Archivio News dai Territori

IL “PERSONALE” AL CENTRO DI TUTTO

Ce lo siamo sentiti dire molte volte ma, spesso, non tutti noi capiamo se il centro sia espressione del “fulcro” o del “bersaglio”.

Purtroppo alle nostre evidenze sindacali arrivano sempre più segnali che i colleghi siano il bersaglio a tutta una serie di problematiche aziendali: processi, procedure incomprensibili e “inesattezze” comunicative, il tutto condito col solito obiettivo del “risultato” senza se e senza ma.

Vogliamo ora usare in maniera completa la parola del titolo rivolgendoci all’importante “funzione del

Personale” che gestisce le risorse tutte e domandare che riscontro hanno di tutto questo?

Il loro è un compito difficile, lo capiamo, ma dal territorio spesso arrivano riscontri discordanti su attuazione di norme e sulla gestione delle richieste dei colleghi.

Detto questo agevoliamo sinteticamente alcune considerazioni in ottemperanza al nostro protocollo delle relazioni industriali del 14 Aprile 2021:

  • Art 7 comma 6. Quante sono le riduzioni di intervallo concesse e quali caratteristiche il collega deve avere per ottenerle? Ci arrivano segnalazioni contraddittorie sulle
  • Art 7 comma 1. Quante sono le richieste di mobilità soprattutto dei colleghi interessati ad un trasferimento in Filiale Digitale?
  • Art 7 comma 1. Quanti sono i colleghi che hanno fatto richiesta di svolgere lavoro Flessibile da casa perché ricadenti nella previsione di legge per i figli under 14?

Ricordiamo ed esortiamo i colleghi affinché qualsiasi richiesta rivolta all’Azienda sia sempre fatta in forma scritta. Questo non solo agevolerà il nostro operato in funzione statistica ma, soprattutto, rappresenta la prima difesa contro le troppe cose che rimangono appese al “filo” del detto ma non ricordo.

Coordinamenti ISP Aree Firenze e Prato – Toscana Sud

Firenze, 01 dicembre 2022

LGBTQ+, LA DIFFICOLTA’ DI FARE CULTURA IN AZIENDA

LGBTQ+, LA DIFFICOLTA’ DI FARE CULTURA IN AZIENDA

Intesa Sanpaolo si tiene al passo coi tempi, e ci fa piacere. In materia di inclusione si è dotata di una normativa moderna, con l’obiettivo di fare della comunità interna all’azienda una comunità sensibile e matura in tema di diverso orientamento sessuale, di diritti delle persone transgender ed in generale di valorizzazione di tutte le diversità.

Ove possibile, grazie agli accordi sindacali sottoscritti, Intesa Sanpaolo ha esteso giustamente alle persone LGBTQ+ diritti che per gli eterosessuali sono scontati, come il congedo matrimoniale, e ne ha riconosciuti di specifici, come la scelta del nome per le persone che non si riconoscono nel sesso biologico, nonostante la legge italiana non si sia ancora adeguata a tali esigenze.

Viene inoltre somministrata a tutto il personale una formazione specifica su questi temi, per garantire che a tutti siano fornite indicazioni precise su quali comportamenti l’azienda ritiene opportuni e necessari e quali siano invece le condotte incompatibili con la normativa aziendale in materia.

È persino inutile dire che ci piacerebbe che la sensibilità sul tema fosse diffusa e condivisa, e che a ciascuno le norme in materia apparissero come l’ovvio riflesso di conquiste civili che riguardano tutti.

LGBTQ+

Area Liguria: I BUONI PROPOSITI

Nella giornata del 18 c.m. si è tenuto l’incontro trimestrale di Direzione Regionale riservato all’Area Liguria. Per l’Azienda erano presenti il Direttore Regionale, Andrea Perusin, il nuovo Responsabile del CTPAR, Paolo Pezzatti, il Delegato delle Relazioni industriali Enzo Vozza. Era inoltre presente il Responsabile del CTPAR uscente Luca Calvi. Il Direttore regionale ha sottolineato che in questo contesto economico complicato l’Azienda richiede la continuità dell’attività di incontri dei gestori con i clienti al fine di andare incontro alle varie esigenze, in ambito di opportunità, investimenti e necessità di crediti.

Abbiamo ricordato all’Azienda, collegandoci al Codice etico- sezione “Principi di condotta nelle relazioni con i collaboratori”, la centralità dei valori su cui si fonda il nostro Istituto: RISPETTO DELLA PERSONALITA’ e DIGNITA’ DEL LAVORATORE – RISULTATI IN COERENZA CON I PRINCIPI ETICI – OBIETTIVI TRASPARENTI E RAGGIUNGIBILI -ASCOLTO E DIALOGO – ATTENZIONE AI BISOGNI DEI COLLABORATORI.

Purtroppo, nel percorso che dal centro giunge alla periferia, i nobili e condivisibili principi vengono snaturati. Le regole, sempre evidenziate con chiarezza e rispetto nelle circolari, trovano una disapplicazione sul territorio: vedasi formazione, lavoro straordinario, operazioni amministrative/commerciali, salute e sicurezza.

POLITICHE COMMERCIALI

Abbiamo evidenziato la sofferenza delle Lavoratrici e dei Lavoratori a causa del peggioramento del clima lavorativo, inasprito dal perdurare di continue e sempre più insistenti pressioni commerciali. Il Direttore Regionale ha riconosciuto esclusivamente l’esistenza di “un po’ di stanchezza”, dovuta anche allo stato di stress derivante dal recente periodo pandemico. Nel rimarcare che i fenomeni che creano tensione negativa sono tutti “interni”, abbiamo risposto giudicando irrispettoso giustificare come “stanchezza” le patologie occorse ad alcuni colleghi, riscontrate peraltro dalla letteratura scientifica in casi di stress lavoro correlato.

Inoltre, in considerazione delle frequenti e palesi ingerenze, abbiamo chiesto quale ruolo abbia la funzione commerciale nella gestione del personale. Secondo noi questa anomalia contribuisce e non poco ad esasperare l’attività lavorativa dei colleghi.

L’Azienda ha semplicemente affermato di “non comprendere” il nostro quesito.

Non mancheremo di evidenziare in futuro situazioni sospette e singolari per far meglio intuire la problematica.

ACCORDO RUOLI

L’Azienda ha preannunciato la prossima creazione di un cruscotto per ogni gestore Nel frattempo sono state inviate due mail, relative rispettivamente al numero di incontri e ed alla formazione obbligatoria, non particolarmente chiare.

ORGANICI

Al 31/08 il personale della Liguria è 1089 unità, in costante e preoccupante diminuzione. Gli esodi sono stati 33 che, aggiunti alle 7 uscite per pensionamento, portano ad un totale di 40 uscite complessive. Il dato non include le uscite per dimissioni, dato non fornito dall’Azienda e fenomeno estremamente grave. I contratti misti sono attualmente 37 di cui 33 assunti nel 2021 e 5 nel 2022.Nel corso del 2022 sono stati attivati 6 stage (3 in attesa di sostenere l’esame).

IMMOBILI

In itinere i lavori di ammodernamento della Filiale Digitale di via Fieschi e quelli per l’ apertura del nuovo punto di appoggio per i contratti misti nella sede dell’ex filiale di corso Sardegna a Genova.

