • voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.
  • voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
  • voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.

L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.
Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme, che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida al PVR

Conto Sociale familiari non autosufficienti
Nel cedolino di novembre sono in liquidazione con voce 16RS – HANDICAP RIMBORSO SPESE, le somme relative alle richieste di rimborso spese sostenute per servizi di assistenza a favore di familiari conviventi portatori di handicap in possesso di certificazione medica di non autosufficienza (c.d. Conto sociale familiari non autosufficienti).

Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo – LTC VOLONTARIA
Nel corrente mese si è provveduto a trattenere, ai dipendenti che hanno attivato la polizza LTC VOLONTARIA, le relative quote competenti, con le seguenti voci:

  • 4VDF – LTC VOL. DIP. E FAM.: trattenuta per sé e per i familiari
  • 4VCO – LTC VOL. CONVIVENTE: trattenuta per il/la convivente

Per eventuali richieste di chiarimento è possibile aprire una richiesta di assistenza tramite #People > Assistenza > Assistenza HR, selezionando la categoria Fondo Sanitario – Anagrafe
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida Pop alle coperture assicurative

 Esonero contributivo INPS del 50% “rientro lavoratrici madri”
Con il corrente mese si provveduto ad applicare quanto indicato nella circolare INPS 102 del 19-09-2022, che ha previsto il riconoscimento di un esonero contributivo, nella misura del 50%, dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato, a decorrere dalla data del rientro effettivo nel posto di lavoro, dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità. Detto esonero spetta e anche laddove la lavoratrice abbia fruito dell’astensione facoltativa, senza soluzione di continuità, al termine del periodo di congedo obbligatorio. Il beneficio ha la durata di un anno a decorrere dalla data del sopraccitato effettivo rientro in servizio.

L’agevolazione costituisce una misura valevole per l’anno 2022, pertanto, il rientro della lavoratrice nel posto di lavoro deve in ogni caso avvenire entro il 31 dicembre 2022.
Voci in cedolino di novembre 2022:

  • 7SN0 – Eson.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati sull’imponibile INPS del mese in corso)
  • 7SNR – Arr.Es.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati per il periodo arretrato)

 

Indennità Una Tantum 150 euroL’articolo 18 del D.L. 144/2022 ha previsto il riconoscimento di una somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a euro 150,00 ai lavoratori che percepiscono nel mese di novembre 2022 una retribuzione imponibile previdenziale entro il limite di euro 1.538,00. La suddetta norma prevede che l’indennità sia subordinata al rilascio dell’autocertificazione di non essere titolare delle prestazioni di cui dell’art. 19, commi 1 e 16 del citato decreto.
L’Azienda ha provveduto all’individuazione dei dipendenti aventi diritto ed ha inoltrato ai beneficiari di tale Una Tantum, una comunicazione con le istruzioni utili a conferire la dichiarazione prevista.
Nell’attesa di acquisire il suddetto modulo, si è proceduto a riconoscere in cedolino l’indennità Una Tantum di 150€, con voce:

  • 1B15 – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti al fondo INPS)
  • 1B1C – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti alla cassa CPDEL)

In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

FOCUS: UNA TANTUM 150€

1) L’azienda, individuati i dipendenti aventi diritto, ha erogato d’ufficio l’Una Tantum prevista con il cedolino di 11/2022.
2)L’azienda ha inoltrato agli interessati una comunicazione con le istruzioni utili a conferire, nel più breve tempo possibile, l’autocertificazione prevista.
3)In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

 

News del cedolino di novembre 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
Nel cedolino di novembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.

Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 11 novembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nel mese di dicembre.

Addizionali regionali e comunali in acconto e a saldo
È stata effettuata l’ultima trattenuta a saldo delle addizionali regionali e comunali 2021 e dell’acconto 2022 della sola addizionale comunale.

Aggiornamento carichi familiari e richiesta detrazioni fiscali 2022
Fino al 5 dicembre compreso sarà possibile gestire i carichi familiari e le richieste di detrazioni ‘imposta relative all’anno in corso tramite il servizio disponibile in People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Dal 6 dicembre l’accesso verrà inibito per consentire lo svolgimento delle attività di conguaglio di fine anno.
In caso di rettifiche non effettuate entro la suddetta data di fruibilità del servizio, è possibile sanare le eventuali posizioni non corrette in occasione della denuncia annuale dei redditi (Mod. 730 o Unico Persone Fisiche).
Il servizio verrà riaperto il 10 gennaio per gli aggiornamenti riguardanti l’anno fiscale 2023.
Per il supporto operativo e gestionale su Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni, sul portale #People è attiva l’Assistenza nella categoria Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021
Con il cedolino di novembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021, con la seguente modalità:

  • voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
  • voce 4ZY7: importo del PREMIO SOCIALE destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare, titolari di reddito di lavoro dipendente di importo superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme;
  • voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
  • voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa;
  • voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
  • voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.

L’assoggettamento fiscale del premio PAV liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.

Esonero contributivo INPS del 50% “rientro lavoratrici madri”
Con il corrente mese si provveduto ad applicare quanto indicato nella circolare INPS 102 del 19-09-2022, che ha previsto il riconoscimento di un esonero contributivo, nella misura del 50%, dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato, a decorrere dalla data del rientro effettivo nel posto di lavoro, dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità. Detto esonero spetta e anche laddove la lavoratrice abbia fruito dell’astensione facoltativa, senza soluzione di continuità, al termine del periodo di congedo obbligatorio. Il beneficio ha la durata di un anno a decorrere dalla data del sopraccitato effettivo rientro in servizio.

L’agevolazione costituisce una misura valevole per l’anno 2022, pertanto, il rientro della lavoratrice nel posto di lavoro deve in ogni caso avvenire entro il 31 dicembre 2022.
Voci in cedolino di novembre 2022:

  • 7SN0 – Eson.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati sull’imponibile INPS del mese in corso)
  • 7SNR – Arr.Es.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati per il periodo arretrato)

 

Indennità Una Tantum 150 euro
L’articolo 18 del D.L. 144/2022 ha previsto il riconoscimento di una somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a euro 150,00 ai lavoratori che percepiscono nel mese di novembre 2022 una retribuzione imponibile previdenziale entro il limite di euro 1.538,00. La suddetta norma prevede che l’indennità sia subordinata al rilascio dell’autocertificazione di non essere titolare delle prestazioni di cui dell’art. 19, commi 1 e 16 del citato decreto.

L’Azienda ha provveduto all’individuazione dei dipendenti aventi diritto ed ha inoltrato ai beneficiari di tale Una Tantum, una comunicazione con le istruzioni utili a conferire la dichiarazione prevista.
Nell’attesa di acquisire il suddetto modulo, si è proceduto a riconoscere in cedolino l’indennità Una Tantum di 150€, con voce:

  • 1B15 – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti al fondo INPS)

In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

FOCUS: UNA TANTUM 150€

1)L’azienda, individuati i dipendenti aventi diritto, ha erogato d’ufficio l’Una Tantum prevista con il cedolino di 11/2022.
2)L’azienda ha inoltrato agli interessati una comunicazione con le istruzioni utili a conferire, nel più breve tempo possibile, l’autocertificazione prevista.
3)In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

.

 

 

 

5 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 9 dicembre 2022 ci sono 5 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Aree Chief Risk Management e Chief Cost Management e le Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking e Fideuram Asset Management SGR stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte

BUSINESS DI PRODOTTO

Senior Product Manager per Fideuram Asset Management SGR

Nell’ambito della Struttura Sviluppo Prodotti della Direzione Marketing e Business Development potrai collaborare nell’ideazione e nello sviluppo di nuovi prodotti e nella gestione e rivisitazione della gamma dei prodotti esistenti. Se ti piacerebbe lavorare in un contesto in cui poter supportare le reti commerciali e relazionarti con le controparti interne e con gli asset manager terzi, per l’individuazione delle migliori soluzioni di prodotto da proporre alle reti commerciali, scopri come entrare in Fideuram Asset Management SGR. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Analyst per l’Area Chief Risk Officer

All’interno della Direzione Centrale Convalida Interna e Controlli avrai l’opportuna di operare in un ambito all’avanguardia con la finalità di sviluppare, presidiare ed evolvere il Model Risk Management Framework di Gruppo. Se da sempre ti appassionano le tematiche relative alle attività di controllo e ti piacerebbe impegnarti in un contesto altamente stimolante che assicura ampia trasversalità su tutte le aree di business, scopri come entrare a far parte dell’Area Chief Risk Officer. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Perito Fondiario e Agrario per l’Area Chief Cost Management

All’interno della Direzione Centrale Immobili e Logistica potrai supportare l’Area Perizie Immobiliari per le tematiche relative alle valutazioni di natura immobiliare. Se sei interessato al mondo immobiliare o agrario e ti ritieni un tecnico, e ti piacerebbe interagire con il cliente, interno ed esterno, scopri come diventare un perito interno di Banca Intesa Sanpaolo. >> Vai alla posizione

Project Manager Investment center e Network estero per  Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della struttura Gestione Progetti Investment Center e Network Estero potrai coordinare le attività di evoluzione del modello organizzativo delle società estere controllate e dell’Investment Center. Se ti piacerebbe lavorare in un contesto dinamico e internazionale, in cui partecipare a progetti interfunzionali, scopri come entrare in Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

Professional Marketing e Comunicazione per Fideuram Asset Management SGR

All’interno della Struttura di Marketing e Comunicazione di Fideuram Asset Management SGR, potrai supportare il team nello sviluppo delle principali attività di comunicazione relativi ai mercati finanziari e ai prodotti di investimento. Se ti piacerebbe predisporre e aggiornare diversi strumenti di comunicazione che, messi a disposizione attraverso vari canali, supportano le reti collocatrici nelle esigenze informative, all’interno di un contesto dinamico e sfidante, potresti essere la persona giusta per Fideuram Asset Management SGR. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

Sempre meno Colleghe e Colleghi Sempre più pressioni!

