Archivio News Principali

Da oggi concretamente al via LECOIP 3.0 e PSP

L’azienda ha comunicato l’avvio di LECOIP 3.0 e PSP. Come d’uso vi riportiamo un estratto della news aziendale con i dettagli, compreso l’importo del Capitale Protetto assegnato di 160 €, le modalità che verranno utilizzate per la copertura a carico dell’azienda dell’aggravio fiscale, e le modalità di consultazione dell’andamento dei Piani

 

Nel corso della giornata di oggi, 30 giugno 2022, viene data attuazione ai nuovi Piani di Incentivazione a Lungo Temine LECOIP 3.0 e Performance Share Plan (“PSP”) lanciati dal Gruppo Intesa Sanpaolo per coinvolgere i colleghi e condividere il valore che contribuiranno a creare con il Piano d’Impresa 2022-2025.

Se si è destinatari del LECOIP 3.0:

accedi alla sezione “retribuzioni” di #People per:
– consultare il “LECOIP 3.0 Statement”, ovvero il documento che attesta l’assegnazione del Piano LECOIP 3.0 e indica il numero dei Certificate a te attribuiti e il controvalore del relativo Capitale Protetto assegnato;
– conoscere il valore netto a termine del tuo Piano LECOIP 3.0 maturato sino a quel momento, incluso l’eventuale rendimento minimo connesso al raggiungimento degli obiettivi ESG, aggiornato mensilmente, dal 31 luglio 2022 fino a febbraio 2026, sulla base dell’andamento del valore dell’azione Intesa Sanpaolo registrato il mese precedente.

Come condiviso con le OO.SS., l’Azienda ha investito le risorse risparmiate da coloro che non hanno aderito al Piano, per incrementare il Capitale Protetto assegnato di 160 € già ricompresi nel LECOIP 3.0 Statement.

L’assegnazione del Piano LECOIP 3.0 è soggetta a tassazione da reddito da lavoro dipendente, di cui Intesa Sanpaolo si fa carico.

Come sono rimborsati gli oneri fiscali: tramite il ricavato della vendita delle azioni “Sell to cover” che riceverai sul tuo conto corrente di appoggio del Deposito Amministrato entro il 10 luglio. Tali azioni sono attribuite a seguito dell’assegnazione del Piano LECOIP 3.0 e sono immediatamente vendute come rimborso anticipato per gli oneri fiscali legati all’operazione.

Quando sono assolti gli oneri fiscali: tali oneri saranno trattenuti nel cedolino del mese di luglio (27 luglio 2022) e, nel caso di incapienza del tuo cedolino, il saldo negativo sarà addebitato sul c/c di accredito del ricavato della vendita delle “Sell to cover” contestualmente alla vendita.

Se si è destinatari del PSP:

dal 1 luglio accedi alla sezione “retribuzioni” di #People per consultare:
– il “PSP Statement”, ovvero il documento che indica il numero di Diritti sulle azioni ISP assegnati. Tali Diritti matureranno nel 2026 in azioni ISP subordinatamente al verificarsi delle condizioni di attivazione, in funzione del livello di raggiungimento degli obiettivi di performance, verificati i demoltiplicatori applicabili e nel rispetto dei limiti di numero e di controvalore stabiliti dall’Assemblea;
– il Simulatore del controvalore a termine del tuo Piano PSP in funzione del prezzo dell’azione/del grado di raggiungimento degli obiettivi di performance.

3 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 15 luglio 2022 ci sono 3 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

L’Area di Governo Chief Governance Officer e la Divisione International Subsidiary Banks stanno cercando nuovi colleghi.

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte.

JOB FAMILY QUANTS

Customer Satisfaction Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Direzione Commerciale Retail & Wealth Management potrai seguire il monitoraggio del livello di Customer Satisfaction dei clienti nell’ambito delle Società Controllate del Gruppo Intesa Sanpaolo. Se ti appassiona l’analisi di questi dati, desideri contribuire all’implementazione e al miglioramento della progettazione dei sondaggi e hai voglia di lavorare in un contesto internazionale potresti essere la persona giusta per la struttura Transactional Offer & Voice of Customer. >> Vai alla posizione

Business Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno del Business Performance Office è possibile analizzare, monitorare e rendicontare i fenomeni aziendali per business unit. Se vuoi collaborare con banche estere per diffondere le best practices in materia di pianificazione e monitoraggio aziendale, e il tuo punto di forza è l’interpretazione dei dati per rilevare scostamenti rispetto al budget, scopri come entrare a far parte della Divisione Banche Estere. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Finance & Corporate Lawyer per l’Area di Governo Chief Governance Officer

All’interno della Direzione Legale e Contenzioso potrai seguire la consulenza legale in ambito Finanza, con particolare focus sui Capital Markets, in ambito M&A, Private Equity e Venture Capital o in ambito di investimento e intermediazione assicurativa. Se sei sempre stato appassionato delle tematiche legali in ambito finanziario o assicurativo, e desideri inserirti in un ambiente dinamico e stimolante, potresti essere la persona giusta per l’Area di Governo Chief Governance Officer. >> Vai alla posizione

 

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

 

AGRIBUSINESS: PRIMO INCONTRO SULL’APPLICAZIONE DELL’ACCORDO RUOLI E PERCORSI PROFESSIONALI

Si è svolto oggi l’incontro relativo all’applicazione dell’accordo ruoli e percorsi professionali della divisione Agribusiness.

Gestori
Il primo impianto 2021 riguarda tutti i Gestori entrati in ruolo da aprile 2021 ad aprile 2022 e con almeno 6 mesi consecutivi di ruolo (prima decorrenza 01 maggio 2021).
Il ricalcolo annuo 2022 con decorrenza 01 maggio 2022 coinvolge i Gestori agribusiness in ruolo al 15 maggio 2022 e con almeno 6 mesi di ruolo nel 2021.

Direttori, Coordinatori
Il ricalcolo annuo 2022 con decorrenza 01 maggio 2022 coinvolge le Filiali Agribusiness in essere ad aprile 2022.

Comunicazioni ed effetti economici
Il 15 luglio Direttori, Coordinatori e Gestori vedranno un pop up che li avviserà del nuovo calcolo della complessità nella sezione dedicata di InteSap. I Gestori inoltre nei giorni successivi, riceveranno via mail i punteggi dei singoli indicatori. Gli effetti economici saranno sul cedolino di luglio con decorrenza maggio 2021 (ai colleghi ex UBI, in analogo ruolo senza soluzione di continuità, la decorrenza degli effetti è anticipata a gennaio 2021).

L’incontro ha rappresentato l’occasione per le Organizzazioni Sindacali di evidenziare le condizioni di difficoltà in cui operano le Filiali Agribusiness. Nonostante l’azienda ribadisca l’importanza strategica del comparto, non rileviamo di conseguenza una coerenza rispetto alle dichiarazioni: carenze organizzative e insufficienza degli organici caratterizzano le varie strutture, su cui grava come ulteriore difficoltà l’articolazione territoriale che spesso frappone distanze considerevoli tra la filiale e i distaccamenti.

Un’ulteriore criticità comune alle altre filiere di Banca dei Territori deriva dal permanere di una assenza di trasparenza rispetto agli elementi che concorrono alla definizione della complessità in capo ai Gestori.

Con l’accordo risalente ormai a più di 6 mesi fa avevamo stabilito che “i valori relativi alla validazione dei singoli indicatori” fossero “resi disponibili ai diretti interessati per consentire la verifica della loro incidenza sul calcolo della complessità” e, inoltre, che fosse “predisposta una modalità di rendicontazione periodica degli indicatori di complessità … messa a disposizione degli interessati”. La mancata attuazione di questa previsione, non esistendo alcuna certificazione della formazione facoltativa di mestiere fruita né dell’andamento dei servizi resi alla clientela (su questi ultimi non vi è nemmeno chiarezza circa le modalità di rendicontazione) rende difficoltoso per i colleghi monitorare tempestivamente la propria situazione rispetto al riconoscimento del percorso professionale.