Il Responsabile del CTPAR Pezzatti ha sottolineato l’impegno delle funzioni del Personale nel dialogo, nell’ascolto e nella ricerca delle soluzioni per le persone. Anche il Direttore regionale Perusin ha mostrato sensibilità al messaggio.

Possiamo dire di aver firmato ”digitalmente” una dichiarazione d’intenti per migliorare le condizioni delle colleghe e dei colleghi nella nostra Direzione regionale.

Vigileremo sulla sua attuazione.

fai click qui per leggere il comunicato unitario

Sempre meno Colleghe e Colleghi Sempre più pressioni!

In data 9 novembre 2022 si è tenuto, in modalità a distanza, il periodico incontro trimestrale tra le OO.SS
e la delegazione Aziendale per l’Area Alessandria Asti.
Per la parte aziendale erano collegati, tra gli altri, il Direttore Regionale Andrea Perusin, il Responsabile
delle Relazioni Industriali Enzo Vozza, il Direttore commerciale Carmelo Romeo, il Responsabile delle
Risorse Umane Paolo Pezzatti, che ha sostituito Luca Calvi, comunque presente per i saluti di commiato e
il passaggio del testimone.
L’incontro ha costituito per le OO.SS. l’occasione di ribadire gli ormai insostenibili problemi che si
riscontrano in rete da troppo tempo e che non vedono MAI una soluzione:
ORGANICI
Come premessa, è stata denunciata la ormai cronica CARENZA di ORGANICI, sempre più ridotti all’osso a
seguito di esodi e pensionamenti, a cui vanno aggiunte le assenze legate a condizioni di fragilità e le
assenze per malattia.
Chi è rimasto in filiale deve gestire carichi di lavoro crescenti, su cui graveranno le ulteriori uscite previste
per il 31 dicembre prossimo (8 accessi al Fondo di Solidarietà).
Le uscite per esodo e pensionamento nel 2022 risultano essere complessivamente 18, a cui vanno
aggiunte le dimissioni volontarie (dato che non ci viene fornito dall’azienda ma di cui tutti abbiamo
contezza).
I Colleghi a contratto misto sono attualmente 20.
I trasferimenti sono stati in tutto 62, di cui solo 6 in accoglimento di richieste da graduatoria e 4
provenienti da altre Direzioni Regionali (trattasi di ex contratti misti che hanno trasformato il rapporto di
lavoro in Full Time).
In merito alla richiesta di chiarimenti sulla creazione ed il funzionamento della nuova Banca Digitale,
nonché i criteri con cui verranno selezionati i Colleghi da destinarvi, non ci sono state fornite indicazioni
in quanto si tratta di un processo ancora in fase di definizione.
PRESSIONI COMMERCIALI
Durante l’incontro è stato posto l’accento sulle pressioni commerciali che hanno raggiunto livelli
intollerabili, con richieste continue – anche giornaliere – di rendicontazione degli appuntamenti e di
“previsionali” di vendita. Rispetto a questi ultimi, il Direttore Regionale ha dichiarato senza mezzi termini
che NON DEVONO ESISTERE, ritenendoli assolutamente inutili e assumendosi l’impegno a far sì che tali
richieste cessino definitivamente.
Saremo attenti nel verificare e vigilare l’efficacia dell’intervento promesso.
Abbiamo segnalato anche l’indebito utilizzo delle agende come strumento di controllo delle vendite e del
lavoro svolto dai Colleghi, denunciando come l’uso distorto da parte dei superiori potrebbe giungere a
configurarsi come ulteriore motivo di segnalazione.
L’Azienda ha sottolineato che l’agenda deve essere un supporto all’organizzazione del lavoro per il Collega
e non uno strumento di controllo da parte dei superiori; invitiamo pertanto i colleghi a segnalarci indebiti
utilizzi della stessa.
Nel corso della riunione abbiamo informato l’Azienda che nella giornata del 8 novembre 2022 come rappresentanti delle OO.SS. FABI, FIRST CISL, FISAC CGIL e UILCA dell’area Alessandria Asti abbiamo inviato una segnalazione alla casella di posta iosegnalo@intesasanpaolo.com.
La segnalazione ha riguardato l’ambito delle Filiali Imprese ed è scaturita da messaggi e riscontri relativi a indicazioni operative non coerenti con quanto previsto nella Guida di Processo (il tema era quello dell’acquisizione delle garanzie e dei tempi di erogazione dei finanziamenti).
Al riguardo il Direttore Regionale ha sottolineato che “nella sua Direzione non si fa e non si deve fare nulla contro la normativa” e che comunque presume che l’eventuale operatività in deroga fosse autorizzata dai competenti organi deliberanti. Abbiamo ribadito che, in tal caso, c’è stato un problema di comunicazione e che eventuali deroghe autorizzate devono sempre essere chiaramente esplicitate ai Colleghi, in modo tale da operare con la dovuta serenità.
Attendiamo di conoscere gli sviluppi in merito a quanto segnalato.
Raccomandiamo ancora una volta a tutti i Colleghi di far presente ai propri referenti sindacali le pressioni indebite a cui fossero sottoposti. Tali indicazioni potrebbero dare origine a ulteriori segnalazioni, consentendoci di fare ricorso a uno strumento concreto e potenzialmente utile al miglioramento del clima aziendale.
AGRIBUSINESS
Per quanto riguarda la Direzione Agribusiness è intervenuta Paola Brasca (gestore PAR), la quale ci ha comunicato la sistemazione nella gestione di alcuni clienti che erano stati da noi segnalati durante la trimestrale precedente. Il fatto che esistano ancora clienti del “perimetro agricolo” in carico alle filiali Retail è legato alla natura dei codici ATECO, oltre che alla scelta aziendale di trasferire con una certa gradualità i clienti dalla rete alla Direzione Agribusiness.
In merito al numero di gestori e addetti, sulla base della programmazione effettuata nella DR, tutti i ruoli risultano coperti, quindi non sono previsti incrementi di organico.
FORMAZIONE
Dal Personale ci è stato comunicato un buon incremento nella fruizione dei giorni previsti per lo Smart Learning, considerandone positivamente l’utilizzo per riuscire a “fare bene la formazione”, pertanto questa soluzione sarà sempre più utilizzata ed incentivata in futuro.
IMMOBILIARE
È intervenuto il Responsabile Direzione Immobiliare Andrea Nalini.
È stato portato all’attenzione l’episodio accaduto qualche tempo fa nella filiale New Concept di Alessandria, dove, a seguito della frantumazione di una porta a vetro scorrevole, era stata data disposizione di lasciare le porte aperte. L’Azienda riferisce di aver risolto il problema e ha preso l’impegno di verificare tempestivamente la sicurezza di tutte le altre porte a vetro presenti in filiale.
Nalini si è inoltre raccomandato di non procedere in autonomia per superare le problematiche contingenti legate al riscaldamento mediante stufette o altro, ma di chiedere ai referenti sul territorio (Luigi Sardi per la provincia di Alessandria e Walter Bocca per Asti). Come OO.SS. vi richiediamo di informarci, volta per volta, in modo tale da poter intervenire tempestivamente sugli stessi referenti.
Come OOSS del territorio auspichiamo una sempre fattiva collaborazione con tutte le Colleghe e i Colleghi per le segnalazioni dei problemi che si registrano in filiale, allo scopo di continuare a esigere maggiore attenzione alle reali condizioni di lavoro, inoltre ribadiremo a ogni livello e nelle sedi adeguate la richiesta di nuove assunzioni, la cessazione delle pressioni commerciali indebite ed il rispetto della dignità delle persone nei fatti e non solo a parole.
25 novembre 2022

FABI – FIRST/CISL FISAC/CGIL – UILCA
INTESA SANPAOLO ALESSANDRIA ASTI

ComunicatoIncontroTrimestrale09nov2022_AreaAlessandriaAsti (1)[4441]

 

TRIMESTRALE AREA SICILIA

 

TRIMESTRALE AREA SICILIA     22 Novembre 2022

Nella giornata del 22 Novembre 2022 si è svolto l’incontro trimestrale dell’Area Sicilia.