In data 9 novembre 2022 si è tenuto, in modalità a distanza, il periodico incontro trimestrale tra le OO.SS
e la delegazione Aziendale per l’Area Alessandria Asti.
Per la parte aziendale erano collegati, tra gli altri, il Direttore Regionale Andrea Perusin, il Responsabile
delle Relazioni Industriali Enzo Vozza, il Direttore commerciale Carmelo Romeo, il Responsabile delle
Risorse Umane Paolo Pezzatti, che ha sostituito Luca Calvi, comunque presente per i saluti di commiato e
il passaggio del testimone.
L’incontro ha costituito per le OO.SS. l’occasione di ribadire gli ormai insostenibili problemi che si
riscontrano in rete da troppo tempo e che non vedono MAI una soluzione:
ORGANICI
Come premessa, è stata denunciata la ormai cronica CARENZA di ORGANICI, sempre più ridotti all’osso a
seguito di esodi e pensionamenti, a cui vanno aggiunte le assenze legate a condizioni di fragilità e le
assenze per malattia.
Chi è rimasto in filiale deve gestire carichi di lavoro crescenti, su cui graveranno le ulteriori uscite previste
per il 31 dicembre prossimo (8 accessi al Fondo di Solidarietà).
Le uscite per esodo e pensionamento nel 2022 risultano essere complessivamente 18, a cui vanno
aggiunte le dimissioni volontarie (dato che non ci viene fornito dall’azienda ma di cui tutti abbiamo
contezza).
I Colleghi a contratto misto sono attualmente 20.
I trasferimenti sono stati in tutto 62, di cui solo 6 in accoglimento di richieste da graduatoria e 4
provenienti da altre Direzioni Regionali (trattasi di ex contratti misti che hanno trasformato il rapporto di
lavoro in Full Time).
In merito alla richiesta di chiarimenti sulla creazione ed il funzionamento della nuova Banca Digitale,
nonché i criteri con cui verranno selezionati i Colleghi da destinarvi, non ci sono state fornite indicazioni
in quanto si tratta di un processo ancora in fase di definizione.
PRESSIONI COMMERCIALI
Durante l’incontro è stato posto l’accento sulle pressioni commerciali che hanno raggiunto livelli
intollerabili, con richieste continue – anche giornaliere – di rendicontazione degli appuntamenti e di
“previsionali” di vendita. Rispetto a questi ultimi, il Direttore Regionale ha dichiarato senza mezzi termini
che NON DEVONO ESISTERE, ritenendoli assolutamente inutili e assumendosi l’impegno a far sì che tali
richieste cessino definitivamente.
Saremo attenti nel verificare e vigilare l’efficacia dell’intervento promesso.
Abbiamo segnalato anche l’indebito utilizzo delle agende come strumento di controllo delle vendite e del
lavoro svolto dai Colleghi, denunciando come l’uso distorto da parte dei superiori potrebbe giungere a
configurarsi come ulteriore motivo di segnalazione.
L’Azienda ha sottolineato che l’agenda deve essere un supporto all’organizzazione del lavoro per il Collega
e non uno strumento di controllo da parte dei superiori; invitiamo pertanto i colleghi a segnalarci indebiti
utilizzi della stessa.
Nel corso della riunione abbiamo informato l’Azienda che nella giornata del 8 novembre 2022 come rappresentanti delle OO.SS. FABI, FIRST CISL, FISAC CGIL e UILCA dell’area Alessandria Asti abbiamo inviato una segnalazione alla casella di posta iosegnalo@intesasanpaolo.com.
La segnalazione ha riguardato l’ambito delle Filiali Imprese ed è scaturita da messaggi e riscontri relativi a indicazioni operative non coerenti con quanto previsto nella Guida di Processo (il tema era quello dell’acquisizione delle garanzie e dei tempi di erogazione dei finanziamenti).
Al riguardo il Direttore Regionale ha sottolineato che “nella sua Direzione non si fa e non si deve fare nulla contro la normativa” e che comunque presume che l’eventuale operatività in deroga fosse autorizzata dai competenti organi deliberanti. Abbiamo ribadito che, in tal caso, c’è stato un problema di comunicazione e che eventuali deroghe autorizzate devono sempre essere chiaramente esplicitate ai Colleghi, in modo tale da operare con la dovuta serenità.
Attendiamo di conoscere gli sviluppi in merito a quanto segnalato.
Raccomandiamo ancora una volta a tutti i Colleghi di far presente ai propri referenti sindacali le pressioni indebite a cui fossero sottoposti. Tali indicazioni potrebbero dare origine a ulteriori segnalazioni, consentendoci di fare ricorso a uno strumento concreto e potenzialmente utile al miglioramento del clima aziendale.
AGRIBUSINESS
Per quanto riguarda la Direzione Agribusiness è intervenuta Paola Brasca (gestore PAR), la quale ci ha comunicato la sistemazione nella gestione di alcuni clienti che erano stati da noi segnalati durante la trimestrale precedente. Il fatto che esistano ancora clienti del “perimetro agricolo” in carico alle filiali Retail è legato alla natura dei codici ATECO, oltre che alla scelta aziendale di trasferire con una certa gradualità i clienti dalla rete alla Direzione Agribusiness.
In merito al numero di gestori e addetti, sulla base della programmazione effettuata nella DR, tutti i ruoli risultano coperti, quindi non sono previsti incrementi di organico.
FORMAZIONE
Dal Personale ci è stato comunicato un buon incremento nella fruizione dei giorni previsti per lo Smart Learning, considerandone positivamente l’utilizzo per riuscire a “fare bene la formazione”, pertanto questa soluzione sarà sempre più utilizzata ed incentivata in futuro.
IMMOBILIARE
È intervenuto il Responsabile Direzione Immobiliare Andrea Nalini.
È stato portato all’attenzione l’episodio accaduto qualche tempo fa nella filiale New Concept di Alessandria, dove, a seguito della frantumazione di una porta a vetro scorrevole, era stata data disposizione di lasciare le porte aperte. L’Azienda riferisce di aver risolto il problema e ha preso l’impegno di verificare tempestivamente la sicurezza di tutte le altre porte a vetro presenti in filiale.
Nalini si è inoltre raccomandato di non procedere in autonomia per superare le problematiche contingenti legate al riscaldamento mediante stufette o altro, ma di chiedere ai referenti sul territorio (Luigi Sardi per la provincia di Alessandria e Walter Bocca per Asti). Come OO.SS. vi richiediamo di informarci, volta per volta, in modo tale da poter intervenire tempestivamente sugli stessi referenti.
Come OOSS del territorio auspichiamo una sempre fattiva collaborazione con tutte le Colleghe e i Colleghi per le segnalazioni dei problemi che si registrano in filiale, allo scopo di continuare a esigere maggiore attenzione alle reali condizioni di lavoro, inoltre ribadiremo a ogni livello e nelle sedi adeguate la richiesta di nuove assunzioni, la cessazione delle pressioni commerciali indebite ed il rispetto della dignità delle persone nei fatti e non solo a parole.
25 novembre 2022

FABI – FIRST/CISL FISAC/CGIL – UILCA
INTESA SANPAOLO ALESSANDRIA ASTI

ComunicatoIncontroTrimestrale09nov2022_AreaAlessandriaAsti (1)[4441]

 

TRIMESTRALE AREA SICILIA

 

TRIMESTRALE AREA SICILIA     22 Novembre 2022

Nella giornata del 22 Novembre 2022 si è svolto l’incontro trimestrale dell’Area Sicilia.

I rappresentanti aziendali hanno esposto i dati relativi all’andamento commerciale dell’area evidenziando gli importanti risultati sinora traguardati. Tali risultati, in un contesto gravato dagli effetti negativi della pandemia e dal conflitto in Ucraina, sono la conferma indiscussa dei sacrifici quotidiani e dell’impegno profuso da tutte le colleghe ed i colleghi. Oltre ai dati commerciali sono stati presentati, tra gli altri, i dati relativi a organici, mobilità territoriale e formazione.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato tutte le criticità registrate e di seguito riportiamo una sintesi delle principali.

