Archivio News Principali

ISP RIPRISTINA L’EROGAZIONE DELL’ACQUA CALDA SANITARIA

Grazie all’intervento unitario degli RLS che avevano inviato all’azienda specifica lettera di diffida, la banca ha deciso di ritornare sulla sua decisione unilaterale di procedere allo spegnimento delle apparecchiature di produzione di acqua calda nei luoghi di lavoro.
È stato infatti comunicato dalla funzione aziendale competente che la Direzione immobili procederà progressivamente alla riaccensione degli impianti.
Come FISAC CGIL siamo certamente favorevoli all’adozione di iniziative di sensibilizzazione per la gestione responsabile dei consumi energetici, ma riteniamo che ogni iniziativa debba essere il frutto di un percorso di informazione preventiva e di condivisione con le Rappresentanze di lavoratrici e lavoratori
Giudichiamo quindi il ripensamento aziendale un importante successo del lavoro svolto con dedizione e competenza dagli RLS.

 

8 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 17 febbraio 2023 ci sono 8 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Divisione IMI Corporate & Investment Banking e International Subsidiaries Banks e la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte

JOB FAMILY STAFF

Supporto ad amministrazione e bilancio, Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della Struttura di Amministrazione e Bilancio avrai l’opportunità di seguire le attività di analisi funzionale a supporto delle attività del Bilancio Individuale e Contabilità. Se ti incuriosiscono le attività di SAP Governance e ti piacerebbe seguirle per le società del perimetro Fideuram, potresti essere la persona giusto per la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking>> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Specialista per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno dell’ufficio Investment Product Conformity Controls, avrai l’opportunità di assicurare la corretta produzione del Key Information Document nell’ambito dei processi di emissione di nuovi prodotti di investimento e dell’operatività dei derivati OTC. Se ti affascinano le attività di controllo e certificazione di qualità e correttezza dei dati e ti piacerebbe approfondirli, utilizzando le tue competenze analitiche all’interno di un contesto internazionale e dinamico, scopri come entrare a fare parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking>> Vai alla posizione

Specialista Bilancio Individuale e Contabilità Per Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della struttura di Amministrazione e Bilancio potrai collaborare nell’ambito del processo di redazione del bilancio individuale di una banca. Se ti affascina l’idea di esser partecipe nel processo di reportistica verso la capogruppo e vorresti approfondirne le evoluzioni della normativa contabile, potresti essere la persona giusto per la Divisione Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking>> Vai alla posizione

Gestore area Ciclo Passivo e Contabilità generale per Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della Struttura di Amministrazione e Bilancio avrai l’opportunità di seguire tutte le attività legate alla gestione amministrativa e contabile delle spese amministrative delle società italiane della Divisione Private Banking. Se da sempre ti affascinano le tematiche contabili e ti piacerebbe approfondirle, utilizzando le tue conoscenze e lavorando in un contesto dinamico e sfidante, potresti essere la persona giusta per la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

Financial Controller per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno del Dipartimento Pianificazione e Controllo potrai imparare a produrre Tableau de Bord su base mensile e report per il Top Management della Divisione. Se sogni di lavorare in un team multiculturale e di utilizzare il tuo capacità di analisi e di rendicontazione, scopri come entrare a far parte del ciclo Tableau de Bord e Contabilità fornitori. >> Vai alla posizione

Senior Treasury and Financial Controller per la Divisione International Subsidiary Banks

Nella Struttura Financial Policies & Liquidity Management avrai la possibilità di essere il riferimento delle società controllate per realizzare nuovi progetti e iniziative in campo finanziario. Se hai un forte interesse per la Tesoreria e la Finanza e vorresti valutare l’impatto delle politiche di Gruppo sulle società controllate, scopri come entrare a far parte della Direzione Pianificazione e Controllo della Divisione International Subsidiary Banks.>> Vai alla posizione

Business Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno del team Markets Advisory and Strategic Initiatives, avrai l’opportunità di analizzare i cambiamenti strutturali del quadro socio-economico e le tendenze dell’ambiente competitivo e dei mercati finanziari. Se desideri lavorare in un contesto internazionale, svolgendo un ruolo chiave nel supportare il top management nell’affrontare lo sviluppo strategico, scopri come entrare a far parte della Divisione International Subsidiary Banks. >> Vai alla posizione.

JOB FAMILY REGULATORY

Legal Advisory Finanza Straordinaria per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Legal Advisory potrai contribuire alle fasi di origination delle operazioni di finanziamento e di finanza straordinaria, ivi incluse operazioni di acquisition e leveraged financing, fund financing, real estate financing, project financing etc. Se hai sempre sognato di approfondire le tematiche legali legate al mondo della Finanza, lavorando in un contesto internazionale e sfidante, potresti essere la persona giusta per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

 

Vuoi candidarti da app mobile?

 

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

AGGIORNAMENTO GUIDA PREVIDENZA GENERALE

Il nostro esperto Giampiero Reccagni ha provveduto ad aggiornare  la GUIDA alla PREVIDENZA GENERALE la variazione riguarda in particolar modo le novità introdotte con la Legge di Bilancio 2023, l’adeguamento annuo di alcuni valori di riferimento e una lieve variazione degli incrementi della speranza di vita stimati dall’ISTAT per gli anni successivi al 2026

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Giampiero è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

Il contatore individuale SW: bene, ma non benissimo

A integrazione della news sull’attivazione del contatore individuale per chi ha aderito al “nuovo” lavoro flessibile, vi informiamo che abbiamo rilevato una serie di disallineamenti, bachi e incongruenze varie, tra le quali:

  • Dal contatore sono state scaricate dalla dotazione individuale le giornate di SW dei fragili effettuate finora in forza del Decreto del Governo. L’azienda aveva esplicitamente escluso questa eventualità, che peraltro sarebbe anche concettualmente incongrua rispetto alla previsione di poter incrementare le giornate di SW individuali per i fragili, anche a prescindere dalle disposizioni legislative.
  • Sul contatore sono state caricate a tutti coloro che hanno aderito 120 giornate di SW, senza tenere conto delle “famose” e discusse dotazioni aggiuntive unilaterali.

Di sicuro la partenza di questo contatore gestito dall’azienda in splendida autonomia, così come l’intera partita SW, 4×9 e flessibilità individuali non sembra essere stata così felice. L’azienda vorrebbe far credere che quando agisce da sola è più veloce, efficiente e vicina ai colleghi. Ma se il buon giorno si vede dal mattino…

.

Da oggi è possibile la rinegoziazione mutui agevolati per tutti i dipendenti: seguiranno istruzioni per le rinegoziazioni ai sensi legge di bilancio 2023

L’azienda ha comunicato che a partire da oggi, 2 febbraio, tutto il personale in servizio, esodo e quiescenza può chiedere la rinegoziazione mutui.

Si ricorda che tutto il Personale in servizio, esodo e quiescenza del Gruppo Intesa Sanpaolo aderente al c.d. “Nuovo Pacchetto” delle condizioni agevolate può richiedere la rinegoziazione del proprio mutuo erogato a condizioni agevolate scegliendo, una sola volta nell’arco della vita del mutuo, il nuovo piano di rimborso da applicare al proprio finanziamento, mantenendo o variando la tipologia di tasso originario (da tasso fisso a nuovo tasso variabile e da tasso variabile a nuovo tasso fisso) con eventuale allungamento/riduzione della durata.

In presenza di richiesta di rinegoziazione, la filiale è tenuta a verificare che siano rispettati tutti i requisiti oggettivi e soggettivi previsti dalla scheda prodotto “Rinegoziazione mutui in corrente per il personale del Gruppo“, di cui si richiama integralmente il contenuto.

A partire dal 2 febbraio, la rinegoziazione sarà ammessa anche per i mutui agevolati ex Banche Venete, sinora inibita, accesi per le finalità indicate nella normativa soprarichiamata.

Seguiranno a breve le istruzioni operative per la rinegoziazione di cui alla legge di bilancio 2023, riservata esclusivamente ai dipendenti con ISEE non superiore a 35 mila euro, titolari di un mutuo a tasso variabile di importo originario non superiore a 200 mila euro, finalizzato all’acquisto o alla ristrutturazione di unità immobiliari adibite ad abitazione.

Maggiori informazioni sono disponibili in #People > Servizi alla persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Gestione della propria economia > finanziamenti agevolati e scontati > mutui.

.

