image_pdfimage_print

Oggi si è svolto un incontro per fare il punto sulle prime risultanze del recente accordo sui ruoli professionali. Ovviamente l’incontro è anche stata l’occasione per tornare a sollecitare l’azienda sulle questione di tutela della salute dei colleghi, alla luce delle preoccupanti curve epidemiologiche e del nuovo DPCM. Vi aggiorneremo su questi temi al termine del confronto. Qui di seguito vi anticipiamo i temi affrontati a margine dell’incontro.

Cambiamento organizzativo Gestione Crediti di Direzione Regionale

L’azienda ha comunicato che sta definendo una nuova modalità organizzativa per il rafforzamento del presidio del Credito nelle Direzioni Regionali.
In sintesi, si passerà da una gestione guidata dallo “stato del credito” a una gestione organizzata per “segmenti della clientela”. Attualmente le funzioni previste in organigramma delle Direzioni Regionali prevedono, tra le altre, la funzione “Credito Proattivo” e “Gestione Credito” che si occupano appunto dei vari livelli di problematicità degli affidamenti ancora “in bonis” senza alcuna differenziazione per tipologia di clientela. Il nuovo modello prevederà invece l’istituzione di due nuove funzioni che seguiranno tutti i livelli di credito in qualche modo problematico, suddividendoli per tipologia di clientela. In particolare verrà istituita la funzione “Presidio Valore Credito di Direzione Regionale” che si occuperà di seguire il Credito delle Piccole e Medie Imprese Corporate e la funzione “Remediation SME Retail” che si occuperà di seguire il Credito delle Piccole e Medie Imprese Retail. In queste due nuove funzioni verranno fatti confluire tutti i colleghi delle attuali funzioni “Credito Proattivo” e “Gestione Credito” (circa 250/270 colleghi a livello nazionale) e alcuni colleghi attualmente inseriti nella Funzione “Concessione credito” (le due nuove funzioni avranno anche una funzione di delibera per quanto di competenza dell’attuale Credito Proattivo).
Il nuovo modello decorrerà a partire dal 14 dicembre, mentre gli strumenti informatici a supporto verranno rilasciati entro gennaio 2021.

Distacchi ISP in Prelios

L’azienda ha comunicato che Prelios ha esercitato l’opzione per la proroga di ulteriori 12 mesi per il distacco dei colleghi ISP (attualmente 64 persone). Prelios ha anche comunicato che intende esercitare l’opzione per il rientro anticipato in ISP non appena la situazione organizzativa lo dovesse consentire. I colleghi interessati saranno contattati direttamente dalle competenti funzioni ISP.

Distacchi UBI in ISP

L’azienda ha comunicato di aver provveduto (o comunque di avere in corso) al distacco di alcuni colleghi UBI in ISP. In particolare di circa 10 colleghi dell’”Operations HR” e circa 20 della “Formazione”(con distacco al 50% ) e di circa 4 del “Caveau Titoli”, 2 del “Legale” e 1 di “Compliance” (con distacco al 100%) nelle corrispettive funzioni ISP.

Week end di “simulazione” Conversion verso BPER

L’azienda ha stabilito i week end di simulazione delle procedure di “Conversion” collegate alla cessione di parte della rete filiali a BPER che si realizzerà a febbraio. I week end lavorativi saranno quello del 21/11. 12/12 e 23/01. Verranno coinvolti cica 100 colleghi ISP e circa 480 colleghi UBI delle funzioni Information Tecnology, Sicurezza, Operations, Coordinamento Operativo.

Il kick-off della Fusione ISp-UBI

L’azienda ha confermato che il kick-off della Fusione ISp-UBI è fissato per il 11/04/2021

Task Force a supporto Tutela Aziendale

L’azienda ha comunicato che sta attivando una Task Force a supporto della Funzione di Tutela Aziendale – Medicina del Lavoro che sarà composta da 10 colleghi (7 di provenienza DBT e 3 da DC).

.

X