Abbiamo pertanto chiesto alla Banca di dare seguito, prima possibile, ad una modalità che permetta al collega il monitoraggio immediato e costante dei propri indicatori e richiesto di pianificare un ulteriore incontro ad hoc.

qui il documento in pdf

.

FISAC Flash: Sistema incentivante Imprese, Bonus 200€, Permessi RAO, Tassi mutui, Pilota Remediation, Sp Invest in Fideuram, Rientro in ufficio colleghe in gravidanza

Sistema incentivante “Più valore per le Imprese”
Anche per il 2022 l’azienda ha attivato un sistema incentivante dedicato ai Gestori Imprese (circa 2.050 persone) che prevede l’erogazione di 300 euro lordi a fronte della segnalazione di almeno tre anagrafiche “di qualità” (basso rischio creditizio e alto punteggio antiriciclaggio) che portino alla sottoscrizione di un contratto da parte di Forvalue.

Bonus 200€
Abbiamo chiarito che, sulla scorta dell’ultima Circolare INPS emanata il 24 giugno, il diritto al bonus è stato esteso a chi ha avuto uno sgravio contributivo anche solo per i mesi di maggio o giugno (prima di tale circolare, occorreva aver beneficiato almeno in uno dei mesi tra gennaio e aprile dello sgravio contributivo dello 0,8% previsto dalla Legge di Bilancio 2022, che spetta a chi ha una retribuzione imponibile mensile entro 2.692€). L’azienda sta inviando comunicazioni individuali ai colleghi interessati, fermo restando che l’autodichiarazione dei colleghi per poter fruire del bonus deve e essere fornita comunque entro l’11 luglio.

Proroga termine di fruizione dei permessi RAO
L’azienda ha deciso di prorogare al 31/12/2022 la fruizione di tutti i permessi RAO non ancora fruiti.

Nuova modalità calcolo tasso fisso per mutui agevolati dal 1° luglio
L’azienda ha comunicato che – per i soli mutui a tasso fisso erogati dal 1° luglio 2022 – adotterà un sistema di calcolo più vantaggioso per i colleghi che prenderà a riferimento il tasso Euroirs migliore tra quello previsto per l’effettiva durata del finanziamento e quello previsto per le durate maggiori, nonché praticherà – per i soli mutui prima casa – una migliore percentuale di sconto sul tasso. A breve uscirà una circolare con tutti i dettagli.

“Pilota” Remediation
Fino a fine del 2022 verrà avviato un “progetto pilota” per la funzione Remediation che prevede una nuova modalità organizzativa di suddivisione del lavoro. A differenza di quanto avviene oggi, ciascun collega si occuperà – a rotazione – solo delle pratiche di importo fino a 5.000€ oppure di quelle di importo superiore.

Fusione di SP Invest SIM in Fideuram
È stata prevista la fusione infragruppo di Fusione di SP Invest SIM in Fideuram. Chiederemo ovviamente l’attivazione delle specifiche procedure di confronto, ma l’azienda ha già anticipato che non ci saranno ricadute occupazioni né per il personale dipendente, né per i Consulenti Finanziari.

Colleghe in gravidanza e rientro in ufficio
Abbiamo chiesto all’azienda che cosa si intendesse con la comunicazione di Tutela aziendale che inseriva “le colleghe con gravidanza a rischio” tra i colleghi per i quali è stato prorogato al 1° settembre il rientro in ufficio, poiché le donne con gravidanza a rischio sono in realtà esentate dal lavoro (cosiddetta maternità anticipata). L’azienda ha risposto che le donne in gravidanza in possesso di una certificazione del medico curante che sconsiglia il rientro in ufficio, ma che non vogliono usufruire della “maternità anticipata”, saranno considerate soggetti fragili e non saranno tenute al rientro fino al 1° settembre.

Promemoria: i colleghi che hanno diritto al bonus 200€ devono autocertificare il proprio diritto entro l’11 luglio

Come avevamo già comunicato qui, l’azienda ha predisposto una procedura per l’autocertificazione del diritto alla percezione del bonus 200€ (D.L. n. 50/2022) da parte dei colleghi che ne abbiano diritto (In ISP questa condizione può essere verificata sulla busta paga di maggio ricercando sul cedolino la voce con codice 73DV Es.L.234/21-INPS arr.).

A questi colleghi l’azienda ha inviato nei giorni scorsi una mail individuale recante il rimando all’autocertificazione da fornire.

Invitiamo tutti i colleghi interessati a verificare di aver ricevuto la mail in questione e a procedere con l’autocertificazione inderogabilmente entro l’11 luglio.

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – APPROVATO IL BILANCIO 2021

In data odierna l’Assemblea dei Delegati del Fondo Sanitario Integrativo ha approvato il Bilancio 2021, che si chiude in modo positivo.

La progressiva uscita del Paese dall’emergenza pandemica ha comportato una ripresa della spesa sanitaria, rispetto alla flessione che si era registrata nel 2020. Il livello di spesa pro-capite torna quindi ad essere sostanzialmente allineato a quello del 2019, anche per effetto di un parziale recupero di spese sanitarie che non erano state effettuate l’anno scorso.

Il risultato complessivo del Fondo rimane comunque largamente attivo, grazie anche al buon risultato della gestione finanziaria che ha beneficiato di un positivo andamento dei mercati.

La Gestione attivi chiude con un risultato complessivo in attivo di 13,1 mln di euro, che consente di erogare alla Gestione quiescenti un contributo di solidarietà di 6,5 di euro.

La Gestione quiescenti chiude con un saldo negativo di 3,3 mln di euro, che a fronte del riversamento del contributo di solidarietà degli attivi viene completamente ripianato.

Con il Bilancio 2020 era stato stanziato un fondo accantonamento rischi ( 8,2 mln per gli attivi e 7,2 mln per i quiescenti) per specifiche prestazioni che si ipotizzava sarebbero state recuperate nel corso del 2021/2022, una volta usciti dall’emergenza pandemica. Tale fondo è stato utilizzato solo parzialmente, a fronte dell’aumento delle spese sanitarie, e potrà essere completamente destinato a far fronte agli aumenti di prestazioni che si potranno registrare nel 2022.

I risultati di Bilancio confermano la solidità del Fondo Sanitario.

L’attenta amministrazione del CdA ha consentito di superare la difficile fase pandemica e di  avanzare importanti proposte di miglioramento nel funzionamento dell’Ente. L’accordo sindacale del 5 novembre 2021 ( che ha introdotto importanti miglioramenti in tema di solidarietà, prevenzione, prestazioni e semplificazioni) pone le condizioni per stabilizzare questi miglioramenti garantendo nel contempo la sostenibilità nel tempo del Fondo, a garanzia della salute di tutte le colleghe ed i colleghi.

 

CIRCOLO ALI – LIBRI SCOLASTICI A.S. 2022/2023 E TESTI UNIVERSITARI – CONVENZIONE LIBRACCIO.it

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI 

Con l’obiettivo di fornire un sostegno alle famiglie nell’acquisto dei Libri Scolastici 2022/2023 e Testi Universitari, ALI ha:

  • rinnovato la convenzione con LIBRACCIO.it, specializzato sui libri scolastici, testi universitari e tutti i prodotti per il mondo della scuola (cartoleria e cancelleria, eReader e eBook)
  • messo a disposizione un contributo annuo di 30,00 € per l’acquisto dei testi scolastici dei figli dei Soci ordinari, regolarmente iscritti all’Associazione.

ATTENZIONE!!!

Per fruire delle condizioni di sconto e delle agevolazioni previste dalla convenzione

è indispensabile accedere al sito Libraccio.it  esclusivamente tramite il sito ALI. 