I rappresentanti aziendali hanno esposto i dati relativi all’andamento commerciale dell’area evidenziando gli importanti risultati sinora traguardati. Tali risultati, in un contesto gravato dagli effetti negativi della pandemia e dal conflitto in Ucraina, sono la conferma indiscussa dei sacrifici quotidiani e dell’impegno profuso da tutte le colleghe ed i colleghi. Oltre ai dati commerciali sono stati presentati, tra gli altri, i dati relativi a organici, mobilità territoriale e formazione.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato tutte le criticità registrate e di seguito riportiamo una sintesi delle principali.

PRESSIONI COMMERCIALI

Abbiamo denunciato il perpetuarsi di comportamenti esasperati da parte di alcuni responsabili ed il sensibile peggioramento del clima in ambiente di lavoro. In particolare, la richiesta di report cartacei di appuntamenti con successi giornalieri, continui messaggi su Lynch, riunioni urlate, accuse di inadeguatezza con minacce più o meno velate su cambi di ruolo e/o trasferimenti. Ancora, le richieste continue e incessanti di riunioni a distanza o in presenza, anche fuori dagli orari di lavoro. Va da sé che tali comportamenti sono in piena violazione dei protocolli sottoscritti con ABI e con le Organizzazioni Sindacali del Gruppo ISP.

L’azienda in accoglimento delle nostre rimostranze esprime la disapprovazione per i comportamenti sopra riportati. Aggiunge che sta sensibilizzando i responsabili al rispetto delle regole ed all’utilizzo dei soli strumenti aziendali per il monitoraggio della produzione in luogo della continua e spesso vessatoria richiesta di rendicontazione ai gestori. Censura, inoltre, le riunioni fuori orario di lavoro.

Accogliamo con favore l’avvio delle iniziative della Direzione regionale sul monitoraggio dei comportamenti dei responsabili. La condotta tenuta sarà oggetto di valutazione anche per gli effetti negativi che genera nell’ambiente di lavoro e nel benessere delle persone. 

Sarà cura delle scriventi OO.SS. monitorare il fenomeno e segnalare tempestivamente ogni singolo caso registrato. Invitiamo anche all’utilizzo della casella mail iosegnalo@intesasanpaolo.com che può essere fatto anche dal rappresentante sindacale 

INTERVENTI DI FILIALE 

Abbiamo segnalato la necessità d’interventi su numerose filiali della regione, da opere murarie a interventi legati a infiltrazioni e muffe, archivi e ancora impianti di areazione assenti o mal funzionanti.

Tra queste Gela rappresenta la punta dell’iceberg perché è la sintesi di tutte le problematiche e l’azienda ha dichiarato che si sta muovendo lungo tre filoni di intervento: spazi interni e archivi, delocalizzazione di alcune strutture e di aree self, e organico.

Invitiamo tutti i colleghi ad utilizzare sempre la procedura E-Catalog per le segnalazioni e a tenerci aggiornati su tempi e risoluzioni dei casi.

FORMAZIONE FLESSIBILE 

Dai dati riportati dall’azienda risulta fruita una media di 2 giornate lavorative pro capite, a fronte dei 4 giorni fruibili di diritto e degli 8 totali a disposizione.

Abbiamo segnalato le evidenti resistenze a far fruire la formazione flessibile e siamo stati invitati a segnalare le casistiche specifiche.

Invitiamo tutti a segnalarci puntualmente le richieste di fruizione avanzate e respinte.

FILIALE DIGITALE

Per la filiale digitale abbiamo rimarcato l’assenza di risposte per l’inspiegabile sospensione dell’inquadramento nel percorso dei gestori exclusive. Sembrerebbe che tale anomalia rientri in un quadro complessivo di riorganizzazione della filiale digitale. Siccome la riorganizzazione dipende dall’azienda chiediamo, ancora una volta, maggiore chiarezza tornando ad esigere la puntuale applicazione degli accordi sottoscritti.

SITUAZIONE PERSONALE   

La situazione degli organici in Sicilia si è ormai incancrenita, a fronte di diverse decine di uscite per esodo o pensionamento, vediamo solo qualche nuovo lavoratore in assegnazione. Chi resta somma al proprio carico di lavoro quello dei lavoratori esodati o pensionati, ha difficoltà ad intravedere nuovi spazi di crescita ed i trasferimenti diventano una chimera.

La carenza di assunzioni porta con sé un malessere complesso,  professionale e personale, che si ripercuote pesantemente sullo stato di salute di tutti.

Su questo tema c’è la volontà aziendale di provvedere, nel breve, a nuove assunzioni, ancor più in previsione delle ulteriori uscite per esodo previste a fine Dicembre.

Abbiamo stigmatizzato come l’azienda assegni a territori lontani dalla Sicilia stagisti e dipendenti a contratto misto di provenienza siciliana, desertificando ancor di più un territorio nel totale spregio delle esigenze delle persone e del territorio stesso.

Palermo, 22 Novembre 2022

I COORDINATORI RSA INTESA SANPAOLO AREA SICILIA FABI FIRST FISAC UNISIN

 

 

TRIMESTRALE AREE ROMA E LAZIO

Il giorno 14 novembre le OO.SS hanno incontrato la delegazione aziendale.

La necessità di un confronto proficuo si perde se, puntualmente, denunciando le inefficienze e i disagi quotidiani che rappresentiamo, non riscontriamo atteggiamenti risolutivi.

Chiediamo, pertanto come OO.SS, che se il miglioramento del clima aziendale è un obiettivo comune, si mettano in pratica soluzioni e provvedimenti concreti finalizzati a modificare l’attuale situazione e non incontri “sterili” che sembrano replicare quelli fatti a Direttori di Area o di Filiale.

Clicca qui per il pdf del comunicato unitario

ASSEMBLEE DI BASE PER IL XIX CONGRESSO DELLA CGIL

In tutta Italia, in tutti i luoghi di lavoro, si stanno svolgendo le assemblee di base del XIX congresso della CGIL, il più grande sindacato italiano, costituito ben 113 anni fa.

Nei passaggi assembleari si discuterà dei documenti politici programmatici, si determineranno le linee guida dell’organizzazione per i prossimi anni e si rinnoveranno tutti i quadri sindacali. Per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori sarà un momento fondamentale di partecipazione attiva, di costruzione politica e di confronto.

Per le lavoratrici e i lavoratori di Intesa Sanpaolo di Roma iscritte e iscritti alla FISAC/CGIL si terrà un’unica assemblea, martedì 6 dicembre, raggruppando le quattro diverse Camere del Lavoro presenti sul territorio metropolitano. In via del tutto eccezionale verrà messo a disposizione anche un collegamento da remoto, per coloro che dovessero avere un impedimento a presenziare.   Le operazioni di voto, che riguarderanno solo le iscritte e gli iscritti presenti fisicamente, si svolgeranno invece separatamente, per ciascuna Camera del Lavoro, in quattro diversi seggi, che si apriranno al termine dell’assemblea. L’apertura dei seggi si protrarrà anche alla mattinata di venerdì 7, presso quattro diverse sedi i cui luoghi vi verranno comunicati nei prossimi giorni.

