image_pdfimage_print

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Questa ricorrenza nasce dal ricordo di Aida Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva, Antonia Maria Teresa Mirabal tre sorelle che combatterono la dittatura del dominicano Rafael Trujillo, con il nome di battaglia Las Mariposas (Le farfalle). Il 25 novembre 1960 Minerva e Maria Teresa decisero di far visita ai loro mariti, Manolo Tavarez Justo e Leandro Guzman, detenuti in carcere. Patria, la sorella maggiore, volle accompagnarle anche se suo marito è rinchiuso in un altro carcere e contro le preghiere della madre che teme per lei e per i suoi tre figli. L’intuizione della madre si rivela esatta: le tre donne vengono prese in un’imboscata da agenti del servizio segreto militare, torturate e uccise. Il loro brutale assassinio risveglia l’indignazione popolare che porta nel 1961 all’assassinio di Trujillo e successivamente alla fine della dittatura.

Il 17 dicembre 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 54/134, dichiara il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne in loro memoria.

La storia della violenza sulle donne è antica e non si limita certo ai regimi dittatoriali o alle situazioni degradate. E’ ancora cronaca quotidiana in molte famiglie “normali”, per le strade, sui posti di lavoro. 

Il nostro impegno (della Segreteria e di tutta la FISAC ISP) è combattere qualsiasi forma di violenza sulle donne, ogni giorno, dappertutto, a incominciare dai nostri posti di lavoro.

in questo giorno simbolico (e i simboli sono molto importanti, ma a patto di tradurli in quotidiane azioni concrete) vi segnaliamo alcune (tre le moltissime) pagine che ci raccontano questa storia e quello che si sta facendo per cambiarla: la pagina dell’enciclopedia delle donne dedicata alla sorelle Mirabal, il profilo “Belle ciao” delle donne della CGIL, il messaggio del Segretario generale della FISAC, la prima pagina di “Collettiva” il portale informativo della CGIL oggi dedicato alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

.

 

X