L’azienda ha predisposto il contatore individuale per il “nuovo” lavoro flessibile

Vi segnaliamo che in #People è possibile verificare se si è effettuata l’adesione al “Nuovo” Lavoro Flessibile (come noto frutto dell’iniziativa unilaterale dell’azienda, mentre il Lavoro Flessibile trae origine da accordi sindacali).

La stessa funzione di #People include il contatore delle giornate fruite e il residuo (teoricamente) spettante nel periodo selezionato (es. gennaio-dicembre 2023):
Il percorso è il seguente:
#People > Servizi amministrativi > Consuntivazione presenze e assenze:
dal menù verticale a sinistra selezionare il 2° simbolo grafico (cartellino orologio)

Per ulteriori informazioni sullo smart working vi invitiamo a consultare il nostro “mini-vademecum”, che include – tra l’altro – le istruzioni per aderire a una delle due tipologie di Lavoro Flessibile, o per revocare l’adesione alla forma di smart working prescelta, per esempio nel caso non fosse, di fatto, fruibile.

BANCA DEL TEMPO: A BARDONECCHIA (TORINO), APERTE LE CANDIDATURE PER UNA NUOVA INIZIATIVA DI VOLONTARIATO

Ogni anno, a seguito dell’accordo sindacale sulla Banca del Tempo, l’azienda mette a disposizione una quota di permessi retribuiti che consentono ai colleghi di prestare la loro opera a favore di progetti con finalità sociali, in associazioni senza fini di lucro. L’azienda ha comunicato oggi la notizia, allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso riportiamo un estratto della news aziendale.

Aperte le candidature per diventare volontari della seconda tappa dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics di cui Intesa Sanpaolo è Premium Partner.

A Bardonecchia (Torino) dal 13 al 16 marzo saranno protagoniste le gare di sci alpino, snowboard e danza sportiva degli atleti di Special Olympics.

Segnala la giornata in cui vorresti partecipare e candidati come volontario a supporto degli atleti. Potrai vivere anche tu i momenti straordinari, emozionanti e divertenti che già numerosi colleghi hanno sperimentato e conoscere da vicino le capacità delle persone con disabilità intellettive.

Tutti possono dare il loro contributo, anche coloro che non hanno mai avuto precedenti esperienze di volontariato sportivo o di supporto.

Per la partecipazione saranno utilizzati i permessi retribuiti della Banca del tempo.

A richiesta dei volontari partecipanti sarà possibile fruire di particolari convenzioni in strutture ricettive individuate dall’organizzazione dell’evento.

Se ami lo sport come strumento di inclusione, aderisci all’iniziativa compilando il modulo entro il 10 febbraio compreso. Ricordati di segnalare se sai sciare, così gli organizzatori sapranno che potrai aiutare gli atleti direttamente sulle piste.

In allegato sono disponibili i documenti che sarà necessario sottoscrivere nel momento in cui verrà confermata la partecipazione all’iniziativa.

Informativa Privacy
Modulo autocertificazione carichi pendenti

La Banca del Tempo è Volontariato, ma serve anche per ottenere permessi retribuiti per far fronte alla proprie situazioni di difficoltà. Lo sai quando puoi CHIEDERE permessi della Banca del Tempo? Ricordati che:

  • se stai affrontando una situazione familiare difficile e hai bisogno di più tempo per gestirla…;
  • se la tua situazione è veramente molto grave e prolungata… puoi ottenere anche ulteriori giorni, a fronte di donazioni mirate da parte dei colleghi;
  • se hai finito i permessi 104 per un tuo familiare, e hai bisogno di più tempo per prendertene cura …

Per richiedere permessi della Banca del tempo è attivo l’apposito applicativo presente nella sezione dedicata.

Conosci tutte queste opportunità? Conosci davvero la Banca del Tempo e tutto quello che puoi farci? Per approfondire tutte le questioni legate alla Banca del tempo (vi ricordo che è possibile donare tempo a favore dei colleghi che siano in difficoltà, eventualmente anche in maniera mirata, e  che ovviamente è possibile ottenere del tempo per far fronte alle proprie esigenze gravi e improvvise) potete consultare la GUIDA ALLA BANCA DEL TEMPO. Si ricorda peraltro che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono sempre a tua disposizione per ogni chiarimento.

MOBILITY MANAGEMENT: ONLINE I PIANI SPOSTAMENTO CASA-LAVORO 2022

La figura del Mobility Manager è stata introdotta in Italia dal DECRETO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE del 27 MARZO 1998 (cosiddetto Decreto Ronchi). In estrema sintesi tutte le aziende con più di 300 dipendenti in un’unica sede (o con 800 dipendenti su più sedi) devono nominare un Mobility Manager. I riferimenti normativi sono:

Anche quest’anno Intesa Sanpaolo ha presentato alle Amministrazioni Comunali i Piani Spostamento Casa-Lavoro (PSCL) con i quali la banca si impegna a proseguire il percorso avviato sin dal 2009 per identificare soluzioni che consentano di coniugare la sostenibilità economica, il benessere delle persone e la vivibilità delle nostre città.

Come lo scorso anno, queste le piazze incluse nelle nostre analisi ed azioni: Arezzo, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Como, Cuneo, Firenze, Forlì, Genova, Jesi, Milano-Assago-Sesto San Giovanni, Moncalieri, Montebelluna, Napoli, Padova-Rubano, Palermo, Parma, Pesaro, Prato, Roma, Torino, Udine, Venezia, Vicenza e Verbania.

Per una realtà come la nostra, tanto articolata e diffusa sul territorio, la figura dei/delle Referenti Territoriali della Mobilità, che affianca l’attività del Mobility Manager di Gruppo, rappresenta un importante trait d’union tra l’ascolto delle esigenze espresse a livello locale e le iniziative offerte dall’azienda, un approccio che fa la differenza.

Numerose anche le iniziative dell’Associazione dei Lavoratori di Intesa Sanpaolo (ALI) che contribuiscono a rafforzare il nostro impegno diffondendo la cultura della mobilità sostenibile.

I PSCL sono disponibili nella Intranet in #People > Servizi alla persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Mobility Management > Piani Spostamento Casa-Lavoro.

Per maggiori informazioni è possibile contattare: i/le Referenti Territoriali della Mobilità su piazza i cui riferimenti sono pubblicati nella sezione Mobility Management o l’Ufficio Welfare della Direzione Centrale Affari Sindacali e Politiche del Lavoro scrivendo a mobility.management@intesasanpaolo.com.

 

 

AGGIORNAMENTO GUIDA AL FONDO SANITARIO INTEGRATIVO

La nostra Esperta Marianna Broczky ha aggiornato la guida al FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI le novità riguardano la possibilità di iscrivere i minori in affidamento temporaneo da almeno 24 mesi come famigliari beneficiari e l’incremento della contribuzione Aziendale per l’anno 2023.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Marianna è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze personalizzate.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

AGGIORNAMENTO GUIDA ALL’ASSEGNO UNICO

La nostra esperta Maria Adele Mezzanotte ha aggiornato la Guida all’Assegno Unico con le indicazioni relative alla presentazione dell’Assegno Unico 2023.

Segnaliamo che ad oggi non è ancora stata emanata la Circolare INPS che recepisce le novità introdotte dalla Legge di bilancio 2023 e che dovrebbe apportare alcune modifiche relativamente alle maggiorazioni.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo  e Maria Adele è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

8 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 10 febbraio 2023 ci sono 8 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Divisione IMI Corporate & Investment Banking, Insurance e International Subsidiaries Banks e la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte

JOB FAMILY BUSINESS DI RELAZIONE

Financial Advisor per la Divisione Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della struttura di Private Advisory Unit potrai seguire direttamente, sotto la supervisione del Responsabile, le richieste finanziarie della Rete per la clientela HNWI, interagendo con vari team di Fideuram Asset Management e con la Struttura Sviluppo Offerta. Se ti piace l’idea di lavorare all’interno di un desk di Advisory finanziaria evoluta, volta all’erogazione dei servizi PrivateWealthManagement, scopri come entrare nella Divisione Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY IT

Project Manager IT per Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

Nell’ambito del team dei Sistemi Informativi della Divisione Private Banking avrai l’occasione di gestire diverse progettualità coordinando dei gruppi di lavoro esterni ed interni per il lancio o l’evoluzione di prodotti e servizi, l’evoluzione della piattaforma di consulenza e della piattaforma operativa e il supporto agli utenti. Se hai da sempre una forte passione verso lo sviluppo di prodotti IT ma hai anche un certo interesse per la collaborazione con le funzioni commerciali, potresti essere la persona giusta per entrare a far parte della Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Controller Capital Markets & Investment Banking per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della struttura di Operational & Financial Governance potrai monitorare i dati gestionali di redditività daily riferiti alla Divisione IMI CIB e condivisione degli stessi con le strutture di Business e di Governance. Se ti hanno sempre appassionato le tematiche legate al pianificazione e controllo e ti piacerebbe approfondirle lavorando in un contesto dinamico e sfidante, scopri come entrare a fare parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