PRESSIONI COMMERCIALI

Abbiamo denunciato il perpetuarsi di comportamenti esasperati da parte di alcuni responsabili ed il sensibile peggioramento del clima in ambiente di lavoro. In particolare, la richiesta di report cartacei di appuntamenti con successi giornalieri, continui messaggi su Lynch, riunioni urlate, accuse di inadeguatezza con minacce più o meno velate su cambi di ruolo e/o trasferimenti. Ancora, le richieste continue e incessanti di riunioni a distanza o in presenza, anche fuori dagli orari di lavoro. Va da sé che tali comportamenti sono in piena violazione dei protocolli sottoscritti con ABI e con le Organizzazioni Sindacali del Gruppo ISP.

L’azienda in accoglimento delle nostre rimostranze esprime la disapprovazione per i comportamenti sopra riportati. Aggiunge che sta sensibilizzando i responsabili al rispetto delle regole ed all’utilizzo dei soli strumenti aziendali per il monitoraggio della produzione in luogo della continua e spesso vessatoria richiesta di rendicontazione ai gestori. Censura, inoltre, le riunioni fuori orario di lavoro.

Accogliamo con favore l’avvio delle iniziative della Direzione regionale sul monitoraggio dei comportamenti dei responsabili. La condotta tenuta sarà oggetto di valutazione anche per gli effetti negativi che genera nell’ambiente di lavoro e nel benessere delle persone. 

Sarà cura delle scriventi OO.SS. monitorare il fenomeno e segnalare tempestivamente ogni singolo caso registrato. Invitiamo anche all’utilizzo della casella mail iosegnalo@intesasanpaolo.com che può essere fatto anche dal rappresentante sindacale 

INTERVENTI DI FILIALE 

Abbiamo segnalato la necessità d’interventi su numerose filiali della regione, da opere murarie a interventi legati a infiltrazioni e muffe, archivi e ancora impianti di areazione assenti o mal funzionanti.

Tra queste Gela rappresenta la punta dell’iceberg perché è la sintesi di tutte le problematiche e l’azienda ha dichiarato che si sta muovendo lungo tre filoni di intervento: spazi interni e archivi, delocalizzazione di alcune strutture e di aree self, e organico.

Invitiamo tutti i colleghi ad utilizzare sempre la procedura E-Catalog per le segnalazioni e a tenerci aggiornati su tempi e risoluzioni dei casi.

FORMAZIONE FLESSIBILE 

Dai dati riportati dall’azienda risulta fruita una media di 2 giornate lavorative pro capite, a fronte dei 4 giorni fruibili di diritto e degli 8 totali a disposizione.

Abbiamo segnalato le evidenti resistenze a far fruire la formazione flessibile e siamo stati invitati a segnalare le casistiche specifiche.

Invitiamo tutti a segnalarci puntualmente le richieste di fruizione avanzate e respinte.

FILIALE DIGITALE

Per la filiale digitale abbiamo rimarcato l’assenza di risposte per l’inspiegabile sospensione dell’inquadramento nel percorso dei gestori exclusive. Sembrerebbe che tale anomalia rientri in un quadro complessivo di riorganizzazione della filiale digitale. Siccome la riorganizzazione dipende dall’azienda chiediamo, ancora una volta, maggiore chiarezza tornando ad esigere la puntuale applicazione degli accordi sottoscritti.

SITUAZIONE PERSONALE   

La situazione degli organici in Sicilia si è ormai incancrenita, a fronte di diverse decine di uscite per esodo o pensionamento, vediamo solo qualche nuovo lavoratore in assegnazione. Chi resta somma al proprio carico di lavoro quello dei lavoratori esodati o pensionati, ha difficoltà ad intravedere nuovi spazi di crescita ed i trasferimenti diventano una chimera.

La carenza di assunzioni porta con sé un malessere complesso,  professionale e personale, che si ripercuote pesantemente sullo stato di salute di tutti.

Su questo tema c’è la volontà aziendale di provvedere, nel breve, a nuove assunzioni, ancor più in previsione delle ulteriori uscite per esodo previste a fine Dicembre.

Abbiamo stigmatizzato come l’azienda assegni a territori lontani dalla Sicilia stagisti e dipendenti a contratto misto di provenienza siciliana, desertificando ancor di più un territorio nel totale spregio delle esigenze delle persone e del territorio stesso.

Palermo, 22 Novembre 2022

I COORDINATORI RSA INTESA SANPAOLO AREA SICILIA FABI FIRST FISAC UNISIN

 

 

TRIMESTRALE AREE ROMA E LAZIO

Il giorno 14 novembre le OO.SS hanno incontrato la delegazione aziendale.

La necessità di un confronto proficuo si perde se, puntualmente, denunciando le inefficienze e i disagi quotidiani che rappresentiamo, non riscontriamo atteggiamenti risolutivi.

Chiediamo, pertanto come OO.SS, che se il miglioramento del clima aziendale è un obiettivo comune, si mettano in pratica soluzioni e provvedimenti concreti finalizzati a modificare l’attuale situazione e non incontri “sterili” che sembrano replicare quelli fatti a Direttori di Area o di Filiale.

Clicca qui per il pdf del comunicato unitario

ASSEMBLEE DI BASE PER IL XIX CONGRESSO DELLA CGIL

In tutta Italia, in tutti i luoghi di lavoro, si stanno svolgendo le assemblee di base del XIX congresso della CGIL, il più grande sindacato italiano, costituito ben 113 anni fa.

Nei passaggi assembleari si discuterà dei documenti politici programmatici, si determineranno le linee guida dell’organizzazione per i prossimi anni e si rinnoveranno tutti i quadri sindacali. Per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori sarà un momento fondamentale di partecipazione attiva, di costruzione politica e di confronto.

Per le lavoratrici e i lavoratori di Intesa Sanpaolo di Roma iscritte e iscritti alla FISAC/CGIL si terrà un’unica assemblea, martedì 6 dicembre, raggruppando le quattro diverse Camere del Lavoro presenti sul territorio metropolitano. In via del tutto eccezionale verrà messo a disposizione anche un collegamento da remoto, per coloro che dovessero avere un impedimento a presenziare.   Le operazioni di voto, che riguarderanno solo le iscritte e gli iscritti presenti fisicamente, si svolgeranno invece separatamente, per ciascuna Camera del Lavoro, in quattro diversi seggi, che si apriranno al termine dell’assemblea. L’apertura dei seggi si protrarrà anche alla mattinata di venerdì 7, presso quattro diverse sedi i cui luoghi vi verranno comunicati nei prossimi giorni.

Questo il calendario:

  • Martedì 6 dicembre assemblea per tutte le iscritte e tutti gli iscritti part time di Roma dalle 11,30 a fine turno presso il Centro Congressi Cavour, Via Cavour 50/a;

  • Martedì 6 dicembre assemblea per tutte le iscritte e tutti gli iscritti a tempo pieno di Roma dalle ore 14,40 a fine turno presso il Centro Congresso Cavour, Via Cavour 50/a.

 

Clicca qui per scaricare il pdf del comunicato

Lavoro Misto: IL CONFRONTO È COSTRUTTIVO: SE SI VUOLE

La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana. Quanto appena enunciato calza a pennello rispetto a quello che è accaduto in queste ore ai colleghi a contratto misto: il blocco delle Agende ABC per l’attività da lavoratore autonomo.

A quanto pare non sarà più possibile accedere ed usufruire dello strumento delle agende così come lo si conosce su ABC, rimettendo al destinatario – dunque i colleghi – la risoluzione del problema.

L’agenda è sempre stata osannata come lo strumento principe dell’organizzazione dell’attività di tutti i colleghi, ma la fruizione della stessa sarebbe inibita ai colleghi con contratto misto in nome di un non meglio precisato modello di servizio risalente a non si sa quando. Quindi se per diverso tempo, risultava essenziale lasciare traccia degli appuntamenti svolti e del numero degli appuntamenti giornalieri, ora come ora non è più così (almeno per i lavoratori misti).

Le sconfitte comunque devono avere un nome, devono poter essere imputabili a chi ne ha la colpa. Di sicuro in questo caso non è il sindacato, come qualche “responsabile” aziendale va affermando. E come potrebbe esserlo? Di certo l’azienda ha sempre tenuto gelosamente per sé la definizione delle questioni organizzative e degli strumenti a disposizione dei Lavoratori Misti, rifiutando sempre di prendere in seria considerazione le richieste avanzate. E adesso che l’azienda prende l’ennesima iniziativa incomprensibile e autolesionista (inibire uno strumento fondamentale di lavoro), non solo si rifiuta di ritornare sulle sue scelte sbagliate, ma cerca qualcuno a caso su cui scaricare la responsabilità: un trucchetto triste quanto improbabile.

Insomma questo non è che l’ennesimo passo in avanti lungo quella che sembra una strada scelta deliberatamente dell’azienda per affossare il Lavoro Misto. Si è assistito ad un peggioramento dell’attività lavorativa inerente la libera professione dei colleghi a contratto misto, i quali dovrebbero rappresentare Intesa Sanpaolo di fronte ai clienti, entrare nelle loro case e fare acquisizione di nuova clientela, nell’interesse della bandiera Intesa Sanpaolo, quando invece nel concreto si continua a rendere questa attività sempre più faticosa quando non del tutto impraticabile.

E’ chiaro infine che ai già più volte rappresentati problemi operativi dei colleghi, si unirà anche questo aspetto. E’ necessario che l’Azienda cessi di assumere iniziative unilaterali e non condivise con chi sul fronte ne vive le conseguenze e che inizi invece a negoziarle e concertarle con il Sindacato.