TUTTI I VANTAGGI: 

  • Libri scolastici nuovi: sconto dell’8% sul prezzo di copertina
  • Testi universitari nuovi: sconto del 5% sul prezzo di copertina
  • Libri scolastici e testi universitari usati: sconto del 43% sul prezzo di copertina
  • Sconto del 5% su tutta la libreria non scolastica (nuova ad esclusione degli eBook), articoli di cartoleria, eReader e accessori
  • Spese di spedizione: costo agevolato di 2,90 € (anziché 3,90 €) sui libri scolastici nuovi e usati (nessun costo aggiuntivo in caso di spedizioni parziali).

CONTRIBUTO ALI

Entro e non oltre il 13 novembre p.v. compila la richiesta online, una per ciascun figlio,

  • cliccando su  Richiedi il contributo  
  • allegando fattura di acquisto o nota di consegna rilasciata da Libraccio.it (o più fatture in caso di acquisti parziali per il medesimo figlio fino alla concorrenza di una spesa minima di 100 € al netto dello sconto).

Il contributo spetta: 

  • per acquisti sull’e.commerce Libraccio.it effettuati esclusivamente con accesso tramite il sito ALI di
    • libri scolastici – adottati per l’anno scolastico 2022/2023 da scuole statali o legalmente riconosciute
    • testi universitari adottati per l’anno accademico 2022/2023 da Università pubbliche o private

Sono esclusi dalla contribuzione l’acquisto di testi per la Scuola primaria o per la frequenza di Master o al di fuori del circuito scolastico indicato e che non compaiono nell’elenco dei libri di testo adottati per l’anno scolastico 2022/2023, nonché i pagamenti effettuati tramite 18app e Carta del Docente e Bonus Cultura.

  • una sola volta all’anno, per i figli dei Soci ordinari – regolarmente iscritti come Soci familiari – che frequentano la Scuola secondaria di primo o secondo grado o l’Università. Sono esclusi i Soci esterni.
  • a fronte di un acquisto di testi scolastici/universitari di importo pari ad almeno 100 € (al netto dello sconto) per ciascun figlio.

Avvertenze 

  • Il processo di validazione delle pratiche sarà avviato nel corso del mese di ottobre e il contributo sarà accreditato con valuta 15 dicembre p.v.
  • Termine ultimo per inserire le richieste di contributo è il 13 novembre. Dal 20 al 26 novembre 2022 sarà prevista una RIAPERTURA STRAORDINARIA PER LA REGOLARIZZAZIONE DELLE EVENTUALI RICHIESTE RIFIUTATE

Guida all’acquisto

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito: 

LIBRI SCOLASTICI A.S. 2022/2023 E TESTI UNIVERSITARI – CONVENZIONE LIBRACCIO.it 

 

CIRCOLO ALI – WELCARE FAMILY – I servizi attivabili gratuitamente sino a fine anno

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI 

 

Welcare Family è al tuo fianco!

ALI è lieta di

  • presentare i “Servizi per la Famiglia” ora coordinati da Welfare ComeTe: il più grande network nazionale di cooperative sociali storicamente impegnate a livello territoriale per la gestione dei servizi alla persona,  nato dall’unione delle tre reti cooperative italiane più importanti: Ribes, Rete ComeTe e Pronto Serenità che da anni collaborano con noi
  • offrire, in via sperimentale sino a fine anno  a tutti i Soci ordinari e ai loro familiari (Soci esterni esclusi) –  in considerazione delle gravi difficoltà di questo periodo – la possibilità di attivare i “Servizi per la Famiglia” in modo completamente gratuito ricevendo così un servizio di orientamento personalizzato sulla gamma dei servizi socio assistenziali ed educativi presenti sul territorio di proprio interesse.

Scopri l’offerta complessiva sulla BROCHURE – disponibile qui a lato – e come accedere al servizio attraverso il NUMERO VERDE o via E-MAIL comunicando: sempre

  • nome, cognome
  • numero tessera Socio ALI
  • un contatto telefonico diretto
  • una breve descrizione del bisogno

Il gruppo Welfare ComeTe offre una rete con:

  • oltre 100 cooperative coinvolte nel network presenti sul territorio nazionale e accreditate a livello regionale
  • oltre 50.000 operatori specializzati e con esperienza pluriennale
  • oltre 400 asili nido
  • oltre 400 strutture per anziani
  • capillarità su tutto il territorio nazionale
  • standard di qualità dei servizi erogati omogenei e certificati.

Dopo esserti avvalso del servizio ti chiediamo la cortesia di compilare il QUESTIONARIO DI GRADIMENTO  – cliccando il pulsante a destra –  per esprimere la tua valutazione sull’efficacia del servizio e darci l‘opportunità di migliorarlo.

 

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:  

WELCARE FAMILY – I servizi attivabili gratuitamente sino a fine anno

 

 

CIRCOLO ALI – CONTRIBUTI SPORT, TEMPO LIBERO, VISITE MEDICHE SPORTIVE 2022

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI 

 

A disposizione del Soci e delle loro famiglie i contributi 2022 che possono essere richiesti online:

CONTRIBUTI PER VISITE MEDICHE SPORTIVE PER ATTIVITÀ AGONISTICA (25,00 € annui a persona)

Se sei un Socio ordinario e/o familiare che ha fatto una visita medica per l’idoneità alla pratica sportiva agonistica puoi inserire direttamente online la documentazione di spesa rilasciata dal Medico specialista in Medicina dello Sport presso istituti e Centri di Medicina dello Sport autorizzati.

Per accedere alla sezione dedicata clicca qui.

CONTRIBUTI CORSI SPORTIVI INDIVIDUALI (max 50,00 € annui a persona)

Se sei un Socio ordinario e/o familiare che frequenta a titolo individuale corsi di carattere sportivo (all. 5 del Regolamento), puoi inserire la documentazione di spesa direttamente online.

Per accedere alla sezione dedicata clicca qui.

CONTRIBUTI CORSI DEL TEMPO LIBERO (max 25,00 € annui a persona)

Se sei un Socio ordinario e/o familiare che frequenta un corso per il tempo libero (all. 5 del Regolamento), puoi inserire la documentazione di spesa direttamente online.

Per accedere alla sezione dedicata clicca qui.

 

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito: 

CONTRIBUTI SPORT, TEMPO LIBERO, VISITE MEDICHE SPORTIVE 2022

 

 

“ASSOGGETTAMENTO” DELLE FERIE NON FRUITE

L’azienda ha diramato oggi un promemoria sulle regole fruizione ferie e sulla questione “assoggettamento previdenziale” relativo alle ferie non fruite entro i 18 mesi dalla maturazione, ovvero entro fine giugno dell’anno successivo a quello di maturazione. Tale imposizione sarà “restituita” al momento della fruizione.  Vi ricordiamo che per approfondimenti potete consultare la nostra Guida a Ferie, Ex Festività e PCR e potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

Promemoria per il corretto inserimento dei giustificativi

Le “Regole in materia di orario di lavoro, ferie e permessi” stabiliscono che le ferie (compresi gli eventuali residui degli anni precedenti) e i permessi ex festività devono essere fruiti da tutti i colleghi del Gruppo nel corso del 2022.

Occorre prestare particolare attenzione alle ferie non fruite nei termini di legge, ovvero entro i 18 mesi dalla fine dell’anno di maturazione, che per l’anno in corso sono quelle maturate nel 2020 e che non saranno usufruite entro il 30 giugno 2022.

In base alle vigenti disposizioni INPS, infatti, con il cedolino paga del mese di luglio 2022 le ferie di competenza dell’anno 2020 non ancora fruite saranno assoggettate per l’importo del loro valore a contribuzione previdenziale (anche per la quota a carico del lavoratore), fermo restando che il  valore della contribuzione pagata sarà restituito a successiva fruizione avvenuta.

