FLASH NEWS DALL’INCONTRO DEL 23 SETTEMBRE

Di seguito gli aggiornamenti odierni relativi alla precedente news.

DA LUNEDI’ SARA’ DISPONIBILE IL PRESTITO LECOIP 3.0

L’Azienda ha confermato che lunedì saranno emanante le disposizioni normative e la procedura per poter procedere alla richiesta del Prestito Lecoip 3.0.

TEST ISY BANK

L’Azienda ha chiarito che il coinvolgimento dei colleghi è finalizzato esclusivamente all’attività di test per il rilascio delle nuove procedure.
Per la Rete saranno individuati circa 4 colleghi per ogni Direzione Regionale.
Eventuali manifestazioni di interesse potranno essere segnalate alla struttura del personale di riferimento.

ALLUVIONE MARCHE, LE INIZIATIVE A SOSTEGNO

L’Azienda ci ha comunicato che sono sinora pervenute 7 richieste Banca del tempo che sono state esaminate e a cui si sta dando corso.
Sono in fase di definizione da parte di BdT delle iniziative di carattere economico a favore della clientela privati: si tratta di prestiti personali e mutui a condizioni scontate che si aggiungono a quelli della sospensione delle rate.
Per le Colleghe e i Colleghi sarà attivata un’ulteriore linea di credito, aggiuntiva alle condizioni agevolate già disponibili, che prevede le condizioni “Prestito amico” per danni intervenuti derivanti dall’ alluvione.
La ONLUS valuterà l’intervento a favore delle specifiche necessità individuali che perverranno.
Non è possibile invece, alla luce della situazione attuale, attivare particolari iniziative di volontariato a supporto ma rimane nella disponibilità dei singoli colleghi richiedere le ore di banca del tempo per partecipare a iniziative di volontariato già in corso sui territori colpiti.

 

EMERGENZA ALLUVIONE MARCHE

A seguito della grave situazione conseguente all’alluvione che ha duramente colpito le Marche abbiamo chiesto un intervento urgente a sostegno delle nostre Colleghe e Colleghi e dei territori fortemente interessati.

Queste le nostre richieste:

  • riconoscere in via prioritaria la fruizione dei permessi “Banca del Tempo” per esigenze personali riconducibili all’evento;
  • una dotazione di “Banca del Tempo” per iniziative di volontariato a supporto delle zone e delle persone coinvolte;
  • attivare sostegni finanziari a favore dei colleghi interessati, anche con il supporto della Onlus di Gruppo;
  • una forte riduzione delle “iniziative commerciali”.

L’Azienda si è dichiarata sensibile alle nostre richieste e si è riservata di rappresentarci eventuali iniziative.

Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza ai Colleghi, alle loro famiglie e alle popolazioni colpite.

 

Milano, 21 settembre 2022

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

FABI-FIRST/CISL-FISAC/CGIL-UILCA-UNISIN

 

COLLEGHE E COLLEGHI PROVENIENTI DALL’EX GRUPPO UBI – OGGI VI RICORDIAMO CHE…

Gli accordi sindacali sottoscritti al termine delle trattative per l’integrazione dell’ex Gruppo UBI in ISP e per il rinnovo della contrattazione di secondo livello, hanno definito un impianto normativo uniforme per tutto il personale del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Ad oggi permangono tuttavia (sia pure per un periodo limitato) alcune particolarità riferite alle colleghe e ai colleghi di provenienza UBI, alle quali sono correlate talune scadenze che riteniamo opportuno ricordare in questa nota.

Nel documento in pdf trovate tutti i dettagli rispetto il Conto Welfare UBI e Borse di Studio.

 

FLASH NEWS DALL’INCONTRO ODIERNO

PRESTITO LECOIP A BREVE SARA’ RICHIEDIBILE

L’Azienda ci ha comunicato a seguito del completamento dei test relativi all’attivazione Prestito Lecoip indicativamente a partire dalla prossima settimana sarà attivato il PRESTITO LECOIP.

RIPOSIZIONAMENTO ORGANIZZATIVO ATTIVITA’ DSI E OPERATION

In ambito DSI e OPERATION a partire da ottobre sono previste alcune modifiche organizzative e ridenominazione di alcuni uffici con conseguente ricollocazione delle attività e delle persone in invarianza di attività.

ISY BANK PARTONO I TEST SU APP E INTERNET BANKING

L’azienda ci ha informati che nella prima settimana di ottobre partiranno gradualmente le attività di test per ISYBANK che si concluderanno indicativamente entro la metà di aprile 2023, con dei picchi di attività stimati nei periodi tra fine novembre, la metà di dicembre e la seconda parte del mese di gennaio.
Saranno coinvolti circa 200 colleghi appartenenti a diverse strutture di strutture di Governance e Bdt e, una volta individuati, verranno coinvolti progressivamente dell’attività di test.

Per Bdt è previsto il coinvolgimento di circa 100 persone:

  • 50 Rete
  • 10-12 Banca 5
  • 20 Filiale Digitale
  • 20 Strutture centrali Bdt ( marketing prodotti ,pricing, controllo di gestione)

Per le strutture di Governace altre 100 persone:

  • 40 Contabilità, Tesoreria fiscale Controllo gestione, Vigilanza di Bilancio
  • 20 Direzione Operation
  • 20 Anti finacial Crime
  • 10 Crediti
  • 10 Risk

SPERIMENTAZIONE IN BDT SULLA REGISTRAZIONE TELEFONATE OAD DA CELLULARE

Al fine di dare attuazione alle prescrizione normative di IVASS e CONSOB a partire dal mese di ottobre e sino a fine gennaio verrà attivata una nuova sperimentazione che coinvolgerà 22 filiali.
L’intenzione è di sperimentare anche in Bdt una tecnologia già in uso nella Divisione Private Banking che consente di registrare un’ offerta a distanza per il tramite del cellulare.
L’adesione al pilota è volontaria; i Colleghi coinvolti riceveranno al riguardo indicazioni specifiche e preventive alla partenza del pilota da parte di Compliance e del Personale.
Al termine del pilota ai colleghi verrà richiesto di compilare una survey alfine di analizzare tutti gli aspetti relativi alla messa a punto di questa nuova modalità.
Sono previste anche nella fase pilota tutte le tutele dell’accordo di Gruppo in vigore.

La Delegazione di Gruppo

ASSENZA DELLA NOSTRA ESPERTA CLAUDIA STOPPATO (17 settembre – 2 ottobre)

Vi comunichiamo che Claudia Stoppato, redattrice ed esperta delle Guide:

sarà assente dal 17 settembre al 2 ottobre compresiEsclusivamente per questioni estremamente urgenti o gravi, potete nel frattempo scrivere alla casella consulenzegisp@fisac.net 

Vi ricordiamo comunque che – come sempre – i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per tutte le vostre questioni.

.

SÌ ALLO SMART WORKING, PER TUTTI E CON LE GIUSTE TUTELE

Ieri e oggi sono continuati gli incontri di trattativa relativa all’evoluzione dell’organizzazione del lavoro secondo le linee del Piano Industriale 2022/2025. In particolare ci siamo concentrati sullo Smart Working.

Abbiamo dovuto rilevare come la banca, pur continuando a dichiararsi favorevole a un ricorso estensivo allo Smart Working, in realtà intenda applicarlo unicamente quale strumento per la soluzione delle proprie esigenze organizzative, di flessibilità e di riduzione dei costi, lasciando una discrezionalità a sue mani che non garantirebbe un principio di equilibrio.

Infatti l’azienda, ad oggi, si è dichiarata indisponibile su queste nostre richieste:

  • garantire una fruizione concreta e non simbolica dello Smart Working per tutti, inclusi i colleghi della Rete filiali;
  • individuare strumenti tecnici che permettano una reale disconnessione al termine del proprio orario di lavoro;
  • l’erogazione piena del buono pasto per tutte le giornate lavorate in Smart Working;
  • riconoscimento di indennizzi per le spese energetiche e di connessione, oltre ad un contributo per l’allestimento della postazione di lavoro.

Peraltro non è ancora stato completamente chiarito quali saranno le modalità per garantire ai colleghi l’effettivo rientro sul proprio posto di lavoro al termine dei periodi di SW, né le reali intenzioni dell’azienda rispetto al potenziamento territoriale degli HUB.

Abbiamo ribadito che per il Sindacato lo Smart Working non può limitarsi a fornire soluzioni organizzative o di contenimento costi utili solo per l’azienda, ma deve necessariamente tenere conto anche delle aspettative e delle esigenze personali e di conciliazione di tutti i colleghi.

Un punto irrinunciabile di questa trattativa continua ad essere la definizione di regole per la gestione dello Smart Working in linea con le previsioni del CCNL e che garantiscano a tutti i colleghi una fruizione reale.