 Senior Credit Controller per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della struttura Costo del Credito e Ottimizzazione degli attivi, potrai promuovere la gestione ottimale degli attivi delle Banche e delle Società nel perimetro della Divisione e monitorare l’andamento del costo del credito e la realizzazione degli obiettivi. Se desideri utilizzare le tue competenze analitiche all’interno di un contesto internazionale e sfidante, scopri come entrare nella Divisione International Subsidiary Banks. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Specialista supporto Reti e Formazione, Divisione Insurance

All’interno della Società Intesa Sanpaolo Assicura, in particolare nella struttura di Supporto Reti e Formazione avrai l’opportunità di fornire supporto commerciale sui prodotti assicurativi alle Reti di vendita. Se ti appassionano le attività di reporting e di presentazione dei dati e desideri mettere a frutto le tue conoscenze del mondo assicurativo, lavorando in un contesto dinamico e sfidante, potresti essere la persona giusta la Divisione Insurance. >> Vai alla posizione

 Addetto Tesoreria e Cambi per la Divisione Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della Struttura Tesoreria e Cambi avrai l’opportunità di seguire le principali attività legate ai rischi di mercato e ai flussi di liquidità. Se da sempre ti affascina l’andamento dei tassi e desideri approfondire il funzionamento del mercato delle divise o dei titoli esteri, scopri come entrare a fare parte dalla Divisione Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

 New business Project Manager per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno di New Business and Interdivisional Initiaves Development avrai l’opportunità di lavorare sui progetti promossi da New Business Structure. Se desideri lavorare in un contesto dinamico e multiculturale, supervisionando diversi progetti sfidanti sfruttando le tue capacità di rendicontazione e project management, scopri come entrare a far parte della Divisione Banche Estere. >> Vai alla posizione

Project & Portfolio Manager per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Direzione Governance & Iniziative Strategiche hai l’opportunità di supervisionare i progetti e le iniziative internazionali e interfunzionali promosse da questa Divisione. Se hai buone capacità di Project Management e ti piacerebbe lavorare in modo dinamico, studiando le best practice e le diverse metodologie dei progetti a cui partecipi, scopri come entrare a far parte della struttura di Project & Portf olio Management. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

AL VIA LE ASSEMBLEE NEL GRUPPO ISP

Nei prossimi giorni prenderà avvio, su tutto il territorio nazionale, una importante tornata assembleare nella quale ci proponiamo di coinvolgere tutte le colleghe e i colleghi del Gruppo ISP.

Sarà l’occasione per fare il punto sulla situazione attuale nel Gruppo dopo la lunga interruzione determinata dall’emergenza pandemica Covid-19.

L’esito non positivo del lungo confronto sul nuovo modello organizzativo, in cui, a causa dell’indisponibilità aziendale, non si sono realizzate le condizioni per poter giungere un accordo, sarà solo uno degli argomenti che ci proponiamo di affrontare, insieme alle innumerevoli questioni e problemi che interessano le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo: dalle carenze di organico, alle pressioni commerciali e al clima aziendale, dal rispetto dell’orario di lavoro e del diritto alla disconnessione, ai contratti misti, dall’incremento del valore del buono pasto, al riconoscimento dei percorsi professionali, per citarne solo alcuni.

Le assemblee hanno l’obiettivo, attraverso la partecipazione, il dialogo e il contributo di tutti le colleghe e i colleghi, di rafforzare il tavolo negoziale, riaffermando il valore della contrattazione collettiva, che ha la sua massima espressione nel CCNL.

In base all’andamento delle assemblee e in assenza di risposte concrete dell’azienda, valuteremo tutte le possibili iniziative, inclusa l’ipotesi di apertura di una fase vertenziale.

Raccomandiamo fin d’ora a colleghe e colleghi un’ampia partecipazione, affinché si possa dimostrare con i fatti il rifiuto e il contrasto a una gestione che da parte dell’azienda è sempre più unilaterale e discrezionale, e rivela l’obiettivo di indebolire l’azione collettiva del Sindacato e di dividere le lavoratrici e i lavoratori, rendendoli più deboli e più soli.

Per favorire la partecipazione, alcune assemblee si svolgeranno in modalità mista: in questi casi il collegamento è utile che venga effettuato tramite strumenti (smartphone, pc) non aziendali (per le assemblee esclusivamente da remoto i dispositivi aziendali saranno invece utilizzabili). Con la definizione del calendario saranno precisate, caso per caso, le modalità.

qui il documento in pdf

.

Novità busta paga gennaio

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di gennaio. Nel ricordare che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di dicembre 2022 per le società con CCNL Credito:

  1. Addizionali regionali e comunali rateizzate

Come previsto dalla vigente normativa fiscale sono state calcolate sull’imponibile fiscale dell’anno 2022 le addizionali regionali e comunali, trattenute in 11 rate a partire dal cedolino di gennaio 2023.

  1. LTC – Long Term Care

Si è provveduto al versamento del contributo annuale a carico azienda visibile nel cedolino con il codice voce 4CLT (importo nella colonna “FIGURATIVO”).

La quota prevede la copertura assicurativa, per il tramite della CASDIC, in relazione all’insorgenza di eventi imprevisti ed invalidanti dell’individuo tali da comportare uno stato di non autosufficienza. Per maggiori informazioni consulta la sezione Intranet dedicata: #People>Servizi alla persona e Welfare>Fondo Sanitario Integrativo>LTC -Long Term Care

Per approfondimenti consultate la Guida Long Term Care

  1. Previdenza Complementare – iscritti alla ex Cassa IBI ora Fondo Pensione a Contribuzione Definita del Gruppo Intesa Sanpaolo

Sono state determinate, in base al Regolamento vigente, le nuove quote di contribuzione per l’anno 2023, sia a carico dipendente che a carico azienda.

Per approfondimenti consultate la Guida Previdenza complementare

  1. Detrazioni d’imposta per familiari a carico

Dal 12 gennaio è nuovamente possibile la gestione dei carichi familiari e la richiesta di detrazioni per l’anno 2023 tramite #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Ti ricordiamo che a decorrere dal 1° marzo 2022, con l’introduzione dell’assegno unico universale, le detrazioni vengono applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico restano invariate.

  1. Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito: contributo 2023

Come stabilito dal Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito, previsto dal CCNL, nel cedolino del corrente mese con voce 2SOC Fondo per l’occupazione è stato esposto figurativamente, il controvalore di una giornata lavorativa per le aree professionali e di una giornata di ex festività per i Quadri Direttivi. I valori sono riproporzionati all’eventuale orario part time del collega.

  1. Scadenza Premi welfare piattaforma ex UBI (UBI FOR YOU)

Si ricorda che le somme destinate al portale esterno UBI FOR YOU saranno fruibili all’interno dello stesso fino al 31.01.2023, anche per acquisti della sezione Fringe benefit nel consueto limite di € 230,00. Gli eventuali residui non fruiti alla scadenza del 31.01.2023, verranno destinati, in automatico, esclusivamente alla posizione previdenziale del Fondo di Previdenza Complementare a Contribuzione definita del Gruppo Intesa Sanpaolo, ove esistente.

  1. Arretrati Assegni per il nucleo Famigliare (ANF)

A decorrere da gennaio 2023, i dipendenti che hanno presentato sul sito Inps (direttamente o tramite patronato) una domanda di Assegno al Nucleo Familiare accolta dopo il 31.12.2022, dovranno trasmettere tramite il percorso dedicato #People > Assistenza > Assistenza HR > Assegni per il Nucleo Familiare, il prospetto della richiesta, visualizzabile dal sito INPS, con l’indicazione dello stato “accolta” e riportante la tabella applicata, il periodo di riferimento, il numero di componenti il nucleo, l’importo teorico dell’assegno mensile.

L’erogazione degli importi anf sul cedolino stipendio avverrà solo in seguito alla segnalazione di cui sopra. Si ricorda che dal 1° marzo 2022 è in vigore l’Assegno Unico Universale che ha sostituito gli Assegni al Nucleo Familiare che potranno essere ancora richiesti nel limite dei 5 anni precedenti.