Questo il calendario:

  • Martedì 6 dicembre assemblea per tutte le iscritte e tutti gli iscritti part time di Roma dalle 11,30 a fine turno presso il Centro Congressi Cavour, Via Cavour 50/a;

  • Martedì 6 dicembre assemblea per tutte le iscritte e tutti gli iscritti a tempo pieno di Roma dalle ore 14,40 a fine turno presso il Centro Congresso Cavour, Via Cavour 50/a.

 

Clicca qui per scaricare il pdf del comunicato

Lavoro Misto: IL CONFRONTO È COSTRUTTIVO: SE SI VUOLE

La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana. Quanto appena enunciato calza a pennello rispetto a quello che è accaduto in queste ore ai colleghi a contratto misto: il blocco delle Agende ABC per l’attività da lavoratore autonomo.

A quanto pare non sarà più possibile accedere ed usufruire dello strumento delle agende così come lo si conosce su ABC, rimettendo al destinatario – dunque i colleghi – la risoluzione del problema.

L’agenda è sempre stata osannata come lo strumento principe dell’organizzazione dell’attività di tutti i colleghi, ma la fruizione della stessa sarebbe inibita ai colleghi con contratto misto in nome di un non meglio precisato modello di servizio risalente a non si sa quando. Quindi se per diverso tempo, risultava essenziale lasciare traccia degli appuntamenti svolti e del numero degli appuntamenti giornalieri, ora come ora non è più così (almeno per i lavoratori misti).

Le sconfitte comunque devono avere un nome, devono poter essere imputabili a chi ne ha la colpa. Di sicuro in questo caso non è il sindacato, come qualche “responsabile” aziendale va affermando. E come potrebbe esserlo? Di certo l’azienda ha sempre tenuto gelosamente per sé la definizione delle questioni organizzative e degli strumenti a disposizione dei Lavoratori Misti, rifiutando sempre di prendere in seria considerazione le richieste avanzate. E adesso che l’azienda prende l’ennesima iniziativa incomprensibile e autolesionista (inibire uno strumento fondamentale di lavoro), non solo si rifiuta di ritornare sulle sue scelte sbagliate, ma cerca qualcuno a caso su cui scaricare la responsabilità: un trucchetto triste quanto improbabile.

Insomma questo non è che l’ennesimo passo in avanti lungo quella che sembra una strada scelta deliberatamente dell’azienda per affossare il Lavoro Misto. Si è assistito ad un peggioramento dell’attività lavorativa inerente la libera professione dei colleghi a contratto misto, i quali dovrebbero rappresentare Intesa Sanpaolo di fronte ai clienti, entrare nelle loro case e fare acquisizione di nuova clientela, nell’interesse della bandiera Intesa Sanpaolo, quando invece nel concreto si continua a rendere questa attività sempre più faticosa quando non del tutto impraticabile.

E’ chiaro infine che ai già più volte rappresentati problemi operativi dei colleghi, si unirà anche questo aspetto. E’ necessario che l’Azienda cessi di assumere iniziative unilaterali e non condivise con chi sul fronte ne vive le conseguenze e che inizi invece a negoziarle e concertarle con il Sindacato.

Qui il documento in pdf

PROMEMORIA:ASSEMBLEA ISCRITTI FISAC CGIL 28 NOVEMBRE 2022

Assemblea delle iscritte e degli iscritti Fisac/Cgil del Gruppo Intesa Sanpaolo

 

La scrivente organizzazione Sindacale comunica che iI giorno 28 novembre 2022 convocherà le assemblee rivolte agli iscritti FISAC-CGIL del personale ISP in servizio sulla piazza dì Napoli e su tutta la provincia di Napoli, come di seguito specificato.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • Assemblea Congressuale FISAC-CGIL e votazione;
  • Varie ed eventuali

 

Poiché, in base allo statuto della FISAC-CGIL le votazioni dovranno tenersi a scrutinio segreto, le assemblee saranno necessariamente in presenza.

Le assemblee si svolgeranno presso l’Hotel Ramada, Via Galileo Ferraris,40 Napoli

Sarà cura dell’O.S. scrivente garantire il rispetto delle misure di protezione contro il Covid-19.

 

  • LUNEDI’ 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.30 sono convocati gli iscritti delle strutture di INTESA SANPAOLO presenti nel palazzo di via Toledo, 177, ad eccezione del personale delle Filiali di Napoli Toledo, più gli iscritti delle filiali Digitali del turno mattutino, più tutti gli iscritti Part-Time di tutta la città di Napoli e della Provincia.

 

  • LUNEDI 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 14.40 ALLE ORE 16.55 sono convocati gli iscritti di tutte le Filiali di Napoli Toledo, lo sportello Tesoreria, la filiale US Naval Support, tutti gli iscritti delle altre filiali e dei relativi distaccamenti presenti nella città di Napoli e gli iscritti delle FILIALI DIGITALI che fanno turno pomeridiano,e tutti i punti operativi presenti nei comuni di:

 

ACERRA, AFRAGOLA, AGEROLA,

BACOLI, BRUSCIANO, CAPRI,CARDITO,

CASORIA,CASTELLAMMARE DI STABIA, CERCOLA,

ERCOLANO, FORIO, FRATTAMAGGIORE,

GRAGNANO, LACCO AMENO, MASSALUBRENSE,

MELITO DI NAPOLI, MUGNANO DI NAPOLI, NOLA,

OTTAVIANO, PALMA CAMPANIA, PIMONTE,

POGGIOMARINO, POMPEI, POZZUOLI,

PROCIDA,QUALIANO, QUARTO,

SAN GIUSEPPE VESUVIANO, SANTA MARIA LA CARITA’,

SANT’ANTONIO ABATE, STRIANO,TERZIGNO,

TORRE DEL GRECO, TRECASE, VICO EQUENSE, VOLLA.

ASSEMBLEA ISCRITTI

TRIMESTRALE AREA LOMBARDIA SUD, TANTE BELLE PAROLE MA POI…

Si è tenuta lo scorso 3 novembre la riunione trimestrale tra Relazioni Industriali e Organizzazioni Sindacali dell’Area Lombardia Sud.

In apertura il Direttore Regionale Nava e la Responsabile Commerciale Retail Benedicenti hanno ribadito, come già detto negli incontri precedenti, l’importanza dello star vicini a colleghi e clienti, in particolar modo in questo periodo di grandi difficoltà per il paese e per tutta l’Europa per le note motivazioni, ed hanno esposto tutte le iniziative e gli strumenti messi in campo per supportare la rete nell’indirizzare il cliente a prendere decisioni razionali e non emotive.

E’ stato più volte sottolineato il concetto di serenità.

Peccato che a queste bellissime parole, che non possiamo fare altro che condividere, non faccia seguito una messa in campo di comportamenti reali che vadano in tale direzione!

E allora via con lo star vicini ai colleghi, talmente vicini da fargli sentire il fiato sul collo, inondandoli con una raffica di videoconferenze, che suonano più da monito piuttosto che da fattivo supporto e aiuto concreto, e presidiando le agende per accertarsi che siano sature di nominativi e, mi raccomando, di valore… Che tempo da perdere non ne abbiamo!

