UNA TRATTATIVA COMPLESSA E IN SALITA

E’ incominciata ieri e proseguita oggi la trattativa per il completamento dell’Armonizzazione delle normative UBI e ISP e per il contestuale rinnovo complessivo della Contrattazione di Secondo Livello del Gruppo Intesa Sanpaolo per il quadriennio 2022 – 2025.
Ricordiamo che nell’accordo di integrazione del 14 aprile u.s. si è stabilito che il confronto si sarebbe svolto entro fine anno su tutte le materie di contrattazione aziendale, valorizzandole per tutto il nuovo Gruppo ISP, anche completando o integrando quelle eventualmente già affrontate, in particolare:
▪ Assistenza sanitaria integrativa (accordo già sottoscritto il 5 novembre 2021)
▪ Previdenza complementare
▪ Buono pasto
▪ Borse di studio ex UBI e permessi di studio
▪ Contributo monoreddito ex UBI
▪ Mobilità territoriale e professionale
▪ Ruoli e percorsi di sviluppo professionale
▪ Permessi retribuiti
▪ Indennità di turno
▪ Condizioni agevolate

L’Azienda in data odierna ha presentato le sue proposte in merito a:
❖ Previdenza complementare
❖ Conciliazione tempi di vita e di lavoro (permessi retribuiti, Banca del Tempo, Sospensione Volontaria di attività, ecc…)
❖ Mobilità territoriale e professionale
❖ Ruoli e percorsi di sviluppo professionale
❖ Borse di studio ex UBI
❖ Condizioni agevolate

Riteniamo che quanto presentato oggi sia lontano dalle giuste aspettative dei colleghi rappresentate dalle Organizzazioni Sindacali. Pertanto, se l’azienda non rivedrà le sue posizioni, si determineranno ricadute sull’andamento della trattativa in corso.

Il confronto riprenderà lunedì e, come sempre, vi terremo aggiornati.

qui il documento in pdf

.

Elezioni RLS: il 3 dicembre ultimo giorno utile.

Solo fino a domani 3 dicembre è possibile votare per eleggere i Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza delle società del Gruppo Intesa Sanpaolo con CCNL Credito.

La votazione si effettua in modalità elettronica e tutti i colleghi con diritto di voto riceveranno una mail con le istruzioni per procedere alla votazione.

Per accedere al sito delle votazioni clicca qui.

In caso di smarrimento della mail con le credenziali clicca qui.

Per i lavoratori “lungo assenti” il voto sarà espresso con modalità cartacea, gli interessati dovrebbero aver già ricevuto per posta il kit cartaceo con le istruzioni per poterlo esprimere.

Il Comitato Elettorale è contattabile con la seguente modalità: comitatoelettoralerls@intesasanpaolo.com.

Per ciascun ambito territoriale è stata presentata una lista unitaria: vi invitiamo a votare per tutti i Candidati FISAC di ciascun ambito.

Qui di seguito trovate i nostri candidati, suddivisi per ambito territoriale. Cliccando sui nominativi in rosso troverete anche una breve scheda in cui ciascun candidato si presenta.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

Lettera degli RLS all’azienda su rientri e distanziamenti

Al Datore di lavoro di Intesa Sanpaolo S.p.A.
Dr. Fabio Rastrelli

Al R.S.P.P. di Intesa Sanpaolo S.p.A.
Arch. Dario Russignaga

Al Medico Coordinatore
Intesa Sanpaolo Dott. Maurizio Coggiola

Oggetto: ancora su rientri e distanziamenti

Nel corso della precedente riunione, abbiamo – fra le altre – ascoltato, con vivo interesse, le argomentazioni esposte da parte della Medicina del lavoro, che hanno sottolineato l’avvio nuovamente di un periodo critico sul fronte pandemico, e la contestuale necessità di porre ancora molta attenzione e non “abbassare la guardia”.
Concordando pienamente con quanto esposto, cogliamo nuovamente l’occasione per ribadire quanto già contenuto nelle nostre precedenti e affermato più volte nel corso degli incontri di consultazione, ribadendo la nostra netta contrarietà:
• All’innalzamento della quota minima di presenza, di fatto raddoppiata, che è passata dal 20 al 40%, in una fase di crescita dei contagi, dei ricoveri, delle terapie intensive e non da ultimo all’alba dell’entrata in vigore di nuovi provvedimenti restrittivi da parte delle Autorità governative. In tale ambito, giova notare – come già espresso – che stiamo assistendo ad improvvide, intempestive e imprudenti manovre tese a sollecitare un incremento dei rientri, da parte di strutture (o dei loro responsabili pro-tempore) diffidando dall’intraprendere iniziative incoerenti e difformi anche dalle più elementari forme di prudenza e cautela.
• Alla riduzione del distanziamento minimo, per il quale, a fronte delle ragioni sopraesposte chiediamo il ripristino a 200 cm;
• Alla abolizione del tetto massimo di presenze che chiediamo di ripristinare nelle percentuali cautelative già in vigore precedentemente (MINIMO 20%, MASSIMO 50%);
Si sottolinea in particolare l’esigenza di cautelare tutto il personale che assista, anche soggetti fragili non conviventi e/o che debba effettuare percorsi di trasferimento utilizzando mezzi pubblici che espongono al rischio contagio “in itinere”.
Per quanto riguarda la rete commerciale, a partire dalle filiali retail – dove assistiamo ad ambienti di lavoro sovraffollati, complici anche i numerosi accorpamenti di filiali già fatti, in corso di realizzazione, così come anticipato in altre istanze, chiediamo che:
1. Si utilizzi in misura maggiore lo smart working emergenziale, per continuare a tenere sotto controllo le presenze;
2. Che non vengano utilizzati i Meeter Greeter, dei quali già da tempo abbiamo chiesto lo smantellamento in quanto non a norma riguardo l’ergonomia;
3. Che si rispetti nelle Filiali oggetto di cantieri, ma aperte, la prevista percentuale di presenze di un cliente massimo per ogni dipendente presente sul posto di
lavoro: ci risulta infatti che tale importantissima cautela, pur assunta dall’Azienda, non sia, di fatto, né conosciuta né applicata nei territori;
4. Che non sia consentito l’accesso ai luoghi di lavoro ai clienti ed ai terzi che si presentino non dotati di mascherina chirurgica o FFP2 o superiore, salvo non accettino di indossarne una fornita dalla banca stessa: constatiamo infatti che molti continuano ad usare mascherine di comunità in tessuto, che riteniamo inadatte a garantire sufficienti standard di sicurezza, conformemente al parere fornito dal Coordinatore dei Medici competenti aziendali pochi giorni fa;
5. Sia messa in campo una forte sensibilizzazione, indirizzata sia ai preposti sia ai lavoratori, affinché vengano sempre esposti – e tenuti aggiornati a cura dei Poli Immobiliari – i cartelli di massima capienza delle unità produttive, nonché tutta la cartellonistica emergenziale in vigore; in proposito, lamentiamo il fatto che ancora non siano stati stampati gli ottimi avvisi in formato A3 e in arancione che ci avevate proposto ormai molto tempo fa (la loro versione b/n in formato A4 è decisamente poco visibile e poco diffusa);
6. Vengano utilizzate correttamente le uscite per regolare il flusso della clientela che troppo spesso, non rispettando le regole, oltre a superare il limite massimo all’interno delle unità produttive a causa della grande difficoltà nella gestione delle porte di ingresso (si aprono contestualmente e nessuno può davvero disciplinare le entrate e le uscite) crea pericolosi assembramenti nei luoghi di lavoro;
7. Si offra al personale la possibilità di ridurre l’orario della pausa pranzo per meglio agevolare i rientri al domicilio, al fine di ridurre i rischi di contagio nel tragitto casa lavoro potendo optare per orari in cui i mezzi pubblici siano meno affollati.
8. Si provveda per tempo ad implementare il numero degli steward, in considerazione del probabile maggiore afflusso di clientela in concomitanza con le scadenze fiscali e le festività del mese di dicembre
Gli scriventi RLS, infine, richiamano ancora una volta il Datore di Lavoro alla necessità del pieno rispetto dei principi previsti dal D.Lgs 81/08, anche alla luce della direttiva europea quadro n. 391/89. In particolare, i RLS insistono sul programma di miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza che il datore di lavoro deve costantemente garantire. Da tempo, ad esempio, sollecitiamo una riflessione sul ricorso agli “open space”. Anche uno studio del Parlamento europeo del novembre dello scorso anno lo ha ritenuto un modello di lavoro che consente alle malattie di diffondersi più rapidamente. Crediamo sia urgente ripensare gli spazi riprogettando gli uffici in spazi ben divisi che consentano la parcellizzazione del rischio e con luoghi di condivisione costruiti alla luce delle norme sul distanziamento. Migliorare per tempo i livelli di sicurezza significa, ne siamo convinti, anticipare i rischi possibili per minimizzarne gli effetti.

Milano, 3/12/2021

Gli RLS firmatari di Gruppo Intesa Sanpaolo

qui la lettera in pdf

Avviato finalmente il percorso di verifica sull’accordo ruoli

È partito oggi il confronto con l’Azienda sull’applicazione dell’accordo Ruoli.