Maggiori informazioni su Assegni per il Nucleo Familiare: #People > Servizi alla persona e Welfare > Vetrina dei Servizi > Gestione della propria economia > Altre agevolazioni e sconti > Altre agevolazioni per familiari e figli.

Per approfondimenti consultate questa nota

  1. Esonero contributivo INPS lavoratori dipendenti

L’esonero contributivo (previsto in 2 punti percentuali sull’imponibile INPS mensile inferiore o uguale al limite di 2.692 euro, per il periodo di paga dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022), è temporaneamente sospeso, in attesa delle istruzioni aggiornate da parte dell’INPS per l’applicazione delle nuove misure così come disposto dalla Legge di bilancio 2023 (Art. 1, comma 281).

  1. Fringe benefit – tassazione mutui/prestiti agevolati

A seguito di un ricalcolo sul fringe benefit collegato ai prestiti e ai mutui agevolati (previsto dall’ art. 51 comma 4, lettera b del TUIR) effettuato successivamente alla data di pagamento del cedolino di dicembre 2022, è stato rivisto l’importo totale dei fringe benefit relativi all’anno 2022 e pertanto, con il mese di gennaio 2023 si è proceduto, ove necessario, al conguaglio dell’importo esposto nel cedolino di dicembre 2022.

In conseguenza di quanto sopra, se è stata presentata l’autocertificazione per il rimborso delle utenze domestiche, è stato ridefinito, quando necessario, l’importo che rientra nel limite di € 3.000, entro il quale non viene applicata la contribuzione previdenziale e l’imposizione fiscale (rif.to D.L. 176/2022).

Gli interessati a tale operazione per cui c’è stato un impatto economico nel cedolino di gennaio 2023 hanno ricevuto apposita comunicazione via mail.

Precisiamo che per il ricalcolo del l’eventuale superamento del limite di 3.000€ hanno influito solo i Fringe benfit e non si è tenuto conto delle eventuali autocertificazioni bollette. Ovviamente nel caso in cui i fringe abbiamo di per sè superato i 3.000€, anche le cifre erogate a titolo di contributo (le due trance di 500€ erogate l’anno corso) sono state tassate in via ordinaria.

  1. Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo

Con il cedolino di gennaio 2023 si è provveduto ad applicare quanto segue:

➢ CONTRIBUZIONI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO, versamento del contributo aziendale 2022 al Fondo Sanitario, visibile nel cedolino sezione ASS.SAN – casella Contr. Az.

➢ FONDO PROTEZIONE

  • voce 4CA5 Fondo Protez. c/azienda (importo nella colonna “FIGURATIVO”): CONTRIBUZIONE A CARICO DEL DATORE DI LAVORO, € 20,00 annui per ogni dipendente in servizio e per i destinatari dell’assegno straordinario del Fondo di Solidarietà iscritto al FSI se destinatari della copertura LTC prevista dal CCNL di categoria;
  • voce 4CD6 Fondo Protez. c/dipend.: CONTRIBUZIONE A CARICO DELL’ISCRITTO, € 10,00 annui a carico di ciascun iscritto in servizio/in quiescenza/destinatario dell’assegno straordinario del Fondo di Solidarietà, già coperto dalla Long Term Care prevista dal CCNL di categoria.

Le quote percentuali per il calcolo dei contributi al Fondo sono applicate su tutte le voci della retribuzione imponibile ai fini INPS; per l’anno 2023 il limite massimo della retribuzione su cui viene calcolato il contributo mensile è pari a € 10.503,62, mentre il limite annuale è pari a € 126.043,44 con conguaglio a dicembre o a cessazione.

Per approfondimenti consultate la Guida FSI

  1. Premio Variabile di Risultato (PVR) – Conto Sociale

Con il cedolino di gennaio si continuano a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:

  • voce 6VU3: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione.

Per approfondimenti consultate la Guida Conto Sociale

 

  1. Conto Sociale familiari non autosufficienti

Nel cedolino di gennaio sono in liquidazione con voce 16RS – DISABILITA’ RIMBORSO SPESE, le somme relative alle richieste di rimborso spese sostenute per servizi di assistenza a favore di familiari conviventi con disabilità in situazione di gravità e in possesso di certificazione medica di non autosufficienza (c.d. Conto sociale familiari non autosufficienti).

 

 Di seguito le News del cedolino di gennaio 2023 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

  1. Addizionali regionali e comunali rateizzate

Come previsto dalla vigente normativa fiscale sono state calcolate sull’imponibile fiscale dell’anno 2022 le addizionali regionali e comunali, trattenute in 11 rate a partire dal cedolino di gennaio 2023.

  1. Cassa Sanitaria Insurance

Si è provveduto al versamento del contributo aziendale 2023 per il personale in forza all’ 1/1/2023. L’importo del contributo è visibile in cedolino sezione ASS.SAN – casella Contr. Az.

Per i richiedenti è stata attivata la trattenuta mensile ed il relativo versamento alla cassa sanitaria della contribuzione prevista per i familiari non a carico. L’importo del contributo è visibile in cedolino sezione ASS.SAN – casella Fam no car.

  1. Detrazioni d’imposta per familiari a carico

Dal 12 gennaio è nuovamente possibile la gestione dei carichi familiari e la richiesta di detrazioni per l’anno 2023 tramite #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Ti ricordiamo che a decorrere dal 1° marzo 2022, con l’introduzione dell’assegno unico universale, le detrazioni vengono applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico restano invariate.

  1. Arretrati Assegni per il nucleo Famigliare (ANF)

A decorrere da gennaio 2023, i dipendenti che hanno presentato sul sito Inps (direttamente o tramite patronato) una domanda di Assegno al Nucleo Familiare accolta dopo il 31.12.2022, dovranno trasmettere tramite il percorso dedicato #People > Assistenza > Assistenza HR > Assegni per il Nucleo Familiare, il prospetto della richiesta, visualizzabile dal sito INPS, con l’indicazione dello stato “accolta” e riportante la tabella applicata, il periodo di riferimento, il numero di componenti il nucleo, l’importo teorico dell’assegno mensile.

L’erogazione degli importi anf sul cedolino stipendio avverrà solo in seguito alla segnalazione di cui sopra. Si ricorda che dal 1° marzo 2022 è in vigore l’Assegno Unico Universale che ha sostituito gli Assegni al Nucleo Familiare che potranno essere ancora richiesti nel limite dei 5 anni precedenti.

Maggiori informazioni su Assegni per il Nucleo Familiare: #People > Servizi alla persona e Welfare > Vetrina dei Servizi > Gestione della propria economia > Altre agevolazioni e sconti > Altre agevolazioni per familiari e figli.

Per approfondimenti consultate questa nota

  1. Esonero contributivo INPS lavoratori dipendenti

L’esonero contributivo (previsto in 2 punti percentuali sull’imponibile INPS mensile inferiore o uguale al limite di 2.692 euro, per il periodo di paga dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022), è temporaneamente sospeso, in attesa delle istruzioni aggiornate da parte dell’INPS per l’applicazione delle nuove misure, così come disposto dalla Legge di bilancio 2023 (Art. 1, comma 281).

  1. Fringe benefit – tassazione mutui/prestiti agevolati

A seguito di un ricalcolo sul fringe benefit collegato ai prestiti e ai mutui agevolati (previsto dall’ art. 51 comma 4, lettera b del TUIR) effettuato successivamente alla data di pagamento del cedolino di dicembre 2022, è stato rivisto l’importo totale dei fringe benefit relativi all’anno 2022 e pertanto, con il mese di gennaio 2023 si è proceduto, ove necessario, al conguaglio dell’importo esposto nel cedolino di dicembre 2022.

In conseguenza di quanto sopra, se è stata presentata l’autocertificazione per il rimborso delle utenze domestiche, è stato ridefinito, quando necessario, l’importo che rientra nel limite di € 3.000, entro il quale non viene applicata la contribuzione previdenziale e l’imposizione fiscale (rif.to D.L. 176/2022).

Gli interessati a tale operazione per cui c’è stato un impatto economico nel cedolino di gennaio 2023 hanno ricevuto apposita comunicazione via mail.

Precisiamo che per il ricalcolo del l’eventuale superamento del limite di 3.000€ hanno influito solo i Fringe benfit e non si è tenuto conto delle eventuali autocertificazioni bollette. Ovviamente nel caso in cui i fringe abbiamo di per sè superato i 3.000€, anche le cifre erogate a titolo di contributo (le due trance di 500€ erogate l’anno corso) sono state tassate in via ordinaria.