E se dal 15 del mese i conti non tornano? Stop alle vendite del gestito se non preventivamente dichiarato. Certo, così siamo vicini anche ai clienti, anzi… Ci posizioniamo tra loro e i loro risparmi così non si fanno prendere dal panico e dalle isterie dei mercati.

Meglio che pensino alla tutela, quella è la panacea di tutti i mali.

Ma non basta! No, abbiamo una grave carenza di personale dovuta alle tante uscite ed alle praticamente assenti assunzioni.

Cosa si potrebbe fare allora?

Prima di tutto ASSUNZIONI!

E poi sicuramente evitare di inondare di richieste e presidi i lavoratori che già fanno i salti mortali per sopperire ai 3 o 4 o 5 colleghi andati in esodo/pensione nei mesi precedenti e sostituiti solo in piccola parte, se mai lo sono stati…., con il costante rischio di incorrere in errori operativi sanzionabili, data la confusione imperante e un continuo bombardamento di input che arrivano da clienti, e-mail, procedure, responsabili, direttori commerciali, ufficio controlli, ecc.

Prima o poi chiuderanno tante filiali, prima o poi arriverà Isybank, prima o poi … MA INTANTO?

Intanto le belle parole cercano di incantarci e nella realtà si soffre e si fatica con una crescente disaffezione al lavoro, con un sempre più flebile senso di appartenenza e, per chi può, la speranza del prossimo scivolo.
Questa Direzione Regionale, la nostra banca, devono capire che ormai di belle parole ne abbiamo sentite fin troppe….…

COORDINATORI E RR.SS.AA. AREA LOMBARDIA SUD

FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Click qui per visualizzare il volantino unitario

Circolo ALI – ABBONAMENTO MUSEI PIEMONTE / VALLE D’AOSTA 2023

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI  

L’Abbonamento Musei Piemonte e Valle d’Aosta è la carta che ti permette di accedere gratuitamente ogni volta che lo desideri nei musei, residenze reali, castelli, giardini e fortezze, collezioni permanenti e mostre temporanee di Torino, del Piemonte e della Valle d’Aosta aderenti al circuito.

L’Abbonamento Musei, oltre a darti la possibilità di visitare l’ampio patrimonio culturale e museale del Piemonte e della Valle d’Aosta, rappresenta anche il modo migliore per conoscere l’offerta culturale della regione grazie alle molte convenzioni di sconto e riduzione su stagioni teatrali e concertistiche, al cinema e presso festival, nell’editoria e su itinerari di visita.

L’Abbonamento Musei propone agli Abbonati un calendario di visite e itinerari riservati, appuntamenti speciali per scoprire tutta l’offerta della regione.

L’Abbonamento Musei può essere rinnovato a partire da 90 giorni prima della scadenza dell’Abbonamento in proprio possesso e sarà valido 365 giorni a partire del momento dell’emissione della tessera (vedi esempi alla voce “Scopri le quote / Informazioni“).

I codici verranno inviati via e-mail entro il 31 dicembre 2022 e sarà possibile utilizzarli entro il 31 maggio 2023, pertanto possono prenotare i codici tutti i Soci con abbonamento con scadenza entro il 29 agosto 2023.

Al fine di agevolare i Soci nel promuovere l’iniziativa, il Gruppo Piemonte e Valle d’Aosta – Torino, interviene assegnando una contribuzione fino al raggiungimento del plafond messo a disposizione dal Gruppo.            

AVVERTENZA

Per aderire all’iniziativa è necessario essere iscritti ad uno dei Gruppi o delle Sezioni del CT Nord Ovest, diversamente nel form di adesione all’iniziativa accanto al nome del socio appare la scritta “Non ammesso”.

È possibile iscriversi al Gruppo o alla Sezione di proprio interesse direttamente online, accedendo alla propria area riservata (Area Soci), dove potrai verificare anche eventuali altre iscrizioni.

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:

ABBONAMENTO MUSEI PIEMONTE / VALLE D’AOSTA 2023

XIX Congresso della CGIL X Congresso della FISAC CGIL di Alessandria Assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori del Gruppo Intesa Sanpaolo

comunicatoxcongressofisacalessandria

Per giovedì prossimo, 24 novembre 2022, sono convocate le seguenti assemblee rivolte alle Iscritte e agli Iscritti alla FISAC CGIL del Gruppo Intesa Sanpaolo della provincia di Alessandria:

  • dalle ore 14:30 alle ore 17:00

Iscritte/i in servizio in TUTTE le unità operative Intesa Sanpaolo con l’esclusione di quelle situate nei comuni di Acqui Terme, Tortona, e Valenza

  • (a seguire) dalle ore 17:00 alle ore 18:30
    • Personale Intesa Sanpaolo in servizio nei comuni di Acqui Terme, Tortona, e Valenza
    • Personale Intesa Sanpaolo Private Banking
    • Personale Fideuram ISPB

Chi fosse convocato per l’assemblea in orario di lavoro, ma avesse difficoltà a garantire la presenza (per esempio perché in ferie) potrà partecipare all’assemblea con inizio dalle ore 17:00.

 

Entrambe le assemblee si svolgeranno “in remoto”.

Per l’assemblea in orario di lavoro utilizzeremo la piattaforma Microsoft Teams: il link sarà fornito in seguito.

Per l’assemblea che si svolgerà dalle ore 17.00 vi preciseremo successivamente piattaforma e link.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • XIX Congresso CGIL
  • Varie ed eventuali

Vi invitiamo a partecipare numerosi e vi illustriamo ragioni e importanza dell’appuntamento nel riquadro.

 

21 novembre 2022

FISAC CGIL Alessandria

 

Ha preso avvio in queste settimane il XIX Congresso della CGIL.

Si tratta di un percorso che, partendo dal coinvolgimento diretto delle Iscritte e degli Iscritti al nostro sindacato, ha la funzione di rinnovare e/o confermare con il voto le delegate e i delegati sindacali che rappresentano a tutti i livelli la FISAC e la CGIL, e di definire gli obiettivi che andranno perseguiti dalla nostra Organizzazione nei prossimi anni.

Il primo “passo” di questo percorso è rappresentato dalle assemblee delle Iscritte e degli Iscritti, chiamati ad eleggere le delegate e i delegati al Congresso della FISAC di Alessandria, fissato per il prossimo 12 dicembre.

 

Le assemblee di base costituiscono un fondamentale momento di

confronto su temi di carattere generale e di settore, nonché l’occasione per porre quesiti e ricevere chiarimenti.

Vi invitiamo a partecipare numerosi.

 

 

TRIMESTRALE AREA ABRUZZO

Lo scorso 11 novembre si è svolto l’incontro trimestrale tra la delegazione aziendale e le Organizzazioni Sindacali dell’Area Abruzzo. Pressioni commerciali, pulizie e decoro, portafogliazioni e carichi di lavoro, organici, formazione, contratti misti, Teti competenze, Filiale Digitale….Clicca sul link per leggere il comunicato unitario

Trimestrale Abruzzo 111122

NEWS FLASH FILIALE DIGITALE – APPLICAZIONE ACCORDO RUOLI

L’Azienda ha dichiarato al tavolo di Gruppo che a seguito dell’evoluzione del modello organizzativo della FD:

  • non vengono riconosciute le indennità ai Gestori, Coordinatori e Direttori entrati in percorso nel 2022;
  • vengono mantenute le indennità per coloro che erano entrati in percorso nel 2021 senza però dare corso ai consolidamenti.
  • Riteniamo discutibile la decisione aziendale di non procedere nell’applicazione dell’accordo vigente e come Fisac abbiamo ribadito l’urgenza di avviare un confronto, non strettamente collegata alla trattativa sullo sw in corso, in materia di percorsi professionali che:
  • ridefinisca la complessità organizzativa della filiale anche a seguito della creazione dei distaccamenti;
  • aggiorni le competenze che definiscono la complessità dei gestori;
  • renda chiari e trasparenti i meccanismi che consentono una progressione nel proprio percorso professionale;
  • preveda il recupero del 2022;
  • salvaguardi i percorsi in essere.