L’accordo ad ora ha determinato che ci siano:

  • 1.307 Direttori in Percorso
  • 281 Coordinatori in Percorso
  • 2.233 Gestori in Percorso.

A seguito delle nostre ripetute richieste, l’azienda si è detta disponibile a “recuperare” per 19 colleghi i percorsi interrotti a seguito di un errore di calcolo dei parametri di Teti emersi a seguito delle nostre segnalazioni.

Nel contempo abbiamo anche chiarito che la media dei valori di autovalutazione di Teti sulle rispettive Aree di Conoscenza avviene in modo “ponderato” – in relazione alla diversa numerosità di “indicatori” – e non in via aritmetica.

Inoltre, sempre su nostra sollecitazione, ha dichiarato che provvederà a recuperare e “validare” anche i dati relativi a colleghi che per vari motivi non avevano avuto la validazione di TETI. Inoltre ha dichiarato una disponibilità a effettuare ulteriori verifiche anche in merito alla formazione fruita e non censita.

Più in generale abbiamo chiesto all’azienda un impegno ampio. Tale impegno non può limitarsi a garantire che tutte le anomalie che hanno prodotto effetti negativi nel percorso di colleghe/i – anomalie in parte ancora destinate ad emergere, a fronte delle verifiche che grazie alle segnalazioni del Sindacato sono in corso – vengano, com’è ovvio, sanate. Riteniamo infatti che sia necessaria da parte aziendale un’assunzione di responsabilità più complessiva, rispetto a un problema che si è aggravato anche per il ritardo con cui sono state approfondite le criticità da noi segnalate, individuando soluzioni che possano rappresentare una risposta adeguata alle aspettative delle colleghe e dei colleghi.

Infine, partendo proprio dagli errori e opacità che abbiamo rilevato, pur nel contesto di un accordo che ha permesso l’attivazione di parecchie migliaia di percorsi, abbiamo chiesto di prevedere specifici correttivi (ad esempio visibilità per i colleghi dell’avvenuta validazione di Teti, rendicontazione specifica della formazione, revisione dei criteri per la contabilizzazione dei servizi resi) che rendano più trasparente, comprensibile ed efficace l’applicazione dell’accordo sui ruoli che andremo a rinnovare nell’ambito del complessivo rinnovo del CC2L.

Come al solito vi terremo costantmente aggiornati.

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI, le novità riguardano la possibilità di iscrizione al FSI dei colleghi ISP/Ex UBI che non si sono mai iscritti al FSI/forme di assistenza sanitaria ex UBI.

Le informazioni sono disponibili nella guida prima dell’indice. Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Prosegue l’astensione cautelare dal rientro anche per le mamme in allattamento

L’azienda, anche a seguito delle richieste avanzate dagli RLS, ha riconsiderato le sue decisioni in relazione al rientro in servizio dei lavoratori “fragili”, con particolare riferimtno alla mamme in allattamento. Infatti nell’ultima comunicazione del NOGE (di seguito ne riportiamo un estratto) anche le mamme in allattamento non sono inserite tra il personale per il quale è previsto il rinetro i nservizio in presenza.

In tutte le zone, resta valida l’indicazione di non coinvolgere i colleghi con situazioni di fragilità o che fanno parte di categorie maggiormente a rischio in caso di contagio (per patologie, disabilità gravi, gravidanza e allattamento). Eventuali richieste di rientro in servizio in presenza che dovessero pervenire da parte dei diretti interessati, dovranno essere valutate da parte del medico competente (MC) che stabilirà l’idoneità e le modalità del rientro stesso, in base a specifici parametri riferiti in ogni caso al momento specifico della valutazione e rivedibili qualora il contesto valutato dovesse peggiorare (per la richiesta di valutazione da parte del MC scrivere a medicinadellavoro@intesasanpaolo.com).  

Flash sull’evoluzione in corso per la FOL

Oggi l’azienda ha illustrato l’evoluzione della Filiale Online che sarà attivata a partire da dicembre e operativa  da gennaio.

La riorganizzazione comporta la cessazione della struttura “Gestione Filiale Online” e la creazione della struttura “Area FOL”, composta da 6 Aree.

Le 6 Aree avranno un’articolazione territoriale differente rispetto alle DR e non riporteranno gerarchicamente alle strutture di DR.

Dalle Aree dipenderanno 30 Filiali On Line (Filiale Base) e 15 Filiali On Line Specializzate 

LOMBARDIA  -> 8  6 Fol Base + 2 Fol specializzate

NORD EST  -> 9   5 Fb + 4 FS

CENTRO  -> 7  5FB+ 2 FS

CAMPANIA E ISOLE -> 7 4 Fb+ 3 FS

ADRIATICA ->7 5fb+2 Fs

NORD OVEST E ER -> 7 5FB +2 FS

Le 30 FOL saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriali, e saranno composte mediamente da 50 GOL. L’attività sarà prevalentemente indirizzata all’assistenza inbound e alla gestione e sviluppo della clientela retail.

Le 15 FOL Specializzate, saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriale, e saranno composte mediamente da 30 GOL  exclusive. L’attività sarà indirizzata all’assistenza inboud oltre che alla gestione e sviluppo della clientela exclusive.   

Nella riorganizzazione i distaccamenti faranno riferimento ad una  specifica FOL e saranno generalmente costituiti da più di un gestore. 

Allo stato attuale non sono previste modifiche organizzative per i Gestori da remoto che rimangono a riporto delle strutture di DR.

NUOVISSIMA E DETTAGLIATA GUIDA ALL’ACCORDO 16/11/2021 ESODI E PENSIONAMENTI

Abbiamo redatto la nuovissima GUIDA ESODI E PENSIONAMENTI GRUPPO ISP – ACCORDO 16/11/2021.

Nella nostra Guida trovi tutti i dettagli su:

  • perimetro, requisiti e limiti di adesione
  • modalità di redazione delle domande
  • gestione delle liste di priorità
  • condizioni economiche dell’assegno di esodo
  • normative applicabili durante il periodo di esodo
  • un’ampia sessione sulle vigenti normative previdenziali generali.

La nostra Guida è una mappa sicura, comprensibile e dettagliata per affrontare con consapevolezza una scelta molto importante della propria vita: se pensi di essere interessato all’uscita volontaria da ISP leggerla con attenzione è la scelta giusta.

Con l’occasione ti ricordiamo anche che  i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

 

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 17 dicembre 2021 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Divisioni IMI Corporate & Investment Banking e International Subsidiary Banks stanno cercando nuovi colleghi.  

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Business Analyst/Associate per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Structured Finance – Energy & Industry Specialised Lending potrai supportare il team nella gestione di progetti di finanza strutturata per i clienti della Divisione. Se hai passione per settori industriali quali energia, telecom e infrastrutture oltre che per le tematiche finanziarie e desideri mettere in pratica le tue capacità analitiche all’interno di un contesto dinamico e internazionale, potresti essere la persona giusta per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

Business Analyst per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Global Corporate avrai modo di supportare i GRM nelle attività di origination di nuove linee di business con i clienti dell’Industry Retail & Luxury, così come sulla parte internazionale. Se desideri poter utilizzare le tue conoscenze finanziarie e creditizie e le tue capacità analitiche in un contesto sfidante e in cui poter avere un confronto quotidiano con il Top Management, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Capital Markets ISDA Advisory – Legal jr, Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Legal Advisory Capital Markets e Finanza Cartolare potrai supportare il team nella predisposizione e gestione della contrattualistica legata ai Capital Market e Investment Banking. Se ti interessano le tematiche normative dei mercati dei capitali e desideri utilizzare le tue conoscenze di nature legale in ambito di diritto internazionale, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Senior FTP and Balance Sheet Management Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo collaborerai con le banche estere all’ottimizzazione della struttura di Bilancio, alla gestione dei tassi di interesse e alle attività di copertura. Se desideri mettere a frutto le tue capacità analitiche in un contesto dinamico e internazionale, scopri come entrare a far parte della Divisione Banche Estere. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

COVID-19. Disposizioni per le colleghe in gravidanza o allattamento

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la news aziendale che aggiorna le misure anticovid. Come vi abbiamo dato notizia con la nostra comunicazione del 30 novembre 2021.

L’azienda, anche a seguito delle richieste avanzate dagli RLS, ha riconsiderato le sue decisioni in relazione al rientro in servizio dei lavoratori “fragili”, con particolare riferimento alla mamme in allattamento.

A modifica della precedente news sull’argomento dell’8 novembre u.s., la previsione di rientro in presenza per le colleghe in allattamento è posticipata dal 6 dicembre 2021 al 10 gennaio 2022.

 

 

VARIAZIONE DELLA PERCENTUALE DI CONTRIBUZIONE VOLONTARIA AI FONDI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

Dal 1° al 31 dicembre 2021 sarà disponibile l’applicativo per modificare la percentuale di contribuzione volontaria, che avrà decorrenza 1° gennaio 2022.