Tutti i colleghi sono pertanto invitati a giustificare le assenze fruite o da fruire a titolo di ferie sino alla data del 30 giugno 2022 e non ancora correttamente imputate nel sistema informativo del personale.

 

Guida alle Coperture assicurative per i colleghi

Tutti i colleghi di ISP usufruiscono di una serie di coperture assicurative pagate dall’azienda e possono eventualmente attivarne di ulteriori a proprie spese a condizioni di particolare favore rispetto al mercato.

Purtroppo molti colleghi non sono a conoscenza nemmeno delle coperture già esistenti a loro favore e spesso capita che non le attivino in caso di “sinistro”, perdendo così indennizzi anche molto importanti.

Abbiamo quindi pensato di riunire in un unico compendio (lo trovate qui) le informazioni più importanti relative a

  • Polizza Infortuni Professionali e Extraprofessionali,
  • Indennità Premorienza,
  • LTC Nazionale,
  • LTC FSI (Collettiva e Volontaria),
  • Prestazioni Accessorie del Fondo Pensione

In modo da fornire un primo strumento di consultazione agile e immediato, rimandando alle guide specifiche per gli approfondimenti del caso.

Come al solito i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze e vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

Aggiornamento Guide alla luce dell’accordo del 20 maggio sull’inclusione

Come era stato anticipato qui, è in corso l’aggiornamento delle nostre Guide le cui materie sono state modificate dall’accordo del 20 maggio sull’inclusione che – tramite una ridefinizione del concetto di “figlio” e di “padre” – garantisce a tutti colleghi e colleghe il pieno accesso a tutti i permessi che la legge non riconosce ancora ai nuclei familiari uniti civilmente o sulla base di convivenza, al di là del genere dei componenti il nucleo familiare, così come riconosce le norme aziendali in tema di priorità e provvidenze.

Al momento sono già state aggiornate le Guide:

A breve saranno aggiornate anche le Guide Neoassunti, Pacchetto Giovani, Sospensione Volontaria, Legge 104.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e i nostri esperti sono a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

AGGIORNAMENTO GUIDA ALLA FORMAZIONE FLESSIBILE

La nostra esperta Marianna Broczky ha aggiornato la Guida alla FORMAZIONE FLESSIBILE, le novità riguardano gli impatti della formazione obbligatoria su PVR e sistema incentivante.

Come sempre le parti variate sono evidenziate in giallo in questo modo e Marianna è a vostra competa disposizione per chiarimenti e consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

 

 

NOVITÀ PER IL CONGEDO PARENTALE: seconda, ma non ultima, puntata

A inizio aprile vi avevamo comunicato che il Consiglio dei Ministri del 31 marzo 2022 aveva approvato due schemi di decreto legislativo di recepimento di direttive europee. Si trattava di due provvedimenti che avrebbero dovuto estendere i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori in relazione a maternità e paternità. In particolare avrebbe dovuto entrare pienamente a regime la nuova tipologia di congedo di paternità, e avrebbe dovuto aumentare la durata del congedo parentale e l’età del bambino entro cui fruirlo. Avevamo dato per scontato che a breve l’iter si sarebbe concluso e l’INPS avrebbe successivamente pubblicato le circolari applicative. In realtà da  allora si è persa completamente traccia di qualsiasi applicazione delle novità che avrebbero dovuto entrare in vigore.

Questo fino a due giorni fa, quando un messaggio del Ministero del Lavoro ha annunciato (di nuovo!) che Il 22 giugno il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva gli schemi dei decreti legislativi in questione.

Non commentiamo le tempistiche di questo iter legislativo e ci limitiamo a darvene conto, auspicando che questa volta possa davvero portare a una veloce applicabilità di quanto previsto. Ovviamente vi terremo tempestivamente informati.

Commissione Politiche commerciali e clima aziendale: riunione del 23 giugno 2022

Giovedì 23 giugno si è svolta la periodica riunione della “Commissione politiche commerciali e clima aziendale”.

La Commissione ha il compito di analizzare ciascuna delle comunicazioni pervenute alla casella iosegnalo@intesasanpaolo.com, con la sola esclusione di quelle anonime o prive delle caratteristiche formali necessarie (assenza del modulo).

I dati del periodo 01.02.2022 – 31.05.2022

L’analisi svolta nell’ultimo incontro ha riguardato il periodo 01.02.2022 – 31.05.2022, durante il quale sono pervenute 43 segnalazioni (oltre a 4 prive di modulo), classificabili, sulla base della Direzione regionale e della filiera commerciale, come segue (l’ordine è decrescente in base al numero delle segnalazioni).

TERRITORIO RETAIL EXCLUSIVE IMPRESE TOTALE
DR EMILIA ROMAGNA E MARCHE 7 7
DR PIEMONTE SUD E LIGURIA 6 6
DR TOSCANA E UMBRIA 6 6
DR CAMPANIA, CALABRIA E SICILIA 5 5
DR LOMBARDIA SUD 4 1 5
DR PIEMONTE NORD, VDA E SARDEGNA 4 1 5
DR LAZIO E ABRUZZO 2 1 3
DR MILANO E PROVINCIA 2 2
DR VENETO EST E FRIULI VENEZIA GIULIA 1 1 2
DR LOMBARDIA NORD 1 1
DR VENETO OVEST TRENTINO ALTO ADIGE 1 1
DR BASILICATA PUGLIA E MOLISE
TOTALE 38 2 3 43

La maggior parte delle segnalazioni (29 su 43) proviene da sindacalisti ai quali i colleghi coinvolti in episodi di pressioni improprie si sono rivolti per denunciare i comportamenti a cui hanno assistito o di cui sono stati vittima, scegliendo di non apparire direttamente: una circostanza che ancora una volta denota il prevalere di una condizione di soggezione o timore.

Un’ulteriore classificazione è basata sull’ambito a cui la segnalazione fa riferimento (con una stessa segnalazione che può riguardare più aspetti):

Comportamenti Reportistica Comunicazione
35 22 7

 

Le cause più frequenti delle segnalazioni

  • Contatti e sollecitazioni ripetuti e assillanti;
  • approcci perentori e impositivi, anche frutto dell’incapacità di fornire un reale supporto e creare un clima di collaborazione (si diventa autoritari non essendo autorevoli, e spesso neppure competenti);
  • richieste di compilazione manuale di report destinati a raccogliere informazioni già presenti nel sistema informativo della banca;
  • divulgazione di elenchi e graduatorie privi di qualsiasi funzione informativa, ma aventi la finalità di marchiare di inadeguatezza chi non è ai primi posti della classifica;
  • mancato rispetto dell’orario di lavoro e del diritto alla disconnessione;

sono le fattispecie più frequenti.

A tali condotte si aggiungono comportamenti e iniziative contraddistinti ancora da maggiore gravità, sia nei confronti dei dipendenti (vittime di minacce di trasferimento o commenti offensivi), sia per il tentativo, in alcuni casi, di ignorare le regole in materia di distribuzione (in particolare assicurativa) emanate dagli organismi preposti.

Interventi dell’azienda. Riflessioni sull’efficacia

Nel corso dell’analisi effettuata abbiamo riscontrato nella maggior parte dei casi un comune punto di vista con quello espresso dalla componente aziendale della Commissione, che ha dichiarato di essere intervenuta per richiamare al rispetto dei principi contenuti negli accordi in materia di politiche commerciali e, ove necessario, delle disposizioni di legge.

L’azienda ha dichiarato di non trascurare il fattore “recidiva”: in altri termini un’ulteriore segnalazione dovrebbe elevare il livello di attenzione di parte aziendale (e le azioni di conseguenti “contenimento”) nei confronti di quel capo o capetto; ad oggi dobbiamo purtroppo rilevare il permanere o il riemergere (anche in questi giorni) di comportamenti già oggetto di segnalazione: sono la prova che gli interventi effettuati almeno in alcuni casi sono stati insufficienti o sono rimasti inascoltati.