 

Milano, 14 settembre 2022 

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

 

LA NUOVA GUIDA POP: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLA COMPLESSITA’ PER I GESTORI

Continua la pubblicazione delle nostre Guide Pop: una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento. Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

La Guida che vi proponiamo oggi è un focus specifico sul concetto di “Complessità” per i Gestori ai fini dei Ruoli e dei Percorsi professionali. Consigliamo gli interessati di consultare attentamente la nuova Guida Pop  sulla complessità, anche perché si sta avvicinando la finestra di aggiornamento dell’autovalutazione TETI (è prevista per ottobre), che – come spiegato dettagliatamente nella guida – è un indicatore fondamentale per la determinazione della propria complessità.

Qui il video:

 

e qui il pdf

.

È partita oggi la trattativa relativa al piano industriale 22-25: focus smart working

Con le richieste che abbiamo avanzato oggi ha preso il via la trattativa relativa al Piano Industriale 2022-2025 e in particolare sulla definizione delle nuove modalità “post pandemia” per la gestione dello Smart Working e del modello organizzativo (orari lavoro, hub, turni).

Al fine di definire regole e modalità che non si limitino a fornire soluzioni organizzative utili solo per l’azienda, ma tengano conto anche delle aspettative e delle esigenze personali e di conciliazione dei colleghi oltre alle necessarie tutele, abbiamo rappresentato le nostre rivendicazioni di tutela ed economiche.

Qui di seguito sintetizziamo i principali aspetti su cui si deve basare la trattativa sullo Smart Working:

  • Volontarietà individuale nell’accesso e nella fruizione.
  • Fruizione reale dello smart working per tutti i colleghi sia di governance che di rete.
  • Mantenimento di postazioni aziendali tali da garantire in qualsiasi momento la possibilità di rientro.
  • Modalità che garantiscano il diritto alla disconnessione e al rispetto dell’orario di lavoro.
  • Erogazione dell’intero buono pasto, per il quale abbiamo inoltre richiesto un incremento per tutti i colleghi.
  • Riconoscimento di ristori per le spese energetiche.
  • Contributo per la postazione di lavoro.

Un punto irrinunciabile di questa trattativa è la definizione di regole per la gestione dello Smart Working e delle altre flessibilità ad adesione volontaria, eventualmente con modalità e frequenze diverse, che coinvolgano – lo ribadiamo –  tutti i dipendenti e quindi anche la Rete.

In relazione al piano aziendale di chiusura di circa 1.000 filali e di ulteriore razionalizzazione dei “Palazzi”, abbiamo chiesto un ampliamento e una maggiore distribuzione territoriale degli HUB in un’ottica della riduzione della mobilità.

Il confronto continua la prossima settimana e vi terremo aggiornati su tutti i temi che verranno affrontati.

qui il documento in pdf

.

NOVITÀ BUSTA PAGA SETTEMBRE

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di settembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di settembre 2022 per le società con CCNL Credito:

  • Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
  • Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo
  • Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)

 e sul cedolino di settembre 2022 per le società con CCNL Assicurativo:

  • Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
  • Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo
  • Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca

Nel cedolino di settembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.
Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 13 settembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nei prossimi mesi e fino alla chiusura degli stipendi del mese di dicembre.
Si ricorda che le richieste di annullamento e/o variazione della seconda rata di acconto IRPEF o cedolare secca devono essere presentate entro e non oltre il 10 ottobre; la richiesta dovrà essere inviata tramite il portale People – Assistenza – Assistenza HR: Categoria “Dichiarazione 730”, Dettaglio “Riduzione/annullamento acconto e cedolare secca” allegando il modello compilato e firmato; non verranno elaborate richieste pervenute dopo il 10 ottobre.

Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo

Nel corrente mese di settembre Intesa Sanpaolo ha riconosciuto l’erogazione straordinaria per un importo di 500 euro lordi deliberata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 29 luglio 2022 per dare un supporto concreto per fronteggiare le difficoltà economiche dovute ai rincari di beni alimentari ed energetici, nonché le situazioni di difficoltà derivanti dall’emergenza pandemica.
L’erogazione – prevista per i dipendenti del Gruppo alla data del 30 giugno 2022, con esclusione dei dirigenti o dei colleghi con retribuzione (R.A.L.: Retribuzione Annua Lorda) equivalente (pari o superiore a € 65.328), che siano in servizio al momento dell’erogazione – è stata anticipata nella giornata del 9 settembre sul conto corrente di accredito dello stipendio, di cui vi avevamo anticipato il tema con la nostra news del 5 settembre 2022.
Fermi gli approfondimenti in corso sulla recente legislazione di sostegno, la somma è stata riconosciuta applicando tutte le trattenute previdenziali e fiscali ordinariamente previste dalla normativa, calcolate sulla base dell’imponibile fiscale del mese di settembre; l’importo lordo è stato poi riportato nelle competenze del cedolino paga del corrente mese di settembre 2022 con la voce 16ES Erogaz. Sociale Rincari, con contestuale recupero di quanto anticipato nel conto corrente con voce 1474 – Recupero Anticipo.

Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)

Con il cedolino di settembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:
voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.
voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.
L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.
Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme, che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.

Per approfondire l’argomento in generale puoi consultare la Guida PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO – trattasi della Guida PVR 2022 inerente al premio che verrà corrisposto successivamente all’approvazione del Bilancio 2022 del Gruppo da parte dell’Assemblea degli azionisti. Indicativamente agli inizi di maggio 2023, per la guida PVR 2021 è sempre disponibile, potete richiederla al vostro sindacalista di riferimento. 

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca

Nel cedolino di settembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.
Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 13 settembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nei prossimi mesi e fino alla chiusura degli stipendi del mese di dicembre.
Si ricorda che le richieste di annullamento e/o variazione della seconda rata di acconto IRPEF o cedolare secca devono essere presentate entro e non oltre il 10 ottobre; la richiesta dovrà essere inviata tramite il portale People – Assistenza – Assistenza HR: Categoria “Dichiarazione 730”, Dettaglio “Riduzione/annullamento acconto e cedolare secca” allegando il modello compilato e firmato; non verranno elaborate richieste pervenute dopo il 10 ottobre.

Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo

Nel corrente mese di settembre Intesa Sanpaolo ha riconosciuto l’erogazione straordinaria per un importo di 500 euro lordi deliberata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 29 luglio 2022 per dare un supporto concreto per fronteggiare le difficoltà economiche dovute ai rincari di beni alimentari ed energetici, nonché le situazioni di difficoltà derivanti dall’emergenza pandemica.

L’erogazione – prevista per i dipendenti del Gruppo alla data del 30 giugno 2022, con esclusione dei dirigenti o dei colleghi con retribuzione (R.A.L.: Retribuzione Annua Lorda) equivalente (pari o superiore a € 65.328), che siano in servizio al momento dell’erogazione – è stata anticipata nella giornata del 9 settembre sul conto corrente di accredito dello stipendio, di cui vi avevamo anticipato il tema con la nostra news del 5 settembre 2022.

Fermi gli approfondimenti in corso sulla recente legislazione di sostegno, la somma è stata riconosciuta applicando tutte le trattenute previdenziali e fiscali ordinariamente previste dalla normativa, calcolate sulla base dell’imponibile fiscale del mese di settembre; l’importo lordo è stato poi riportato nelle competenze del cedolino paga del corrente mese di settembre 2022 con la voce 16ES Erogaz. Sociale Rincari, con contestuale recupero di quanto anticipato nel conto corrente con voce 1474 – Recupero Anticipo.

Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021

Con il cedolino di settembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021, con la seguente modalità:
voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
voce 4ZY7: importo del PREMIO SOCIALE destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare, titolari di reddito di lavoro dipendente di importo superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme;
voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa;
voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.
L’assoggettamento fiscale del premio PAV liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.

Per approfondire l’argomento in generale puoi consultare la Guida PAV, PREMIO WELFARE, PREMIO DI PIANO

 

CIRCOLO ALI – 2022: AL VIA LE ISCRIZIONI AI PROGRAMMI PUSH TO OPEN DIPLOMANDI E PUSH TO OPEN JUNIOR

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI 

 

Riparte il doppio appuntamento con “Push to Open” che l’Associazione Lavoratori Intesa Sanpaolo promuove anche per quest’anno, in collaborazione con Jointly:

  • destinato ai ragazzi del 4° e 5° anno delle scuole superiori“Push to Open” Diplomandi è un programma di scoperta del mondo del lavoro e di come sta cambiando, articolato in più tappe e organizzato sulla base di un confronto diretto e interattivo con esperti e testimoni del mondo delle aziende. Alla fine del percorso i ragazzi avranno raccolto stimoli, strumenti, contatti e informazioni utili per chiarirsi le idee e per fare in modo un po’ più consapevole la scelta universitaria e professionale;
  • la quinta edizione di “Push to Open” Junior per aiutare i genitori dei ragazzi che frequentano il 2° e 3° anno di scuola media inferiore a supportare i figli nella scelta della scuola superiore.