L’applicativo sarà disponibile per i colleghi iscritti a uno dei seguenti Fondi:
– Fondo Pensione a contribuzione definita del Gruppo Intesa Sanpaolo
– Fondo Pensioni Cariplo
 
Ecco il percorso per accedere all’applicativo tramite #People:
#People > Servizi Amministrativi > Richieste > Previdenza Complementare > “Variazione Percentuale contributo volontario a fondo pensione”
 
Una volta effettuata la variazione sarà possibile stampare una ricevuta da conservare.
Per annullare la variazione già inserita sarà necessario seguire il medesimo percorso e annullare la pratica.
Per modificare quanto già inserito, si dovrà procedere all’annullamento come sopra descritto e riproporre la variazione come desiderato.
 
Sono esclusi dalla compilazione online e dovranno quindi utilizzare i moduli cartacei. disponibili sui siti del Fondo di competenza, da inviare all’Amministrazione del Personale entro il 17 dicembre 2021:
– i colleghi lungo assenti
– gli iscritti provenienti dalla Cassa ex-IBI
– i colleghi che non hanno accesso a #People.

Per i colleghi iscritti ai Fondi Pensione ex-UBI (Fondo Pensione del Gruppo UBI Banca, Fondo Pensione UBI Fondo, Fondo Pensioni Banca delle Marche, Fondo Pensione Banca Popolare di Ancona, Fondo Pensione B.R.E. Banca)  restano valide le procedure di variazione della contribuzione attualmente in essere presso i Fondi stessi.

Per approfondire le questioni della Previdenza Complementare potete consultate la Guida alla PREVIDENZA COMPLEMENTARE e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Con l’occasione vogliamo anche attirare la vostra attenzione su una importante funzionalità del nostro nuovo sito: il Promemoria delle Scadenze sempre bene in vista in alto a destra di tutte le notizie. Ogni volta che riceverete una nostra news potrete verificare immediatamente quali sono le scadenze che si avvicinano e – cliccando su quelle di vostro eventuale interesse – consultare tutti gli specifici dettagli.

 

Nuova sezione in #People: Attività e incarichi extra-lavorativi

L’Azienda ha comunicato che a partire da oggi è operativa una nuova sezione in #People (all’interno di Servizi AmministrativiRichieste amministrative) per l’invio delle richieste di autorizzazione per lo svolgimento di attività e incarichi extra-lavorativi. Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la relativa news aziendale. 

#People, il portale delle persone di Intesa Sanpaolo, primo punto di riferimento per l’accesso ai servizi HR, si arricchisce di una nuova funzionalità a disposizione dei dipendenti di Intesa Sanpaolo e delle società del Gruppo con sede di lavoro in Italia.

A partire da oggi è operativa una nuova sezione in #People (all’interno di Servizi Amministrativi, Richieste amministrative) per l’invio delle richieste di autorizzazione per lo svolgimento di attività e incarichi extra-lavorativi.

Con l’occasione si ricorda infatti che, come previsto dalle attuali disposizioni normative (in particolare, il Codice Interno di Comportamento di Gruppo e il vigente CCNL di categoria), i colleghi che intendono svolgere un’attività extra-lavorativa o assumere un incarico in una società, amministrazione o ente sono tenuti a chiedere preventivamente autorizzazione all’Azienda che rilascerà specifico riscontro, tramite #People.

A partire dalla data odierna, non verranno più prese in considerazione le richieste/segnalazioni che arriveranno a mezzo mail alle competenti strutture di Gestione del Personale.

Vai alla sezione “Richiesta autorizzazione per attività e incarichi extra-lavorativi” su #People 

 

 

ASSEMBLEA DEI LAVORATORI FOL DI ROMA

In data 24 novembre 2021, dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15.00 alle 17:00, si sono tenute due assemblee sindacali della FOL di Roma che hanno visto la presenza di oltre 90 lavoratori.
A fronte dei vari interventi da parte dei partecipanti si sono evidenziati e sottolineati diversi punti, molti fra i quali ormai noti all’azienda, ma che in questa sede si è ritenuto doveroso e fondamentale ribadire.

Riteniamo necessario che nelle prossime trattative con l’Azienda si affrontino i problemi segnalati e si ricerchino le soluzioni per superare divisioni e trattamenti diversi.

Cliccare qui per scaricare e/o visualizzare la versione integrale del comunicato unitario

Flash sull’evoluzione in corso per la FOL

Oggi l’azienda ha illustrato l’evoluzione della Filiale Online che sarà attivata a partire da dicembre e operativa  da gennaio.

La riorganizzazione comporta la cessazione della struttura “Gestione Filiale Online” e la creazione della struttura “Area FOL”, composta da 6 Aree.

Le 6 Aree avranno un’articolazione territoriale differente rispetto alle DR e non riporteranno gerarchicamente alle strutture di DR.

Dalle Aree dipenderanno 30 Filiali On Line (Filiale Base) e 15 Filiali On Line Specializzate 

LOMBARDIA  -> 8  6 Fol Base + 2 Fol specializzate

NORD EST  -> 9   5 Fb + 4 FS

CENTRO  -> 7  5FB+ 2 FS

CAMPANIA E ISOLE -> 7 4 Fb+ 3 FS

ADRIATICA ->7 5fb+2 Fs

NORD OVEST E ER -> 7 5FB +2 FS

Le 30 FOL saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriali, e saranno composte mediamente da 50 GOL. L’attività sarà prevalentemente indirizzata all’assistenza inbound e alla gestione e sviluppo della clientela retail.

Le 15 FOL Specializzate, saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriale, e saranno composte mediamente da 30 GOL  exclusive. L’attività sarà indirizzata all’assistenza inboud oltre che alla gestione e sviluppo della clientela exclusive.   

Nella riorganizzazione i distaccamenti faranno riferimento ad una  specifica FOL e saranno generalmente costituiti da più di un gestore. 

Allo stato attuale non sono previste modifiche organizzative per i Gestori da remoto che rimangono a riporto delle strutture di DR.

ACCORDO USCITE VOLONTARIE ESODI E PENSIONAMENTI – LA CONSULENZA DELLA FISAC

Da oggi è disponibile la documentazione per poter aderire all’accordo di uscite volontarie recentemente sottoscritto.
L’adesione potrà essere effettuata dal portale #People>sezione Servizi Amministrativi> adesione Accordo per uscite
Le adesioni dovranno pervenire all’Azienda entro il prossimo 31 GENNAIO 2022.
Per le richieste di pensionamenti oltre agli incentivi previsti verrà riconosciuto un premio di tempestività in caso di adesione entro il 24 dicembre 2021.
La Fisac Cgil è disponibile per i conteggi dei requisiti pensionistici e di assegno esodo.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA:
1. Ecocert
2. estratto conto Inps recente (lo puoi recuperare facilmente tramite il sito www.inps.it digitando il tuo PIN)
3. ultima busta paga
4. copia documento identità e codice fiscale (da allegare in caso di sottoscrizione mandato assistenza tramite PATRONATO INCA o
per i colleghi di Bologna e provincia assistenza tramite fisactutele.bo@er.cgil.it)

Vi invitiamo a contattare i nostri sindacalisti sul territorio Area Emilia Est, i contatti sono reperibili sul nostro sito nella sezione Chi&Dove –> https://fisacgruppointesasanpaolo.it/chi-dove-cosa/direzione-regionale-emilia-romagna-marche/

VOLANTINO CON DETTAGLI –> Volantino esodo 16 nov

SIAMO STANCHI!

 

 

 

SIAMO STANCHI!

 

Ogni anno il 2 novembre, avrebbe detto il grande Totò…

Ogni anno, con l’approssimarsi della fine dello stesso, le pressioni commerciali perpetrate già durante tutti gli undici mesi precedenti, assumono le sembianze di vere e proprie torture, se non fisiche quantomeno psicologiche.

Ogni anno, di questi tempi, mancando poco al raggiungimento degli obiettivi commerciali, si rende ancora più difficile la vita alle lavoratrici e ai lavoratori. Le richieste divengono sempre più pressanti, continue, incessanti, martellanti. E si inseriscono in un contesto dove anche altri fattori contribuiscono a minare la salute mentale dei nostri colleghi. Infatti, in questo periodo bisogna smaltire le ferie residue, bisogna portare a termine quanti più corsi possibili, quindi gli organici delle filiali si riducono di unità e di efficienza, contribuendo ad offrire un pessimo servizio alla clientela, divenuta elemento sempre più marginale nella considerazione aziendale.

SIAMO STANCHI!

ACCORDO 16/11/2021 Gruppo ISP: ESODI E PENSIONAMENTI – LA CONSULENZA DELLA FISAC-CGIL PUGLIA BASILICATA MOLISE

In collaborazione con l’INCA-CGIL, assicuriamo i seguenti servizi:

 

  • ADESIONE AL FONDO ESUBERI 

    La FISAC/CGIL è in grado di fornirti tutte le informazioni e calcolare la finestra pensionistica e l’importo dell’assegno di esodo. Le adesioni dovranno pervenire all’Azienda entro il prossimo 31 GENNAIO 2022. Per avere il calcolo dell’assegno straordinario di esodo è sufficiente farci pervenire:–   Ecocert aggiornato (richiedibile, oltre che tramite sito INPS, dal Patronato CGIL a cui potrete rivolgervi anche con l’assistenza dei nostri referenti locali);
    –   due buste paga recenti.

