image_pdfimage_print

orarioA 4 anni dall’avvio dell’orario esteso, dopo molteplici interventi di riduzione degli orari di sportello e di cassa in molte filiali, sono finalmente giunti i risultati della complessiva analisi effettuata dalla banca sull’efficacia di banca estesa.

L’analisi è stata compiuta comparando i volumi procapite di masse intermediate, flussi di AFT e di Impieghi e di ricavi lordi delle filiali estese con analoghi dati delle filiali ad orario tradizionale (escludendo dal raffronto le filiali con meno di 10 addetti per le quali il raffronto non sarebbe stato omogeneo).

L’analisi ha evidenziato valori pro capite nella generalità delle filiali estese mediamente superiori alle altre filiali, con differenze marcate nei comuni medio-piccoli e valori sensibilmente superiori nei contesti metropolitani.

Il raffronto è stato differenziato tra le 3 fasce di orario di chiusura (18,30 – 19,00 – 20,00).

La fascia delle 19,00 risulta quella mediamente più performante, ad eccezione della fascia delle 20,00 nelle metropoli.

CLICK QUI PER LE SLIDE ILLUSTRATIVE

Questi risultati “medi” hanno però evidenziato la necessità di interventi, individuati e condivisi con le Direzioni Regionali che saranno attivati con decorrenza 5 settembre:

  • 3 nuove filiali applicheranno l’orario esteso fino alle 19 (Parma, Alba e Domodossola)
  • 8 filiali torneranno all’orario standard
  • 74 filiali (su 149) ridurranno l’orario dalle 20 alle 19 (tutte fuori dalle metropoli)
  • 15 filiali modificheranno le previsioni per l’intervallo

Il dettaglio dei nuovi orari è già stato pubblicato (click qui per consultarlo).

 

Questa analisi è stata ripetutamente richiesta dalla FISAC per ottenere un più puntuale adattamento degli orari alle caratteristiche organizzative, dimensionali, oltre che di contesto di riferimento e di mercato, delle singole filiali. L’applicazione attuata nella fase iniziale “a tappeto” dalle 8 alle 20 sulle filiali oltre una certa soglia dimensionale era evidentemente derivata da una scelta politico/contrattuale più che da un’approfondita analisi commerciale. Gli interventi che derivano da questa analisi (con la limitazione dell’orario fino alle 20 per 74 filiali su 492 a orario esteso), di cui verificheremo sul campo l’adeguatezza, rappresentano indubbiamente un importante passo nella definizione di orari più efficaci per la clientela e più compatibili con le esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei lavoratori.

CLICK QUI PER IL COMUNICATO IN PDF

X