  1. Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021

Con il cedolino di gennaio si è provveduto a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2021, con la seguente modalità:

  • voce 6VU3: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
  • voce 1WR3: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto servizi e attività ricreative/sportive/culturali;
  • voce 1WY6: importo utilizzato in Welfare Hub per acquisto viaggi in convenzione.

 

  1. Conto Sociale familiari non autosufficienti

Nel cedolino di gennaio sono in liquidazione con voce 16RS – DISABILITA’ RIMBORSO SPESE, le somme relative alle richieste di rimborso spese sostenute per servizi di assistenza a favore di familiari conviventi con disabilità in situazione di gravità e in possesso di certificazione medica di non autosufficienza (c.d. Conto sociale familiari non autosufficienti).

UPPER: INIZIA LA VALUTAZIONE DA PARTE DEI RESPONSABILI

L’azienda ha comunicato oggi che entro il 7 febbraio i Responsabili valuteranno le performance dei Collaboratori: UpPER arriva alla fase di Valutazione.

Fino al 07/02 i responsabili valutano le performance.

Si avvia la fase di Valutazione di UpPER, un momento importante per ripercorrere il percorso fatto nel 2022, valorizzare il merito delle persone e supportarle nella loro crescita professionale.

Entro il 7 febbraio, i responsabili devono procedere alla valutazione, consultando i feedback che hanno condiviso durante l’anno e l’autovalutazione effettuata dai collaboratori. Per farlo, è possibile accedere ad UpPER da #People > Formazione e Sviluppo > Performance Management per il mio team, sia da desktop che da mobile con l’app #People.

I responsabili delle Strutture di Governance e, laddove richiesto, delle Divisioni e Società del gruppo, in questa fase possono anche proporre una nuova seniority per i propri collaboratori. La proposta sarà poi verificata dalla Gestione HR di riferimento.

Nella sezione Documenti Utili è disponibile anche il manuale della procedura.

Per approfondire le questioni legate alla Valutazione, potete consultare la nostra Guida alla Valutazione del Personale. Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

 

 

Aggiornamento Guida Lavoro Flessibile

La nostra esperta Marianna Broczky ha aggiornato la Guida al lavoro Flessibile, alle luce delle novità che sono comunque state introdotte dalla trattativa per chi mantiene l’adesione allo SW in applicazione dell’accordo del 2014 e delle novità complessive per chi aderisce all’accordo individuale.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Marianna è a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

SMART WORKING, 4X9 E FLESSIBILITÀ: COSA C’È DA SAPERE

Come noto, la trattativa sullo smart working e sulle altre forme di flessibilità delineate dall’azienda in relazione alla nuova organizzazione del lavoro legata al Piano d’Impresa 2022-2025 si è conclusa senza poter giungere alla sottoscrizione di un accordo.

L’azienda ha dichiarato che le richieste di parte sindacale erano di fatto inconciliabili rispetto alle proprie intenzioni, sottraendosi alla possibilità di compiere ulteriori passi in avanti nella direzione di un’intesa.

Come FISAC CGIL, unitamente alle altre OO.SS., abbiamo ritenuto di non poterci prestare a un accordo il cui fine prevalente sarebbe stato quello di avallare le proposte di parte aziendale, mentre rimanevano inascoltate (o con risposte del tutto insufficienti) le nostre richieste.

Inoltre abbiamo valutato – e confermiamo – che non sono adeguatamente garantiti (né nelle direzioni, né nella rete) una effettiva volontarietà e uguali possibilità di accesso a smart working e flessibilità orarie, di fatto subordinate alla discrezionalità dell’azienda, la cui determinazione nell’attuare gli interventi prospettati fin dall’inizio (e costantemente sostenuti senza spazi di mediazione) è stata ed è per noi motivo di preoccupazione.

La chiusura di parte aziendale su uno degli aspetti su cui il Gruppo intende fondare la nuova organizzazione del lavoro correlata al Piano d’Impresa non può però determinare da parte nostra solo una semplice dichiarazione di contrarietà e richiede che da parte nostra siano comunque fornite a lavoratrici e lavoratori alcuni chiarimenti indispensabili, per non lasciare esclusivamente in capo all’azienda una “campagna informativa” che rischia di assumere carattere di propaganda.

Per esempio spesso non viene posto sufficientemente in luce il fatto che per accedere allo smart working non è indispensabile aderire al cosiddetto Nuovo Lavoro Flessibile attraverso l’accordo individuale che ne costituisce l’unica cornice (unilateralmente definita dall’azienda in totale discrezionalità), ma permane la possibilità di avvalersi del sistema di regole collettive definito dagli Accordi sindacali 10.12.2014 e 17.12.2015. Come illustriamo di seguito, anche rimanendo nell’ambito di questi ultimi è garantita l’applicazione degli elementi di maggior favore che avevamo conquistato al tavolo del confronto.

Si è trattato, come noto, di avanzamenti del tutto insufficienti a consentire un avvicinamento delle rispettive posizioni (e tantomeno la firma di un accordo), ma li consideriamo (oltreché il frutto della nostra iniziativa) un primo risultato da cui partire nell’ambito di un percorso di rivendicazione che non riteniamo definitivamente chiuso. All’interno di tale percorso è per noi fondamentale il rapporto con le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo, e il loro coinvolgimento, a partire da una corretta informazione rispetto agli interventi di tipo organizzativo messi in campo dall’azienda, volta a mettere in luce le numerose criticità che si celano dietro alle stucchevoli dichiarazioni aziendali di attenzione alle persone e ai loro bisogni.

Questa nota si pone l’obiettivo (ambizioso) di essere un passo in questa direzione.

Qui potete scaricare la nota in pdf

.

ISPROUD: l’attività svolta e le prossime iniziative.

La FISAC sostiene da sempre le ragioni dell’inclusione e del rispetto di tutti gli orientamenti individuali, compresi quelli affettivi e di genere ed è stata tra i promotori delle iniziative a sostegno di queste ragioni anche in azienda, sia contribuendo alla valorizzazione della comunità ISPROUD, sia con concrete iniziative negoziali.

Abbiamo già affrontato questi temi 4 volte l’anno scorso: a marzo, aprile, maggio e ottobre.

Coerentemente con questo impegno, rilanciamo qui di seguito una comunicazione della segreteria di ISPROUD che dà conto delle attività svolte e delle iniziative in corso. Ricordiamo che tutti i colleghi interessati a conoscere meglio e sostenere i processi di inclusione e di sviluppo di un ambiente lavorativo dove tutte le persone si possano sentire libere di esprimere se stesse e le proprie potenzialità, possono unirsi alla comunità ISPROUD e partecipare alle iniziative: per le adesioni è stata attivata la casella isproud@intesasanpaolo.com.

Buonasera a tutt*
Grazie ancora per la partecipazione che c’è stata alla Plenaria del 20 gennaio: è stato un incontro molto emozionante e coinvolgente e per questo ringraziamo ancora moltissimo Carol.
Come anticipato, qui trovate  la presentazione utilizzata ieri e riepiloghiamo i prossimi passi.
Save the date: il prossimo evento, in collaborazione con Diversity & Inclusion e la Direzione Centrale Arte, Cultura e Beni storici, si terrà alle Gallerie d’Italia di Torino venerdì 3 febbraio 2022 dalle 17.30. Vi invieremo i dettagli per partecipare all’evento nelle prossime settimane.
È ripartita l’iniziativa “Mettiamoci in contatto”, in particolare con due iniziative pilota su Piemonte e Veneto: nelle prossime settimane vi contatteremo per i primi incontri con i facilitatori.
Sono poi ripartiti i seguenti Laboratori delle idee:
LABORATORIO GENITORI DI LGBTQ+: in previsione di un possibile nuovo webinar su questa tematica in collaborazione con D&I, Carelab e Stimulus, riattiviamo questo laboratorio nelle prossime settimane per condividere idee e proposte;
LABORATORIO PRIDE 2023: al fine di coordinare le attività per i diversi Pride che si terranno a giugno 2023, anche qui fisseremo un incontro per le prossime settimane con lo obiettivo di iniziare a lavorare concretamente sull’organizzazione non solo su Milano, ma anche su altre piazze.
Partenza del nuovo LABORATORIO FINANZA ESCLUSIVA: l’obiettivo sarà di portare avanti e condividere idee e proposte su questa tematica (ad esempio come rendere i prodotti dedicati a clienti e dipendenti più inclusivi).
E’ ovviamente ancora possibile partecipare a questi laboratori e per farlo sarà sufficiente scrivere una email a isproud@intesasanpaolo.com e indicare a quale/i si intenda prendere parte.
Vi anticipo poi che siamo sempre in contatto con gli UNICORNS, l’ERG di UNICREDIT: stiamo organizzando un incontro in presenza che si terrà nel tardo pomeriggio con loro e stiamo attendendo di sapere per quante persone sarà possibile partecipare. La data prevista è l’8 febbraio: vi manderemo ulteriori dettagli nelle prossime settimane.
Un caro saluto.
La Segreteria di ISPROUD

FSI – IL 31 GENNAIO 2023 TERMINA LA FASE DI PREADESIONE ALLA POLIZZA LTC VOLONTARIA

Il 31 gennaio si conclude la pre-adesione alla polizza Long Term Care volontaria per l’anno 2023, per tutti coloro che non hanno sottoscritto la polizza per il 2022.

