image_pdfimage_print
NUOVI ASSETTI E VECCHI PROBLEMI

L’incontro del 7 maggio con l’Azienda è iniziato con la presentazione della riorganizzazione della
Direzione CDAITO e più in generale del percorso di trasformazione digitale della Banca.

Questo percorso si realizzerà in diverse fasi tra loro interconnesse, per giungere ad un unico sistema
informativo caratterizzato da una sola piattaforma a livello di Gruppo.
Sono richieste nuove professionalità e nuove assunzioni, a regime 1800 persone circa con competenze differenziate, sia giovani che persone esperte.
L’azienda ha confermato la volontà di internalizzare in parte tali professioni definite ad alto valore aggiunto, riequilibrando il rapporto tra personale interno e collaborazioni esterne.
Abbiamo ribadito come sia necessario, visto lo scenario, costruire nuove e sempre più frequenti occasioni reali di confronto, manifestando preoccupazione per i possibili impatti a livello occupazionale.
A tali riflessioni l’Azienda ha risposto che le modalità di partecipazione al lavoro cambieranno, così come le competenze richieste, mantenendo tuttavia invariato il numero di risorse, al netto delle uscite volontarie, confermando che l’intero processo verrà gestito in un’ottica
di evoluzione responsabile.
X