Scopri il programma di tuo interesse cliccando sulle foto nel box a destra.

PUSH TO OPEN è un programma di JOINTLY – IL WELFARE CONDIVISO.

 

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito: 

2022: AL VIA LE ISCRIZIONI AI PROGRAMMI PUSH TO OPEN DIPLOMANDI E PUSH TO OPEN JUNIOR

 

 

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 6 ottobre 2022 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Intesa Sanpaolo Life Dublino è alla ricerca di nuovi colleghi.

Su Jobs@ISP sono online 4 nuove posizioni, per entrare a far parte di ISP Life Dublino, la compagnia irlandese del gruppo assicurativo Intesa Sanpaolo Vita: una dimensione vivace e in evoluzione.

Se sei in cerca di una nuova avventura professionale e dal respiro internazionale, scopri le posizioni aperte fino al 6 ottobre>> Visita Jobs@ISP  

JOB FAMILY REGULATORY

Portfolio Administrator per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del Portfolio Department potrai occuparti delle attività di controllo e riconciliazione dei nuovi business. Se ti affascinano le attività relative all’asset management, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Risk Management Analyst per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del team di Risk Management, avrai l’opportunità di prendere parte alle attività di valutazione e monitoraggio dell’obiettivo di rischio, in un contesto dinamico e stimolante. Se desideri valorizzare le tue capacità quantitative, scopri come entrare a far parte di Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

Investment Administration Analyst per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del team Investment Administration potrai partecipare all’aggiornamento dei prezzi dei fondi su base settimanale, in base ai movimenti dei mercati. Se volessi mettere in campo le tue capacità analitiche e di controllo, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Accounting Administrator per Intesa Sanpaolo Life

All’interno dell’ufficio Accounting & Reconciliation potrai supportare il team nell’elaborazione dei pagamenti delle fatture ai fornitori. Se le attività contabili sono il tuo forte, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

Vuoi saperne di più ISP Life Dublino? Leggi la brochure.

Se vuoi fare un’esperienza all’estero in una realtà giovane, con diverse professionalità e sei in cerca di nuove opportunità, cosa aspetti? Candidati! 

Le candidature sono aperte a tutti, anche a chi ha percorsi professionali diversi dalle posizioni disponibili!

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

CIRCOLO ALI – Al rientro dalle vacanze, ripartiamo insieme

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una news aziendale riguardante diverse iniziative del Circolo ALI 

ALI rende disponibile un’ampia offerta di servizi, incluse anche forme di contribuzione e agevolazioni di pagamento previste dal Regolamento associativo, che tengono conto delle diverse esigenze di tutti i soci. Ecco le scadenze delle principali opportunità:

– entro il 31 ottobre i soci che hanno iscritto i figli nei centri estivi diurni non convenzionati con ALI possono chiedere il contributo per Campus di libera scelta
– entro il 13 novembre è possibile chiedere il contributo di 30 euro a fronte dell’acquisto dei testi scolastici/universitari dei figli grazie alla convenzione attiva su Libraccio.it
– con l’autunno saranno disponibili i nuovi appuntamenti di Push to Open Junior e Diplomandi rivolti ai ragazzi e ai loro genitori per un supporto nella scelta consapevole della scuola superiore, universitaria e professionale, il nuovo corso di formazione online sull’amministrazione di sostegno per fornire adeguate nozioni di carattere giuridico e tecnico nonché gli strumenti necessari ad affrontare il ruolo di amministratore di sostegno e sarà avviato anche un nuovo corso pilota dedicato alle metodologie per la gestione delle relazioni con anziani fragili e con deterioramento cognitivo
 fino al 18 settembre è attiva la 5° campagna annuale di “CIAK: TORNA AL CINEMA CON ALI” grazie alla quale ciascun socio ordinario e familiare può acquistare a prezzo convenzionato carnet da 10 ingressi per i circuiti The Space, Uci Cinemas, UniCI, Giometti Cinema e MultiCinema ALI e beneficiare sul primo carnet acquistato nell’anno di un contributo annuo di 15 €
– dal 26 settembre al 10 ottobre sarà attiva la campagna per l’acquisto delle Gift Card laFeltrinelli del valore di 20 €: i soci ordinari – grazie al contributo annuo di 15 € – possono acquistare a 1 € il primo buono prenotato nell’anno 2022 e quelli successivi a 16 €
– entro il 16 ottobre sarà possibile partecipare alla sesta edizione del concorso RaccontALI 2022 “Libera le tue storie”, iniziativa nata per individuare autori di talento, valutare racconti in grado di emozionare e pubblicare le migliori opere selezionate in formato cartaceo e digitale (e-book) individualmente o all’interno di un’opera antologica.
– fino a dicembre sarà possibile inserire le richieste dei Contributi 2022: “Corsi sportivi individuali”, “Corsi del tempo libero”, “Visite mediche sportive per attività agonistica” e tanti altri, mentre da ottobre sarà possibile inserire le richieste dei Contributi straordinari 2022: “Cicogna” e “Badanti” e aderire all’iniziativa “Il Dono di Natale di ALI” destinato ai bambini dei soci ordinari nati tra il 2016 e il 2021.

Si torna in palestra con FitPrime e Gympass, i due network convenzionati con ALI con oltre 2.000 centri sportivi, palestre, piscine ciascuno, a disposizione di tutti i soci e ai loro familiari la possibilità di sottoscrivere abbonamenti a prezzi calmierati grazie al contributo ALI e di fruire di soluzioni digitali per allenarsi gratuitamente anche da casa.

Sulla sezione del sito Ali x te, pronti a ripartire anche i gruppi di acquisto di generi alimentari in collaborazione con Destination Gusto e presto anche di altre categorie merceologiche, sempre disponibili in tempo reale le Carte prepagate Esselunga e Carrefour sul sito di BitQ e sempre attiva l’offerta Simple Rent per il noleggio a lungo termine.

Disponibili gratuitamente fino a fine anno i servizi:

– Welcare family, programma di supporto alle famiglie che offre un servizio di orientamento personalizzato sulla gamma dei servizi socio-assistenziali ed educativi presenti sul territorio, coordinato da Welfare ComeTe: il più grande network nazionale di cooperative sociali impegnate a livello territoriale per la gestione dei servizi alla persona
– la piattaforma web Stimulus Care Service e il Numero Verde Benessere Stimulus 800034570, per la cura della dimensione psicologica delle persone, per tutti i soci pensionati e tutti i soci familiari maggiorenni regolarmente iscritti all’Associazione.

E l’offerta di ALI non si esaurisce qui, grazie alla gamma di iniziative turistiche, culturali e aggregative proposte a livello territoriale in tutta Italia.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ALI.

l bello di essere Soci 2022   

CARGEAS: L’AZIENDA PROSEGUA DA SOLA!

Si è conclusa oggi la procedura di fusione per incorporazione di Cargeas in ISP Assicura,

SENZA LA FIRMA DELL’ACCORDO DA PARTE DELLE OO.SS. 

Capogruppo ha aperto la procedura art. 47 legge 428, incontrando le OO.SS. il 2 agosto scorso, e in quell’occasione avrebbe dovuto informarle immediatamente in merito alla decisione di chiudere le sedi di Bergamo e Varese, e non comunicarlo il 20 settembre come accaduto.

Questa omissione è una grave scorrettezza ed è inammissibile che nessuna delle molte proposte, sotto citate, effettuate dalle OO.SS. sia stata accolta:

  • distaccamento in hub limitrofi alla piazza di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori;
  • ricorso al lavoro agile come già previsto dal nostro CCNL ANIA per questi casi in modo da mitigare l’impatto della mobilità territoriale (trasferimento di sede);
  • pacchetto economico per affrontare meglio il disagio legato alla variazione di sede;
  • limitare la mobilità per i part-time nell’arco di 20 km. dalla residenza;
  • trasferimento delle colleghe e dei colleghi posticipata di almeno tre mesi al fine di trovare soluzioni professionali adeguate sulle rispettive piazze di lavoro;
  • posticipazione della chiusura delle sedi di Bergamo e Varese in attesa della conclusione della trattativa di Gruppo in corso sullo smart working, come possibile alternativa allo spostamento della piazza di lavoro;
  • apertura di una procedura a parte, dedicata appositamente all’operazione di chiusura delle sedi, in modo da avere i trenta giorni in più di trattativa previsti dall’Art. 15 del CCNL

I capisaldi delle OO.SS. sono il mantenimento delle sedi di lavoro e della professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti nella chiusura delle sedi (e in questo caso stiamo parlando di 11 persone!!!).