Il contratto si rinnova automaticamente di anno in anno, pertanto chi negli scorsi mesi ha già perfezionato il contratto sul sito della compagnia non deve fare nulla.

L’iscritto, anche con riguardo ai familiari beneficiari, entrando in procedura potrà:

  • effettuare la preadesione per il 2023 nel caso non sia stata attivata la polizza per l’anno in corso;
  • revocare la polizza già sottoscritta per il 2022, nel caso non intenda confermare per il 2023 la copertura sottoscritta nel 2022.

Come fare per attivare ex novo o modificare la copertura già attivata nel 2022 :

  • Accedi alla tua “Area Iscritto”
  • Entra in “il tuo profilo”
  • Seleziona il box “Gestione Long Term Care”
  • Seleziona/deseleziona l’apposita casella di fianco a ciascun nominativo per attivare/revocare la copertura LTC Volontaria.

Tutte le informazioni sono disponibili nel box “Long Term Care“; accedendo alla propria Area Iscritto > il tuo profilo > Gestione Long Term Care sono consultabili tutte le coperture in essere per il nucleo familiare.

Prossimamente saranno pubblicate le istruzioni per il perfezionamento della polizza. Per poter attivare la copertura è indispensabile sottoscrivere la polizza tramite la procedura messa a disposizione da Generali: in assenza di tale adempimento, la copertura non sarà attiva.

 

 

Diffida RLS spegnimento acqua calda sanitaria

Al Datore di Lavoro di Intesa Sanpaolo Spa
D.ssa Paola Angeletti 

Al Responsabile Sicurezza sul Lavoro Intesa Sanpaolo Spa
Dr. Fabio Rastrelli

Al R.S.P.P. di Intesa Sanpaolo Spa
Arch. Dario Russignaga 

Ai Medici Coordinatori ISP
Dott. Maurizio Coggiola
Dott. Paolo Carrer                                                                                            

      

Oggetto: disattivazione della fornitura di acqua calda nei servizi igienici dei locali del Gruppo

Abbiamo da più parti riscontro di come l’azienda stia procedendo alla disattivazione della fornitura di acqua calda sanitaria nei locali del Gruppo.

In proposito, osserviamo che tale fornitura, essendo ovunque disponibile, era evidentemente sino a ieri valutata dall’azienda come necessaria; a nostro avviso è tuttora così, ed in proposito esprimiamo la nostra più totale disapprovazione rispetto alla decisione di sospenderla, per i motivi appresso esposti.

  1. La decisione pare essere motivata dalla necessità del risparmio energetico. Osserviamo che l’azienda, a parte roboanti proclami, non ha proceduto ad azionare davvero nessuna altra leva fra le tante a propria disposizione per migliorare la propria sostenibilità ambientale, se non programmare la disattivazione delle insegne alla sera e poco altro. Nulla, per esempio, è stato fatto dal punto di vista fondamentale della riqualificazione energetica degli immobili, né dal lato di un miglioramento delle loro caratteristiche termiche (per esempio, valutare ove possibile il recupero di calore tramite VMC, soluzione particolarmente efficace), né per il miglioramento degli impianti di climatizzazione. Di fronte a questo stato di cose, è evidente che non basta uno scintillante grattacielo in classe A per affermare che il Gruppo ISP ha fatto tutto il possibile per contribuire ad un ambiente migliore. Neppure si è progettato un provvedimento a costo zero come il ridurre l’impatto climalterante del Gruppo avvicinando il più possibile i pendolari alla loro residenza, tantomeno avviare un piano di sostituzione del parco auto aziendale con vetture elettriche. Quanto alla goccia nell’oceano del provvedimento in oggetto, se davvero l’azienda vuole operare in modo virtuoso e non fare solo cassa, provveda ad installare (si tratta di edilizia libera) dei pannelli solari termici o fotovoltaici dedicati, anziché azzerare la produzione di acqua calda sanitaria. Non è possibile che siano unicamente le lavoratrici ed i lavoratori a pagare il prezzo di un obiettivo che in astratto sarebbe condivisibile, ma non se perseguito a senso unico, per giunta pretendendo di limitare dei diritti ampiamente stabiliti dal legislatore.
    .
  2. Il D.Lgs. 81/2008 prevede all’Allegato IV, punto 1.13.3.1, che i lavoratori devono poter disporre “di gabinetti e di lavabi con acqua calda, se necessario”. Partendo dal presupposto che a nostro avviso rimane necessaria la disponibilità di acqua calda, non è chiaro come mai fino a ieri lo fosse anche per l’azienda ed oggi non più. E’ del tutto evidente che il mero desiderio di risparmio, dal quale pare esclusivamente motivata la decisione in oggetto, non ha nulla a che fare con la necessità richiamata dal legislatore.
  1. L’orientamento risulta confermato e rafforzato da normative locali come ad esempio le Linee Guida per i requisiti igienico-sanitari dei luoghi di lavoro (Regione FVG), disponibili a questo link: https://suap.regione.fvg.it/portale/export/sites/SUAP/allegati/archivio_file/Linee-Guida-Requisiti-igienico-sanitari-luoghi-di-lavoro.pdf nel quale si dispone che “i lavamani, posizionati preferibilmente all’interno del locale wc, devono essere dotati di acqua calda e fredda”. 
  1. La decisione è già stata messa in atto, in modo irregolare sul territorio nazionale, e senza alcuna consultazione preventiva dei RLS, fatto grave in quanto lesivo del nostro diritto ad esprimere le nostre valutazioni circa ogni decisione aziendale che possa avere degli impatti sulle tematiche di Salute e Sicurezza, come certamente è l’idea di chiudere l’acqua calda: provvedimento che sicuramente avrebbe necessitato di una accurata valutazione del rischio, che indagasse, per esempio, su due rischi tipici ed evidenti nel nostro lavoro, che indubbiamente si combattono con un frequente lavaggio delle mani, meglio se con acqua tiepida per evitare il rischio di dermatiti che potrebbero essere causate sia dall’acqua troppo calda che troppo fredda (eventualità quest’ultima più che probabile in caso di spegnimento dei boiler):
  • Il maneggio denaro comporta il rischio di venire a contatto con sostanze irritanti: non a caso, la Banca d’Italia tratta le banconote residue come rifiuti speciali, a causa della presenza sulla loro superficie di polveri sottili e inquinanti, come ad esempio gli inchiostri;
  • La circolazione del virus Sars-Cov2 e sue mutazioni è tutt’altro che cessata, e continua ad essere presente il rischio di entrare in contatto, con questo come con altri agenti biologici, tramite il maneggio di banconote o altri documenti o materiali precedentemente passati per altre mani, o tramite il contatto con superfici infette. Tutti i Rapporti ISS-Covid hanno sottolineato, anche rispetto alla prevenzione verso le varianti del virus, la necessità di una applicazione attenta e rigorosa della misura dell’igiene frequente delle mani, in ciò perfettamente in linea con quanto affermato dalla WHO, la quale sottolinea l’importanza per chiunque, compresi coloro che hanno avuto l’infezione o che sono stati vaccinati, di aderire rigorosamente alle misure di prevenzione e controllo sanitarie e socio-comportamentali, avendo sempre e comunque identificato fra queste l’igienizzarsi o lavarsi le mani secondo procedure consolidate;
  • I rischi sopra prospettati sono maggiorati in caso di presenza al lavoro di persone fragili o comunque particolarmente predisposte a contagi a causa, ad esempio, di un basso livello di difese immunitarie.
  1. Conformemente alle Linee guida nazionali per la prevenzione ed il controllo della legionellosi, ove le caratteristiche dell’impianto lo permettano, l’acqua calda sanitaria deve avere una temperatura d’erogazione costantemente superiore ai 50°Per evitare il rischio di ustioni è necessario installare rubinetti dotati di valvola termostatica (TMV). Qualora le caratteristiche dell’impianto o il rischio ustioni non possa essere mitigato con rubinetti dotati di valvola termostatica e quindi la temperatura d’esercizio d’impianto ricada all’interno dell’intervallo di proliferazione della Legionella (< 50°C) occorrerebbe compensare questo fattore di rischio con l’implementazione di un’attività avente efficacia analoga (es. disinfezione su base continua dell’impianto, incremento degli spurghi dei serbatoi e dei flussaggi delle erogazioni): precauzioni che non ci risultano adottate sistematicamente dall’azienda. Alla luce di quanto sopra, risulta evidente che disattivare la produzione di acqua calda sanitaria, pur in ottica di risparmio energetico, è evidentemente in contrasto con il diritto dei lavoratori alla prevenzione da ogni rischio, e resta pertanto un inevitabile obbligo del Datore di Lavoro continuare a renderla disponibile nei servizi igienici del Gruppo. Facciamo inoltre notare che, da un punto di vista di corretto funzionamento degli impianti, si consiglia di impostare i termostati dei boiler a temperature comprese nel range consigliato dalle norme tecniche (ossia fra 45° e 55°), indicazione peraltro perfettamente compatibile con l’applicazione delle piene tutele dal rischio legionellosi, delle quali chiediamo convintamente piena attuazione.
  1. L’assenza di acqua calda, oltre a quanto già detto, contribuisce al discomfort complessivo sul posto di lavoro: per esempio, molte persone non possono lavarsi i denti con acqua fredda per effetto di una personale sensibilità dentaria, ma esistono oltre a questa una vasta gamma di circostanze in cui disporre di acqua calda costituisce un valido contributo ad una positiva permanenza nei locali aziendali.

