image_pdfimage_print

E’ notizia di queste ore che l’azienda a gennaio procederà con l’ennesima revisione dei criteri di composizione dei portafogli retail.

Abbiamo ormai perso il conto di quante volte, dall’avvio della stagione dei portafogli nel 2001, l’azienda ha costretto i suoi clienti “meno danarosi” a transumare come pecore dalla gestione in monte (o liste dinamiche come si dice adesso) ai portafogli base (o comunque li si sia definiti via via) e viceversa. Il tutto con cadenza più o meno annuale.

Noi non abbiamo nulla contro il metodo “Trial and error”, purché chi lo pratica abbia ben chiaro che c’è una bella differenza tra “Prova e sbaglia” e “Sbaglia e continua a sbagliare nello stesso modo”. (N.d.R. Magari averlo tradotto può aiutarli a capirlo meglio).

In ogni caso, per noi l’affermazione che verificheremo le ricadute di tale intervento, sia sul numero dei portafogli retail che sul calcolo della loro complessità, per evitare che la riduzione del numero dei clienti portafogliati abbia ripercussioni negative sul consolidamento dei ruoli, non è una clausola di stile.

Se hai dei dubbi, chiamaci. Verificheremo insieme la consistenza attuale del tuo portafoglio e la monitoreremo nel momento della revisione per evitare “incidenti” rispetto al percorso di consolidamento.

Non esitare a contattarci: noi siamo davvero a tua disposizione.

CLICK QUI PER IL COMUNICATO IN FORMATO .PDF

X