Capogruppo, tra l’altro noncurante delle conclamate carenze di organico e delle relative difficoltà ad esse legate nella Divisione Insurance, prosegue nel privilegiare attività al di fuori del perimetro di settore, provocando la desertificazione territoriale anche in ambito assicurativo.

Nonostante la mancata firma dell’accordo, le OO.SS. vigileranno sugli sviluppi della situazione tutelando i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

Se dovesse proseguire un tale atteggiamento di chiusura nei confronti della Divisione Insurance, ogni futura trattativa partirebbe in salita.

RR.SS.AA. Divisione Insurance 22/09/2022

 

INCORPORAZIONE CARGEAS – INCONTRO 20.09.2022

Oggi  le  OO.SS  della  Divisione  Insurance   si  sono incontrate   con  l’Azienda  e  la Capogruppo per discutere in merito alla fusione per incorporazione di Cargeas Assicurazioni S.p.A. in Intesa Assicura S.p.A.

Solo in questa occasione, nonostante i pregressi incontri avvenuti, l’Azienda ha comunicato alle OO.SS. la chiusura delle sedi di Bergamo, Varese e Roma di Cargeas Assicurazioni S.p.A.

L’azienda si è presentata con una bozza d’accordo che prevede anche il cambio di sede a Milano per 11 colleghi di Bergamo e Varese tra cui 5 part time.

Per quanto riguarda i colleghi di Roma verrà mantenuta la piazza di lavoro ma potrebbe cambiare il percorso professionale.

Di fronte al nostro iniziale e comprensibile rifiuto a firmare tale accordo l’azienda ha esordito dicendo: “FAREMO SENZA DI VOI!!!”.

Tutto ciò è inaccettabile e incoerente per un grande gruppo che si definisce etico e si vanta di avere un buon modello di relazioni industriali, mostrando poco interesse sul futuro dei lavoratori coinvolti, i quali si vedrebbero cambiata la vita da un giorno all’altro.

L’Azienda che vanta ottimi risultati, in un momento così delicato del paese e di difficili condizioni economiche, desertifica i territori chiudendo le sedi.

Ci auspichiamo che l’azienda faccia proprie le nostre legittime richieste a tutela dei lavoratori coinvolti, pertanto faremo tutto quanto in nostro potere per garantire le migliori tutele ai lavoratori coinvolti.

Il prossimo incontro con l’Azienda è previsto per il giorno 22.09.2022, vi terremo aggiornati.

RR.SS.AA. Divisione Insurance 20/09/2022

LA RSA FISAC DI CASTELLAMAMRE SUL PROBLEMA GUARDIANIA

PROBLEMA GUARDIA A CASTELLLAMMARE DI STABIA

 

Abbiamo appreso che l’azienda ha intenzione di dismettere, a breve, il servizio di guardiania armata alla filiale di Castellammare di Stabia.

Se questa decisione fosse confermata dall’azienda, non ce ne  appaiono comprensibili le motivazioni, specialmente alla luce di eventi criminosi recenti, traumatici, che hanno riguardato il territorio della provincia di Napoli.

La filiale di Castellammare , a seguito delle recenti chiusure di altre filiali in località limitrofe,  ha visto aumentare considerevolmente l’affluenza di pubblico ai suoi sportelli, affluenza che ha causato non pochi problemi di ordine pubblico e di sicurezza, con clienti spesso esacerbati che riversano i loro malumori per un cattivo servizio fornito dalla banca sui colleghi.

Castellammare

ERRATA CORRIGE- LA FILIALE DI CASORIA SUL PROBLEMA GUARDIA

Problema guardia a CasoriaPROBLEMA GUARDIA A CASORIA

 

Abbiamo appreso che l’azienda ha intenzione di dismettere, a breve, il servizio di guardiania armata alla filiale di Casoria.

Questo a breve distanza di tempo dall’evento criminoso e traumatico che ha investito la Filiale di Napoli 37, confinante col territorio di Casoria.

Se questa decisione fosse confermata dall’azienda, non ce ne  appaiono comprensibili le motivazioni.

La filiale di Casoria , a seguito delle recenti chiusure di altre filiali in località limitrofe,  ha visto aumentare considerevolmente l’affluenza di pubblico ai suoi sportelli, affluenza che ha causato non pochi problemi di ordine pubblico e di sicurezza, con clienti spesso esacerbati che riversano i loro malumori per un cattivo servizio fornito dalla banca sui colleghi.

Problema guardia a Casoria

Sulla filiale di Marigliano

 

Abbiamo appreso che l’azienda ha intenzione di dismettere, a breve, il servizio di guardiania armata alla filiale di Marigliano.

Tale filiale si trova in un territorio alquanto problematico, turbolento, ed è circondata da rioni popolari.

Ed è soprattutto l’unica filiale di Intesa in un ampio raggio, raccogliendo clientela da diversi comuni limitrofi, con un affluenza di pubblico notevole.

I due bancomat esterni alla filiale vanno sovente in blocco e richiedono continui interventi di manutenzione, causando ulteriori affollamento agli sporteli interni.

MARIGLIANO

Lavoro Misto: spiragli sugli hub per il lavoro autonomo, ma l’azienda deve cambiare atteggiamento sulle conversioni

Durante l’incontro odierno con l’azienda che aveva lo scopo di ottenere dei chiarimenti propedeutici all’avvio del confronto su SW e flessibilità di orario che sta partendo in questi giorni, è emersa una maggiore diponibilità aziendale verso la possibile apertura di un certo numero di “hub” (magari in convenzione con società che forniscono questo tipo di servizio) dedicati ai colleghi con Contratto Misto per il ricevimento dei loro clienti del portafoglio da lavoratore autonomo. E’ bene precisare che si tratta di un piccolo passo in avanti, ancora tutto da verificare nella sua reale concretezza, tempistica e diffusione, ma che comunque va nella direzione di una delle principali richieste avanzate dai colleghi che hanno e soprattutto che intendono mantenere il contratto di lavoro misto.

Nel raccogliere positivamente questa disponibilità, abbiamo invece rimarcato la necessità che l’azienda faccia significativi passi avanti anche nella definizione delle assegnazioni dei colleghi che invece chiedono la conversione a Full Time. Assegnazioni che continuano ad essere particolarmente disagevoli e che peggiorano drammaticamente le condizioni di vita e di lavoro dei colleghi coinvolti. Colleghi, è bene ricordarlo, che molto spesso hanno già dovuto abbandonare le regioni di provenienza, gli affetti e i legami e adesso sono costretti a ricominciare da capo, in condizioni logistiche ancora più estreme. E’ davvero importante che l’azienda ripensi radicalmente le sue scelte gestionali in proposito.

.

.

L’ARIA CHE TIRA E QUELLO CHE CI ASPETTIAMO DALLA TRATTATIVA SULLO SMART WORKING

Con l’autunno alle porte e la crisi energetica che incombe sul Paese a settembre entrerà nel vivo, sul tavolo di Gruppo, la trattativa sullo smart working.

In assenza di decreti di proroga e in attesa di concordare, attraverso la contrattazione aziendale, le nuove regole in tema di SW, non cambiano le previsioni per il mese di settembre.

Il “piatto” smart working è senza dubbio un “piatto ricco” per l’Azienda e per quello che ci riguarda si deve ragionare anche per una redistribuzione a favore delle Lavoratrici e dei Lavoratori del nostro Gruppo che dovranno affrontare il caro bolletta.

Ma quali sono i riferimenti normativi e di indirizzo in vigore oltre alle disposizioni di legge?

Partiamo dalla contrattazione aziendale ferma ai contenuti di un accordo assolutamente innovativo del 10/12/2014, quando di smartworking nel nostro settore nemmeno si ragionava, che definisce nel limite di 8 le giornate mensili effettuabili in sw da casa.

Successivamente, con il rinnovo del CCNL del 2019, lo smartworking è entrato nella contrattazione nazionale ed è normato dall’ Art.39 “Lavoro agile”:

“Gli accordi aziendali/di gruppo stabiliscono la durata (a tempo determinato o indeterminato) del ricorso al lavoro agile, le relative modalità di adesione, revoca e recesso; il numero delle giornate di tale prestazione è stabilito nel limite massimo di 10 giornate mensili, salvo diversi limiti stabiliti dagli accordi aziendali/di gruppo.”

Il “PROTOCOLLO NAZIONALE SUL LAVORO IN MODALITÀ AGILE” sottoscritto dalla CGIL il 7/12/2021 con Governo e parti datoriali, definisce le regole generali per il corretto utilizzo dello smartworking e riconosce alla contrattazione aziendale ampi margini di iniziativa negoziale.