Un cambio di passo nella direzione di una maggiore incisività è indispensabile (considerato che la banca a fronte di altre inadempienze o negligenze non si dimostra sempre così tollerante).

La punta dell’iceberg

A questo elemento di preoccupazione, aggiungiamo il fatto che le segnalazioni sono solo la punta dell’iceberg di un fenomeno assai più esteso, di un malessere generalizzato, che per timore di conseguenze negative o per sfiducia non viene sufficientemente denunciato.

“iosegnalo”: uno strumento comunque utile

Nonostante le tante ombre, riteniamo tuttavia che, nel complesso, il ricorso a “iosegnalo” e la successiva attività della Commissione svolgano una funzione comunque utile.

Da parte nostra non ci stancheremo di sollecitare interventi sempre più incisivi da cui possa derivare un effetto positivo e un miglioramento del clima.

La FISAC CGIL con i suoi Rappresentanti Sindacali è come sempre a disposizione per fornire supporto nella compilazione delle segnalazioni o per curarne direttamente la predisposizione e l’inoltro.

qui il documento in pdf

.

Fisac Flash: proroga al 1° settembre misure di prevenzione e tutela per i “fragili”

Vi anticipiamo che, con riferimento alle misure di prevenzione oggi adottate per la gestione dei fragili, disabili e altre condizioni speciali (gravidanza), considerata – al momento – l’assenza di evoluzioni del quadro normativo nazionale, il Gruppo ISP, nel proseguire con l’approccio di maggior tutela sinora adottato, intende prorogare al 1° settembre p.v. il rientro in presenza dei colleghi che presentano situazioni di fragilità, ed in particolare:
  • i lavoratori fragili, disabili ed i casi esenzione da vaccinazione aventi i requisiti previsti dal D.M. del 3 febbraio 2022 o dalla Circolare del Ministero della salute dell’8 ottobre 2021
  • i soggetti a maggior rischio in caso di contagio non aventi i requisiti di cui al precedente alinea e che richiedono la sorveglianza sanitaria
  • i lavoratori con figli in condizioni di disabilità grave aventi i requisiti previsti dal D.M. del 3 febbraio 2022 o dalla Circolare del Ministero della salute dell’8 ottobre 2021
  • le colleghe con gravidanza a rischio.
Per il personale per il quale sia già stata acquisita la documentazione non è richiesta un’ulteriore produzione di documentazione; la documentazione dovrà invece essere trasmessa in caso di nuove fragilità insorte dal 1° luglio p.v. e per le colleghe con gravidanza a rischio per le quali dovrà essere trasmessa e valutata dal Medico Competente.
Vi anticipiamo inoltre che sarà pubblicata specifica news sulla Intranet con l’adeguamento della normativa vigente nei termini sopra esposti.

.

NOVITÀ BUSTA PAGA GIUGNO

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di maggio. Nel ricordarti che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, ti precisiamo anche che in coda alle varie voci trovi il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di giugno 2022 per le società con CCNL Credito:

  1.      Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)
  2.      Nuove voci in cedolino
  3.      Provvidenza per familiari portatori di handicap grave
  4.      Modello 730 – Dati del sostituto d’imposta

e sul cedolino di giugno 2022 per le società con CCNL Assicurativo:

  1.      Premio Aggiuntivo Variabile 2021 (PAV)
  2.      Mensilità aggiuntiva – Quattordicesima
  3.      Nuove voci in cedolino
  4.      Provvidenza per familiari portatori di handicap grave
  5.      Modello 730 – Dati del sostituto d’imposta

 

News del cedolino di giugno 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

  1. Premio Variabile di Risultato 2021 (PVR)

Con il cedolino di giugno 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al PREMIO VARIABILE DI RISULTATO 2021 (PVR) in base alla scelta di destinazione effettuata dai colleghi entro il 30 maggio scorso, con la seguente modalità:

  • voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare,
  • voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino.

L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, suddiviso fra:

  • casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2021, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale 2020, e liquidato con il cedolino di 2/2022;
  • casella Imp. Irp. Pr.: imponibile soggetto a tassazione ordinaria per la parte eccedente i € 3.000,00 (non è in somma all’imponibile fiscale del mese).

Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.

Come previsto dalla normativa vigente, gli importi assoggettati ad imposta sostitutiva IRPEF del 10% sono costituiti dai premi di risultato di importo variabile la cui corresponsione è collegata a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione in esecuzione di contratti aziendali o territoriali stipulati rispettivamente con le RSA/RSU o da Associazioni Sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale. Sono esclusi dalla predetta normativa gli importi erogati a titolo di sistema incentivante, premi NPL/SET, Una Tantum, sui quali è stata applicata la tassazione ordinaria, in somma all’imponibile corrente del mese.

Per ulteriori approfondimenti su PVR puoi consultare la nostra Guida al PVR

 

  1. Nuove voci in cedolino

Dal corrente mese si è provveduto ad esporre in cedolino le seguenti nuove voci figurative/informative:

❖ Deducibilità Fondo Sanitario Integrativo di Gruppo

I contributi versati a forme a enti e casse aventi esclusivamente fini assistenziali, sia la contribuzione a carico dipendente che quella a carico dell’azienda, sono deducibili dal reddito complessivo del contribuente per un importo non superiore a 3.615,20€.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
91D6 Progr.Ctr.Cas.San.esenti

 

identifica il dato progressivo al corrente mese entro il limite di deducibilità

 

91D5

 

Progr. Ctr.Cas.San.soggett

 

identifica il dato progressivo al corrente mese oltre il limite di deducibilità, rilevante ai fini fiscali

 

Per ulteriori approfondimenti sul Fondo Sanitario PVR puoi consultare la nostra Guida al FSI

 

  1. Provvidenza per familiari portatori di handicap grave

Nel cedolino di giugno si è provveduto a liquidare con voce 1635 la provvidenza una tantum per familiari conviventi portatori di handicap grave privi della certificazione medica di non autosufficienza.

Per ulteriori approfondimenti su Benefici per legge 104 puoi consultare la nostra Guida Handicap

 

  1. Modello 730 – Dati del sostituto d’imposta

Ricordiamo a tutti i colleghi che presentano la denuncia dei redditi tramite il modello 730, di comunicare al CAAF, o di inserire nell’apposito campo del modello precompilato dell’Agenzia delle Entrate, il codice fiscale e la denominazione del datore di lavoro, sostituto d’imposta attuale.
L’informazione è riportata nella prima casella di sinistra della testata del cedolino paga di questo mese ed è determinante per la corretta liquidazione del saldo di luglio e/o dei mesi successivi.

 

News del cedolino di giugno 2022 Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

  1. Premio Aggiuntivo Variabile 2021 (PAV)

Con il cedolino di giugno 2022 si è provveduto a gestire le voci relative al PREMIO AGGIUNTIVO VARIABILE 2021 (PAV) in base alla scelta di destinazione effettuata dai colleghi entro il 30 maggio scorso, con la seguente modalità:

  • voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare,
  • voce 4ZY7: importo del PREMIO SOCIALE destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare, titolari di reddito di lavoro dipendente di importo superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme.
  • voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a conto sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino.

L’assoggettamento fiscale del premio PAV (voce 2PVL) è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale:

  • casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017).