Alla luce di quanto sopra:

  • diffidiamo l’azienda dal continuare nel processo di spegnimento degli impianti di produzione di acqua calda sanitaria;
  • chiediamo che si proceda immediatamente alla riattivazione di quelli non in uso;
  • chiediamo che si garantisca ovunque nei servizi igienici la fornitura di acqua calda.

Diversamente, non potremo fare a meno di adire ovunque le Autorità sanitarie.

Restiamo in attesa di seguito.

Milano, 20/1/2023

I RLS firmatari del Gruppo Intesa Sanpaolo

qui la lettera in pdf

.

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 3 febbraio 2023 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

 

L’Area di Governo Chief Audit Officer e le Divisione IMI Corporate & Investment Banking, Insurance e International Subsidiaries Banks stanno cercando nuovi colleghi.

 

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte

 

JOB FAMILY REGULATORY

Senior Auditor per l’Area Chief Audit Officer

All’interno del nuovo Ufficio Audit Domestic Asset Management avrai la possibilità di svolgere attività di verifica sulle SGR del Gruppo in ambito sia domestico sia internazionale, focalizzandoti su tematiche di Risk Management quali la misurazione dei rischi e delle performance dei prodotti gestiti nonché il relativo monitoraggio. Se hai avuto esperienze negli ambiti di Risk Management, Audit o altre funzioni di controllo di SGR o altre Banche e ti piacerebbe sfruttare le competenze maturate lavorando all’interno di un contesto sfidante e di respiro internazionale, scopri come entrare nell’Area Chief Audit Officer. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Specialist per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Strategie e Marketing avrai la possibilità di supportare la Direzione nello sviluppo delle iniziative di sviluppo commerciale. Se da sempre ti appassionano le tematiche legate al marketing e, in particolare, ti senti focalizzato sullo sviluppo di iniziative connesse al segmento Digital, potresti essere la persona giusta per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking>> Vai alla posizione

Addetto Amministrazione e Bilancio per la Divisione Insurance

All’interno della Società RBM Salute potrai seguire tutte le principali attività legate agli adempimenti contabili e amministrativi della Società stessa. Se ti hanno sempre incuriosito le tematiche cantabili del contesto assicurativo e ti piacerebbe sperimentarti in un nuovo contesto, dinamico e sfidante, potresti essere la persona giusta per la Divisione Insurance. >> Vai alla posizione

 Bancassurance Senior Analyst per la Divisione International Subsidiaries Banks

All’interno della Direzione Commerciale Retail & Wealth Management ti occuperai della pianificazione dell’analisi dei dati e del monitoraggio delle iniziative di bancassicurazione, trasversalmente a tutte le Società del Gruppo Intesa Sanpaolo. Se sogni di lavorare in un contesto molto dinamico e internazionale, dove mettere a frutto la tua conoscenza dei prodotti assicurativi e le tue capacità di analisi, scopri come entrare a far parte della Divisione International Subsidiaries Bank. >> Vai alla posizione

 

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

Assegno Unico: da quest’anno è partito il rinnovo automatico per chi aveva già presentato domanda

Dal 1° marzo 2023 coloro che nel corso del periodo gennaio 2022 – febbraio 2023 avessero presentato una domanda di Assegno unico e universale (accolta e in corso di validità) non dovranno presentare una nuova richiesta, ma beneficeranno dell’erogazione d’ufficio da parte dell’INPS (che utilizzerà i dati forniti in precedenza).

Per la quantificazione dell’AUU permane l’obbligo di rinnovo dell’ISEE, in assenza del quale l’ammontare dell’Assegno sarà calcolato, a partire da marzo 2023, sulla base degli importi minimi previsti.

Inoltre (come già precisato in precedenza) vige l’obbligo di comunicare eventuali variazioni delle informazioni inserite nella domanda di Assegno unico trasmessa all’INPS prima del 28 febbraio 2023 (per esempio, nascita di figli, variazione/inserimento della condizione di disabilità, separazione, variazione IBAN, maggiore età dei figli).

Nell’approfondimento che trovate qui, vi diamo conto dettagliatamente di questa novità, della variazione di alcuni importi e più in generale dell’intero impianto e funzionamento dell’Assegno Unico.

.

Aggiornamento ex UBI: di nuovo attiva la Piattaforma UBI For You, ma solo fino al 31 gennaio

Comunichiamo alle colleghe e ai colleghi di provenienza UBI che avessero ancora residui sulla piattaforma UBI For You, segnaliamo che dal 17 gennaio e SOLO FINO al 31 gennaio, è nuovamente possibile acquistare buoni spesa e carburante, per un massimo di €230.

L’acquisto di tali buoni eroderà la soglia per i fringe benefit per il 2023, che è tornata ad essere pari a €258,23 (ovviamente non si può ad oggi escludere che nuovi provvedimenti legislativi ne determinino l’innalzamento).

La piattaforma UBI For You cesserà definitivamente il prossimo 31 gennaio 2023 ed eventuali residui saranno destinati al Fondo pensione ISP.

Raccomandiamo quindi, in particolare nel caso in cui si avessero ancora a disposizione somme significative, di valutare, oltre ai buoni spesa e carburante (acquistabili, come precisato, nel limite di € 230) le ulteriori proposte presenti sulla piattaforma.

I sindacalisti FISAC CGIL sono come sempre a disposizione per eventuali chiarimenti.

.

ASCOLTO E SUPPORTO: SOSTEGNO PSICOLOGICO GRATUITO PER I DIPENDENTI DEL GRUPPO ISP

L’azienda ha comunicato con 6.200 accessi dal suo avvio nel 2020, di cui oltre 3.300 solo nel 2022Ascolto e Supporto è il servizio di sostegno psicologico a disposizione di colleghe e colleghi del Gruppo Intesa Sanpaolo, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

 

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la news aziendale.

 

Il servizio è disponibile per le persone del Gruppo al numero verde 800.135.420 e su piattaforma web con credenziali dedicate

Con 6.200 accessi dal suo avvio nel 2020, di cui oltre 3.300 solo nel 2022Ascolto e Supporto è il servizio di sostegno psicologico a disposizione di colleghe e colleghi del Gruppo Intesa Sanpaolo, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Un punto di ascolto qualificato per affrontare cambiamenti e difficoltà, per chi ha bisogno di un confronto su temi che riguardano il proprio equilibrio e benessere e orientato a un percorso di crescita personale.

Ideato e coordinato da People Care (Area COO) e gestito da Stimulus, società leader europea nella promozione del benessere psicologico nelle aziende, il servizio si avvale della collaborazione con l’AltaScuola di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano, che ne favorisce l’eccellenza, attraverso una costante analisi e riflessione sul servizio svolto, per garantire standard qualitativi sempre elevati.