Intesa San Paolo è fortemente interessata a rendere organica questa modalità lavorativa perché se da un lato aumenta la produttività, dall’altro consentirà di procedere a una riorganizzazione degli immobili in un’ottica strutturale di abbattimento dei costi.

Le Lavoratrici e i Lavoratori dal canto loro hanno preso dimestichezza con questa modalità lavorativa e, in gran parte, ne apprezzano i benefici in termini di riduzione della mobilità e maggiore conciliazione; infatti chi ha lavorato prevalentemente in smartworking vorrebbe continuare a farlo, per almeno 3 giorni alla settimana.

La trattativa che si aprirà nasconde delle insidie perché l’Azienda nel presentare la sua “piattaforma” non ha fatto chiarezza sul processo di riorganizzazione generale sottostante.

Tuttavia, riteniamo urgente, sulla spinta delle richieste che ci arrivano da tante Colleghe e Colleghi, cominciare a ragionare e portare al centro del confronto questi aspetti:

  • definire prioritariamente la partita economica dei buoni pasto/ristori;
  • indicare, anche attraverso il supporto del tavolo RLS, la dotazione necessaria per svolgere l’attività lavorativa da casa.
  • stabilire un numero minimo di giornate di sw richiedibili da tutti, anche dalla Rete;
  • implementare ulteriormente le giornate di sw in funzione dell’attività svolta, ragionando su gruppi di lavoratori omogenei, es. Strutture centrali, Filiale Digitale, DSI;
  • implementare gli Hub aziendali su tutti i territori a favore di chi ha difficoltà a lavorare da casa;
  • definire le regole di applicazione, tempi, luoghi e modi di svolgimento dell’attività, con particolare attenzione al diritto alla disconnessione ma anche alle previsioni di rientro in ufficio per disservizio tecnico;
  • prevedere soluzioni per venire incontro a esigenze trasversali, in un’ottica di inclusività, prestando attenzione alle fragilità, ai carichi familiari, alla mobilità e ai part time.

E’ bene ricordare che la legge stabilisce il principio di volontarietà di adesione del singolo allo sw e consente all’Azienda di procedere anche per il tramite accordi individuali.

Riteniamo che la strada dell’accordo individuale sia particolarmente rischiosa in quanto, essendo a discrezione aziendale, produrrebbe una radicalizzazione e una parcellizzazione ulteriore delle differenze di trattamento che già esistono nel Gruppo.

La Fisac Cgil può e deve ricercare in questa trattativa delle soluzioni negoziali innovative, esercitando il suo ruolo di collettore delle diverse esigenze, sempre in un quadro di equità. Le modifiche dell’organizzazione del lavoro e l’aumento della produttività correlata all’ uso dello smartworking devono portare a una redistribuzione a favore di tutte le Lavoratrici e i Lavoratori del Gruppo, sia in termini di salario che di migliori condizioni vita -lavoro.

VOLANTINO –> SW – L’Aria che tira.

CAMBIO ASSEGNI HERA, SERVONO SOLUZIONI ADEGUATE!

Ancora nulla di concreto rispetto alle criticità che abbiamo evidenziato nella trimestrale del 25 luglio, dove abbiamo rappresentato la situazione critica delle filiali retail, prese d’assalto per il cambio di assegni Hera! (Ve ne abbiamo parlato qui Area Emilia Est Trimestrale del 25.07.2022.pdf)

L’interessamento c’è stato da parte della DR ma troppo deboli le soluzioni trovate: il mantenimento degli steward in un paio di filiali e la promessa di trovare soluzioni con il gestore del rapporto con HERA non hanno migliorato la situazione.

Anche nel mese di agosto sul nostro territorio abbiamo registrato:

  1. aggressioni verbali e fisiche ai danni dei colleghi, rispetto ai quali i nostri RLS hanno allertato le funzioni aziendali preposte, Tutela Aziedale e Sicurezza Fisica;
  2. commenti impietosi se non offensivi sui social (es. gruppi facebook territoriali molto diffusi) sulla Banca e sull’operato di colleghe/i;
  3. impatti in termini di disservizio sulla clientela retail e exclusive che possono determinare ricadute commerciali e reputazionali per la Banca, non imputabili a colleghe/i che gestiscono i rapporti o che erogano i servizi.

Abbiamo pertanto nuovamente coinvolto tutte le funzioni aziendali e richiesto che vengano fornite:

“a tutta la struttura commerciale, Direttori Area, Direttori filiale, gestori ecc. indicazioni chiare ed univoche su come gestire questi flussi, per evitare che le diverse sensibilità al problema determinino soluzioni gestionali differenti e improvvisate.” 

Chi fa Banca, nel governo del cambiamento che il digitale sta determinando nel modo di lavorare, non può dimenticare che il mondo reale è più complesso e fatto anche di persone che affollano le nostre filiali e non si possono permettere un conto corrente, per le quali il nostro servizio è essenziale.

Troppo spesso, anzi sempre, l’interesse è rivolto esclusivamente ai budget, in modo ossessivo e con il paraocchi, come se tutto il resto non fosse lavoro e se il territorio e le persone che lo abitano, nella loro complessità, non fosse un valore, ma piuttosto un boccone “mordi e fuggi”.

L’assenza di scelte gestionali chiare non può essere continuamente scaricata sulle colleghe e i colleghi delle filiali: la vicinanza si misura sulla capacità delle funzioni aziendali di dare risposte concrete alle criticità che si manifestano quotidianamente, pertanto chiediamo un riscontro urgente rispetto alla nostra richiesta di fornire indicazioni operative e uniformi alle filiali.

LEGGI IL VOLANTINO —>Cambio ASSEGNI HERA, serve una soluzione urgente!_3

Prossime Scadenze

settembre 2022

30setalldayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Scuole Medie Inferiori E Superiori

ottobre 2022

29ottalldayalldayFondo Pensione Gruppo ISP: Termine Adesione Coperture Assicurative Rischio Morte/Invalidità

31ottalldayFSI - Termine Per La Sottoscrizione della Polizza LTC Volontaria

novembre 2022

30novalldayalldayTermine Assegni Di Studio Per I Figli: Università Immatricolazione 1° Anno

dicembre 2022

31dicalldayalldayTermine Ultimo Utilizzo Permesso Frazionato (PCR)

31dicalldayalldayFondo Pensioni A Contribuzione Definita Di Gruppo e Fondo Pensione Cariplo - Possibilità Di Variare La Propria Contribuzione

gennaio 2023

14genalldayalldayTermine Ultimo per Esercizio Opzione "Banca Ore"


Fisac Flash FOL: Permessi e Turni estremi

Richieste di permesso
L’Azienda  ci ha informati che nel mese di gennaio in FOL verranno  concessi 1.400 permessi tra ferie, ex festività, banca delle ore e SVL  a fronte di 43 richieste non approvate per esigenze tecniche, organizzative e produttive. 
.
Turno T1 (6.48)
L’Azienda ha dichiarato che allo stato attuale la turnazione delle 6.48 non può essere considerata estrema. Si tratta di una fascia oraria molto appetibile per i colleghi perché permette di terminare presto la giornata lavorativa. Dallo scoppio della pandemia è  svolta esclusivamente in Smart Working e non produce i disagi collegati alla mobilità. La definizione di turno estremo, condivisa in passato, si riferisce esclusivamente alla modalità di svolgimento in presenza. Come FISAC riteniamo indispensabile riprendere nel contesto del confronto sullo Smart Working, che si dovrà tenere entro il primo semestre dell’anno, il tema delle turnazioni in generale, con particolare attenzione a quelle estreme.
.

Lavoro Misto: spiragli sugli hub per il lavoro autonomo, ma l’azienda deve cambiare atteggiamento sulle conversioni

Durante l’incontro odierno con l’azienda che aveva lo scopo di ottenere dei chiarimenti propedeutici all’avvio del confronto su SW e flessibilità di orario che sta partendo in questi giorni, è emersa una maggiore diponibilità aziendale verso la possibile apertura di un certo numero di “hub” (magari in convenzione con società che forniscono questo tipo di servizio) dedicati ai colleghi con Contratto Misto per il ricevimento dei loro clienti del portafoglio da lavoratore autonomo. E’ bene precisare che si tratta di un piccolo passo in avanti, ancora tutto da verificare nella sua reale concretezza, tempistica e diffusione, ma che comunque va nella direzione di una delle principali richieste avanzate dai colleghi che hanno e soprattutto che intendono mantenere il contratto di lavoro misto.

