image_pdfimage_print

Paolo BarreraSo this is Christmas and what have you done?” Così incomincia una delle più famose canzoni di John Lennon. Era il 1971, infuriava la guerra in Vietnam, e la domanda “e tu che cosa hai fatto?” aveva implicazioni molto drammatiche. Oggi la guerra è lontana dalle nostre case (anche se è ben presente nel mondo), ma la domanda resta di tutta attualità.

Che cosa abbiamo fatto come FISAC? Abbiamo contrattato, abbiamo offerto tutele, informazioni, servizi e risposte, siamo stati al fianco dei colleghi. Ci siamo impegnati, dando molto e anche sbagliando, come è nelle cose umane. Ma sempre con onestà e dedizione.

E cosa abbiamo fatto in questo 2012 come centro  informativo della FISAC? Abbiamo costantemente lavorato per migliorare il nostro sito e i social network ad esso collegati.
Abbiamo potenziato e raffinato il sistemaMarianna Broczky
di mailing list e vi abbiamo inviato oltre 12 milioni di mail. Abbiamo aggiornato 34 volte le nostre guide varando anche le prime due guide interattive e iniziando ad individuare specifici esperti ora a vostra disposizione on line. Abbiamo fornito migliaia di consulenze personalizzate. Abbiamo allargato il team di gestione dei sistemi informativi con l’ingresso di Marianna Broczky che si è affiancata da alcuni mesi a Paolo Barrera e Gianfanco Goria portando nuovo entusiasmo, competenza e voglia di fare.

Molto è stato fatto e, come sempre, moltissimo resta ancora da fare. Qualcosa di quello che resta da fare cercheremo di affrontarlo nel 2013. Tra i nostri obiettivi c’è il completamento della razionalizzazione del nostro sistema di maliling list che presenta ancora duplicazioni e disallineamenti. Poi la progressiva trasformazione di tutto il nostro apparato di guide in un sistema integrato e multimediale con l’individuazione per ciascuna materia diGianfranco Goria
un esperto a disposizione on line. E ancora la realizzazione di una versione del nostro sito specificamente dedicata ai dispositivi mobili (smart phone e tablet) che sempre di più stanno prendendo piede come strumento di connessione alle informazioni di cui abbiamo bisogno. Questo è già in agenda; per il resto cercheremo di affrontare e risolvere le varie questioni che si presenteranno. Una alla volta e giorno per giorno. E comunque sempre mettendoci la faccia… in senso figurato e, con questo post, anche letterale.

Permetteteci infine di concludere questo resoconto con i nostri migliori auguri per le feste di fine anno e, soprattutto, per un 2013 all’insegna della serenità.

Paolo Barrera
Marianna Broczky
Gianfranco Goria

P.S. Se vi interessa ascoltare John Lennon… click qui!

*

X