image_pdfimage_print

Dopo un largo e partecipatissimo giro di assemblee su tutto il territorio nazionale, che ha puntualmente registrato la posizione di motivata contrarietà all’operazione di esternalizzazione e conseguenti ricadute – non da ultimo di potenziale ordine sociale – finalmente la Capogruppo pare essersi decisa a comunicare l’avvio della procedura di confronto sul tema.

Ci ha ulteriormente rammaricato – anche se non stupito – che, nel frattempo, l’operazione sia statainvece comunicata e ampiamente diffusa alla stampa e ai c.d. “mercati” (che sono gli operatoridelle borse), con toni trionfali e importanti….ma d’altronde non ci meraviglia tutto ciò….

Sempre in tema di atteggiamento aziendale, ancora più ingiustificato appare il comportamento di Intesa San Paolo alla luce di quanto emerge dalla stampa di settore, che sinora è stata l’unica fonte di informazioni, peraltro ad oggi risultate veritiere, in merito all’operazione e dalla quale emerge la ingiustificata parziale cessione della piattaforma che se confermata, creerebbe una ingiustificata disparità tra i colleghi e una diversa dignità professionale e umana tra gli stessi amplificando i malumori di una platea già frustrata dall’incalzare delle richieste di risultati a fronte peraltro di una assoluta carenza di risposte in merito al loro futuro .

Click Qui per i dettagli:  Si scrive NPL, si legge Finanza ?

X