image_pdfimage_print

L’enorme partecipazione dei lavoratori bancari allo sciopero del 31 ottobre, la capacità di coinvolgere l’opinione pubblica sulla contrapposizione dell’egoismo dei banchieri rispetto alla solidarietà dei bancari e la fermezza del Sindacato nel condurre una trattativa lunga e complessa hanno permesso di sconfiggere l’impostazione di ABI. La disdetta unilaterale del CCNL del Credito e le manovre dilatorie rispetto al rinnovo del Fondo esuberi sono state respinte al mittente. Il Fondo è stato rinnovato salvaguardando le medesime garanzie e prestazioni fin qui erogate. Inoltre – e certamente non meno importante – è stato definito il 28 febbraio come momento in cui avviare le trattative per il rinnovo del CCNL dopo aver sgombrato il campo da ricatti inaccettabili rispetto alla disdetta anticipata del CCNL. Il Sindacato è unitariamente impegnato nella redazione entro quella data di una piattaforma condivisa con i lavoratori su punti qualificati e credibili per il rinnovo del CCNL.

Click qui per il verbale di accordo 20-12-2013 su adeguamento Fondo

Click qui per il verbale di accordo 20-12-2013 su futuri impegni

X