Ascolto e Supporto è gratuito, imparziale, riservato, anonimo.

Diverse le modalità di contatto:

– chiamando il Numero Verde 800.135.420, attivo 365 giorni all’anno

– entrando nella piattaforma web Stimulus Care Services con le seguenti credenziali: Nome Utente INTESASANPAOLO20 – Password ASCOLTO_SUPPORTO20

Attraverso la piattaforma, in base alle proprie esigenze, è possibile scegliere il professionista con cui parlare, fissare un appuntamento telefonico o in video-chiamata, scrivere in chat o, ancora, via messaggio tramite apposito form, per avere una risposta personalizzata entro 48 ore. Dopo il primo colloquio è sempre possibile proseguire il proprio percorso, anche con lo stesso psicologo.

La collaborazione con Stimulus trova inoltre una propria collocazione anche in CareLab, dove sono regolarmente pubblicati contenuti di approfondimento, spunti e suggerimenti dedicati al benessere psicologico e a supporto della genitorialità.

Grazie all’Associazione Lavoratori Intesa Sanpaolo (ALI), infine, i soci pensionati e i soci familiari maggiorenni regolarmente iscritti all’Associazione possono accedere gratuitamente al servizio di sostegno psicologico STIMULUS, al Numero Verde Benessere a loro dedicato: 800034570.

 

 

2 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 27 gennaio 2023 ci sono 2 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

L’Area di Governo Chief Cost Management Officer e la Divisione IMI Corporate & Investment Banking stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte

JOB FAMILY QUANTS

Data Senior Analyst per l’Area Chief Cost Management Officer

All’interno del team Data Control Room Immobiliare della Direzione Immobili e Logistica avrai modo di leggere ed indentificare, attraverso le informazioni e dati raccolti, nuove opportunità per ottimizzare i consumi energetici e l’uso del patrimonio immobiliare del gruppo. Se hai esperienza in progetti in ambito Smart Building – Cognitive Building e desideri gestire la complessità e la continua evoluzione dei processi in ambito immobiliare, potresti essere la persona giusta per l’Area Chief Cost Management Officer.>> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Specialist per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura Tableau de board e Piano di Impresa IMI C&IB potrai consolidare il P&L e le grandezze patrimoniali della Divisione e fungere così da coordinamento e punto di sintesi per le attività di forecasting del P&L della Divisione. Se ti appassionano le tematiche relative al bilancio consolidato desideri metter in campo le tue competenze analitiche e di reportistica, scopri come entrare all’interno della Divisione IMI Corporate & Investment Banking.>> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO DELL’OCCUPAZIONE: CONTRIBUZIONE PER IL 2023

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la relativa news aziendale.

Con l’occasione vi ricordiamo che potete consultare anche le nostre guide:

FERIE, EX FESTIVITÀ, FESTIVITÀ CIVILI CADENTI DI DOMENICA E PERMESSO FRAZIONATO (PCR)

ORARIO DI LAVORO

E comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

L’equivalente di un giorno di lavoro per creare attività lavorativa nuova e stabile

Il Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito è previsto dal CCNL per favorire nuova occupazione stabile.

In attesa di quanto sarà definito a livello nazionale da ABI e dalle Segreterie Nazionali delle OOSS, è stato però confermato che il Fondo continua ad essere alimentato dal contributo dei dipendenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, inclusi gli apprendisti, ed è fissato in una giornata lavorativa con le seguenti modalità:

– Area professionale a tempo pieno, con accumulo automatico a inizio anno di banca ore (ex 23 ore annue): decurtazione di 7 ore e 30 minuti di banca ore

– Area professionale a tempo pieno, senza accumulo automatico a inizio anno di banca ore (ex 23 ore annue), personale adibito a turni e personale con 36 ore settimanali: decurtazione di una giornata di permesso ex festività

– Area professionale a tempo parziale: decurtazione dell’equivalente di una giornata in ore di permesso contrattuale retribuito (PCR)

– Quadri direttivi: decurtazione di una giornata di permesso ex festività

– Dirigenti: decurtazione di una giornata di permesso ex festività.

Retribuzioni e Processi Amministrativi Hr sta procedendo con l’addebito del contributo per l’anno in corso.

 

 

DETRAZIONI D’IMPOSTA PER I FAMILIARI A CARICO: DISPONIBILE L’APPLICATIVO PER L’ANNO FISCALE 2023

L’azienda ha comunicato che a partire da oggi è nuovamente disponibile la funzione di caricamento / variazione dei carichi fiscali. Vi ricordiamo che per approfondire le domande fiscali nel loro complesso potete includere anche la nostra Guida alla Busta Paga.

Il servizio per gestire i carichi familiari e richiedere le detrazioni fiscali per i propri familiari è da oggi nuovamente attivo su #People al percorso > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Apri una nuova richiesta > Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

L’Azienda ripropone la situazione in essere al 31/12/2022, quindi solo nel caso in cui la situazione debba essere variata, i colleghi potranno accedere al form di #People ed unicamente per l’anno fiscale 2023, gestire i carichi familiari e laddove previsto richiedere le detrazioni fiscali. Le variazioni avranno efficacia a decorrere dal primo cedolino utile – ad esempio quelle effettuate a gennaio verranno recepite nella paga di febbraio – ed eventuali conguagli relativi all’anno in corso verranno effettuati con il cedolino di dicembre 2023.

Nella tabella di riepilogo sono esposti unicamente i familiari per i quali, secondo il rapporto di parentela e la normativa di riferimento, è possibile gestire i carichi familiari e richiedere, laddove previsto dall’ Art. 12, DPR 917/86, le detrazioni.

Se un familiare avente diritto, in base ai criteri sopra esposti, non risulta tra quelli in elenco, occorrerà prima censirlo tramite l’apposito form Gestione Nucleo Familiare, disponibile su #People, e successivamente inserire la percentuale di carico.

Eventuali rettifiche relative al 2022 potranno essere effettuate solo in occasione della denuncia annuale dei redditi (Modello 730 o Persone Fisiche).

Si ricorda che a decorrere dal 1° marzo 2022 è entrato in vigore l’Assegno Unico Universale le detrazioni per figli a carico di età inferiore ai 21 anni pertanto, in presenza della percentuale di carico già avvalorata, il riconoscimento delle stesse verrà automaticamente ripristinato a partire dal mese di compimento del 21° anno di età senza necessità di intervento da parte del collega.

Per il supporto operativo e gestionale sulla gestione dei carichi familiari la richiesta delle detrazioni, sul portale #People è attiva l’Assistenza nella categoria Gestione carichi familiari e richiesta detrazioni.

Il personale da lungo tempo assente o che non ha la possibilità di utilizzare la procedura on-line potrà trasmettere la richiesta utilizzando il modulo cartaceo, reperibile su #People > Servizi alla Persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Gestione della propria economia > Altre agevolazioni e sconti > Altre agevolazioni per familiari e figli > Carichi familiari e detrazioni fiscali > Maggiori Informazioni > Modulo.

I moduli possono essere spediti via mail all’indirizzo dc_ap_pens_oper_wel.71030@intesasanpaolo.com o via posta a:
Direzione Centrale Affari Sindacali e Politiche del Lavoro
Amministrazione e Operations HR
Pensioni e Operations Welfare
Piazza San Carlo, 156 – 10121 Torino

Aggiornamento Guida Busta paga: le novità della legge di bilancio 2023

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida Busta paga.

Le principali novità riguardano gli esoneri contributivi per i redditi fino a 1.923€ mensili e il nuovo regime fiscale agevolato per i premi di produttività.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

Aggiornamento Guida maternità e paternità: le novità delle legge di bilancio 2023

La nostra esperta Claudia Stoppato ha aggiornato la Guida alla Maternità e Paternità alla luce delle novità contenute nella legge di bilancio 2023.

Tra le altre cose è stato previsto l’innalzamento all’80% della retribuzione per un mese di Congedo parentale (alternativamente per la madre o il padre) e la conferma anche per il 2023 del Bonus Nido.

A proposito dell’innalzamento all’80% è importante sottolineare come l’INPS non abbia ancora predisposto le procedure operative e quindi come NON sia ancora possibile procedere con le  richieste. Non appena circolari e procedure operative saranno disponibili vi informeremo tempestivamente come al solito.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Claudia è a vostra completa disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).
.
X