image_pdfimage_print

no alle discriminazioniIeri, nel nostro gruppo, è stato siglato un protocollo quadro allo scopo di agire per:

  • prevenire i favoritismi, gli abusi e le discriminazioni di genere, età, etnia, religione, appartenenza politica e sindacale, orientamento sessuale, lingua e diversa abilità;
  • rispettare le diversità ed intervenire per eliminare le discriminazioni e garantire pari opportunità sul lavoro e nei rapporti tra le persone in azienda;
  • sviluppare strumenti di condivisione delle informazioni, di scambio di esperienze e di confronto ed integrazione fra il Personale.

Nell’ambito di questo quadro di riferimento è stato siglato un accordo per la concessione della licenza matrimoniale anche alle coppie omosessuali (o più correttamente GLBT) che contraggono matrimonio all’estero o alle coppie eterosessuali che contraggono matrimonio con rito religioso per le confessioni che hanno stipulato un’intesa con lo stato italiano (Valdese, Chiese Avventiste, Assemblee di Dio, Ebraica, Evangelica Battista.  Inoltre, si è convenuto che al convivente di fatto (anche in questo caso sia per le relazioni eterosessuali che per quelle GLBT) sia estesa la regolamentazione in materia di provvidenze economiche a favore dei portatori di handicap grave.

CLICK QUI PER IL TESTO DEL PROTOCOLLO QUADRO

CLICK QUI PER L’ACCORDO SUL CONGEDO MATRIMONIALE E LE PROVVIDENZA PER FAMILIARE CON HANDICAP

N.B.: in giornata inseriremo i testi di tali accordi nel nostro DB Accordi

 

 

 

X