    La richiesta è da inviare via mail a: fisacisppuglia@gmail.com, indicando in oggetto “ESODO TARDIVO”.

 

  • ADESIONE AL PENSIONAMENTO INCENTIVATO

La FISAC-CGIL è in grado di fornire tutte le informazioni e calcolare la finestra pensionistica. La richiesta va inoltrata via mail a: fisacisppuglia@gmail.com, allegando Ecocert/estratto conto contributivo (richiedibile, oltre che tramite sito INPS, dal Patronato CGIL a cui potrete rivolgervi anche con l’assistenza dei nostri referenti locali).

Le adesioni dovranno pervenire all’Azienda entro il prossimo 31 GENNAIO 2022; è previsto un premio di tempestività in caso di adesione entro il 24 dicembre 2021.

 

Per consentire a tutte e tutti di avere dei pronti riferimenti Fisac-CGIL nel Gruppo Intesa Sanpaolo, Vi riportiamo di seguito i nomi e i numeri di telefono dei Coordinatori RRSSAA per la Puglia, Basilicata e Molise:

DE LEO FRANCO             347 5605887

FIORINO EMANUELE     333 5885536

GIANNOTTI GIUSEPPE  335 1219561

LOPEZ ROSALIA              345 3651350

VERGARI ELISA                347 6875820

FISAC-CGIL Gruppo INTESA SANPAOLO

PUGLIA BASILICATA MOLISE

 

Trimestrale direzioni centrali Torino e Moncalieri: armiamoci e partite!

Il giorno 05 novembre abbiamo incontrato l’azienda per confrontarci sulla situazione attuale nelle strutture centrali di Torino e Moncalieri. Presenti per l’azienda Enzo Vozza (Relazioni Industriali), Andrea Barberis (Direzione del Personale), Riccardo Resi e Sergio Scovazzo (Direzione Immobili). L’incontro era da noi particolarmente atteso in particolare in vista dell’aumento delle presenze nelle sedi che l’azienda ha programmato come sapete a partire dal giorno 8 novembre scorso.

I colleghi della direzione immobili ci hanno aggiornato sulla situazione del cantiere attivo sulla sede di piazza San Carlo: nel mese di agosto sono state completate le demolizioni, che avevano comportato i maggiori disagi per i colleghi presenti nella sede. Il cantiere prosegue con la realizzazione dei nuovi allestimenti e il termine lavori è atteso intorno al mese di aprile 2022. È previsto il ripristino a fine lavori dei posti auto interno cortile.

Altro tema riguardante gli immobili è l’imminente avvio della sperimentazione del c.d. ‘Next Way of Working’, che riguarderà per ora i piani 22-23-24 del grattacielo, coinvolgendo i colleghi della Direzione del Personale e gli uffici di Direzione Banca dei Territori. Sono stati installati i locker per riporre gli effetti personali sulle cui dimensioni ridotte abbiamo espresso la nostra perplessità. La DSI sta inoltre lavorando sulla predisposizione delle postazioni di lavoro con le necessarie apparecchiature per poter collegare le diverse tipologie di personal computer che sono attualmente in dotazione. Non sono state date ulteriori informazioni riguardo la realizzazione di postazioni dedicate ad HUB aziendale e sulla destinazione delle zone per le diverse Direzioni interessate.

Tema principale dell’incontro è stato sicuramente quello dell’aumento dell’attività in presenza in sede, che comporta la revisione di alcune previsioni sinora in essere e su cui abbiamo discusso diversi aspetti che riguardano tutte le sedi o aspetti specifici dei singoli palazzi, sempre nell’ottica di garantire la fruibilità dei servizi in piena sicurezza per i dipendenti. L’azienda ha comunicato che sarebbe stata pubblicata a breve la versione aggiornata del manuale sulle misure di distanziamento e prevenzione, cosa poi avvenuta nella giornata del 9 novembre scorso. Abbiamo anche segnalato la necessità di aggiornare cartellonistica e segnalazioni per tutti gli ambienti, comprese sale riunioni e spazi comuni.

La nostra principale richiesta è stata quella di gestire questa fase di aumento dei rientri con la dovuta elasticità, evitando – anche con una opportuna campagna informativa sulle previsioni normative – che si creino situazioni di tensione a fronte di inopportune rigidità. I colleghi che da febbraio 2020 hanno lavorato massivamente da casa, spesso andando oltre il normale orario lavorativo, nonostante il lavoro straordinario non sia di norma retribuito in smart working, meritano di ricevere attenzione e comprensione in caso di problematiche sulle presenze e sulle rotazioni, garantendo sempre e comunque il regolare svolgimento delle attività nei vari uffici.

Riguardo ai lettori ottici di temperatura e green pass abbiamo richiesto che fossero aumentati i tornelli utilizzabili per l’ingresso: per il grattacielo tale aumento è in corso di valutazione; per Moncalieri sono stati sostituiti due lettori ottici malfunzionanti e si sta verificando la possibilità di aumentare il numero di varchi abilitati in ingresso.  A riguardo abbiamo segnalato il problema relativo ai colleghi disabili che utilizzano carrozzine, che per entrare devono essere assistiti sempre dal personale della portineria (NCD) o dal capo palazzo e dai suoi collaboratori (Polo Tecnologico), chiedendo di realizzare una soluzione che consenta l’accesso in autonomia. Per i tornelli esterni di Moncalieri posizionati vicino alla portineria abbiamo reiterato la richiesta già fatta a luglio di provvedere ad una copertura per la zona in cui il personale si mette in coda per passare il badge.

In base alle nuove previsioni sulla distanza minima di sicurezza nelle zone gialle e bianche, è stata aumentata la capienza degli ascensori del grattacielo a 5 persone per ascensore. 

Riguardo alle mense ci è stato comunicato l’aumento delle capienze, che passa da 85 a 127 posti per Moncalieri e da 80 a 130 per il grattacielo, dove si sta valutando la funzionalità dell’attuale impostazione dei percorsi entrata/uscita nell’ottica di evitare assembramenti. Abbiamo chiesto l’attivazione della seconda linea di servizio al grattacielo, quanto meno nei giorni centrali della settimana, anche con eventuale apertura ritardata e chiusura anticipata per mantenere la salubrità degli alimenti; abbiamo chiesto la stessa cosa per il Polo Tecnologico unitamente all’aumento del numero di addetti necessari per velocizzare sia il servizio sia l’igienizzazione dei posti a sedere.

Nel bar interno di Moncalieri sono stati ripristinati 6 posti a sedere e sono stati posizionati 3 tavolini alti per fruire delle consumazioni, liberando più celermente il bancone. Abbiamo richiesto un pieno ripristino delle forniture delle macchinette nelle aree ristoro ormai in stato di abbandono, segnalando che diversi colleghi lamentano crediti verso la società di gestione che non riescono a recuperare.

Per quanto riguarda la mobilità casa-lavoro: al grattacielo, oltre agli spazi già destinati al ricovero di bici pieghevoli e monopattini al piano -1, lato parcheggio aziendale verrà creato un accesso tramite badge alle rastrelliere già presenti; sono inoltre in arrivo nuove postazioni per le ricariche elettriche al piano -1. Al Polo Tecnologico è stata prevista una postazione di ricarica per veicoli elettrici aziendali, sulla base dei risultati del recente questionario sulla mobilità l’azienda valuterà la possibilità di installare posizioni simili anche per le auto dei dipendenti, abbiamo segnalato inoltre la necessità di provvedere alla potatura delle piante nel parcheggio esterno del Polo Tecnologico.

Abbiamo portato all’azienda la richiesta di aumentare le ore di presenza presso l’infermeria di Moncalieri, ora attiva giornalmente solo fino alle 10.30, anche in relazione ad alcuni interventi di ambulanze recentemente verificatesi e soprattutto per l’eventuale stato di ansia che alcuni lavoratori potrebbero avvertire a ritrovarsi in ambienti popolati dopo anni di lavoro da casa: l’azienda ha respinto la richiesta, sostenendo semplicemente che infermeria e primo soccorso sono due argomenti separati che non hanno relazione tra di loro.

Per quanto riguarda le informazioni sull’organico in servizio: nel corso del 2021 le uscite di colleghi per pensionamento o accesso al fondo è stato sino a d ora di 69 colleghi sul complesso delle Direzioni Centrali, mentre vi sono state 63 assunzioni di profili specialistici.

I part time attivati o rinnovati da inizio anno sono 70. È molto elevato invece il numero di domande di trasferimento attualmente in essere.

Non sono per il momento in previsione trasferimenti di attività in altre sedi o regioni.

Altra informativa che abbiamo ricevuto è quella sugli asili nido aziendali: al momento l’asilo presso il grattacielo è a piena capienza con 49 bimbi su 49 posti disponibili, con 14 bimbi in lista d’attesa; l’asilo al Polo Tecnologico invece è utilizzato da 38 bimbi sui 60 posti disponibili.

