image_pdfimage_print

Come vi avevamo preannunciato qui, è stata definitivamente abolita la quota differita del Fondo Sanitario. L’azienda comunica oggi questa variazione insieme alle modalità di liquidazione anticipata della quota differita relativa al 2021. Come d’uso vi riportiamo la news aziendale.

Martedì 19 ottobre il Consiglio di Amministrazione del Fondo Sanitario, tenendo conto della positiva previsione riguardante l’andamento di entrambe le gestioni degli iscritti in servizio e degli iscritti in quiescenza ha deliberato di dare corso all’anticipazione della liquidazione della cosiddetta “quota differita” relativa a prestazioni fruite dagli iscritti nel 2021.

L’erogazione della quota differita verrà effettuata entro il prossimo mese di dicembre, con modalità analoghe a quelle seguite per la liquidazione anticipata effettuata per il 2020, secondo il seguente calendario:

  • a partire da fine novembre i rimborsi verranno liquidati comprensivi della quota differita
  • per i rimborsi già accreditati la differita verrà liquidata in unica soluzione il 15/12/2021.

Inoltre, come stabilito dall’ Accordo 5-11-2021 sottoscritto dalle Fonti Istitutive, la quota differita viene definitivamente superata a partire dal 2022 anno dal quale entrano in vigore anche tutte le altre importanti modifiche già illustrate con news del 5 novembre.

Con il superamento della differita viene meno anche la necessità di comunicare al Fondo la titolarità dei benefici della Legge n. 104 del 5-2-1992 –  art. 3 comma 3, che attribuiva una priorità nella liquidazione della stessa.

.

.

X