Come previsto dalla normativa vigente, gli importi assoggettati ad imposta sostitutiva IRPEF 10% sono costituiti dai premi di risultato di importo variabile la cui corresponsione è collegata a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione in esecuzione di contratti aziendali o territoriali stipulati rispettivamente con le RSA/RSU o da Associazioni Sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.
Sono esclusi dalla predetta normativa gli importi erogati a titolo di premi Una Tantum, sui quali è stata applicata la tassazione ordinaria, in somma all’imponibile corrente del mese

  1. Mensilità aggiuntiva – Quattordicesima

Come da Accordo del 13 marzo 2019 si è provveduto a liquidare con valuta 20 giugno quanto di competenza a titolo di quattordicesima mensilità con la voce 5CTD – 14° Mensilità, contestualmente alla retribuzione ordinaria.

  1. Nuove voci in cedolino

Dal corrente mese si è provveduto ad esporre in cedolino le seguenti nuove voci figurative/informative:

❖ Deducibilità Fondo Sanitario Integrativo di Gruppo

I contributi versati a forme a enti e casse aventi esclusivamente fini assistenziali, sia la contribuzione a carico dipendente che quella a carico dell’azienda, sono deducibili dal reddito complessivo del contribuente per un importo non superiore a 3.615,20€.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
91D6 Progr.Ctr.Cas.San.esenti

 

identifica il dato progressivo al corrente mese entro il limite di deducibilità
91D5

 

Progr. Ctr.Cas.San.soggett

 

identifica il dato progressivo al corrente mese oltre il limite di deducibilità, rilevante ai fini fiscali

Per ulteriori approfondimenti sul Fondo Sanitario PVR puoi consultare la nostra Guida al FSI

  1. Provvidenza per familiari portatori di handicap grave

Nel cedolino di giugno si è provveduto a liquidare con voce 1635 la provvidenza una tantum per familiari conviventi portatori di handicap grave privi della certificazione medica di non autosufficienza.

Per ulteriori approfondimenti su Benefici per legge 104 puoi consultare la nostra Guida Handicap

 

  1. Modello 730 – Dati del sostituto d’imposta

Ricordiamo a tutti i colleghi che presentano la denuncia dei redditi tramite il modello 730, di comunicare al CAAF, o di inserire nell’apposito campo del modello precompilato dell’Agenzia delle Entrate, il codice fiscale e la denominazione del datore di lavoro, sostituto d’imposta attuale.
L’informazione è riportata nella prima casella di sinistra della testata del cedolino paga di questo mese ed è determinante per la corretta liquidazione del saldo di luglio e/o dei mesi successivi.

 

 

Piano Performance Share Plan (PSP): maggiori informazioni

L’azienda ho messo a disposizione una sezione di approfondimenti dedicata al PSP (il piano di incentivazione a lungo termine dedicato al Personale identificato come “Key people” e “Head of”, NON destinatario del piano Lecoip). Come d’uso vi riportiamo di seguito un estratto della relativa news aziendale.

Perfeziona la partecipazione al Piano prendendo visione del Regolamento tramite la procedura online disponibile fino al 28 giugno.
Per avere maggiori informazioni sul Piano puoi scrivere alla casella di posta Noi_azionisti@intesasanpaolo.com per richiedere, entro le ore 12 di lunedì, l’iscrizione al relativo webinar del  27 giugno (h. 16.00 – 17.00).
Nella prima sessione i colleghi hanno avuto modo di chiarire alcuni loro dubbi le cui risposte sono consultabili da tutti in Aula+ (es. Quando pagherò le tasse? Cosa succede se decido di rifiutare il Piano? Se vado in pensione/esodo perdo il Piano? È richiesto il pagamento di una somma iniziale? …).

È sempre disponibile inoltre la pagina dedicata “Noi azionisti per il Piano d’Impresa” della Intranet in cui puoi trovare una rappresentazione sintetica del Piano, la relativa brochure, il Regolamento nonché le FAQ e il Glossario.
Per qualsiasi ulteriore domanda è disponibile la casella di posta Noi_azionisti@intesasanpaolo.com, risponderemo nel più breve tempo possibile.

.

Welfare Hub, la nuova possibilità di utilizzo del Conto Sociale: cose utili da sapere

Da alcuni giorni è disponibile per l’utilizzo delle somme destinate al Conto Sociale la piattaforma “Welfare Hub”.

La piattaforma (analoga a quella che era disponibile in UBI con il nome di “UBI For You”) prevede (in aggiunta alla possibilità di ottenere il rimborso di determinate spese, generalmente relative a familiari, propria del Conto Sociale) ulteriori opzioni di utilizzo, suddivise in 4 diverse aree tematiche:

  • casa & famiglia (es. buoni spesa; voucher corsi e ripetizioni online);
  • svago & tempo libero (es. voucher shopping; corsi per il tempo libero; abbonamenti riviste);
  • salute & benessere (es. voucher visite mediche; check-up; palestre);
  • viaggi & mobilità (es. buoni carburante, pacchetti viaggi, esperienze).

Qui potete scaricare un pdf con tutte le istruzioni.

.

CESSIONE FORMAZIONE: RAGGIUNTO L’ACCORDO

Dopo una lunga e complessa trattativa, oggi abbiamo raggiunto l’accordo per la tutela dei colleghi della Formazione che saranno ceduti.

Queste le tutele principali garantite dall’accordo:

  • applicazione del CCNL del Credito tempo per tempo vigente;
  • applicazione del Contratto Collettivo di secondo livello vigente al momento della cessione;
  • per la durata di 15 anni, garanzia di rientro in ISP in caso di tensioni occupazionali conseguenti a perdita di controllo proprietario, vendita o cessione dell’azienda, crisi aziendali, trasformazione delle attività, rilevanti processi di riorganizzazione e/o ristrutturazione;
  • medesima garanzia di rientro in ISP per 15 anni in caso di chiusura di sedi con conseguente trasferimento collettivo dei lavoratori ad una distanza superiore a 75 chilometri;
  • confermate le previsioni relative alle uscite per esodo/pensionamenti rivenienti dagli accordi già sottoscritti;
  • possibilità di aderire ad eventuali futuri accordi di esodo/pensionamenti in ISP nei prossimi 15 anni;
  • mantenimento dei rapporti di lavoro a tempo parziale alle condizioni al momento del conferimento;
  • mantenimento del welfare aziendale (Fondo Sanitario, Fondi Pensione, ALI);
  • mantenimento delle condizioni per mutui e prestiti concessi entro la data di cessione;
  • apposita convenzione con ISP per mantenere le condizioni agevolate riservate al personale del Gruppo;
  • PVR 2021: possibilità di fruire del credito residuo in conto sociale;
  • PVR 2022: riconoscimento del pro-quota per il periodo dal 1° gennaio 2022 alla data di cessione;
  • mantenimento della partecipazione al piano Lecoip 3.0

Ribadendo la nostra totale contrarietà a ogni operazione di cessione di ramo d’azienda che determini l’uscita di colleghi dal Gruppo, riteniamo di aver raggiunto un accordo che garantisce nel tempo adeguate tutele occupazionali e contrattuali.

Milano, 17 giugno 2022

Delegazioni trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

ASSUNZIONI: LA RETE IN SOFFERENZA NON HA RISPOSTE ADEGUATE

FOCUS ASSUNZIONI

Nell’incontro di oggi, l’Azienda ci ha illustrato i dati sulle assunzioni rivenienti dagli ultimi accordi sottoscritti: si tratta di 794 ingressi articolati come segue.
Assunzioni nel periodo 01/10/2020 – 30/04/2022:
Totale Intesa Sanpaolo Capogruppo 691
Società Perimetro Banca dei Territori 1
Società a riporto Funzioni Centrali 6
Società perimetro IMI Corporate & Investment Banking 4
Divisione Private Banking 53
Divisione Asset Management 8
Perimetro Divisione Insurance 31

Rileviamo che solo 214 sono riferiti alle filiali, cui si aggiungono 616 assunzioni però a contratto misto.
Inoltre, dal dettaglio fornitoci sulla ripartizione geografica, alcuni territori risultano totalmente assenti, tra cui la Sardegna e il Trentino, già destinatari di interventi sindacali negli scorsi mesi.
Ancora una volta la Banca non tiene conto dell’ormai cronico stato di sofferenza in cui versano le filiali, soprattutto in alcune zone e ancora una volta abbiamo chiesto con forza all’Azienda un’accelerazione sulle prossime assunzioni in programma e un’attenzione alla rete: I colleghi diminuiscono, anche in forza degli esodi volontari, le pressioni commerciali aumentano!