Per chiudere abbiamo affrontato il tema spinoso della nuova normativa sulle presenze-assenze: da aprile 2021 è in vigore la nuova procedura per cui le timbrature non sono più visibili al dipendente, tutto ciò purtroppo non è stato accompagnato da un adeguato supporto informativo e solo il 18 ottobre l’azienda ha finalmente pubblicato la normativa aggiornata con i manuali per la gestione delle presenze-assenze. Già questo fatto crea problemi notevoli a tutti i lavoratori, e abbiamo chiaramente detto alla delegazione aziendale che per noi non ci devono essere penalizzazioni per i lavoratori.

Oltretutto – e questo è bene saperlo – il dipendente non è più in grado di vedere le proprie timbrature, ma i Capi Ufficio hanno visibilità delle timbrature del personale a loro assegnato, mentre ovviamente non vedono le proprie. Nella visione aziendale, è affidata ai Capi Ufficio la responsabilità del presidio degli orari di ingresso/uscita dei propri collaboratori, mentre il dipendente con l’attuale sistema non può monitorarli, salvo annotarseli manualmente ogni giorno.

Stante la situazione abbiamo quindi richiesto che le timbrature effettuate ai tornelli delle sedi tornino ad essere nella disponibilità di tutti i dipendenti, per garantire la possibilità di monitorare il rispetto del proprio orario di lavoro e gli eventuali straordinari effettuati.

Clicca qui per leggere il Comunicato Unitario

 

 

Prossime Scadenze

dicembre 2021

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)

31dicalldayalldayFondo Pensioni A Contribuzione Definita Di Gruppo e Fondo Pensione Cariplo - Possibilità Di Variare La Propria Contribuzione

gennaio 2022

14genalldayalldayTermine Ultimo per Esercizio Opzione "Banca Ore"

febbraio 2022

28feballdayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Universitari - Conguaglio Primo Anno E Anni Successivi A.A. 2020/2021


Flash sull’evoluzione in corso per la FOL

Oggi l’azienda ha illustrato l’evoluzione della Filiale Online che sarà attivata a partire da dicembre e operativa  da gennaio.

La riorganizzazione comporta la cessazione della struttura “Gestione Filiale Online” e la creazione della struttura “Area FOL”, composta da 6 Aree.

Le 6 Aree avranno un’articolazione territoriale differente rispetto alle DR e non riporteranno gerarchicamente alle strutture di DR.

Dalle Aree dipenderanno 30 Filiali On Line (Filiale Base) e 15 Filiali On Line Specializzate 

LOMBARDIA  -> 8  6 Fol Base + 2 Fol specializzate

NORD EST  -> 9   5 Fb + 4 FS

CENTRO  -> 7  5FB+ 2 FS

CAMPANIA E ISOLE -> 7 4 Fb+ 3 FS

ADRIATICA ->7 5fb+2 Fs

NORD OVEST E ER -> 7 5FB +2 FS

Le 30 FOL saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriali, e saranno composte mediamente da 50 GOL. L’attività sarà prevalentemente indirizzata all’assistenza inbound e alla gestione e sviluppo della clientela retail.

Le 15 FOL Specializzate, saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriale, e saranno composte mediamente da 30 GOL  exclusive. L’attività sarà indirizzata all’assistenza inboud oltre che alla gestione e sviluppo della clientela exclusive.   

Nella riorganizzazione i distaccamenti faranno riferimento ad una  specifica FOL e saranno generalmente costituiti da più di un gestore. 

Allo stato attuale non sono previste modifiche organizzative per i Gestori da remoto che rimangono a riporto delle strutture di DR.


Lavoro misto: servono vere soluzioni gestionali

Si è svolto oggi l’incontro con l’azienda dedicato al Lavoro Misto. Durante l’incontro abbiamo esposto e argomentato le ragioni del nostro profondo dissenso rispetto alle assegnazioni proposte ai colleghi che hanno chiesto la trasformazione in Lavoro Dipendente a Full Time. Abbiamo ripreso le argomentazioni già esposte nel comunicato unitario del 5 ottobre a cui vi rimandiamo e abbiamo chiesto formalmente un ripensamento. L’azienda ha risposto che sta valutando le possibili alternative gestionali a quelle formulate in prima battuta. Verificheremo come questa decisione aziendale si sostanzierà concretamente.

L’incontro è stato anche l’occasione per tornare a chiedere all’azienda interventi correttivi sulla gestione del Lavoro Misto in quanto tale, che se presi in considerazione e attuati concretamente potrebbero contribuire a determinare un tasso di trasformazione inferiore a quello attualmente in corso, che supera il 55% (dei 73 colleghi già andati in “scadenza”, 42 ha chiesto la trasformazione a Tempo Pieno e 31 di continuare con il Lavoro Misto).

In particolare abbiamo chiesto:

  • Una rendicontazione degli emolumenti del lavoro autonomo più semplice e comprensibile.
  • L’eliminazione dell’addebito ai lavoratori misti dei “bonus” e “sconti” che l’azienda riconosce d’ufficio ai clienti, senza averli concordati con il Lavoratore misto. Se il lavoratore misto è un lavoratore autonomo deve poter decidere in autonomia se applicare e a chi, le politiche di sconto: altrimenti non è un lavoratore autonomo.
  • L’implementazione dei locali messi a disposizione dall’azienda per svolgere il lavoro di consulenza.
  • La possibilità di utilizzare il marchio aziendale per promuovere la propria attività sui propri canali promozionali.
  • La sottrazione del vaglio preventivo di Direttori di Area e di Filiale alla possibilità di contattare i Clienti che sono stati inseriti nelle liste per la “popolazione del portafoglio “B”
  • Maggiore formazione dei colleghi.

L’azienda ci ha anche comunicato che i prossimi inserimenti di Lavoratori Misti avverranno inizialmente in Filiali Retail, anche per favorire una maggiore e più diretta conoscenza del “mondo” della banca, e solo successivamente verranno ri-assegnati in Filali Exclusive.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi.

.

 


Aggiornamento Guide

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI, le novità riguardano la possibilità di iscrizione al FSI dei colleghi ISP/Ex UBI che non si sono mai iscritti al FSI/forme di assistenza sanitaria ex UBI.

Le informazioni sono disponibili nella guida prima dell’indice. Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

NUOVISSIMA E DETTAGLIATA GUIDA ALL’ACCORDO 16/11/2021 ESODI E PENSIONAMENTI

Abbiamo redatto la nuovissima GUIDA ESODI E PENSIONAMENTI GRUPPO ISP – ACCORDO 16/11/2021.

Nella nostra Guida trovi tutti i dettagli su:

  • perimetro, requisiti e limiti di adesione
  • modalità di redazione delle domande
  • gestione delle liste di priorità
  • condizioni economiche dell’assegno di esodo
  • normative applicabili durante il periodo di esodo
  • un’ampia sessione sulle vigenti normative previdenziali generali.

La nostra Guida è una mappa sicura, comprensibile e dettagliata per affrontare con consapevolezza una scelta molto importante della propria vita: se pensi di essere interessato all’uscita volontaria da ISP leggerla con attenzione è la scelta giusta.

Con l’occasione ti ricordiamo anche che  i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

 

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI in base le novità introdotte dall’Accordo 5/11/2021 con particolare riguardo l’istituzione di due nuove gestioni, la contibuzione, le prestazioni e la modalità d’ingresso nel FSI del colleghi ex Gruppo Ubi.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE DEFINITA ISP – APERTURA ADESIONE ON-LINE PER LE COPERTURE ASSICURATIVE

Si informa che, dal 1° ottobre al 29 ottobre compreso, sarà attiva – all’interno della propria Area Riservata, alla voce “Coperture Assicurative” – la procedura web di adesione alle prestazioni assicurative accessorie contro il rischio Premorienza o Premorienza ed Invalidità Permanente.

Durante questo periodo:

  • gli iscritti, che non hanno ancora aderito, potranno chiedere l’attivazione della prestazione assicurativa, con effetto dal 1/1/2022;
  • gli iscritti, già assicurati per l’anno 2021, potranno, sempre con effetto dal 1/1/2022, variare l’importo del capitale assicurato e/o la tipologia.

Gli iscritti già assicurati che, invece, non intendono variare la propria coperturanon sono chiamati ad alcuna incombenza ed il rinnovo avverrà tacitamente.

IMPORTANTE: La richiesta di variazione del capitale assicurato e/o della tipologia di copertura, una volta inserita in procedura, comporta l’automatica disdetta delle garanzie dell’anno precedente, SENZA POSSIBILITÀ DI RIPRISTINO, anche se la Compagnia non consentisse, sulla base dell’esame del Questionario Anamnestico (da presentarsi obbligatoriamente per le coperture oltre i € 250.000), la variazione richiesta, o nel caso l’Iscritto non accetti l’eventuale sovrappremio comunicato dalla Compagnia stessa.

Si evidenzia, inoltre, che la procedura web delle prestazioni accessorie non ha funzione di preventivo ed una volta confermato l’inserimento, la richiesta di attivazione è presa in carico con immediata disdetta di eventuali garanzie già in essere.