Qui il documento in pdf

PROMEMORIA:ASSEMBLEA ISCRITTI FISAC CGIL 28 NOVEMBRE 2022

Assemblea delle iscritte e degli iscritti Fisac/Cgil del Gruppo Intesa Sanpaolo

 

La scrivente organizzazione Sindacale comunica che iI giorno 28 novembre 2022 convocherà le assemblee rivolte agli iscritti FISAC-CGIL del personale ISP in servizio sulla piazza dì Napoli e su tutta la provincia di Napoli, come di seguito specificato.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • Assemblea Congressuale FISAC-CGIL e votazione;
  • Varie ed eventuali

 

Poiché, in base allo statuto della FISAC-CGIL le votazioni dovranno tenersi a scrutinio segreto, le assemblee saranno necessariamente in presenza.

Le assemblee si svolgeranno presso l’Hotel Ramada, Via Galileo Ferraris,40 Napoli

Sarà cura dell’O.S. scrivente garantire il rispetto delle misure di protezione contro il Covid-19.

 

  • LUNEDI’ 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.30 sono convocati gli iscritti delle strutture di INTESA SANPAOLO presenti nel palazzo di via Toledo, 177, ad eccezione del personale delle Filiali di Napoli Toledo, più gli iscritti delle filiali Digitali del turno mattutino, più tutti gli iscritti Part-Time di tutta la città di Napoli e della Provincia.

 

  • LUNEDI 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 14.40 ALLE ORE 16.55 sono convocati gli iscritti di tutte le Filiali di Napoli Toledo, lo sportello Tesoreria, la filiale US Naval Support, tutti gli iscritti delle altre filiali e dei relativi distaccamenti presenti nella città di Napoli e gli iscritti delle FILIALI DIGITALI che fanno turno pomeridiano,e tutti i punti operativi presenti nei comuni di:

 

ACERRA, AFRAGOLA, AGEROLA,

BACOLI, BRUSCIANO, CAPRI,CARDITO,

CASORIA,CASTELLAMMARE DI STABIA, CERCOLA,

ERCOLANO, FORIO, FRATTAMAGGIORE,

GRAGNANO, LACCO AMENO, MASSALUBRENSE,

MELITO DI NAPOLI, MUGNANO DI NAPOLI, NOLA,

OTTAVIANO, PALMA CAMPANIA, PIMONTE,

POGGIOMARINO, POMPEI, POZZUOLI,

PROCIDA,QUALIANO, QUARTO,

SAN GIUSEPPE VESUVIANO, SANTA MARIA LA CARITA’,

SANT’ANTONIO ABATE, STRIANO,TERZIGNO,

TORRE DEL GRECO, TRECASE, VICO EQUENSE, VOLLA.

ASSEMBLEA ISCRITTI

Prossime Scadenze

novembre 2022

30novalldayalldayTermine Assegni Di Studio Per I Figli: Università Immatricolazione 1° Anno

dicembre 2022

23dicalldayalldayTermine Ultimo per Esercizio Opzione "Banca Ore"

31dicalldayFSI - Termine Per La Regolarizzazione Del Carico Fiscale Dei Figli Con Età Superiore Ai 24 anni

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)

31dicalldayalldayFondo Pensioni A Contribuzione Definita Di Gruppo e Fondo Pensione Cariplo - Possibilità Di Variare La Propria Contribuzione


NEWS FLASH FILIALE DIGITALE – APPLICAZIONE ACCORDO RUOLI

L’Azienda ha dichiarato al tavolo di Gruppo che a seguito dell’evoluzione del modello organizzativo della FD:

  • non vengono riconosciute le indennità ai Gestori, Coordinatori e Direttori entrati in percorso nel 2022;
  • vengono mantenute le indennità per coloro che erano entrati in percorso nel 2021 senza però dare corso ai consolidamenti.
  • Riteniamo discutibile la decisione aziendale di non procedere nell’applicazione dell’accordo vigente e come Fisac abbiamo ribadito l’urgenza di avviare un confronto, non strettamente collegata alla trattativa sullo sw in corso, in materia di percorsi professionali che:
  • ridefinisca la complessità organizzativa della filiale anche a seguito della creazione dei distaccamenti;
  • aggiorni le competenze che definiscono la complessità dei gestori;
  • renda chiari e trasparenti i meccanismi che consentono una progressione nel proprio percorso professionale;
  • preveda il recupero del 2022;
  • salvaguardi i percorsi in essere.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi del confronto.

 


Lavoro Misto: IL CONFRONTO È COSTRUTTIVO: SE SI VUOLE

La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana. Quanto appena enunciato calza a pennello rispetto a quello che è accaduto in queste ore ai colleghi a contratto misto: il blocco delle Agende ABC per l’attività da lavoratore autonomo.

A quanto pare non sarà più possibile accedere ed usufruire dello strumento delle agende così come lo si conosce su ABC, rimettendo al destinatario – dunque i colleghi – la risoluzione del problema.

L’agenda è sempre stata osannata come lo strumento principe dell’organizzazione dell’attività di tutti i colleghi, ma la fruizione della stessa sarebbe inibita ai colleghi con contratto misto in nome di un non meglio precisato modello di servizio risalente a non si sa quando. Quindi se per diverso tempo, risultava essenziale lasciare traccia degli appuntamenti svolti e del numero degli appuntamenti giornalieri, ora come ora non è più così (almeno per i lavoratori misti).

Le sconfitte comunque devono avere un nome, devono poter essere imputabili a chi ne ha la colpa. Di sicuro in questo caso non è il sindacato, come qualche “responsabile” aziendale va affermando. E come potrebbe esserlo? Di certo l’azienda ha sempre tenuto gelosamente per sé la definizione delle questioni organizzative e degli strumenti a disposizione dei Lavoratori Misti, rifiutando sempre di prendere in seria considerazione le richieste avanzate. E adesso che l’azienda prende l’ennesima iniziativa incomprensibile e autolesionista (inibire uno strumento fondamentale di lavoro), non solo si rifiuta di ritornare sulle sue scelte sbagliate, ma cerca qualcuno a caso su cui scaricare la responsabilità: un trucchetto triste quanto improbabile.

Insomma questo non è che l’ennesimo passo in avanti lungo quella che sembra una strada scelta deliberatamente dell’azienda per affossare il Lavoro Misto. Si è assistito ad un peggioramento dell’attività lavorativa inerente la libera professione dei colleghi a contratto misto, i quali dovrebbero rappresentare Intesa Sanpaolo di fronte ai clienti, entrare nelle loro case e fare acquisizione di nuova clientela, nell’interesse della bandiera Intesa Sanpaolo, quando invece nel concreto si continua a rendere questa attività sempre più faticosa quando non del tutto impraticabile.

E’ chiaro infine che ai già più volte rappresentati problemi operativi dei colleghi, si unirà anche questo aspetto. E’ necessario che l’Azienda cessi di assumere iniziative unilaterali e non condivise con chi sul fronte ne vive le conseguenze e che inizi invece a negoziarle e concertarle con il Sindacato.

Qui il documento in pdf


FONDO PENSIONE DI GRUPPO – PRESTAZIONI ASSICURATIVE 2023, APERTURA ADESIONE ON-LINE

Si informa che, dall’11 ottobre è attiva – all’interno della propria Area Riservata, alla voce “Coperture Assicurative” – la procedura web di adesione alle prestazioni assicurative accessorie contro il rischio Premorienza o Premorienza ed Invalidità Permanente. L’applicativo sarà disponibile fino all’11 novembre compreso.

Durante tale periodo:

  • gli iscritti che non hanno ancora aderito possono chiedere l’attivazione della prestazione assicurativa, con effetto dal 1/1/2023, secondo le modalità indicate in Circolare;
  • gli iscritti già assicurati per l’anno 2022 che non intendono variare la propria copertura, non sono chiamati ad alcuna incombenza ed il rinnovo avverrà tacitamente;
  • gli iscritti già assicurati per l’anno 2022 che intendono variare, sempre con effetto dal 1/1/2023, l’importo del capitale assicurato e/o la tipologia (senza possibilità di ripristinare la precedente copertura):
  • in caso di aumento del capitale assicurato fino a  250.000, devono inserire la variazione del massimale all’interno dell’applicativo web, senza alcun ulteriore adempimento;
  • in caso di incremento del capitale assicurato oltre 250.000 e fino ad 400.000 devono inserire la variazione del massimale all’interno dell’applicativo web, con obbligo compilazione del “Questionario Anamnestico”, a prescindere dallo stato di buona salute (secondo le istruzioni operative della Circolare);
  • in caso di variazione della tipologia di copertura (da caso Morte a Morte e Invalidità Permanente o viceversa), a prescindere dal capitale assicurato, devono ritrasmettere tutta la modulistica prevista come se fosse una nuova adesione (secondo le istruzioni operative della Circolare).

IMPORTANTE: Nel caso la Compagnia non consenta, sulla base dell’esame del “Questionario Anamnestico”, la variazione richiesta, o nel caso l’Iscritto/a non accetti l’eventuale sovrappremio comunicato dalla Compagnia stessa, non sarà in alcun caso possibile ripristinare i massimali e/o la tipologia della copertura precedentemente in essere, perché automaticamente e in modo definitivo disdettata al momento dell’inserimento della variazione in procedura.