Vi aggiorneremo sugli sviluppi del confronto.

 

Attenzione! Occorre verificare la formazione facoltativa fruita ai fini di Ruoli e Percorsi

Finalmente, dopo infinite richieste e ritardi, stanno arrivando ai colleghi le mail con la rendicontazione della formazione fruita. Ci raccomandiamo di verificare attentamente la rendicontazione messa a disposizione, perché alcuni colleghi ci stanno segnalando delle discrepanze.

Ricordiamo ai colleghi di porre particolare attenzione – oltre alla formazione obbligatoria – anche alla formazione facoltativa che ricordiamo essere uno degli indicatori per la definizione della complessità gestita e quindi del proprio percorso professionale.

L’azienda ha comunicato via mail individuale ai colleghi interessati il percorso per trovare i contenuti formativi per la formazione facoltativa su: Apprendo -> Esplora -> Cerca per categoria -> Ti potrebbe interessare.

In base all’Accordo sui Ruoli, per ottenere il punteggio massimo sull’indicatore della formazione è necessario completare IVASS e CONSOB entro il 30 novembre 2022 (10 punti) e almeno due ore di formazione facoltativa entro il 31 dicembre 2022 (ulteriori 5 punti).

Vi ricordiamo che per quanto riguarda le questioni della Complessità per i gestori (di cui fa parte la formazione fruita) abbiamo predisposto una specifica Guida pop che vi ricordiamo di consultare.

.

RUOLI FILIALE DIGITALE SITUAZIONE INACCETTABILE, GLI ACCORDI SINDACALI VANNO APPLICATI!

Da mesi abbiamo evidenziato all’Azienda la mancata corresponsione delle indennità di ruolo ai Gestori, Coordinatori e Direttori entrati in percorso nel 2022.

La Banca solo oggi ha dichiarato che non intende applicare l’accordo vigente, continuando a non dare corso al pagamento delle indennità e al riconoscimento dei consolidamenti.

Riteniamo l’atteggiamento aziendale inaccettabile, l’accordo in essere è valido e deve essere rispettato.

Consapevoli delle modifiche organizzative in atto nella Filiale Digitale riteniamo necessario un confronto al fine di tutelare e valorizzare l’impegno e la professionalità delle Colleghe e dei Colleghi.

qui il documento in pdf

assemblea degli iscritti

Napoli, 18 Novembre 2022

 

Assemblea delle iscritte e degli iscritti Fisac/Cgil del Gruppo Intesa Sanpaolo

 

La scrivente organizzazione Sindacale comunica che iI giorno 28 novembre 2022 convocherà le assemblee rivolte agli iscritti FISAC-CGIL del personale ISP in servizio sulla piazza dì Napoli e su tutta la provincia di Napoli, come di seguito specificato.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • Assemblea Congressuale FISAC-CGIL e votazione;
  • Varie ed eventuali

 

Poiché, in base allo statuto della FISAC-CGIL le votazioni dovranno tenersi a scrutinio segreto, le assemblee saranno necessariamente in presenza.

Le assemblee si svolgeranno presso l’Hotel Ramada, Via Galileo Ferraris,40 Napoli

Sarà cura dell’O.S. scrivente garantire il rispetto delle misure di protezione contro il Covid-19.

ASSEMBLEA ISCRITTI

 

Quel mazzolin di fiori….

Volantino trimestrale 27 10 2022

Il 27 ottobre si è tenuto l’incontro trimestrale dell’Area Lombardia Est.

Il Direttore Regionale Marco Franco Nava ci ha rappresentato il macro scenario economico attuale e quello della nostra Regione.

“Vicinanza”, “supporto”, “sinergia” queste le parole che sono state più spesso usate dagli interlocutori presenti, fra cui il Direttore commerciale Exclusive Laura Fabbri ed il Responsabile delle risorse umane Savino Noviello.
Quindi si tratta solo di un malinteso: non è per chiedere quanto abbiamo venduto che ci convocano per riunioni via Skype due volte al giorno, non è per giustificare cosa abbiamo o non abbiamo prodotto che dobbiamo fare i colloqui one to one anche con il Capo Area.
In effetti, è solo per darci una mano che controllano la nostra agenda!
Quante notti inutilmente insonni, quanti farmaci per l’ansia o il mal di stomaco presi per nulla. Quella che ci sembra un’ingerenza ed una sfiducia nella nostra professionalità, non è, appunto, che una calorosa vicinanza.
Anche i controlli: Stefano Baraccani, Responsabile Controlli della Direzione Regionale Lombardia Sud, presente all’incontro, lo ha detto chiaramente, l’intento è quello di supportarci nel lavoro quotidiano.
Quindi quando vengono in filiale non è certo per fare gli ispettori!
Siamo noi che vedendo l’aumento esponenziale delle schede dei controlli, con scadenze spesso ravvicinate, abbiamo pensato di essere bersagliati su tutti i fronti.
Tutta colpa di un telefono senza fili rotto dunque…..i messaggi dall’alto partono forti e chiari, supporto, sostegno, creare gruppo…insomma mandano “mazzolin di fiori” ogni giorno, più volte al giorno, peccato che ai colleghi i fiori non arrivino mai… persi per strada… non capiti…fraintesi… e quel che arriva al destinatario sono sì i mazzi… ma non di fiori!!!!
Riunioni, email, astrofisiche equazioni per capire quanti punti mancano per aprire quel benedetto “CANCELLETTO”, che si trasformano in quanto, come e cosa si debba vendere ogni giorno, ogni singolo giorno.
Ma la parola chiave è CONSULENZA, vero???
La tensione è alta, non si considera la fatica per sostenere le preoccupazioni manifestate dalla clientela, sfociate anche in comportamenti aggressivi e violenti, nonché le difficoltà che i colleghi incontrano nella gestione del post vendita legato alla tutela.
È stato detto chiaramente, siamo una SPA non una onlus, bisogna fare “numeri” e tutti i lavoratori questo non lo scordano mai!!!! Forse quello che chiediamo è anche solo che qualcuno lo ammetta, che le pressioni ci sono e sono tante, perché state giocando sul senso del dovere delle persone, che per vostra fortuna è ancora alto. Ma si sa, tira tira prima o poi la corda si rompe e forse chissà, inizieranno anche loro a capire male davvero…
_______________________________