Per conoscere il premio corrispondente ai diversi massimali e tipologia di assicurazione, potete consultare la Guida alla Previdenza Complementare aggiornata dal  nostro Esperto Giampiero Reccagni. 

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Giampiero è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

 


Infografiche

Nuove prestazioni Fondo Sanitario: la nuovissima Infografica

Lo sai che dal 2022 ci sono nuove e migliori prestazioni garantite dal Fondo Sanitario ai colleghi e ai loro familiari?

E che è finalmente stata abolita la “quota differita” e dall’anno prossimo le prestazioni verranno liquidate subito per intero?

E che dal 2024 miglioreranno le prestazioni miglioreranno ulteriormente?

Adesso con la nostra nuovissima Infografica (scaricala qui) ti raccontiamo tutto su queste novità.

Se poi vuoi approfondire tutto quello che c’è da sapere sul “Pacchetto giovani”, consulta la nostra guida dedicata:

Guida al Fondo Sanitario Integrativo.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

La nuovissima Infografica sul “Pacchetto giovani”: contribuzione maggiorata, bonus prima casa e nascita figli

Avevi non più di 30 anni al momento della tua assunzione?

Lo sai che hai diritto a una contribuzione previdenziale aziendale maggiorata (per i primi cinque anni dall’assunzione), e a un bonus nel caso di acquisto prima casa oppure per la nascita dei figli (entro i dieci anni dall’assunzione)?

Adesso con la nostra nuovissima Infografica (scaricala qui) ti raccontiamo tutti su queste opportunità per i giovani colleghi.

Se poi vuoi approfondire tutto quello che c’è da sapere sul “Pacchetto giovani”, consulta la nostra guida dedicata:

Guida al Pacchetto giovani

.

La nuovissima Infografica sugli Infortuni

Qualche giorno fa la nostra esperta Anna Rita Messinese ha aggiornato la GUIDA INFORTUNI con particolare riferimento alle questioni Covid.

Ma le normative sugli infortuni sono molte e complesse. Sei sicuro di conoscerle tutte? Infortunio in itinere? Infortunio Extraprofessionale? Polizza per gli infortuni?

Per incominciare ad orientarti abbiamo predisposto una nuovissima infografica, che riassume le principali informazioni, Puoi scaricarla qui.

Poi, per approfondire, potete appunto consultare la nostra GUIDA INFORTUNI. Ovviamente tenendosi alla larga dagli infortuni… 🙂

 

 

 

 

 

 

.

.

 


Categorie

Categorie

Archivio Mensile

News Principali

UNA TRATTATIVA COMPLESSA E IN SALITA

E’ incominciata ieri e proseguita oggi la trattativa per il completamento dell’Armonizzazione delle normative UBI e ISP e per il contestuale rinnovo complessivo della Contrattazione di Secondo Livello del Gruppo Intesa Sanpaolo per il quadriennio 2022 – 2025.
Ricordiamo che nell’accordo di integrazione del 14 aprile u.s. si è stabilito che il confronto si sarebbe svolto entro fine anno su tutte le materie di contrattazione aziendale, valorizzandole per tutto il nuovo Gruppo ISP, anche completando o integrando quelle eventualmente già affrontate, in particolare:
▪ Assistenza sanitaria integrativa (accordo già sottoscritto il 5 novembre 2021)
▪ Previdenza complementare
▪ Buono pasto
▪ Borse di studio ex UBI e permessi di studio
▪ Contributo monoreddito ex UBI
▪ Mobilità territoriale e professionale
▪ Ruoli e percorsi di sviluppo professionale
▪ Permessi retribuiti
▪ Indennità di turno
▪ Condizioni agevolate

L’Azienda in data odierna ha presentato le sue proposte in merito a:
❖ Previdenza complementare
❖ Conciliazione tempi di vita e di lavoro (permessi retribuiti, Banca del Tempo, Sospensione Volontaria di attività, ecc…)
❖ Mobilità territoriale e professionale
❖ Ruoli e percorsi di sviluppo professionale
❖ Borse di studio ex UBI
❖ Condizioni agevolate

Riteniamo che quanto presentato oggi sia lontano dalle giuste aspettative dei colleghi rappresentate dalle Organizzazioni Sindacali. Pertanto, se l’azienda non rivedrà le sue posizioni, si determineranno ricadute sull’andamento della trattativa in corso.

Il confronto riprenderà lunedì e, come sempre, vi terremo aggiornati.

qui il documento in pdf

.

Lettera degli RLS all’azienda su rientri e distanziamenti

Al Datore di lavoro di Intesa Sanpaolo S.p.A.
Dr. Fabio Rastrelli

Al R.S.P.P. di Intesa Sanpaolo S.p.A.
Arch. Dario Russignaga

Al Medico Coordinatore
Intesa Sanpaolo Dott. Maurizio Coggiola

Oggetto: ancora su rientri e distanziamenti

Nel corso della precedente riunione, abbiamo – fra le altre – ascoltato, con vivo interesse, le argomentazioni esposte da parte della Medicina del lavoro, che hanno sottolineato l’avvio nuovamente di un periodo critico sul fronte pandemico, e la contestuale necessità di porre ancora molta attenzione e non “abbassare la guardia”.
Concordando pienamente con quanto esposto, cogliamo nuovamente l’occasione per ribadire quanto già contenuto nelle nostre precedenti e affermato più volte nel corso degli incontri di consultazione, ribadendo la nostra netta contrarietà:
• All’innalzamento della quota minima di presenza, di fatto raddoppiata, che è passata dal 20 al 40%, in una fase di crescita dei contagi, dei ricoveri, delle terapie intensive e non da ultimo all’alba dell’entrata in vigore di nuovi provvedimenti restrittivi da parte delle Autorità governative. In tale ambito, giova notare – come già espresso – che stiamo assistendo ad improvvide, intempestive e imprudenti manovre tese a sollecitare un incremento dei rientri, da parte di strutture (o dei loro responsabili pro-tempore) diffidando dall’intraprendere iniziative incoerenti e difformi anche dalle più elementari forme di prudenza e cautela.
• Alla riduzione del distanziamento minimo, per il quale, a fronte delle ragioni sopraesposte chiediamo il ripristino a 200 cm;
• Alla abolizione del tetto massimo di presenze che chiediamo di ripristinare nelle percentuali cautelative già in vigore precedentemente (MINIMO 20%, MASSIMO 50%);
Si sottolinea in particolare l’esigenza di cautelare tutto il personale che assista, anche soggetti fragili non conviventi e/o che debba effettuare percorsi di trasferimento utilizzando mezzi pubblici che espongono al rischio contagio “in itinere”.
Per quanto riguarda la rete commerciale, a partire dalle filiali retail – dove assistiamo ad ambienti di lavoro sovraffollati, complici anche i numerosi accorpamenti di filiali già fatti, in corso di realizzazione, così come anticipato in altre istanze, chiediamo che:
1. Si utilizzi in misura maggiore lo smart working emergenziale, per continuare a tenere sotto controllo le presenze;
2. Che non vengano utilizzati i Meeter Greeter, dei quali già da tempo abbiamo chiesto lo smantellamento in quanto non a norma riguardo l’ergonomia;
3. Che si rispetti nelle Filiali oggetto di cantieri, ma aperte, la prevista percentuale di presenze di un cliente massimo per ogni dipendente presente sul posto di
lavoro: ci risulta infatti che tale importantissima cautela, pur assunta dall’Azienda, non sia, di fatto, né conosciuta né applicata nei territori;
4. Che non sia consentito l’accesso ai luoghi di lavoro ai clienti ed ai terzi che si presentino non dotati di mascherina chirurgica o FFP2 o superiore, salvo non accettino di indossarne una fornita dalla banca stessa: constatiamo infatti che molti continuano ad usare mascherine di comunità in tessuto, che riteniamo inadatte a garantire sufficienti standard di sicurezza, conformemente al parere fornito dal Coordinatore dei Medici competenti aziendali pochi giorni fa;
5. Sia messa in campo una forte sensibilizzazione, indirizzata sia ai preposti sia ai lavoratori, affinché vengano sempre esposti – e tenuti aggiornati a cura dei Poli Immobiliari – i cartelli di massima capienza delle unità produttive, nonché tutta la cartellonistica emergenziale in vigore; in proposito, lamentiamo il fatto che ancora non siano stati stampati gli ottimi avvisi in formato A3 e in arancione che ci avevate proposto ormai molto tempo fa (la loro versione b/n in formato A4 è decisamente poco visibile e poco diffusa);
6. Vengano utilizzate correttamente le uscite per regolare il flusso della clientela che troppo spesso, non rispettando le regole, oltre a superare il limite massimo all’interno delle unità produttive a causa della grande difficoltà nella gestione delle porte di ingresso (si aprono contestualmente e nessuno può davvero disciplinare le entrate e le uscite) crea pericolosi assembramenti nei luoghi di lavoro;
7. Si offra al personale la possibilità di ridurre l’orario della pausa pranzo per meglio agevolare i rientri al domicilio, al fine di ridurre i rischi di contagio nel tragitto casa lavoro potendo optare per orari in cui i mezzi pubblici siano meno affollati.
8. Si provveda per tempo ad implementare il numero degli steward, in considerazione del probabile maggiore afflusso di clientela in concomitanza con le scadenze fiscali e le festività del mese di dicembre
Gli scriventi RLS, infine, richiamano ancora una volta il Datore di Lavoro alla necessità del pieno rispetto dei principi previsti dal D.Lgs 81/08, anche alla luce della direttiva europea quadro n. 391/89. In particolare, i RLS insistono sul programma di miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza che il datore di lavoro deve costantemente garantire. Da tempo, ad esempio, sollecitiamo una riflessione sul ricorso agli “open space”. Anche uno studio del Parlamento europeo del novembre dello scorso anno lo ha ritenuto un modello di lavoro che consente alle malattie di diffondersi più rapidamente. Crediamo sia urgente ripensare gli spazi riprogettando gli uffici in spazi ben divisi che consentano la parcellizzazione del rischio e con luoghi di condivisione costruiti alla luce delle norme sul distanziamento. Migliorare per tempo i livelli di sicurezza significa, ne siamo convinti, anticipare i rischi possibili per minimizzarne gli effetti.