Si evidenzia, inoltre, che la procedura web delle prestazioni accessorie non ha funzione di preventivo ed una volta confermato l’inserimento, la richiesta di attivazione è presa in carico con immediata disdetta di eventuali garanzie già in essere.

Prima di accedere all’applicativo si consiglia di:

  • prendere visione delle Convenzioni, dei fascicoli informativi e delle tabelle dei premi disponibili alla voce Moduli> Coperture assicurative;
  • leggere attentamente le principali informazioni e istruzioni operative riportate nella Circolare n. 7 del 10 ottobre 2022.

In base la circolare n.7 del 10 ottobre 2022 ,il nostro Esperto Giampiero Reccagni ha aggiornato la Guida alla Previdenza Complementare.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Giampiero è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Aggiornamento Guida Maternità e Paternità: novità congedo di paternità e congedo parentale

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida alla Maternità e Paternità alla luce delle novità legislative, come vi avevamo già preannunciato qui.

Tra le altre cose è stato stabilizzato il congedo obbligatorio di 10 giorni per i padri, e sono stati rivisti e ampliati i termini per la fruizione del Congedo Parentale e la durata del medesimo (se fruito da entrambi i genitori). Ricordiamo che pur in assenza della Circolare INPS i nuovi permessi possono comunque già essere richiesti direttamente all’azienda a partire dal 13 agosto.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze. 

 

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).
.

Guida alle Coperture assicurative per i colleghi

Tutti i colleghi di ISP usufruiscono di una serie di coperture assicurative pagate dall’azienda e possono eventualmente attivarne di ulteriori a proprie spese a condizioni di particolare favore rispetto al mercato.

Purtroppo molti colleghi non sono a conoscenza nemmeno delle coperture già esistenti a loro favore e spesso capita che non le attivino in caso di “sinistro”, perdendo così indennizzi anche molto importanti.

Abbiamo quindi pensato di riunire in un unico compendio (lo trovate qui) le informazioni più importanti relative a

  • Polizza Infortuni Professionali e Extraprofessionali,
  • Indennità Premorienza,
  • LTC Nazionale,
  • LTC FSI (Collettiva e Volontaria),
  • Prestazioni Accessorie del Fondo Pensione

In modo da fornire un primo strumento di consultazione agile e immediato, rimandando alle guide specifiche per gli approfondimenti del caso.

Come al solito i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze e vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.


La nuova Guida Pop a Permessi e Aspettative: la concretezza della Conciliazione.

La Conciliazione dei tempi di vita e lavoro è una fondamentale aspirazione che spesso però rimane una semplice dichiarazione di principio. Il lavoro sempre più per obiettivi, i turni, la difficoltà di ottenere il Part Time, lo SW che stenta ad affermarsi come modalità di lavoro pienamente riconosciuta e utilizzabile da tutti, il ricorso a una mobilità irrazionale e penalizzante sono alcuni degli ostacoli che impediscono una vera e piena politica di Conciliazione.

In tutto questo però la Legge e soprattutto la Contrattazione hanno introdotto e rafforzato nel tempo vari strumenti concreti di Conciliazione: i Permessi e le Aspettative.

Si tratta di periodi che vanno da alcune ore a interi anni  di assenza per fronteggiare le varie esigenze che ciascun collega può trovarsi ad affrontare. Conoscere e quindi saper utilizzare i permessi per i figli, per malattia propria e dei familiari, per handicap e altre condizioni di svantaggio, per occasioni gioiose o luttuose, per esprimere anche al di fuori dell’azienda i propri talenti o la propria generosità è assolutamente fondamentale e può davvero cambiare la vita e consentire di affrontare situazioni che altrimenti sarebbero insormontabili.

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate un’analisi ragionata di tutti i permessi disponibili, come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

Qui il PDF

La nuova Guida Pop dedicata alle Coperture Assicurative (che non sappiamo di avere!)

Infortuni, non autosufficienza, perfino il decesso sono argomenti molto scabrosi. Forse anche per questo molti colleghi non sanno di avere coperture  attive “di default” contro questi rischi, né di poterne attivare altre in convenzione con Il Fondo Sanitario o quello Pensione e quindi a condizioni molto vantaggiose.

Con questa nuova Guida Pop completamente dedicata alle coperture assicurative per i colleghi e i loro familiari, riuniamo in un unico “testo” tutte le informazioni in merito.

Quali sono queste polizze e chi le paga? Quali prestazioni garantiscono? Come faccio ad attivarle e a chiedere gli indennizzi?

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate tutte le risposte a queste e a molte altre domande: come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

e qui il PDF

.

La nuova Guida Pop completamente dedicata ai Figli

I figli sono il futuro di tutti noi. Sono gioie, preoccupazioni, impegno e soddisfazioni. Le Legge e gli Accordi sindacali  hanno definito permessi, congedi, provvidenze economiche e altre forme di Conciliazione per aiutare mamme e papà a gestire al meglio questa loro avventura, accompagnando e talvolta anticipando i cambiamenti sociali nella definizione di “famiglia” e nell’attribuzione di responsabilità e opportunità sempre più condivise tra entrambi i genitori.

Con questa nuova Guida Pop completamente ed esclusivamente dedicata ai Figli, per la prima volta riuniamo in un unico “testo” tutte le normative relative ai Figli, che finora erano reperibili in almeno 6 guide diverse.

Quali sono i permessi per la mamma e quali per il papà? Come seguire i figli quando si ammalano o hanno altri problemi? Come funziona l’inserimento nel Fondo sanitario? Quali aiuti economici sono previsti per i figli?

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate tutte le risposte a queste e a molte altre domande: come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

e qui il PDF


Categorie

Categorie

Archivio Mensile

News Principali

25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne: strumenti concreti per difendersi e combatterla

Stop violence against women, international women’s day

Oggi è il 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Per celebrarla abbiamo pensato di ricordare alcuni strumenti fondamentali per potersi difendere da questi crimini odiosi e insensati.

Uno è il 1522, il numero antiviolenza (attivo anche come chat) disponibile 24 ore su 24 a cui chiedere soccorso o anche solo consigli: non sentirsi isolate, non pensare a sé stesse come vittime indifese è un passo fondamentale.

L’altro deriva dalla contrattazione ed è un permesso retribuito fino a 4 mesi per poter affrontare i “percorsi di uscita” da situazioni difficili o violente. Per saperne di più puoi guardare il breve estratto della nostra Guida Pop alla Conciliazione che riguarda appunto questo specifico permesso.

FISAC FLASH – AGGIORNAMENTO IMPORTANTE FRINGE BENEFIT

A seguito delle nostre sollecitazioni l’Azienda si è resa disponibile a prevedere in sede di autocertificazione delle bollette un meccanismo di controllo individuale rispetto al superamento della soglia fringe benefit esente (3.000 euro), procedendo, se necessario, allo storno parziale o totale dell’importo delle bollette domestiche oggetto dell’autocertificazione che eccedesse il massimale.

In attesa di ottenere una conferma ufficiale e definitiva di questa disponibilità di massima aziendale, consigliamo comunque di cercare effettuare una prima quantificazione in autonomia, eventualmente contattando il sindacalista FISAC CGIL di riferimento per un supporto.

.

News dalla Intranet

CIRCOLO ALI – BLACK FRIDAY SIMPLE RENT: NOLEGGIO LUNGO TERMINE

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI  

ALI e Intesa Sanpaolo Rent Foryou, in collaborazione con ARVAL, hanno definito una convenzione per offrire ai Soci ALI la possibilità di stipulare, a condizioni di favore, contratti di noleggio a lungo termine di autoveicoli. L’offerta sarà aggiornata e implementata, tempo per tempo, in base alle migliori disponibilità reperibili.

L’offerta si inserisce nel quadro della mobilità del Gruppo Intesa Sanpaolo a marchio Simple Rent. Le proposte studiate per i Soci ALI presentano caratteristiche dedicate che le rendono interessanti rispetto a molte offerte reperibili sul mercato.

BLACK FRIDAY DAL 25/11/2022 AL 4/12/2022

Per informazioni e preventivi, accedi alla landing page di Simple Rent.

03/12/2022
Scadenza convenzione

 

07d 07h 59m 33s
Affrettati! Manca poco

CONDIZIONI TEMPORANEE

BLACK FRIDAY

DAL 25/11/2022 AL 4/12/2022

salvo esaurimento scorte

  • canone omaggio, stornato dalla prima fattura o con riduzione ripartita sui singoli canoni
  • riduzione penalità danni a 2.000 € (anziché a 500 €).

COS’È E COME FUNZIONA IL NOLEGGIO A LUNGO TERMINE

Il NLT è una soluzione di mobilità innovativa, in grado di rispondere a diverse esigenze di mobilità anche degli utenti privati.

A fronte del pagamento di un canone mensile fisso, hai a tua disposizione un’automobile per un tempo coerente con le tue necessità.