Dopo la discussione l’azienda espone come sempre i dati periodici trimestrali sugli organici di BDT ed anche delle unità operative/distaccamenti delle divisioni presenti a Brescia DCO, DSI, IMI ecc.
Un ultimo focus è stato dedicato ai lavori in corso nel palazzo Centro Direzionale di Via Cefalonia 74, ristrutturazione legata al Next Way of Working, nuova modalità di lavoro con pianificazione/prenotazione delle postazioni di lavoro; alle nostre domande è stato risposto che fra novembre e dicembre, come previsto, i colleghi oggi ancora negli uffici di via Cefalonia 62, verranno trasferiti in via Cefalonia 74 (a dicembre il palazzo ex UBI Sistemi e Servizi verrà in pratica svuotato). Il termine dei lavori a fine dicembre sarà rispettato, l’unico ritardo potrebbe essere determinato dalle forniture per difficoltà di approvvigionamento di arredi/distributori previsti nelle aree di relazione.
Quindi nella Direzione Regionale di via Cefalonia 74 a fine lavori risulteranno a disposizione 792 postazioni di lavoro oltre ad 80 libere in sharing nelle zone comuni a disposizione. La totalità delle
persone che risulteranno in carico nell’immobile della Direzione Regionale in Via Cefalonia 74 saranno pari a circa 960. Ci saranno inoltre a disposizione circa 600 parcheggi che potranno essere prenotati separatamente dalla prenotazione delle postazioni di lavoro (possibilità che sarà successivamente implementata su “People”.

Abbiamo anche ricordato alcune problematicità che ci avete rappresentato per la mensa di via Cefalonia. La delegazione aziendale ha preso nota assicurando che l’Azienda ha particolare
attenzione alle mense distribuite sul territorio nazionale.

Su tutti questi punti, come OO.SS vigileremo con la massima attenzione. E la nostra attenzione sarà ancora più alta tenuto conto della nuova organizzazione del lavoro che l’azienda ci ha presentato. Gli impatti sulla vita lavorativa e personale dei colleghi saranno importanti. È nostro compito tutelare l’intera platea di lavoratori a cui chiediamo di segnalare ogni eventuale comportamento non in linea con gli accordi sottoscritti.
A tal proposito, Vi invitiamo all’utilizzo della casella di posta Io Segnalo per evidenziare comportamenti anomali iosegnalo@intesasanpaolo.com

RR.SS FABI-FIRST-FISAC-UILCA-UNISIN
LOMBARDIA EST

LA GESTIONE DELLE PERSONE AL CENTRO

“Le nostre persone”, sono spesso al centro dei discorsi dei nostri top manager. Intesa Sanpaolo si vanta di essere un’azienda accogliente e inclusiva, attenta ai bisogni di ognuno.

Questi bei principi, spesso non si applicano nella realtà quotidiana con atteggiamenti concreti.

Nonostante Intesa Sanpaolo abbia chiuso con degli ottimi risultati nei primi nove mesi dell’anno non si sentono mai complimenti, ma solo sollecitazioni e rimproveri. Mille attività da fare “tutte con la massima priorità”: richieste e monitoraggi continui rispondere al telefono fisso, al cellulare, alle mail, servire il cliente, riempire le agende di appuntamenti possibilmente in cui “si piazza”.

Per arrivare agli obiettivi, che alzano sempre più l’asticella, tutto o quasi DIVENTA lecito: l’importante è riempire le caselline. Registriamo sempre più spesso modalità di comunicazione assolutamente non in linea con le indicazioni del codice etico.

La stessa Banca che tanto parla di sociale e di rispetto tollera poi situazioni già ampiamente segnalate che vanno ben oltre i limiti del consentito, non solo dalle normative aziendali, ma anche dall’educazione e dalla legge. Perché Intesa Sanpaolo non interviene immediatamente? Non è che questo accade perché si dà priorità sempre e solo ai dati commerciali ottenuti e non si mette veramente al centro la persona?

Dobbiamo anche registrare, a vari livelli, che alcuni colleghi con responsabilità commerciale impongono (o minacciano) trasferimenti se non si fanno i risultati commerciali. È in atto un cambiamento organizzativo e delle politiche di gestione del personale di cui non siamo a conoscenza?

Invece la realtà di oggi dice altro, ormai i colloqui si fanno con il gestore del personale che viene affiancato nella maggior parte dei casi dal Direttore di Area, che in alcuni casi sono il motivo per cui si richiede il colloquio.

La gestione del personale ha una funzione cruciale in ogni impresa e soprattutto in un’Azienda grande e strutturata come Intesa Sanpaolo è fondamentale che si riappropri del suo ruolo.

La formazione con i suoi corsi ci insegna che in caso di aggressioni verbali, di genere o di qualsiasi altra natura bisogna mettere a conoscenza il proprio responsabile e il proprio gestore del personale di riferimento sul fatto accaduto, per ricevere da subito la giusta considerazione e protezione.

Noi come sindacato non possiamo tollerare oltre tali ingerenze, il dato commerciale non può essere la base del rapporto di lavoro (ricordiamo che, per legge e per contratto non siamo tenuti a vendere a cottimo ed essere valutati sul venduto. La richiesta della Banca di mettere la vendita davanti a tutto e tutti può portare, come già successo in passato, a pesanti sanzioni a carico dell’Azienda che poi si ripercuotono sui malcapitati colleghi.

L’ufficio del personale deve essere messo in condizione di riprendersi il suo ruolo, deve poter tenere un comportamento distante da ragionamenti puramente commerciali quel mestiere c’è già qualcun altro che lo fa, deve rimanere, vicino alle persone e fare il suo mestiere dando la giusta dignità al proprio ruolo e alle “nostre persone”. 

Clicca qui per leggere il Comunicato

CALENDARIO ASSEMBLEE CONGRESSUALI PROVICIA DI GENOVA

La CGIL ha indetto il suo XIX congresso

 Il confronto con le lavoratrici e i lavoratori è la prima e fondamentale tappa del percorso

Finalmente possiamo tornare a incontrarci nelle assemblee in presenza

DI SEGUITO IL CALENDARIO DELLE ASSEMBLEE DELLA PROVICIA DI GENOVA

Giovedi 17 NOVEMBRE 2022 presso la Sede della Fisac/CGIL in via Doria 44, Chiavari e per l’intero orario pomeridiano per tutte le Lavoratrici e Lavoratori delle seguenti Filiali/uffici:

tutti gli uffici e filiali delle aziende del gruppo siti nei comuni di Recco, Santa Margherita Ligure, Chiavari, Lavagna, Sestri Levante, Borzonasca, Santo Stefano D’Aveto.

Giovedi 17 NOVEMBRE 2022 dalle ore 11 a fine orario di lavoro presso la Sede della Fisac/CGIL in via Doria 44, Chiavari per tutte le Lavoratrici e Lavoratori con contratto di lavoro ad orario ridotto delle seguenti Filiali/uffici:

tutti gli uffici e filiali delle aziende del gruppo siti nei comuni di Recco, Santa Margherita Ligure, Chiavari, Lavagna Sestri Levante, Borzonasca, Santo Stefano D’Aveto.

Giovedi 24 NOVEMBRE 2022 presso la sala Governato della CDLM di Genova in via San Giovanni D’Acri per l’intero orario pomeridiano per tutte le Lavoratrici e Lavoratori  delle seguenti Filiali/uffici:

tutti gli uffici e filiali delle aziende del gruppo siti nei comuni di Campomorone, Masone, Busalla, Arenzano, e per le seguenti filiali e uffici siti nel comune di Genova: Filiali Retail Genova 1 Sampiedarena, Genova 7 Sestri Ponente, Genova 11 Pegli, Genova 8 Voltri, Genova 10 Rivarolo, Genova Bolzaneto, Filiali exclusive Via Cantore e Via Sestri con i relativi distaccamenti, Filiale imprese Genova Ponente  e tutti restanti uffici siti in via Bottego 17r.