Nel raccogliere positivamente questa disponibilità, abbiamo invece rimarcato la necessità che l’azienda faccia significativi passi avanti anche nella definizione delle assegnazioni dei colleghi che invece chiedono la conversione a Full Time. Assegnazioni che continuano ad essere particolarmente disagevoli e che peggiorano drammaticamente le condizioni di vita e di lavoro dei colleghi coinvolti. Colleghi, è bene ricordarlo, che molto spesso hanno già dovuto abbandonare le regioni di provenienza, gli affetti e i legami e adesso sono costretti a ricominciare da capo, in condizioni logistiche ancora più estreme. E’ davvero importante che l’azienda ripensi radicalmente le sue scelte gestionali in proposito.

.

.


Aggiornamento Guida Maternità e Paternità: novità congedo di paternità e congedo parentale

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida alla Maternità e Paternità alla luce delle novità legislative, come vi avevamo già preannunciato qui.

Tra le altre cose è stato stabilizzato il congedo obbligatorio di 10 giorni per i padri, e sono stati rivisti e ampliati i termini per la fruizione del Congedo Parentale e la durata del medesimo (se fruito da entrambi i genitori). Ricordiamo che pur in assenza della Circolare INPS i nuovi permessi possono comunque già essere richiesti direttamente all’azienda a partire dal 13 agosto.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze. 

 

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).
.

Guida alle Coperture assicurative per i colleghi

Tutti i colleghi di ISP usufruiscono di una serie di coperture assicurative pagate dall’azienda e possono eventualmente attivarne di ulteriori a proprie spese a condizioni di particolare favore rispetto al mercato.

Purtroppo molti colleghi non sono a conoscenza nemmeno delle coperture già esistenti a loro favore e spesso capita che non le attivino in caso di “sinistro”, perdendo così indennizzi anche molto importanti.

Abbiamo quindi pensato di riunire in un unico compendio (lo trovate qui) le informazioni più importanti relative a

  • Polizza Infortuni Professionali e Extraprofessionali,
  • Indennità Premorienza,
  • LTC Nazionale,
  • LTC FSI (Collettiva e Volontaria),
  • Prestazioni Accessorie del Fondo Pensione

In modo da fornire un primo strumento di consultazione agile e immediato, rimandando alle guide specifiche per gli approfondimenti del caso.

Come al solito i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze e vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

Aggiornamento Guide alla luce dell’accordo del 20 maggio sull’inclusione

Come era stato anticipato qui, è in corso l’aggiornamento delle nostre Guide le cui materie sono state modificate dall’accordo del 20 maggio sull’inclusione che – tramite una ridefinizione del concetto di “figlio” e di “padre” – garantisce a tutti colleghi e colleghe il pieno accesso a tutti i permessi che la legge non riconosce ancora ai nuclei familiari uniti civilmente o sulla base di convivenza, al di là del genere dei componenti il nucleo familiare, così come riconosce le norme aziendali in tema di priorità e provvidenze.

Al momento sono già state aggiornate le Guide:

A breve saranno aggiornate anche le Guide Neoassunti, Pacchetto Giovani, Sospensione Volontaria, Legge 104.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.


LA NUOVA GUIDA POP: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLA COMPLESSITA’ PER I GESTORI

Continua la pubblicazione delle nostre Guide Pop: una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento. Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

La Guida che vi proponiamo oggi è un focus specifico sul concetto di “Complessità” per i Gestori ai fini dei Ruoli e dei Percorsi professionali. Consigliamo gli interessati di consultare attentamente la nuova Guida Pop  sulla complessità, anche perché si sta avvicinando la finestra di aggiornamento dell’autovalutazione TETI (è prevista per ottobre), che – come spiegato dettagliatamente nella guida – è un indicatore fondamentale per la determinazione della propria complessità.

Qui il video:

 

e qui il pdf

.

La nuova Guida Pop per i Neoassunti: “Idee per orientarsi”

Come preannunciato, proseguiamo con la pubblicazione delle nostre Guide Pop: una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento. Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

Oggi è il turno delle Idee pe orientarsi, dedicata ai Neoassunti. Qui il video:


e qui il pdf.

Visto il favore che questa modalità sembra incontrare, poco a poco produrremo una serie di nuove “Guide Pop” su vari argomenti: stay tuned. 🙂

.

La Guida Pop al Pacchetto Giovani

Partiamo oggi con la pubblicazione di una nuova tipologia di Guida. Una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento.

Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

Iniziamo con il “Pacchetto giovani“. Qui il video:


e qui il pdf.

Se questa nuova modalità incontrerà il vostro favore, poco a poco produrremo una serie di nuove “Guide Pop” su vari argomenti: stay tuned. 🙂


Categorie

Categorie

Archivio Mensile

News Principali

FLASH NEWS DALL’INCONTRO DEL 23 SETTEMBRE

Di seguito gli aggiornamenti odierni relativi alla precedente news.

DA LUNEDI’ SARA’ DISPONIBILE IL PRESTITO LECOIP 3.0

L’Azienda ha confermato che lunedì saranno emanante le disposizioni normative e la procedura per poter procedere alla richiesta del Prestito Lecoip 3.0.

TEST ISY BANK

L’Azienda ha chiarito che il coinvolgimento dei colleghi è finalizzato esclusivamente all’attività di test per il rilascio delle nuove procedure.
Per la Rete saranno individuati circa 4 colleghi per ogni Direzione Regionale.
Eventuali manifestazioni di interesse potranno essere segnalate alla struttura del personale di riferimento.

ALLUVIONE MARCHE, LE INIZIATIVE A SOSTEGNO

L’Azienda ci ha comunicato che sono sinora pervenute 7 richieste Banca del tempo che sono state esaminate e a cui si sta dando corso.
Sono in fase di definizione da parte di BdT delle iniziative di carattere economico a favore della clientela privati: si tratta di prestiti personali e mutui a condizioni scontate che si aggiungono a quelli della sospensione delle rate.
Per le Colleghe e i Colleghi sarà attivata un’ulteriore linea di credito, aggiuntiva alle condizioni agevolate già disponibili, che prevede le condizioni “Prestito amico” per danni intervenuti derivanti dall’ alluvione.
La ONLUS valuterà l’intervento a favore delle specifiche necessità individuali che perverranno.
Non è possibile invece, alla luce della situazione attuale, attivare particolari iniziative di volontariato a supporto ma rimane nella disponibilità dei singoli colleghi richiedere le ore di banca del tempo per partecipare a iniziative di volontariato già in corso sui territori colpiti.

 

COLLEGHE E COLLEGHI PROVENIENTI DALL’EX GRUPPO UBI – OGGI VI RICORDIAMO CHE…

Gli accordi sindacali sottoscritti al termine delle trattative per l’integrazione dell’ex Gruppo UBI in ISP e per il rinnovo della contrattazione di secondo livello, hanno definito un impianto normativo uniforme per tutto il personale del Gruppo Intesa Sanpaolo.

Ad oggi permangono tuttavia (sia pure per un periodo limitato) alcune particolarità riferite alle colleghe e ai colleghi di provenienza UBI, alle quali sono correlate talune scadenze che riteniamo opportuno ricordare in questa nota.

Nel documento in pdf trovate tutti i dettagli rispetto il Conto Welfare UBI e Borse di Studio.

 

EMERGENZA ALLUVIONE MARCHE

A seguito della grave situazione conseguente all’alluvione che ha duramente colpito le Marche abbiamo chiesto un intervento urgente a sostegno delle nostre Colleghe e Colleghi e dei territori fortemente interessati.

Queste le nostre richieste:

  • riconoscere in via prioritaria la fruizione dei permessi “Banca del Tempo” per esigenze personali riconducibili all’evento;
  • una dotazione di “Banca del Tempo” per iniziative di volontariato a supporto delle zone e delle persone coinvolte;
  • attivare sostegni finanziari a favore dei colleghi interessati, anche con il supporto della Onlus di Gruppo;
  • una forte riduzione delle “iniziative commerciali”.

L’Azienda si è dichiarata sensibile alle nostre richieste e si è riservata di rappresentarci eventuali iniziative.

Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza ai Colleghi, alle loro famiglie e alle popolazioni colpite.

 

Milano, 21 settembre 2022

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

FABI-FIRST/CISL-FISAC/CGIL-UILCA-UNISIN

 

ASSENZA DELLA NOSTRA ESPERTA CLAUDIA STOPPATO (17 settembre – 2 ottobre)

Vi comunichiamo che Claudia Stoppato, redattrice ed esperta delle Guide:

sarà assente dal 17 settembre al 2 ottobre compresiEsclusivamente per questioni estremamente urgenti o gravi, potete nel frattempo scrivere alla casella consulenzegisp@fisac.net 

Vi ricordiamo comunque che – come sempre – i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per tutte le vostre questioni.

.