L’offerta sui modelli proposti comprende, salvo eventuali promozioni temporanee: 

  • un canone omaggio rispetto alle offerte pubblicate sul sito www.simplerent.it , stornato dalla prima fattura o con riduzione ripartita sui singoli canoni
  • anche senza anticipo
  • IVA inclusa
  • ampio chilometraggio (100.000 km inclusi)
  • manutenzione ordinaria e straordinaria
  • copertura assicurativa e molti altri servizi  inclusi nel canone
  • ulteriori servizi  disponibili con un costo aggiuntivo sul canone base.

Scopri gli ulteriori vantaggi del NLT nella sezione “CONDIZIONI”.

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:

BLACK FRIDAY SIMPLE RENT: NOLEGGIO LUNGO TERMINE  

 

 

NOVITÀ BUSTA PAGA NOVEMBRE

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di novembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

News del cedolino di novembre 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
Nel cedolino di novembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.

Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 11 novembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nel mese di dicembre.

Addizionali regionali e comunali in acconto e a saldo
È stata effettuata l’ultima trattenuta a saldo delle addizionali regionali e comunali 2021 e dell’acconto 2022 della sola addizionale comunale.

Aggiornamento carichi familiari e richiesta detrazioni fiscali 2022
Fino al 5 dicembre compreso sarà possibile gestire i carichi familiari e le richieste di detrazioni ‘imposta relative all’anno in corso tramite il servizio disponibile in People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Dal 6 dicembre l’accesso verrà inibito per consentire lo svolgimento delle attività di conguaglio di fine anno.
In caso di rettifiche non effettuate entro la suddetta data di fruibilità del servizio, è possibile sanare le eventuali posizioni non corrette in occasione della denuncia annuale dei redditi (Mod. 730 o Unico Persone Fisiche).
Il servizio verrà riaperto il 10 gennaio per gli aggiornamenti riguardanti l’anno fiscale 2023.
Per il supporto operativo e gestionale su Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni, sul portale #People è attiva l’Assistenza nella categoria Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Provvidenze di studio ai figli dei dipendenti
Nel cedolino di novembre sono in liquidazione con voce 1611 – PROVV. FIGLI STUDENTI, le provvidenze di studio per i figli dei dipendenti ex UBI relativamente alla scuola primaria (elementare) e secondaria di primo e secondo grado (medie inferiori e superiori).

Si ricorda che dal 13 dicembre p.v. potranno essere avanzate le richieste relative all’Università per l’anno accademico 2021/2022.
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida agli assegni di studio

Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)
Con il cedolino di novembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:

  • voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
  • voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
  • voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.
  • voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
  • voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.

L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.
Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme, che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida al PVR

Conto Sociale familiari non autosufficienti
Nel cedolino di novembre sono in liquidazione con voce 16RS – HANDICAP RIMBORSO SPESE, le somme relative alle richieste di rimborso spese sostenute per servizi di assistenza a favore di familiari conviventi portatori di handicap in possesso di certificazione medica di non autosufficienza (c.d. Conto sociale familiari non autosufficienti).

Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo – LTC VOLONTARIA
Nel corrente mese si è provveduto a trattenere, ai dipendenti che hanno attivato la polizza LTC VOLONTARIA, le relative quote competenti, con le seguenti voci:

  • 4VDF – LTC VOL. DIP. E FAM.: trattenuta per sé e per i familiari
  • 4VCO – LTC VOL. CONVIVENTE: trattenuta per il/la convivente

Per eventuali richieste di chiarimento è possibile aprire una richiesta di assistenza tramite #People > Assistenza > Assistenza HR, selezionando la categoria Fondo Sanitario – Anagrafe
Per approfondire le questioni relative alle provvidenze studio figli potete consultare al nostra Guida Pop alle coperture assicurative

 Esonero contributivo INPS del 50% “rientro lavoratrici madri”
Con il corrente mese si provveduto ad applicare quanto indicato nella circolare INPS 102 del 19-09-2022, che ha previsto il riconoscimento di un esonero contributivo, nella misura del 50%, dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato, a decorrere dalla data del rientro effettivo nel posto di lavoro, dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità. Detto esonero spetta e anche laddove la lavoratrice abbia fruito dell’astensione facoltativa, senza soluzione di continuità, al termine del periodo di congedo obbligatorio. Il beneficio ha la durata di un anno a decorrere dalla data del sopraccitato effettivo rientro in servizio.

L’agevolazione costituisce una misura valevole per l’anno 2022, pertanto, il rientro della lavoratrice nel posto di lavoro deve in ogni caso avvenire entro il 31 dicembre 2022.
Voci in cedolino di novembre 2022:

  • 7SN0 – Eson.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati sull’imponibile INPS del mese in corso)
  • 7SNR – Arr.Es.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati per il periodo arretrato)

 

Indennità Una Tantum 150 euroL’articolo 18 del D.L. 144/2022 ha previsto il riconoscimento di una somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a euro 150,00 ai lavoratori che percepiscono nel mese di novembre 2022 una retribuzione imponibile previdenziale entro il limite di euro 1.538,00. La suddetta norma prevede che l’indennità sia subordinata al rilascio dell’autocertificazione di non essere titolare delle prestazioni di cui dell’art. 19, commi 1 e 16 del citato decreto.
L’Azienda ha provveduto all’individuazione dei dipendenti aventi diritto ed ha inoltrato ai beneficiari di tale Una Tantum, una comunicazione con le istruzioni utili a conferire la dichiarazione prevista.
Nell’attesa di acquisire il suddetto modulo, si è proceduto a riconoscere in cedolino l’indennità Una Tantum di 150€, con voce:

  • 1B15 – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti al fondo INPS)
  • 1B1C – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti alla cassa CPDEL)

In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

FOCUS: UNA TANTUM 150€

1) L’azienda, individuati i dipendenti aventi diritto, ha erogato d’ufficio l’Una Tantum prevista con il cedolino di 11/2022.
2)L’azienda ha inoltrato agli interessati una comunicazione con le istruzioni utili a conferire, nel più breve tempo possibile, l’autocertificazione prevista.
3)In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

 

News del cedolino di novembre 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
Nel cedolino di novembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.

Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 11 novembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nel mese di dicembre.

Addizionali regionali e comunali in acconto e a saldo
È stata effettuata l’ultima trattenuta a saldo delle addizionali regionali e comunali 2021 e dell’acconto 2022 della sola addizionale comunale.

Aggiornamento carichi familiari e richiesta detrazioni fiscali 2022
Fino al 5 dicembre compreso sarà possibile gestire i carichi familiari e le richieste di detrazioni ‘imposta relative all’anno in corso tramite il servizio disponibile in People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Dal 6 dicembre l’accesso verrà inibito per consentire lo svolgimento delle attività di conguaglio di fine anno.
In caso di rettifiche non effettuate entro la suddetta data di fruibilità del servizio, è possibile sanare le eventuali posizioni non corrette in occasione della denuncia annuale dei redditi (Mod. 730 o Unico Persone Fisiche).
Il servizio verrà riaperto il 10 gennaio per gli aggiornamenti riguardanti l’anno fiscale 2023.
Per il supporto operativo e gestionale su Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni, sul portale #People è attiva l’Assistenza nella categoria Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021
Con il cedolino di novembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021, con la seguente modalità:

  • voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
  • voce 4ZY7: importo del PREMIO SOCIALE destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare, titolari di reddito di lavoro dipendente di importo superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme;
  • voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
  • voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa;
  • voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
  • voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.

L’assoggettamento fiscale del premio PAV liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.

Esonero contributivo INPS del 50% “rientro lavoratrici madri”
Con il corrente mese si provveduto ad applicare quanto indicato nella circolare INPS 102 del 19-09-2022, che ha previsto il riconoscimento di un esonero contributivo, nella misura del 50%, dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato, a decorrere dalla data del rientro effettivo nel posto di lavoro, dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità. Detto esonero spetta e anche laddove la lavoratrice abbia fruito dell’astensione facoltativa, senza soluzione di continuità, al termine del periodo di congedo obbligatorio. Il beneficio ha la durata di un anno a decorrere dalla data del sopraccitato effettivo rientro in servizio.

L’agevolazione costituisce una misura valevole per l’anno 2022, pertanto, il rientro della lavoratrice nel posto di lavoro deve in ogni caso avvenire entro il 31 dicembre 2022.
Voci in cedolino di novembre 2022:

  • 7SN0 – Eson.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati sull’imponibile INPS del mese in corso)
  • 7SNR – Arr.Es.50% L.234/21 c.137 (importo contributi accreditati pari al 50% calcolati per il periodo arretrato)

 

Indennità Una Tantum 150 euro
L’articolo 18 del D.L. 144/2022 ha previsto il riconoscimento di una somma a titolo di indennità una tantum di importo pari a euro 150,00 ai lavoratori che percepiscono nel mese di novembre 2022 una retribuzione imponibile previdenziale entro il limite di euro 1.538,00. La suddetta norma prevede che l’indennità sia subordinata al rilascio dell’autocertificazione di non essere titolare delle prestazioni di cui dell’art. 19, commi 1 e 16 del citato decreto.

