image_pdfimage_print

INCONTRO ANNUALE DIREZIONE REGIONALE CAMPANIA CALABRIA  SICILIA

Il giorno 9 aprile 2024 si è svolta la riunione annuale della Direzione Regionale Campania Calabria Sicilia.

La delegazione aziendale era rappresentata da:

Direttore RegionaleRelazioni IndustrialiDirettori Commerciali Retail, Exclusive, e ImpresePersonale e Assistenza Rete Direzione RegionaleDirezione Immobili e della prevenzione, protezione e SicurezzaDirezione Filiale DigitaleDirezione Impact.

Durante il suo intervento, il Direttore Regionale Nargi, ha illustrato l’andamento economico della DR.

Ha manifestato grande soddisfazione per i positivi risultati commerciali ed economici ottenuti, elogiando il fattivo contributo di tutti i colleghi a riprova del costante impegno, sacrificio, professionalità rimarcando il clima sereno che si vive all’interno dei luoghi di lavoro.

Proprio su quest’ultimo punto le OO.SS. hanno evidenziato una realtà diversa da quella rappresentata, sollevando molte questioni irrisolte e problematiche che ancora attendono risposte.

La realtà, nei luoghi di lavoro, è profondamente diversa da come ci è stata rappresentata: la persistente e strutturale carenza di personale comporta carichi di lavoro eccessivi, a loro volta causa di pressioni commerciali indebite e conseguente aumento dello stress. Ancora una volta quindi abbiamo denunciato il continuo peggioramento delle condizioni lavorative.

I carichi di lavoro in relazione all’assegnazione di budget sempre più esigenti e performanti ormai non sono più sostenibili. Tali situazioni sono alla base del significativo aumento di colleghi che soffrono di stress, ansia, depressione e insonnia. In crescita ormai da qualche anno il ricorso a psicofarmaci mettendo a rischio non solo la salute fisica e mentale, ma anche la carriera professionale.

Le inefficienze del modello organizzativo vengono scaricate, nella maggior parte dei casi, sui colleghi accusati continuamente di scarsa organizzazione, cattiva volontà, mancanza di professionalità e additati per avere un’agenda poco ricca di appuntamenti definiti, da qualcuno, di “sostanza”.

Un’agenda fatta di prestiti, tutela, investimenti e valore insieme, con un unico fine, il raggiungimento dei risultati ad ogni costo, dimenticando tutte le altre incombenze giornaliere che appesantiscono ancor di più la quotidianità.

Abbiamo poi chiesto che l’Azienda adempia agli accordi sottoscritti, concedendo le giornate di Smart Learning previste. Continuiamo a ricevere segnalazioni riguardanti i troppi dinieghi che, in particolare sulla Rete, i colleghi ricevono. Come OO.SS. siamo rimasti ancora una volta sorpresi e meravigliati del dato fornito dall’azienda relativo all’utilizzo di tale opportunità.

Se pur in crescita rispetto al dato dell’ultimo incontro, la fruizione di tre giornate medie uomo è, per quanto ci riguarda, del tutto insoddisfacente. Ricordiamo che il recente accordo sindacale ha previsto, come diritto, 8 giorni di formazione flessibile annua per tutti colleghi.

Per questo motivo, ribadiamo l’importanza di pianificare la fruizione della formazione a distanza con la stessa accuratezza con cui si programmano le ferie e le altre attività.

La formazione ha un ruolo cruciale per la professionalità dei colleghi e deve essere svolta con tutta l’attenzione necessaria e non come spesso accade mentre si svolgono altre attività lavorative nei luoghi di lavoro.

Abbiamo sottolineato come il crescente stress abbia un impatto negativo sulla produttività nei luoghi di lavoro. Le richieste di uscire dai ruoli commerciali, da parte di molti colleghi, sono chiari segnali di disagio diffuso tra il personale che richiedono soluzioni adeguate. Anche l’altimetro della filiale digitale remota di Palermo, particolarmente negativo, dimostra come tale problema investa trasversalmente tutte le strutture.

Riteniamo cruciale che l’azienda consideri il benessere dei dipendenti come parte integrante del proprio successo e per favorirlo abbiamo chiesto l’accoglimento di un numero maggiore di domande di trasferimento.

Una gestione del personale sensibile alle esigenze dei lavoratori è fondamentale per creare un ambiente lavorativo sano, produttivo e sereno.

Le necessità dei lavoratori devono conciliarsi con le esigenze organizzative e trattate adeguatamente. Solo in questo modo sarà possibile assicurare un clima lavorativo positivo e sostenibile nel tempo. Solo così si potrà ottenere un successo duraturo e condiviso da tutti.

Su questo tema infine abbiamo verificato come il problema delle ferie arretrate sia ormai un fenomeno superato con una media ormai pari a meno di due giornate per dipendente e conseguentemente abbiamo invitato la Gestione del Personale a non creare su questo tema ulteriore stress ai colleghi.

In ultimo abbiamo chiesto maggiore attenzione anche sul tema delle contestazioni disciplinari ed in particolare sul tema delle cd. “banconote sospette di falsità”, particolarmente numerose.

Come Sindacato ci aspettiamo delle risposte risolutive e conseguenti e un comportamento in linea con l’incontro tenutosi.

         FABI – FIRST/CISL – CGIL/FISAC – UILCA – UNISIN

         DIREZIONE REGIONALE CAMPANIA CALABRIA E SICILIA

Napoli, 20 Maggio 2024

clicca qui per leggere il documento unitario

X