FOCUS CONTRATTO MISTO

Ad oggi sono presenti 829 colleghi a contratto misto e 106 stagisti.
Riteniamo che sia necessaria da parte aziendale una riflessione obiettiva sulla gestione di tale tipologia contrattuale:
• la quota di trasformazione a tempo pieno è rilevante, nonostante le pressioni dell’Azienda per scoraggiare la trasformazione in full time, come da noi già in precedenza denunciato;
• sono stati numerosi i casi di dimissioni volontarie da parte dei colleghi a contratto misto;
• nell’ambito dell’operatività da lavoratori autonomi non si hanno facoltà di deroga commissionale e non vengono messi a disposizione locali per ricevere i clienti;
• in occasione della richiesta di trasformazione a tempo pieno, troppo spesso e inspiegabilmente vista la collocazione su tutta Italia del gruppo, viene assegnata una sede lontana sia dalla residenza che dal precedente luogo di lavoro!
Non basta certo il nuovo piano incentivante per la parte autonoma illustratoci oggi, legato ad obiettivi qualitativi e a obiettivi individuali di flusso netto gestito (riferito alla parte da Consulenti Finanziari con contratto di Agenzia) a compensare le criticità evidenziate!

qui il documento in pdf

FSI – COLORI DELLA SALUTE, PIANO PREVENZIONE 2022/2023

Come previsto dall’accordo 5/11/2021, il Consiglio di Amministrazione del FSI ha definito un pacchetto biennale di specifiche prestazioni, proposte dal Comitato Scientifico, aventi carattere di prevenzione per le quali si applica l’azzeramento delle franchigie e/o degli scoperti con onere posto a carico della “Gestione Fondo Protezione”.

Attivato come progetto sperimentale per il biennio 2022/23, il Piano di prevenzione prevede che la franchigia corrisposta per sottoporsi agli esami diagnostici, clinici e strumentali che rientrano nell’elenco individuato dal Comitato Scientifico del FSI, venga restituita all’iscritto con una liquidazione apposita.

Gli iscritti che per età, familiarità, quadro clinico risultano a maggior rischio rispetto alle patologie individuate dal Comitato Scientifico possono intensificare la frequenza dei controlli e disporre di diagnosi tempestive.

Le prestazioni possono essere richieste da tutti gli iscritti titolari e dai rispettivi familiari resi beneficiari, allegando necessariamente la prescrizione medica con indicazione del quesito diagnostico.

Per ottenere la liquidazione della franchigia non si deve fare alcuna richiesta; il Fondo provvederà automaticamente al rimborso della stessa.

Il fondo corrisponderà la franchigia in una fase successiva al rimborso ordinario; in caso di assistenza convenzionata verrà rimborsata la franchigia che l’iscritto ha pagato per effettuare la prestazione.

Sono inclusi accertamenti, esami diagnostici e visite specialistiche non ricompresi nei programmi di prevenzione del Servizio Sanitario Nazionale o che comportano lunghi tempi di attesa presso la sanità pubblica.

Le prestazioni incluse nel Piano biennale per le quali interviene il rimborso della franchigia non sono aggiuntive; si tratta delle normali prestazioni che vengono effettuate a fini di prevenzione.

La franchigia viene rimborsata a condizione che le prestazioni effettuate:

  • siano previste dai Regolamenti prestazioni del Fondo per le due Gestioni iscritti in servizio ed iscritti in quiescenza;
  • siano ricomprese nei “piani sanitari” delle polizze sanitarie per l’Appendice 2 e per la Gestione mista.

Elenco delle prestazioni

TUMORE COLON RETTO
TAC virtuale del colon

TUMORE MAMMELLA
Mammografia bilaterale (fino a 49 anni)
Mammografia monolaterale (fino a 49 anni)
Mammografia + eventuale esame diagnostico/visita (fino a 49 anni)
Ecografia mammaria (fino a 49 anni)
RM mammaria bilaterale
Agoaspirato mammario

TUMORI UTERO
HPV DNA test / con eventuale pap-test

PREVENZIONE OSTEOPOROSI
MOC vertebrale / femorale / ad un tratto
MOC total body

TUMORI CUTANEI
Visita dermatologica con epiluminescenza / epiluminescenza

TUMORI CAVO ORALE
Visita otorinolaringoiatrica (dai 40 anni in su)

TUMORE POLMONE
TAC spirale a basso dosaggio

PREVENZIONE CARDIOLOGICA
Visita cardiologica + ECG da sforzo
Ecocardio colordoppler
Ecodoppler tronchi sovraortici (TSA)

TUMORI GENITO-URINARI
Visita urologica
Urotac
Risonanza magnetica multiplanare della prostata

ECOGRAFIA ADDOME

 

Esclusioni

Il Piano biennale di prevenzione non interviene nei casi di prestazioni riconducibili a patologie già diagnosticate (per esempio: post ricovero) o che beneficiano già delle agevolazioni liquidative sulla franchigia (per esempio: prestazioni con codice 048 o rientranti nei casi di Grandi Eventi Patologici – GEP).

 

Variazioni accorpamenti filiali, orari di cassa e punti operativi cambio valuta Ucraina

Di seguito l’elenco delle variazioni di rete nonché l’elenco delle filiali in cui verrà abilitato il cambio valuta per i profughi Ucraini. Questa iniziativa è promossa da BCE e Bankit e prevede la possibilità per i cittadini Ucraini di cambiare la loro valuta nazionale mediante l’utilizzo di uno specifico applicativo BCE. Abbiamo chiesto specifica formazione e tutele per i colleghi che saranno coinvolti nel maneggio di una valuta non conosciuta, con particolare riferimento al rischio dei falsi.

Variazione orari operatività cassa luglio 2022

Variazioni piano territoriale 2022

Variazioni piano territoriale 2021

Cambio valuta ucraina_elenco Punti Operativi

.

Flash FISAC: ulteriori info su bonus 200€

Vi avevamo già anticipato qui le primo info generali sul bonus 200€ introdotto dal cosiddetto Decreto Aiuti (D.L. n. 50/2022) a favore dei redditi più bassi.

A seguito di un confronto odierno con l’azienda vi confermiamo che nei prossimi giorni verrà pubblicata in intranet una news specifica che rimanderà a una procedura dove – entro l’11 luglio – i colleghi che hanno diritto al bonus 200€ dovranno autocertificare la loro situazione di non percettori di pensione e di assenza di familiari percettori di reddito di cittadinanza.

Come al solito vi informeremo immediatamente nel momento del rilascio della procedura.

.

ASSEGNO UNICO – È POSSIBILE FRUIRE DEGLI ARRETRATI SOLO PER DOMANDE PRESENTATE ENTRO IL 30 GIUGNO

Ricordiamo che, per quanto riguarda l’assegno unico, è possibile fruire degli arretrati solo per domande presentate entro il 30 giugno.

Dal 1° luglio si avrà diritto alla misura a partire dal mese successivo.

Per ulteriori chiarimenti potete consultare la Guida all’Assegno Unico e la nostra esperta Maria Adele Mezzanotte è a vostra disposizione per consulenze.

Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti).

 

 

JOBS@ISP: POSIZIONE APERTA Divisione IMI Corporate & Investment Banking

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 1 luglio 2022 è possibile candidarsi per entrare a far parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking. Trovate una sintesi della ricerca in corso qui di seguito il rimando diretto ai dettagli.