L’Azienda ha provveduto all’individuazione dei dipendenti aventi diritto ed ha inoltrato ai beneficiari di tale Una Tantum, una comunicazione con le istruzioni utili a conferire la dichiarazione prevista.
Nell’attesa di acquisire il suddetto modulo, si è proceduto a riconoscere in cedolino l’indennità Una Tantum di 150€, con voce:

  • 1B15 – Una Tantum 150 DL144/2022 (dipendenti iscritti al fondo INPS)

In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

FOCUS: UNA TANTUM 150€

1)L’azienda, individuati i dipendenti aventi diritto, ha erogato d’ufficio l’Una Tantum prevista con il cedolino di 11/2022.
2)L’azienda ha inoltrato agli interessati una comunicazione con le istruzioni utili a conferire, nel più breve tempo possibile, l’autocertificazione prevista.
3)In caso di mancata ricezione dell’autocertificazione debitamente compilata, con il primo cedolino utile si procederà al recupero di quanto liquidato a novembre a titolo di ut 150€.

.

 

 

 

News dai Territori

Sempre meno Colleghe e Colleghi Sempre più pressioni!

In data 9 novembre 2022 si è tenuto, in modalità a distanza, il periodico incontro trimestrale tra le OO.SS
e la delegazione Aziendale per l’Area Alessandria Asti.
Per la parte aziendale erano collegati, tra gli altri, il Direttore Regionale Andrea Perusin, il Responsabile
delle Relazioni Industriali Enzo Vozza, il Direttore commerciale Carmelo Romeo, il Responsabile delle
Risorse Umane Paolo Pezzatti, che ha sostituito Luca Calvi, comunque presente per i saluti di commiato e
il passaggio del testimone.
L’incontro ha costituito per le OO.SS. l’occasione di ribadire gli ormai insostenibili problemi che si
riscontrano in rete da troppo tempo e che non vedono MAI una soluzione:
ORGANICI
Come premessa, è stata denunciata la ormai cronica CARENZA di ORGANICI, sempre più ridotti all’osso a
seguito di esodi e pensionamenti, a cui vanno aggiunte le assenze legate a condizioni di fragilità e le
assenze per malattia.
Chi è rimasto in filiale deve gestire carichi di lavoro crescenti, su cui graveranno le ulteriori uscite previste
per il 31 dicembre prossimo (8 accessi al Fondo di Solidarietà).
Le uscite per esodo e pensionamento nel 2022 risultano essere complessivamente 18, a cui vanno
aggiunte le dimissioni volontarie (dato che non ci viene fornito dall’azienda ma di cui tutti abbiamo
contezza).
I Colleghi a contratto misto sono attualmente 20.
I trasferimenti sono stati in tutto 62, di cui solo 6 in accoglimento di richieste da graduatoria e 4
provenienti da altre Direzioni Regionali (trattasi di ex contratti misti che hanno trasformato il rapporto di
lavoro in Full Time).
In merito alla richiesta di chiarimenti sulla creazione ed il funzionamento della nuova Banca Digitale,
nonché i criteri con cui verranno selezionati i Colleghi da destinarvi, non ci sono state fornite indicazioni
in quanto si tratta di un processo ancora in fase di definizione.
PRESSIONI COMMERCIALI
Durante l’incontro è stato posto l’accento sulle pressioni commerciali che hanno raggiunto livelli
intollerabili, con richieste continue – anche giornaliere – di rendicontazione degli appuntamenti e di
“previsionali” di vendita. Rispetto a questi ultimi, il Direttore Regionale ha dichiarato senza mezzi termini
che NON DEVONO ESISTERE, ritenendoli assolutamente inutili e assumendosi l’impegno a far sì che tali
richieste cessino definitivamente.
Saremo attenti nel verificare e vigilare l’efficacia dell’intervento promesso.
Abbiamo segnalato anche l’indebito utilizzo delle agende come strumento di controllo delle vendite e del
lavoro svolto dai Colleghi, denunciando come l’uso distorto da parte dei superiori potrebbe giungere a
configurarsi come ulteriore motivo di segnalazione.
L’Azienda ha sottolineato che l’agenda deve essere un supporto all’organizzazione del lavoro per il Collega
e non uno strumento di controllo da parte dei superiori; invitiamo pertanto i colleghi a segnalarci indebiti
utilizzi della stessa.
Nel corso della riunione abbiamo informato l’Azienda che nella giornata del 8 novembre 2022 come rappresentanti delle OO.SS. FABI, FIRST CISL, FISAC CGIL e UILCA dell’area Alessandria Asti abbiamo inviato una segnalazione alla casella di posta iosegnalo@intesasanpaolo.com.
La segnalazione ha riguardato l’ambito delle Filiali Imprese ed è scaturita da messaggi e riscontri relativi a indicazioni operative non coerenti con quanto previsto nella Guida di Processo (il tema era quello dell’acquisizione delle garanzie e dei tempi di erogazione dei finanziamenti).
Al riguardo il Direttore Regionale ha sottolineato che “nella sua Direzione non si fa e non si deve fare nulla contro la normativa” e che comunque presume che l’eventuale operatività in deroga fosse autorizzata dai competenti organi deliberanti. Abbiamo ribadito che, in tal caso, c’è stato un problema di comunicazione e che eventuali deroghe autorizzate devono sempre essere chiaramente esplicitate ai Colleghi, in modo tale da operare con la dovuta serenità.
Attendiamo di conoscere gli sviluppi in merito a quanto segnalato.
Raccomandiamo ancora una volta a tutti i Colleghi di far presente ai propri referenti sindacali le pressioni indebite a cui fossero sottoposti. Tali indicazioni potrebbero dare origine a ulteriori segnalazioni, consentendoci di fare ricorso a uno strumento concreto e potenzialmente utile al miglioramento del clima aziendale.
AGRIBUSINESS
Per quanto riguarda la Direzione Agribusiness è intervenuta Paola Brasca (gestore PAR), la quale ci ha comunicato la sistemazione nella gestione di alcuni clienti che erano stati da noi segnalati durante la trimestrale precedente. Il fatto che esistano ancora clienti del “perimetro agricolo” in carico alle filiali Retail è legato alla natura dei codici ATECO, oltre che alla scelta aziendale di trasferire con una certa gradualità i clienti dalla rete alla Direzione Agribusiness.
In merito al numero di gestori e addetti, sulla base della programmazione effettuata nella DR, tutti i ruoli risultano coperti, quindi non sono previsti incrementi di organico.
FORMAZIONE
Dal Personale ci è stato comunicato un buon incremento nella fruizione dei giorni previsti per lo Smart Learning, considerandone positivamente l’utilizzo per riuscire a “fare bene la formazione”, pertanto questa soluzione sarà sempre più utilizzata ed incentivata in futuro.
IMMOBILIARE
È intervenuto il Responsabile Direzione Immobiliare Andrea Nalini.
È stato portato all’attenzione l’episodio accaduto qualche tempo fa nella filiale New Concept di Alessandria, dove, a seguito della frantumazione di una porta a vetro scorrevole, era stata data disposizione di lasciare le porte aperte. L’Azienda riferisce di aver risolto il problema e ha preso l’impegno di verificare tempestivamente la sicurezza di tutte le altre porte a vetro presenti in filiale.
Nalini si è inoltre raccomandato di non procedere in autonomia per superare le problematiche contingenti legate al riscaldamento mediante stufette o altro, ma di chiedere ai referenti sul territorio (Luigi Sardi per la provincia di Alessandria e Walter Bocca per Asti). Come OO.SS. vi richiediamo di informarci, volta per volta, in modo tale da poter intervenire tempestivamente sugli stessi referenti.
Come OOSS del territorio auspichiamo una sempre fattiva collaborazione con tutte le Colleghe e i Colleghi per le segnalazioni dei problemi che si registrano in filiale, allo scopo di continuare a esigere maggiore attenzione alle reali condizioni di lavoro, inoltre ribadiremo a ogni livello e nelle sedi adeguate la richiesta di nuove assunzioni, la cessazione delle pressioni commerciali indebite ed il rispetto della dignità delle persone nei fatti e non solo a parole.
25 novembre 2022

FABI – FIRST/CISL FISAC/CGIL – UILCA
INTESA SANPAOLO ALESSANDRIA ASTI

ComunicatoIncontroTrimestrale09nov2022_AreaAlessandriaAsti (1)[4441]

 

Prossime Scadenze

novembre 2022

30novalldayalldayTermine Assegni Di Studio Per I Figli: Università Immatricolazione 1° Anno

dicembre 2022

23dicalldayalldayTermine Ultimo per Esercizio Opzione "Banca Ore"

31dicalldayFSI - Termine Per La Regolarizzazione Del Carico Fiscale Dei Figli Con Età Superiore Ai 24 anni

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)

NEWS FLASH FILIALE DIGITALE – APPLICAZIONE ACCORDO RUOLI

L’Azienda ha dichiarato al tavolo di Gruppo che a seguito dell’evoluzione del modello organizzativo della FD:

  • non vengono riconosciute le indennità ai Gestori, Coordinatori e Direttori entrati in percorso nel 2022;
  • vengono mantenute le indennità per coloro che erano entrati in percorso nel 2021 senza però dare corso ai consolidamenti.
  • Riteniamo discutibile la decisione aziendale di non procedere nell’applicazione dell’accordo vigente e come Fisac abbiamo ribadito l’urgenza di avviare un confronto, non strettamente collegata alla trattativa sullo sw in corso, in materia di percorsi professionali che:
  • ridefinisca la complessità organizzativa della filiale anche a seguito della creazione dei distaccamenti;
  • aggiorni le competenze che definiscono la complessità dei gestori;
  • renda chiari e trasparenti i meccanismi che consentono una progressione nel proprio percorso professionale;
  • preveda il recupero del 2022;
  • salvaguardi i percorsi in essere.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi del confronto.