Lunedì 28 NOVEMBRE 2022 presso la sala BB Service in Via XX Settembre per l’intero orario pomeridiano per tutte le Lavoratrici e Lavoratori  delle seguenti Filiali/uffici:

gli uffici e filiali delle aziende del gruppo siti nel comune di Genova di seguito elencati: Filiali Retail Genova 3, Genova Corso Firenze, Piazza Fontane Marose, Via Fieschi, Genova 2, Genova 4, Genova 5, Genova Corso Sardegna, Genova Via Righetti, Genova Via Timavo, Genova 13, Genova 17, Genova 24 Nervi, Filiali Exclusive Piazza Fontane Marose, Via Fieschi, Via Cavallotti, Viale Causa, e relativi distaccamenti, Filiale imprese Genova Centro e tutti i restanti uffici siti in Via Fieschi 4,  Via Fieschi 11, Corte Lambruschini e Piazza Fontane Marose 1

Lunedì 28 NOVEMBRE 2022 presso la sala BB Service in Via XX Settembre dalle ore 11 a fine orario di lavoro per tutte le Lavoratrici e Lavoratori con contratto di lavoro ad orario ridotto delle seguenti Filiali/uffici:

tutti gli uffici e filiali delle aziende del gruppo siti nel comune di Genova, Campomorone, Masone, Busalla e Arenzano.

SI PUO’ FARE,SI PUO’ FARE

 

SI PUO’ FARE, SI PUO’ FARE

 

Viviamo tempi difficili, ed è persino superfluo dettagliare il perché.

Lo scenario internazionale, con la guerra alle porte dell’Europa, la crisi energetica, l’inflazione galoppante, sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano l’attuale momento storico, dove il timido tentativo di ripresa dell’economia post Covid è stato fortemente ridimensionato e drammaticamente frenato dai drammatici accadimenti geopolitici.

La nostra Azienda da un lato si dichiara sensibile alle necessità delle famiglie e dei lavoratori, , e con decorrenza dal mese di  Agosto ha effettivamente ridotto a livello di Area  i Budget per l’anno in corso,anche se la riduzione non ha riguardato in modo uguale le singole filiali.

 

Dall’altro canto persevera in una serie di comportanti non giustificabili, che non possono che qualificarsi come indebite pressioni commerciali, affinché si continui a collocare prodotti,  nonostante il mercato si riveli in perdita anche per i profili più conservativi.

La giustificazione che viene addotta a fronte di tali insistenze è sempre la stessa: perché altrove lo fanno, perché altre Filiali sono in linea con i budget, e questo dimostrerebbe che “chi vuole può”.

 

 

si può fare,si può fare

PROSSIMA TRIMESTRALE DELLE AREE ROMA E LAZIO

Carissime colleghe/i, il giorno 14 Novembre p.v. si terrà il periodico incontro trimestrale con la Direzione Regionale e con i Responsabili delle Risorse Umane del Lazio.
Abbiamo, in maniera unitaria, sottoposto preventivamente, in data odierna, all’azienda alcuni quesiti specifici su temi attuali e prospettici di particolare interesse, quali la creazione della nuova banca digitale ISY Bank, la Filiale Digitale, lo smart working, la formazione flessibile, le contestazioni disciplinari, i contratti misti, gli esodi e i pensionamenti.
Attendiamo risposte puntuali ed esaustive, delle quali Vi terremo prontamente informati.
Roma, li 7 Novembre 2022

Clicca qui per scaricare la versione in pdf del comunicato unitario

INCONTRO TRIMESTRALE D.R. MILANO E MONZA BRIANZA

PER VECCHI PROBLEMI IRRISOLTI, E’ ORA DI TROVARE NUOVE SOLUZIONI, PER IL BENE DI TUTTI

Venerdì 21 ottobre si è tenuto l’incontro trimestrale della DR Milano, Monza e Brianza, alla presenza dei responsabili commerciali e di quelli del personale, l’attuale e il prossimo.
PRESSIONI COMMERCIALI
Abbiamo segnalato l’esasperante attenzione commerciale, a livello di “ansia da prestazione”, su tutela e flusso netto; troppe volte si sfocia in comportamenti ed atteggiamenti inaccettabili non appena, in una giornata, manca il successo su una singola operazione o non si mantiene il passo: “Oggi non avete fatto nulla!” è il commento ricorrente e talvolta con toni sopra le righe.
Questo messaggio, completamente sbagliato ed irrispettoso del lavoro di tutti, mortifica l’impegno e lo sforzo quotidiano dei Colleghi, bombardati da mille richieste, tutte urgenti e di ogni tipo.
Abbiamo altresì ribadito la necessità che tutte le strutture della DR siano attente ad evitare ogni possibile anche potenziale rischio legato al collocamento di polizze di tutela decorrelate contestuale alla concessione di mutui, prestiti e fidi. Ciò in relazione anche alle direttive dell’Azienda sulle base delle indicazioni dell’Autorità garante della concorrenza a suo tempo emanate e, a tutt’oggi, attuali. Invitiamo tutti i Colleghi a denunciare qualsiasi situazione poco trasparente in merito.

Per leggere tutto il Comunicato Clicca Qui

TRATTATIVA SULLO SW, IL PUNTO DELLA FISAC SULLA FILIALE DIGITALE

Sullo stato della trattativa vi abbiamo parlato qui Il PUNTO SULLA TRATTATIVA, i punti fondamentali per quanto riguarda la FD sono:

  • garantire lo SW volontario per tutte le turnazioni disagiate, la copertura del sabato e dei turni in giornate festive oltre che prevedere l’accesso a HUB e COWORKING diffusi su tutto il territorio nazionale, al fine di ridurre la mobilità e favorire il lavoro flessibile;
  • il riconoscimento di indennità per i turni disagiati, per agevolare l’adesione volontaria alle turnazioni estreme. La volontarietà deve essere privilegiata anche per la copertura del sabato e delle festività in cui è prevista l’apertura della Filiale Digitale;
  • riprendere il confronto in materia di percorsi professionali dedicati alla FD, in particolare ridefinire la complessità organizzativa della filiale sulla base della creazione dei distaccamenti e per quanto riguarda i gestori aggiornare le competenze che definiscono la complessità rendendo chiari e trasparenti i meccanismi che consentono una progressione nel proprio percorso professionale.

Per quanto riguarda i distaccamenti evidenziamo che l’Azienda ha deciso UNILATERALMENTE di inserire, a partire dal mese di novembre, le Lavoratrici e i Lavoratori che vi operano nei turni estremi, in quelli a copertura del sabato e delle festività in cui è prevista l’apertura della Filiale Digitale.

Queste Colleghe/i negli orari di chiusura della filiale/punto operativo di assegnazione possono effettuare la prestazione in sw o richiedere di poterla effettuare nella filiale digitale più prossima al domicilio, con il riconoscimento della missione secondo le previsioni attualmente in vigore.

Ribadiamo che si è trattato di una decisione aziendale non condivisa con il sindacato che ci è stata comunicata in occasione dell’avvio del confronto ancora in corso sull’evoluzione del modello organizzativo.

Per approfondimenti puoi inviare una mail a filiale_digit@informafisac.net e consultare la nostra Guida Filiale Digitale .

 

X