image_pdfimage_print

In entrambe le banche, per contenere i disagi, verranno conservati dopo la migrazione gli attuali orari di apertura e di lavoro per tutte le filiali che non saranno accorpate con filiali ISP.

Le filiali che invece saranno accorpate fisicamente o che diventeranno sportelli staccati/distaccamenti di filiali ISP adotteranno l’orario della filiale accorpante. Nel caso di accorpamento con filiale estesa, il distaccamento adotterà l’orario standard ISP (8,25 – 16,55 con un’ora di intervallo).

Per Banca Apulia saranno create 20 aree retail (cloni delle corrispondenti Aree Banco Napoli). Le filiali presenti in Napoli e Provincia, in Campania e Calabria/Lucania saranno nel corrispondente coordinamento. Tutto il resto di Italia sarà nel Coordinamento Puglia, con l’eccezione di Roma che sarà nel Coordinamento Napoli e Provincia.

Sempre per Banca Apulia (per la quale ricordiamo che la migrazione non coincide per ora con la fusione in ISP) verranno costituite le 3 filiali imprese di Foggia, Cavallino e Bari, da cui dipenderanno 7 distaccamenti (vedi slide).

Per Banca Nuova (per la quale la migrazione coincide con la fusione in ISP) verranno costituiti 5 distaccamenti: 2 in Sicilia che dipenderanno dalle filiali imprese ISP di Palermo e Trapani e 3 in Calabria che dipenderanno dalla filiale ISP di Bari Gimma (vedi slide).

Saranno costituiti 2 nuovi distaccamenti imprese a Napoli e Jesolo in filiali ISP ex Banche Venete (vedi slide).

Verranno realizzate due filiali new concept nelle 2 filiali ISP ex Banche Venete di Morrovalle e Caorle (vedi slide).

E’ invece rinviato temporaneamente l’accorpamento degli sportelli staccati di Senigallia e Venezia Dorsoduro per i quali era stata in precedenza annunciata la chiusura (vedi sdlide).

X