 

Lavoro Misto: IL CONFRONTO È COSTRUTTIVO: SE SI VUOLE

La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana. Quanto appena enunciato calza a pennello rispetto a quello che è accaduto in queste ore ai colleghi a contratto misto: il blocco delle Agende ABC per l’attività da lavoratore autonomo.

A quanto pare non sarà più possibile accedere ed usufruire dello strumento delle agende così come lo si conosce su ABC, rimettendo al destinatario – dunque i colleghi – la risoluzione del problema.

L’agenda è sempre stata osannata come lo strumento principe dell’organizzazione dell’attività di tutti i colleghi, ma la fruizione della stessa sarebbe inibita ai colleghi con contratto misto in nome di un non meglio precisato modello di servizio risalente a non si sa quando. Quindi se per diverso tempo, risultava essenziale lasciare traccia degli appuntamenti svolti e del numero degli appuntamenti giornalieri, ora come ora non è più così (almeno per i lavoratori misti).

Le sconfitte comunque devono avere un nome, devono poter essere imputabili a chi ne ha la colpa. Di sicuro in questo caso non è il sindacato, come qualche “responsabile” aziendale va affermando. E come potrebbe esserlo? Di certo l’azienda ha sempre tenuto gelosamente per sé la definizione delle questioni organizzative e degli strumenti a disposizione dei Lavoratori Misti, rifiutando sempre di prendere in seria considerazione le richieste avanzate. E adesso che l’azienda prende l’ennesima iniziativa incomprensibile e autolesionista (inibire uno strumento fondamentale di lavoro), non solo si rifiuta di ritornare sulle sue scelte sbagliate, ma cerca qualcuno a caso su cui scaricare la responsabilità: un trucchetto triste quanto improbabile.

Insomma questo non è che l’ennesimo passo in avanti lungo quella che sembra una strada scelta deliberatamente dell’azienda per affossare il Lavoro Misto. Si è assistito ad un peggioramento dell’attività lavorativa inerente la libera professione dei colleghi a contratto misto, i quali dovrebbero rappresentare Intesa Sanpaolo di fronte ai clienti, entrare nelle loro case e fare acquisizione di nuova clientela, nell’interesse della bandiera Intesa Sanpaolo, quando invece nel concreto si continua a rendere questa attività sempre più faticosa quando non del tutto impraticabile.

E’ chiaro infine che ai già più volte rappresentati problemi operativi dei colleghi, si unirà anche questo aspetto. E’ necessario che l’Azienda cessi di assumere iniziative unilaterali e non condivise con chi sul fronte ne vive le conseguenze e che inizi invece a negoziarle e concertarle con il Sindacato.

Qui il documento in pdf

FONDO PENSIONE DI GRUPPO – PRESTAZIONI ASSICURATIVE 2023, APERTURA ADESIONE ON-LINE

Si informa che, dall’11 ottobre è attiva – all’interno della propria Area Riservata, alla voce “Coperture Assicurative” – la procedura web di adesione alle prestazioni assicurative accessorie contro il rischio Premorienza o Premorienza ed Invalidità Permanente. L’applicativo sarà disponibile fino all’11 novembre compreso.

Durante tale periodo:

  • gli iscritti che non hanno ancora aderito possono chiedere l’attivazione della prestazione assicurativa, con effetto dal 1/1/2023, secondo le modalità indicate in Circolare;
  • gli iscritti già assicurati per l’anno 2022 che non intendono variare la propria copertura, non sono chiamati ad alcuna incombenza ed il rinnovo avverrà tacitamente;
  • gli iscritti già assicurati per l’anno 2022 che intendono variare, sempre con effetto dal 1/1/2023, l’importo del capitale assicurato e/o la tipologia (senza possibilità di ripristinare la precedente copertura):
  • in caso di aumento del capitale assicurato fino a  250.000, devono inserire la variazione del massimale all’interno dell’applicativo web, senza alcun ulteriore adempimento;
  • in caso di incremento del capitale assicurato oltre 250.000 e fino ad 400.000 devono inserire la variazione del massimale all’interno dell’applicativo web, con obbligo compilazione del “Questionario Anamnestico”, a prescindere dallo stato di buona salute (secondo le istruzioni operative della Circolare);
  • in caso di variazione della tipologia di copertura (da caso Morte a Morte e Invalidità Permanente o viceversa), a prescindere dal capitale assicurato, devono ritrasmettere tutta la modulistica prevista come se fosse una nuova adesione (secondo le istruzioni operative della Circolare).

IMPORTANTE: Nel caso la Compagnia non consenta, sulla base dell’esame del “Questionario Anamnestico”, la variazione richiesta, o nel caso l’Iscritto/a non accetti l’eventuale sovrappremio comunicato dalla Compagnia stessa, non sarà in alcun caso possibile ripristinare i massimali e/o la tipologia della copertura precedentemente in essere, perché automaticamente e in modo definitivo disdettata al momento dell’inserimento della variazione in procedura.

Si evidenzia, inoltre, che la procedura web delle prestazioni accessorie non ha funzione di preventivo ed una volta confermato l’inserimento, la richiesta di attivazione è presa in carico con immediata disdetta di eventuali garanzie già in essere.

Prima di accedere all’applicativo si consiglia di:

  • prendere visione delle Convenzioni, dei fascicoli informativi e delle tabelle dei premi disponibili alla voce Moduli> Coperture assicurative;
  • leggere attentamente le principali informazioni e istruzioni operative riportate nella Circolare n. 7 del 10 ottobre 2022.

In base la circolare n.7 del 10 ottobre 2022 ,il nostro Esperto Giampiero Reccagni ha aggiornato la Guida alla Previdenza Complementare.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Giampiero è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Aggiornamento Guida Maternità e Paternità: novità congedo di paternità e congedo parentale

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida alla Maternità e Paternità alla luce delle novità legislative, come vi avevamo già preannunciato qui.

Tra le altre cose è stato stabilizzato il congedo obbligatorio di 10 giorni per i padri, e sono stati rivisti e ampliati i termini per la fruizione del Congedo Parentale e la durata del medesimo (se fruito da entrambi i genitori). Ricordiamo che pur in assenza della Circolare INPS i nuovi permessi possono comunque già essere richiesti direttamente all’azienda a partire dal 13 agosto.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze. 

 

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).
.

La nuova Guida Pop a Permessi e Aspettative: la concretezza della Conciliazione.

La Conciliazione dei tempi di vita e lavoro è una fondamentale aspirazione che spesso però rimane una semplice dichiarazione di principio. Il lavoro sempre più per obiettivi, i turni, la difficoltà di ottenere il Part Time, lo SW che stenta ad affermarsi come modalità di lavoro pienamente riconosciuta e utilizzabile da tutti, il ricorso a una mobilità irrazionale e penalizzante sono alcuni degli ostacoli che impediscono una vera e piena politica di Conciliazione.

In tutto questo però la Legge e soprattutto la Contrattazione hanno introdotto e rafforzato nel tempo vari strumenti concreti di Conciliazione: i Permessi e le Aspettative.

Si tratta di periodi che vanno da alcune ore a interi anni  di assenza per fronteggiare le varie esigenze che ciascun collega può trovarsi ad affrontare. Conoscere e quindi saper utilizzare i permessi per i figli, per malattia propria e dei familiari, per handicap e altre condizioni di svantaggio, per occasioni gioiose o luttuose, per esprimere anche al di fuori dell’azienda i propri talenti o la propria generosità è assolutamente fondamentale e può davvero cambiare la vita e consentire di affrontare situazioni che altrimenti sarebbero insormontabili.

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate un’analisi ragionata di tutti i permessi disponibili, come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

Qui il PDF

La nuova Guida Pop dedicata alle Coperture Assicurative (che non sappiamo di avere!)

Infortuni, non autosufficienza, perfino il decesso sono argomenti molto scabrosi. Forse anche per questo molti colleghi non sanno di avere coperture  attive “di default” contro questi rischi, né di poterne attivare altre in convenzione con Il Fondo Sanitario o quello Pensione e quindi a condizioni molto vantaggiose.

Con questa nuova Guida Pop completamente dedicata alle coperture assicurative per i colleghi e i loro familiari, riuniamo in un unico “testo” tutte le informazioni in merito.

Quali sono queste polizze e chi le paga? Quali prestazioni garantiscono? Come faccio ad attivarle e a chiedere gli indennizzi?

Nella nostra nostra nuovissima Guida Pop trovate tutte le risposte a queste e a molte altre domande: come ormai d’abitudine in forma chiara e snella.

Qui il video

 

e qui il PDF

.

Ricerca

Ricerca per Categoria

Ricerca per Mese

X