Milano, 3/12/2021

Gli RLS firmatari di Gruppo Intesa Sanpaolo

qui la lettera in pdf

Elezioni RLS: il 3 dicembre ultimo giorno utile.

Solo fino a domani 3 dicembre è possibile votare per eleggere i Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza delle società del Gruppo Intesa Sanpaolo con CCNL Credito.

La votazione si effettua in modalità elettronica e tutti i colleghi con diritto di voto riceveranno una mail con le istruzioni per procedere alla votazione.

Per accedere al sito delle votazioni clicca qui.

In caso di smarrimento della mail con le credenziali clicca qui.

Per i lavoratori “lungo assenti” il voto sarà espresso con modalità cartacea, gli interessati dovrebbero aver già ricevuto per posta il kit cartaceo con le istruzioni per poterlo esprimere.

Il Comitato Elettorale è contattabile con la seguente modalità: comitatoelettoralerls@intesasanpaolo.com.

Per ciascun ambito territoriale è stata presentata una lista unitaria: vi invitiamo a votare per tutti i Candidati FISAC di ciascun ambito.

Qui di seguito trovate i nostri candidati, suddivisi per ambito territoriale. Cliccando sui nominativi in rosso troverete anche una breve scheda in cui ciascun candidato si presenta.

Ambito Candidati Fisac
Basilicata, Puglia e Molise Camillo Mauro (titolare)
Del Buono Maria Giuseppina (supplente)
Campania, Calabria e Sicilia Ferrigno Stanislao (titolare)
Palma Daniela (supplente)
Giuffrè Alessia (titolare)
Carambia Vito (supplente)
Emilia-Romagna e Marche Mercatelli Gianluca (titolare)
Ciccacci Claudio (supplente)
Tronconi Antonio (titolare)
Aportone Giuseppina (supplente)
Lazio e Abruzzo Convertino Angelo (titolare)
Carcani Ilaria (supplente)
Di Lauro Roberto (titolare)
Biello Silvia (supplente)
Lombardia Nord Cantini Maurizio (titolare)
Papa Paolo (supplente)
Lombardia Sud Saporita Vincenzo (titolare)
Mantovani Alessandro (supplente)
Milano e Provincia Caruana Francesco (titolare)
Ballardini Dario (supplente)
Messinese Anna Rita (titolare)
Vanotti Emanuele (supplente)
Petrosillo Antonella (titolare)
Casali Riccardo (supplente)
Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna Alderucci Salvatore – Torino (titolare)
Piazzano Ondina – Chivasso (supplente)
Carta Paolo (titolare)
Baldino Gavino (supplente)
Vitalini Massimo (titolare)
Calloni Raffaella (supplente)
Piemonte Sud e Liguria Archetti Andrea (titolare)
Franco Arianna (supplente)
Toscana e Umbria Marcantoni Federico (titolare)
Alunno Rufini Stefania (supplente)
Veneto Est e FVG Mazzega Seth (titolare)
Cima Elisa (supplente)
Veneto Ovest e TAA Spezia Gian Marco (titolare)
Nicoli Barbara (supplente)

.

 

.

 

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI, le novità riguardano la possibilità di iscrizione al FSI dei colleghi ISP/Ex UBI che non si sono mai iscritti al FSI/forme di assistenza sanitaria ex UBI.

Le informazioni sono disponibili nella guida prima dell’indice. Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

News dalla Intranet

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 17 dicembre 2021 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Divisioni IMI Corporate & Investment Banking e International Subsidiary Banks stanno cercando nuovi colleghi.  

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Business Analyst/Associate per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Structured Finance – Energy & Industry Specialised Lending potrai supportare il team nella gestione di progetti di finanza strutturata per i clienti della Divisione. Se hai passione per settori industriali quali energia, telecom e infrastrutture oltre che per le tematiche finanziarie e desideri mettere in pratica le tue capacità analitiche all’interno di un contesto dinamico e internazionale, potresti essere la persona giusta per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

Business Analyst per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Global Corporate avrai modo di supportare i GRM nelle attività di origination di nuove linee di business con i clienti dell’Industry Retail & Luxury, così come sulla parte internazionale. Se desideri poter utilizzare le tue conoscenze finanziarie e creditizie e le tue capacità analitiche in un contesto sfidante e in cui poter avere un confronto quotidiano con il Top Management, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Capital Markets ISDA Advisory – Legal jr, Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Legal Advisory Capital Markets e Finanza Cartolare potrai supportare il team nella predisposizione e gestione della contrattualistica legata ai Capital Market e Investment Banking. Se ti interessano le tematiche normative dei mercati dei capitali e desideri utilizzare le tue conoscenze di nature legale in ambito di diritto internazionale, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Senior FTP and Balance Sheet Management Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo collaborerai con le banche estere all’ottimizzazione della struttura di Bilancio, alla gestione dei tassi di interesse e alle attività di copertura. Se desideri mettere a frutto le tue capacità analitiche in un contesto dinamico e internazionale, scopri come entrare a far parte della Divisione Banche Estere. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

VARIAZIONE DELLA PERCENTUALE DI CONTRIBUZIONE VOLONTARIA AI FONDI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

Dal 1° al 31 dicembre 2021 sarà disponibile l’applicativo per modificare la percentuale di contribuzione volontaria, che avrà decorrenza 1° gennaio 2022.

L’applicativo sarà disponibile per i colleghi iscritti a uno dei seguenti Fondi:
– Fondo Pensione a contribuzione definita del Gruppo Intesa Sanpaolo
– Fondo Pensioni Cariplo
 
Ecco il percorso per accedere all’applicativo tramite #People:
#People > Servizi Amministrativi > Richieste > Previdenza Complementare > “Variazione Percentuale contributo volontario a fondo pensione”
 
Una volta effettuata la variazione sarà possibile stampare una ricevuta da conservare.
Per annullare la variazione già inserita sarà necessario seguire il medesimo percorso e annullare la pratica.
Per modificare quanto già inserito, si dovrà procedere all’annullamento come sopra descritto e riproporre la variazione come desiderato.
 
Sono esclusi dalla compilazione online e dovranno quindi utilizzare i moduli cartacei. disponibili sui siti del Fondo di competenza, da inviare all’Amministrazione del Personale entro il 17 dicembre 2021:
– i colleghi lungo assenti
– gli iscritti provenienti dalla Cassa ex-IBI
– i colleghi che non hanno accesso a #People.

Per i colleghi iscritti ai Fondi Pensione ex-UBI (Fondo Pensione del Gruppo UBI Banca, Fondo Pensione UBI Fondo, Fondo Pensioni Banca delle Marche, Fondo Pensione Banca Popolare di Ancona, Fondo Pensione B.R.E. Banca)  restano valide le procedure di variazione della contribuzione attualmente in essere presso i Fondi stessi.

Per approfondire le questioni della Previdenza Complementare potete consultate la Guida alla PREVIDENZA COMPLEMENTARE e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Con l’occasione vogliamo anche attirare la vostra attenzione su una importante funzionalità del nostro nuovo sito: il Promemoria delle Scadenze sempre bene in vista in alto a destra di tutte le notizie. Ogni volta che riceverete una nostra news potrete verificare immediatamente quali sono le scadenze che si avvicinano e – cliccando su quelle di vostro eventuale interesse – consultare tutti gli specifici dettagli.

 

News dai Territori

ASSEMBLEA DEI LAVORATORI FOL DI ROMA

In data 24 novembre 2021, dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 15.00 alle 17:00, si sono tenute due assemblee sindacali della FOL di Roma che hanno visto la presenza di oltre 90 lavoratori.
A fronte dei vari interventi da parte dei partecipanti si sono evidenziati e sottolineati diversi punti, molti fra i quali ormai noti all’azienda, ma che in questa sede si è ritenuto doveroso e fondamentale ribadire.

Riteniamo necessario che nelle prossime trattative con l’Azienda si affrontino i problemi segnalati e si ricerchino le soluzioni per superare divisioni e trattamenti diversi.