News dalla Intranet

NOVITÀ BUSTA PAGA SETTEMBRE

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di settembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di settembre 2022 per le società con CCNL Credito:

  • Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
  • Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo
  • Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)

 e sul cedolino di settembre 2022 per le società con CCNL Assicurativo:

  • Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca
  • Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo
  • Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca

Nel cedolino di settembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.
Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 13 settembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nei prossimi mesi e fino alla chiusura degli stipendi del mese di dicembre.
Si ricorda che le richieste di annullamento e/o variazione della seconda rata di acconto IRPEF o cedolare secca devono essere presentate entro e non oltre il 10 ottobre; la richiesta dovrà essere inviata tramite il portale People – Assistenza – Assistenza HR: Categoria “Dichiarazione 730”, Dettaglio “Riduzione/annullamento acconto e cedolare secca” allegando il modello compilato e firmato; non verranno elaborate richieste pervenute dopo il 10 ottobre.

Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo

Nel corrente mese di settembre Intesa Sanpaolo ha riconosciuto l’erogazione straordinaria per un importo di 500 euro lordi deliberata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 29 luglio 2022 per dare un supporto concreto per fronteggiare le difficoltà economiche dovute ai rincari di beni alimentari ed energetici, nonché le situazioni di difficoltà derivanti dall’emergenza pandemica.
L’erogazione – prevista per i dipendenti del Gruppo alla data del 30 giugno 2022, con esclusione dei dirigenti o dei colleghi con retribuzione (R.A.L.: Retribuzione Annua Lorda) equivalente (pari o superiore a € 65.328), che siano in servizio al momento dell’erogazione – è stata anticipata nella giornata del 9 settembre sul conto corrente di accredito dello stipendio, di cui vi avevamo anticipato il tema con la nostra news del 5 settembre 2022.
Fermi gli approfondimenti in corso sulla recente legislazione di sostegno, la somma è stata riconosciuta applicando tutte le trattenute previdenziali e fiscali ordinariamente previste dalla normativa, calcolate sulla base dell’imponibile fiscale del mese di settembre; l’importo lordo è stato poi riportato nelle competenze del cedolino paga del corrente mese di settembre 2022 con la voce 16ES Erogaz. Sociale Rincari, con contestuale recupero di quanto anticipato nel conto corrente con voce 1474 – Recupero Anticipo.

Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)

Con il cedolino di settembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:
voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.
voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.
L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.
Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme, che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.

Per approfondire l’argomento in generale puoi consultare la Guida PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO – trattasi della Guida PVR 2022 inerente al premio che verrà corrisposto successivamente all’approvazione del Bilancio 2022 del Gruppo da parte dell’Assemblea degli azionisti. Indicativamente agli inizi di maggio 2023, per la guida PVR 2021 è sempre disponibile, potete richiederla al vostro sindacalista di riferimento. 

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

Liquidazione delle imposte a credito o a debito risultanti da Modello 730 e Richiesta di annullamento e/o variazione della seconda rata d’acconto IRPEF o cedolare secca

Nel cedolino di settembre continua la liquidazione delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2022; vengono erogati o trattenuti gli importi indicati nel prospetto di liquidazione 730/4.
Sono state elaborate le risultanze delle dichiarazioni pervenute tramite l’Agenzia delle Entrate fino al giorno 13 settembre 2022 compreso.
Le operazioni di liquidazione dei modelli 730 proseguiranno anche nei prossimi mesi e fino alla chiusura degli stipendi del mese di dicembre.
Si ricorda che le richieste di annullamento e/o variazione della seconda rata di acconto IRPEF o cedolare secca devono essere presentate entro e non oltre il 10 ottobre; la richiesta dovrà essere inviata tramite il portale People – Assistenza – Assistenza HR: Categoria “Dichiarazione 730”, Dettaglio “Riduzione/annullamento acconto e cedolare secca” allegando il modello compilato e firmato; non verranno elaborate richieste pervenute dopo il 10 ottobre.

Erogazione straordinaria a favore delle persone del Gruppo

Nel corrente mese di settembre Intesa Sanpaolo ha riconosciuto l’erogazione straordinaria per un importo di 500 euro lordi deliberata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 29 luglio 2022 per dare un supporto concreto per fronteggiare le difficoltà economiche dovute ai rincari di beni alimentari ed energetici, nonché le situazioni di difficoltà derivanti dall’emergenza pandemica.

L’erogazione – prevista per i dipendenti del Gruppo alla data del 30 giugno 2022, con esclusione dei dirigenti o dei colleghi con retribuzione (R.A.L.: Retribuzione Annua Lorda) equivalente (pari o superiore a € 65.328), che siano in servizio al momento dell’erogazione – è stata anticipata nella giornata del 9 settembre sul conto corrente di accredito dello stipendio, di cui vi avevamo anticipato il tema con la nostra news del 5 settembre 2022.

Fermi gli approfondimenti in corso sulla recente legislazione di sostegno, la somma è stata riconosciuta applicando tutte le trattenute previdenziali e fiscali ordinariamente previste dalla normativa, calcolate sulla base dell’imponibile fiscale del mese di settembre; l’importo lordo è stato poi riportato nelle competenze del cedolino paga del corrente mese di settembre 2022 con la voce 16ES Erogaz. Sociale Rincari, con contestuale recupero di quanto anticipato nel conto corrente con voce 1474 – Recupero Anticipo.

Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021

Con il cedolino di settembre 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021, con la seguente modalità:
voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
voce 4ZY7: importo del PREMIO SOCIALE destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare, titolari di reddito di lavoro dipendente di importo superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme;
voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa;
voce 1WB6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto buoni spesa (rientranti nei fringe benefits);
voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione;
voce 1WR4: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto bonus benzina DL 21/2022.
L’assoggettamento fiscale del premio PAV liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2022, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di 2/2022.

Per approfondire l’argomento in generale puoi consultare la Guida PAV, PREMIO WELFARE, PREMIO DI PIANO

 

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 6 ottobre 2022 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Intesa Sanpaolo Life Dublino è alla ricerca di nuovi colleghi.

Su Jobs@ISP sono online 4 nuove posizioni, per entrare a far parte di ISP Life Dublino, la compagnia irlandese del gruppo assicurativo Intesa Sanpaolo Vita: una dimensione vivace e in evoluzione.

Se sei in cerca di una nuova avventura professionale e dal respiro internazionale, scopri le posizioni aperte fino al 6 ottobre>> Visita Jobs@ISP  

JOB FAMILY REGULATORY

Portfolio Administrator per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del Portfolio Department potrai occuparti delle attività di controllo e riconciliazione dei nuovi business. Se ti affascinano le attività relative all’asset management, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Risk Management Analyst per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del team di Risk Management, avrai l’opportunità di prendere parte alle attività di valutazione e monitoraggio dell’obiettivo di rischio, in un contesto dinamico e stimolante. Se desideri valorizzare le tue capacità quantitative, scopri come entrare a far parte di Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

Investment Administration Analyst per Intesa Sanpaolo Life

All’interno del team Investment Administration potrai partecipare all’aggiornamento dei prezzi dei fondi su base settimanale, in base ai movimenti dei mercati. Se volessi mettere in campo le tue capacità analitiche e di controllo, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Accounting Administrator per Intesa Sanpaolo Life

All’interno dell’ufficio Accounting & Reconciliation potrai supportare il team nell’elaborazione dei pagamenti delle fatture ai fornitori. Se le attività contabili sono il tuo forte, potresti essere la persona giusta per Intesa Sanpaolo Life a Dublino. >> Vai alla posizione

Vuoi saperne di più ISP Life Dublino? Leggi la brochure.

Se vuoi fare un’esperienza all’estero in una realtà giovane, con diverse professionalità e sei in cerca di nuove opportunità, cosa aspetti? Candidati! 

Le candidature sono aperte a tutti, anche a chi ha percorsi professionali diversi dalle posizioni disponibili!

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

News dai Territori

CARGEAS: L’AZIENDA PROSEGUA DA SOLA!

Si è conclusa oggi la procedura di fusione per incorporazione di Cargeas in ISP Assicura,

SENZA LA FIRMA DELL’ACCORDO DA PARTE DELLE OO.SS. 

Capogruppo ha aperto la procedura art. 47 legge 428, incontrando le OO.SS. il 2 agosto scorso, e in quell’occasione avrebbe dovuto informarle immediatamente in merito alla decisione di chiudere le sedi di Bergamo e Varese, e non comunicarlo il 20 settembre come accaduto.