 

Clicca qui per scoprire in quali città si trovano le opportunità di lavoro, selezionando le Job Family di appartenenza rispetto alle  posizioni aperte. 

 

JOB FAMILY QUANTS

Senior Corporate Analyst per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno del Corporate Desk nella Struttura Internazionale, potrai promuovere e sviluppare nuove opportunità di business per espandere ulteriormente il franchising internazionale di Europe Hub, lavorando in pieno allineamento con le parti interessate. Se desideri utilizzare il tuo background creditizio e finanziario per lavorare in un concorso internazionale, scopri come entrare a far parte della Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

 

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

 

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

CONTO SOCIALE: ONLINE LA PROCEDURA PER INSERIRE LE RICHIESTE DI RIMBORSO

Nel documento “Modalità di utilizzo” le istruzioni per le tipologie di spese rimborsabili

Da oggi i colleghi che hanno destinato a Conto Sociale il PVR 2021 possono scegliere, accedendo da #People > Normativa HR > Contratto Collettivo di 2° Livello > Contratto Collettivo di II livello 2018-2021 > PVR-Premio Variabile di Risultato > Conto Sociale 2021, di utilizzare, in tutto o in parte, il proprio Conto Sociale tramite la piattaforma “Welfare Hub”, nella quale sono disponibili servizi suddivisi in 4 diverse aree tematiche:

  • casa & famiglia (es. buoni spesa, voucher corsi e ripetizioni online),
  • svago & tempo libero (es. voucher shopping, corsi per il tempo libero, abbonamenti riviste),
  • salute & benessere (es. voucher visite mediche, check-up, palestre),
  • viaggi & mobilità (es. buoni carburante, pacchetti viaggi, esperienze).

Come previsto dalla normativa (L. 51/2022 Decreto Ucraina), per il corrente anno 2022 è possibile chiedere buoni carburante entro un massimo di euro 200. Per l’acquisto di voucher per beni alimentari, tecnologici e abbigliamento e ulteriori buoni carburante si dovrà tenere in considerazione la soglia complessiva di massimo euro 258,23, relativa ai fringe benefit messi a disposizione dall’azienda (ad es. auto aziendale, foresteria).

L’accesso alla piattaforma “Welfare Hub” è disponibile all’interno della procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2” utilizzando esclusivamente il proprio indirizzo mail aziendale.

Il credito sulla piattaforma “Welfare Hub” sarà disponibile dal giorno successivo alla richiesta di destinazione dalla procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2”.

Inoltre, la stessa procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2” è già disponibile per le richieste di rimborso delle spese sostenute nel corso del 2022 e anche del 2021, se non già rimborsate tramite il Conto Sociale dello scorso anno o portate in detrazione/deduzione nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2021, per:

  • servizi di educazione e istruzione per i figli, anche in età prescolare;
  • servizi di assistenza ai familiari anziani o non autosufficienti, anche non fiscalmente a carico;
  • acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale del dipendente e dei familiari fiscalmente a carico.

I colleghi che hanno destinato l’importo del “Contributo Welfare Figli” al Conto Sociale possono chiedere il rimborso delle spese di educazione e istruzione sostenute solo per il figlio/figlia a cui il contributo si riferisce utilizzando la procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2”.

L’eventuale residuo potrà essere versato sulla posizione di previdenza complementare del figlio già aperta presso il Fondo Pensione a Contribuzione Definita del Gruppo Intesa Sanpaolo.

I colleghi di provenienza UBI destinatari del “Conto Welfare UBI” possono usufruire dell’importo mediante la procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2” per:

– richieste di rimborso delle spese sostenute nel 2021 e 2022, se non già oggetto di altri rimborsi o portate in detrazione/deduzione, per servizi di educazione e istruzione per i figli, assistenza ai familiari anziani o non autosufficienti e per l’acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico;
– effettuare versamenti di contribuzione aggiuntiva alla propria posizione di previdenza complementare presso il Fondo Pensione a Contribuzione Definita del Gruppo Intesa Sanpaolo;
– acquistare beni e servizi erogati tramite la piattaforma “Welfare Hub”, che ricomprendono, ad esempio, pacchetti viaggio, abbonamenti a strutture sportive, ingressi a musei, cinema, parchi e abbonamenti editoria, voucher per carburanti, alimentari, tecnologia e abbigliamento (entro un massimo di 230 euro se non già utilizzato per altre iniziative e comunque entro la soglia complessiva di massimo euro 258,23).

Salvo espressa scelta di utilizzo PVR e/o del Conto Welfare UBI destinato al Conto Sociale, l’intero valore spettante è automaticamente disponibile per l’opzione “Rimborso delle spese sostenute”.

Si potrà comunque richiedere ogni mese, anche in misura parziale, entro il 29 novembre 2022:

  • la destinazione a previdenza complementare (PVR e Conto Welfare UBI);
  • la liquidazione nel primo cedolino utile (PVR);
  • la destinazione dalla procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2 alla piattaforma “Welfare Hub” e viceversa.

Prima di inserire le richieste di rimborso o di accedere alla piattaforma Welfare è consigliabile leggere il documento “Modalità di Utilizzo”, nonché le FAQ, disponibili su #People > Normativa HR > Contratto Collettivo di 2° Livello > Contratto Collettivo di II livello 2018-2021 > PVR-Premio Variabile di Risultato > Conto Sociale 2021, per conoscere, tra le altre cose:

  • le tipologie di spese rimborsabili,
  • le caratteristiche dei documenti di spesa,
  • la documentazione da allegare di volta in volta a seconda della specifica richiesta,
  • le modalità di fruizione dei servizi offerti dalla piattaforma Welfare.

Per maggiori informazioni sul Contributo Welfare Figli è possibile consultare la pagina #People > Normativa HR > Contratto Collettivo di 2° Livello > Contratto Collettivo di II livello 2022-2025 > Previdenza Complementare e le “Regole in materia di previdenza complementare”.

Il funzionamento della procedura “Gestione rimborsi: procedura online POVS2” è descritto nel manuale.

La piattaforma “Welfare Hub” sarà disponibile per gli acquisiti sino al 31 dicembre 2022 mentre la procedura per inserire le richieste di rimborso fino all’inizio del mese di gennaio 2023.

È sempre possibile chiedere chiarimenti o da #People  > Assistenza, categoria “Conto Sociale“.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare la nostra Guida Conto Sociale. Vi informiamo che abbiamo creato una mail dedicata infopvr@informafisac.net a cui rivolgersi per chiarimenti e consulenze personalizzate, ricorda comunque che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

 

Un questionario su bisogni e aspettative del mondo del lavoro

Oggi ti chiediamo qualche minuto del tuo tempo per la compilazione di un questionario promosso dalla CGIL attraverso un gruppo di ricerca a cui partecipano esperti di scienze sociali, economiche e statistiche della Fondazione Di Vittorio, Università ed Enti di ricerca pubblici. Il questionario ha l’obiettivo di indagare le condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori partendo dalla loro esperienza e dal loro punto di vista, per comprendere i bisogni e le aspettative per migliorare il mondo del lavoro e l’azione del sindacato.

I temi sono:

  • il lavoro svolto, il profilo contrattuale e occupazionale;
  • il contesto dell’impresa e del settore;
  • l’organizzazione del lavoro;
  • le condizioni di lavoro;
  • il rapporto con il sindacato;
  • le informazioni generali riguardanti gli intervistati.

Ovviamente il questionario è del tutto anonimo e i tempi di compilazione sono contenuti.

Ti ringraziamo molto fin da subito per il tempo che vorrai dedicare alla compilazione on line del questionario che trovi cliccando qui.

Un’ultima cosa. Il questionario e diretto a tutte le lavoratrici e i lavoratori di tutti i settori: se vuoi puoi girare il link per la compilazione a colleghi, parenti e amici.

.

X