Cliccare qui per scaricare e/o visualizzare la versione integrale del comunicato unitario

ACCORDO USCITE VOLONTARIE ESODI E PENSIONAMENTI – LA CONSULENZA DELLA FISAC

Da oggi è disponibile la documentazione per poter aderire all’accordo di uscite volontarie recentemente sottoscritto.
L’adesione potrà essere effettuata dal portale #People>sezione Servizi Amministrativi> adesione Accordo per uscite
Le adesioni dovranno pervenire all’Azienda entro il prossimo 31 GENNAIO 2022.
Per le richieste di pensionamenti oltre agli incentivi previsti verrà riconosciuto un premio di tempestività in caso di adesione entro il 24 dicembre 2021.
La Fisac Cgil è disponibile per i conteggi dei requisiti pensionistici e di assegno esodo.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA:
1. Ecocert
2. estratto conto Inps recente (lo puoi recuperare facilmente tramite il sito www.inps.it digitando il tuo PIN)
3. ultima busta paga
4. copia documento identità e codice fiscale (da allegare in caso di sottoscrizione mandato assistenza tramite PATRONATO INCA o
per i colleghi di Bologna e provincia assistenza tramite fisactutele.bo@er.cgil.it)

Vi invitiamo a contattare i nostri sindacalisti sul territorio Area Emilia Est, i contatti sono reperibili sul nostro sito nella sezione Chi&Dove –> https://fisacgruppointesasanpaolo.it/chi-dove-cosa/direzione-regionale-emilia-romagna-marche/

VOLANTINO CON DETTAGLI –> Volantino esodo 16 nov

Prossime Scadenze

dicembre 2021

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)

31dicalldayalldayFondo Pensioni A Contribuzione Definita Di Gruppo e Fondo Pensione Cariplo - Possibilità Di Variare La Propria Contribuzione

gennaio 2022

14genalldayalldayTermine Ultimo per Esercizio Opzione "Banca Ore"

febbraio 2022

28feballdayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Universitari - Conguaglio Primo Anno E Anni Successivi A.A. 2020/2021

Flash sull’evoluzione in corso per la FOL

Oggi l’azienda ha illustrato l’evoluzione della Filiale Online che sarà attivata a partire da dicembre e operativa  da gennaio.

La riorganizzazione comporta la cessazione della struttura “Gestione Filiale Online” e la creazione della struttura “Area FOL”, composta da 6 Aree.

Le 6 Aree avranno un’articolazione territoriale differente rispetto alle DR e non riporteranno gerarchicamente alle strutture di DR.

Dalle Aree dipenderanno 30 Filiali On Line (Filiale Base) e 15 Filiali On Line Specializzate 

LOMBARDIA  -> 8  6 Fol Base + 2 Fol specializzate

NORD EST  -> 9   5 Fb + 4 FS

CENTRO  -> 7  5FB+ 2 FS

CAMPANIA E ISOLE -> 7 4 Fb+ 3 FS

ADRIATICA ->7 5fb+2 Fs

NORD OVEST E ER -> 7 5FB +2 FS

Le 30 FOL saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriali, e saranno composte mediamente da 50 GOL. L’attività sarà prevalentemente indirizzata all’assistenza inbound e alla gestione e sviluppo della clientela retail.

Le 15 FOL Specializzate, saranno distribuite sul territorio nazionale, mantenendo l’attuale allocazione territoriale, e saranno composte mediamente da 30 GOL  exclusive. L’attività sarà indirizzata all’assistenza inboud oltre che alla gestione e sviluppo della clientela exclusive.   

Nella riorganizzazione i distaccamenti faranno riferimento ad una  specifica FOL e saranno generalmente costituiti da più di un gestore. 

Allo stato attuale non sono previste modifiche organizzative per i Gestori da remoto che rimangono a riporto delle strutture di DR.

Lavoro misto: servono vere soluzioni gestionali

Si è svolto oggi l’incontro con l’azienda dedicato al Lavoro Misto. Durante l’incontro abbiamo esposto e argomentato le ragioni del nostro profondo dissenso rispetto alle assegnazioni proposte ai colleghi che hanno chiesto la trasformazione in Lavoro Dipendente a Full Time. Abbiamo ripreso le argomentazioni già esposte nel comunicato unitario del 5 ottobre a cui vi rimandiamo e abbiamo chiesto formalmente un ripensamento. L’azienda ha risposto che sta valutando le possibili alternative gestionali a quelle formulate in prima battuta. Verificheremo come questa decisione aziendale si sostanzierà concretamente.

L’incontro è stato anche l’occasione per tornare a chiedere all’azienda interventi correttivi sulla gestione del Lavoro Misto in quanto tale, che se presi in considerazione e attuati concretamente potrebbero contribuire a determinare un tasso di trasformazione inferiore a quello attualmente in corso, che supera il 55% (dei 73 colleghi già andati in “scadenza”, 42 ha chiesto la trasformazione a Tempo Pieno e 31 di continuare con il Lavoro Misto).

In particolare abbiamo chiesto:

  • Una rendicontazione degli emolumenti del lavoro autonomo più semplice e comprensibile.
  • L’eliminazione dell’addebito ai lavoratori misti dei “bonus” e “sconti” che l’azienda riconosce d’ufficio ai clienti, senza averli concordati con il Lavoratore misto. Se il lavoratore misto è un lavoratore autonomo deve poter decidere in autonomia se applicare e a chi, le politiche di sconto: altrimenti non è un lavoratore autonomo.
  • L’implementazione dei locali messi a disposizione dall’azienda per svolgere il lavoro di consulenza.
  • La possibilità di utilizzare il marchio aziendale per promuovere la propria attività sui propri canali promozionali.
  • La sottrazione del vaglio preventivo di Direttori di Area e di Filiale alla possibilità di contattare i Clienti che sono stati inseriti nelle liste per la “popolazione del portafoglio “B”
  • Maggiore formazione dei colleghi.

L’azienda ci ha anche comunicato che i prossimi inserimenti di Lavoratori Misti avverranno inizialmente in Filiali Retail, anche per favorire una maggiore e più diretta conoscenza del “mondo” della banca, e solo successivamente verranno ri-assegnati in Filali Exclusive.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi.

.

 

Aggiornamento Guide

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI, le novità riguardano la possibilità di iscrizione al FSI dei colleghi ISP/Ex UBI che non si sono mai iscritti al FSI/forme di assistenza sanitaria ex UBI.

Le informazioni sono disponibili nella guida prima dell’indice. Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

NUOVISSIMA E DETTAGLIATA GUIDA ALL’ACCORDO 16/11/2021 ESODI E PENSIONAMENTI

Abbiamo redatto la nuovissima GUIDA ESODI E PENSIONAMENTI GRUPPO ISP – ACCORDO 16/11/2021.

Nella nostra Guida trovi tutti i dettagli su:

  • perimetro, requisiti e limiti di adesione
  • modalità di redazione delle domande
  • gestione delle liste di priorità
  • condizioni economiche dell’assegno di esodo
  • normative applicabili durante il periodo di esodo
  • un’ampia sessione sulle vigenti normative previdenziali generali.

La nostra Guida è una mappa sicura, comprensibile e dettagliata per affrontare con consapevolezza una scelta molto importante della propria vita: se pensi di essere interessato all’uscita volontaria da ISP leggerla con attenzione è la scelta giusta.

Con l’occasione ti ricordiamo anche che  i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

 

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI in base le novità introdotte dall’Accordo 5/11/2021 con particolare riguardo l’istituzione di due nuove gestioni, la contibuzione, le prestazioni e la modalità d’ingresso nel FSI del colleghi ex Gruppo Ubi.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Infografiche

Nuove prestazioni Fondo Sanitario: la nuovissima Infografica

Lo sai che dal 2022 ci sono nuove e migliori prestazioni garantite dal Fondo Sanitario ai colleghi e ai loro familiari?

E che è finalmente stata abolita la “quota differita” e dall’anno prossimo le prestazioni verranno liquidate subito per intero?

E che dal 2024 miglioreranno le prestazioni miglioreranno ulteriormente?

Adesso con la nostra nuovissima Infografica (scaricala qui) ti raccontiamo tutto su queste novità.

Se poi vuoi approfondire tutto quello che c’è da sapere sul “Pacchetto giovani”, consulta la nostra guida dedicata:

Guida al Fondo Sanitario Integrativo.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

La nuovissima Infografica sul “Pacchetto giovani”: contribuzione maggiorata, bonus prima casa e nascita figli

Avevi non più di 30 anni al momento della tua assunzione?

Lo sai che hai diritto a una contribuzione previdenziale aziendale maggiorata (per i primi cinque anni dall’assunzione), e a un bonus nel caso di acquisto prima casa oppure per la nascita dei figli (entro i dieci anni dall’assunzione)?

Adesso con la nostra nuovissima Infografica (scaricala qui) ti raccontiamo tutti su queste opportunità per i giovani colleghi.

Se poi vuoi approfondire tutto quello che c’è da sapere sul “Pacchetto giovani”, consulta la nostra guida dedicata:

Guida al Pacchetto giovani

.

Ricerca

Ricerca per Categoria

Ricerca per Mese

X