Questa omissione è una grave scorrettezza ed è inammissibile che nessuna delle molte proposte, sotto citate, effettuate dalle OO.SS. sia stata accolta:

  • distaccamento in hub limitrofi alla piazza di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori;
  • ricorso al lavoro agile come già previsto dal nostro CCNL ANIA per questi casi in modo da mitigare l’impatto della mobilità territoriale (trasferimento di sede);
  • pacchetto economico per affrontare meglio il disagio legato alla variazione di sede;
  • limitare la mobilità per i part-time nell’arco di 20 km. dalla residenza;
  • trasferimento delle colleghe e dei colleghi posticipata di almeno tre mesi al fine di trovare soluzioni professionali adeguate sulle rispettive piazze di lavoro;
  • posticipazione della chiusura delle sedi di Bergamo e Varese in attesa della conclusione della trattativa di Gruppo in corso sullo smart working, come possibile alternativa allo spostamento della piazza di lavoro;
  • apertura di una procedura a parte, dedicata appositamente all’operazione di chiusura delle sedi, in modo da avere i trenta giorni in più di trattativa previsti dall’Art. 15 del CCNL

I capisaldi delle OO.SS. sono il mantenimento delle sedi di lavoro e della professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti nella chiusura delle sedi (e in questo caso stiamo parlando di 11 persone!!!).

Capogruppo, tra l’altro noncurante delle conclamate carenze di organico e delle relative difficoltà ad esse legate nella Divisione Insurance, prosegue nel privilegiare attività al di fuori del perimetro di settore, provocando la desertificazione territoriale anche in ambito assicurativo.

Nonostante la mancata firma dell’accordo, le OO.SS. vigileranno sugli sviluppi della situazione tutelando i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

Se dovesse proseguire un tale atteggiamento di chiusura nei confronti della Divisione Insurance, ogni futura trattativa partirebbe in salita.

RR.SS.AA. Divisione Insurance 22/09/2022

 

LA RSA FISAC DI CASTELLAMAMRE SUL PROBLEMA GUARDIANIA

PROBLEMA GUARDIA A CASTELLLAMMARE DI STABIA

 

Abbiamo appreso che l’azienda ha intenzione di dismettere, a breve, il servizio di guardiania armata alla filiale di Castellammare di Stabia.

Se questa decisione fosse confermata dall’azienda, non ce ne  appaiono comprensibili le motivazioni, specialmente alla luce di eventi criminosi recenti, traumatici, che hanno riguardato il territorio della provincia di Napoli.

La filiale di Castellammare , a seguito delle recenti chiusure di altre filiali in località limitrofe,  ha visto aumentare considerevolmente l’affluenza di pubblico ai suoi sportelli, affluenza che ha causato non pochi problemi di ordine pubblico e di sicurezza, con clienti spesso esacerbati che riversano i loro malumori per un cattivo servizio fornito dalla banca sui colleghi.

Castellammare

Prossime Scadenze

settembre 2022

30setalldayalldayTermine Richiesta Assegni Di Studio Per I Figli Scuole Medie Inferiori E Superiori

ottobre 2022

29ottalldayalldayFondo Pensione Gruppo ISP: Termine Adesione Coperture Assicurative Rischio Morte/Invalidità

31ottalldayFSI - Termine Per La Sottoscrizione della Polizza LTC Volontaria

novembre 2022

30novalldayalldayTermine Assegni Di Studio Per I Figli: Università Immatricolazione 1° Anno

Fisac Flash FOL: Permessi e Turni estremi

Richieste di permesso
L’Azienda  ci ha informati che nel mese di gennaio in FOL verranno  concessi 1.400 permessi tra ferie, ex festività, banca delle ore e SVL  a fronte di 43 richieste non approvate per esigenze tecniche, organizzative e produttive. 
.
Turno T1 (6.48)
L’Azienda ha dichiarato che allo stato attuale la turnazione delle 6.48 non può essere considerata estrema. Si tratta di una fascia oraria molto appetibile per i colleghi perché permette di terminare presto la giornata lavorativa. Dallo scoppio della pandemia è  svolta esclusivamente in Smart Working e non produce i disagi collegati alla mobilità. La definizione di turno estremo, condivisa in passato, si riferisce esclusivamente alla modalità di svolgimento in presenza. Come FISAC riteniamo indispensabile riprendere nel contesto del confronto sullo Smart Working, che si dovrà tenere entro il primo semestre dell’anno, il tema delle turnazioni in generale, con particolare attenzione a quelle estreme.
.

Lavoro Misto: spiragli sugli hub per il lavoro autonomo, ma l’azienda deve cambiare atteggiamento sulle conversioni

Durante l’incontro odierno con l’azienda che aveva lo scopo di ottenere dei chiarimenti propedeutici all’avvio del confronto su SW e flessibilità di orario che sta partendo in questi giorni, è emersa una maggiore diponibilità aziendale verso la possibile apertura di un certo numero di “hub” (magari in convenzione con società che forniscono questo tipo di servizio) dedicati ai colleghi con Contratto Misto per il ricevimento dei loro clienti del portafoglio da lavoratore autonomo. E’ bene precisare che si tratta di un piccolo passo in avanti, ancora tutto da verificare nella sua reale concretezza, tempistica e diffusione, ma che comunque va nella direzione di una delle principali richieste avanzate dai colleghi che hanno e soprattutto che intendono mantenere il contratto di lavoro misto.

Nel raccogliere positivamente questa disponibilità, abbiamo invece rimarcato la necessità che l’azienda faccia significativi passi avanti anche nella definizione delle assegnazioni dei colleghi che invece chiedono la conversione a Full Time. Assegnazioni che continuano ad essere particolarmente disagevoli e che peggiorano drammaticamente le condizioni di vita e di lavoro dei colleghi coinvolti. Colleghi, è bene ricordarlo, che molto spesso hanno già dovuto abbandonare le regioni di provenienza, gli affetti e i legami e adesso sono costretti a ricominciare da capo, in condizioni logistiche ancora più estreme. E’ davvero importante che l’azienda ripensi radicalmente le sue scelte gestionali in proposito.

.

.

Aggiornamento Guida Maternità e Paternità: novità congedo di paternità e congedo parentale

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida alla Maternità e Paternità alla luce delle novità legislative, come vi avevamo già preannunciato qui.

Tra le altre cose è stato stabilizzato il congedo obbligatorio di 10 giorni per i padri, e sono stati rivisti e ampliati i termini per la fruizione del Congedo Parentale e la durata del medesimo (se fruito da entrambi i genitori). Ricordiamo che pur in assenza della Circolare INPS i nuovi permessi possono comunque già essere richiesti direttamente all’azienda a partire dal 13 agosto.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze. 

 

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).
.

Guida alle Coperture assicurative per i colleghi

Tutti i colleghi di ISP usufruiscono di una serie di coperture assicurative pagate dall’azienda e possono eventualmente attivarne di ulteriori a proprie spese a condizioni di particolare favore rispetto al mercato.

Purtroppo molti colleghi non sono a conoscenza nemmeno delle coperture già esistenti a loro favore e spesso capita che non le attivino in caso di “sinistro”, perdendo così indennizzi anche molto importanti.

Abbiamo quindi pensato di riunire in un unico compendio (lo trovate qui) le informazioni più importanti relative a

  • Polizza Infortuni Professionali e Extraprofessionali,
  • Indennità Premorienza,
  • LTC Nazionale,
  • LTC FSI (Collettiva e Volontaria),
  • Prestazioni Accessorie del Fondo Pensione

In modo da fornire un primo strumento di consultazione agile e immediato, rimandando alle guide specifiche per gli approfondimenti del caso.

Come al solito i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze e vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

LA NUOVA GUIDA POP: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLA COMPLESSITA’ PER I GESTORI

Continua la pubblicazione delle nostre Guide Pop: una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento. Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

La Guida che vi proponiamo oggi è un focus specifico sul concetto di “Complessità” per i Gestori ai fini dei Ruoli e dei Percorsi professionali. Consigliamo gli interessati di consultare attentamente la nuova Guida Pop  sulla complessità, anche perché si sta avvicinando la finestra di aggiornamento dell’autovalutazione TETI (è prevista per ottobre), che – come spiegato dettagliatamente nella guida – è un indicatore fondamentale per la determinazione della propria complessità.

Qui il video:

 

e qui il pdf

.

La nuova Guida Pop per i Neoassunti: “Idee per orientarsi”

Come preannunciato, proseguiamo con la pubblicazione delle nostre Guide Pop: una sintesi delle normative di riferimento da ascoltare o sfogliare, per avere gli elementi fondamentali dell’argomento. Informazioni snelle e semplici: poi per approfondire, è sempre possibile consultare la nostra Guida completa.

Oggi è il turno delle Idee pe orientarsi, dedicata ai Neoassunti. Qui il video:


e qui il pdf.

Visto il favore che questa modalità sembra incontrare, poco a poco produrremo una serie di nuove “Guide Pop” su vari argomenti: stay tuned. 🙂

.

Ricerca

Ricerca per Categoria

Ricerca per Mese

X