image_pdfimage_print

Nella giornata di giovedì 4 ottobre abbiamo incontrato il Ceo del Gruppo Intesa Sanpaolo Dott. Cucchiani e abbiamo espresso la seguente posizione unitaria.
Condanniamo il licenziamento dei lavoratori con contratto di apprendistato e ne chiediamo l’immediata riassunzione.
Quello del Gruppo Intesa Sanpaolo è un atto gravissimo in una fase delicata del confronto aperto sulle ricadute del Piano d’Impresa, che mina le relazioni sindacali nel Gruppo e rompe il rapporto fiduciario tra lavoratori e azienda.
Questo attacco frontale ai lavoratori e alle Organizzazioni Sindacali è un ostacolo pesantissimo per lo sviluppo della trattativa nel prossimo incontro del 10 ottobre.
Dichiariamo:
– indispensabile la rinegoziazione di un impianto normativo ed economico per tutelare e valorizzare i lavoratori del Gruppo, coerente con il futuro modello della banca, rispetto al quale pretendiamo una completa informativa, anche su ricavi e crescita;
– eventuali eccedenze di personale devono essere trattate solo a livello di Gruppo;
– la riduzione dei costi dovrà partire dalle retribuzioni del Consigliere Delegato e del top management, secondo logiche di equità distributiva, e riguardare la pletora di strutture di governance del Gruppo e le consulenze esterne.
Su questi punti, a partire dalla immediata riassunzione degli apprendisti, chiediamo all’Azienda risposte positive, che diano ai lavoratori del Gruppo un quadro certo di tutele e garanzie per il loro futuro.

CLICK QUI PER IL COMUNICATO IN VERSIONE STAMPABILE

X