image_pdfimage_print

FERIE

L’Azienda ha comunicato che i piani ferie presentati dai colleghi sono, a ieri sera, per il 58% già approvati, per l’11% in fase di approvazione e ancora in bozza per l’8%. Manca ancora la pianificazione dei colleghi in malattia e in astensione senza accesso a procedure aziendali.

L’Azienda è intervenuta a fronte di specifiche segnalazioni da parte delle Organizzazioni Sindacali per rimuove le forzature emerse in alcune filiali/uffici.

Abbiamo denunciato che persistono a nostro avviso difficoltà organizzative per la fruizione delle ferie in tempi così stretti. L’Azienda ha dichiarato che evidenze specifiche da parte dei Responsabili saranno tenute in considerazione per opportune flessibilità da parte dell’Azienda.

Abbiamo chiesto inoltre di verificare giornalmente le presenze e le assenze nelle filiali, al fine di monitorare percentuali anomale di fruizione ferie nei giorni di turno a casa.

Abbiamo anche denunciato forzature nella fruizione nel periodo estivo, che dovranno essere rimosse.

L’Azienda ha riconfermato che i piani ferie approvati saranno modificati solo qualora, per effetto dell’evoluzione dell’emergenza Covid19, si rendesse necessaria una significativa modifica organizzativa (ad esempio per interventi governativi).

MONTE PEGNI

Abbiamo denunciato la grave situazione in cui stanno operando i colleghi per il forte afflusso della clientela agli sportelli, in assenza di gestione degli accessi su appuntamento e di indicazioni in merito alle conseguenze della sospensione delle aste in questa fase.

Abbiamo ribadito la richiesta, oltre al riconoscimento dei sei giorni aggiuntivi di ferie, di aprire il confronto per le garanzie occupazionali per i colleghi che saranno ceduti, così come per i colleghi di Banca 5 ceduti a Sisal.

LAVORO FLESSIBILE

Sono attualmente abilitati allo smart working:

– circa 23.700 colleghi di Strutture Centrali

– circa 13.000 colleghi dei Banca dei Territori

– circa 1.500 colleghi della Divisione Private Fideuram.

In merito alla richiesta di eventuale disponibilità a utilizzare il proprio cellulare per l’applicazione StrongAuth, ai fini di una maggiore sicurezza informatica, l’Azienda ha ribadito che non introduce nessuna vulnerabilità e non permette l’accesso ad alcun dato personale; inoltre il numero di telefono non verrà utilizzato in alcun modo. Stesse garanzie sono fornite rispetto all’utilizzo volontario del proprio personal computer al fine del Lavoro Flessibile e non sussistono rischi in capo ai lavoratori in merito alla sicurezza informatica; in questo caso l’Azienda fornirà gratuitamente 6 mesi di copertura antivirus.

FILIALI ONLINE

Prosegue l’attivazione dello smart working:

– nei prossimi giorni per le sale di Bologna, Roma (anche per Filiale Remota), Bari e completamento delle sale di Vicenza e Napoli

– dalla prossima settimana per la sala e Filiale Remota di Palermo.

PULSE

Parte finalmente anche lo smart working per Pulse. Le prime attivazioni sono previste per:

– Vicenza e Montebelluna nei prossimi giorni

– Forlì e Viareggio dalla prossima settimana

– a seguire Verona.

Con il Lavoro Flessibile, dal 27 aprile si tornerà alla turnazione precedente alla fase di emergenza Covid19, compreso il nuovo turno 11.28-18.40.

TASK FORCE

Sono state pubblicate sul sito internet della Banca le istruzioni per le richieste dell’anticipazione sociale della cassa integrazione, che prevedono un iter semplificato e interamente a distanza. Per questa attività è stata istituita la task force dedicata con 975 gestori base e circa 400 colleghi (specialisti protezione, assistenti rete e personale Direzioni Regionali, personale area COO).

È in corso di definizione ulteriore task force per il Fondo Centrale di Garanzia previsto dal Decreto Liquidità.

Prosegue inoltre l’attività della task force, a regime di 215 persone, per la sospensione rate mutui/finanziamenti.

PRELIOS

I colloqui per le valutazioni dei colleghi distaccati saranno effettuati via skype con il responsabile precedente. Le schede sono visibili come per tutti i colleghi del Gruppo in #People.

BONUS € 100 DPCM

A causa dei tempi tecnici necessari per la rilevazione delle presenze/assenze e dell’attesa delle previsioni per l’applicazione in corso di emanazione, nonché e delle necessarie modifiche procedurali, la Banca conferma che il pagamento in busta paga non potrà essere effettuato prima del prossimo settembre.

CONCILIAZIONI

L’Azienda sta predisponendo una procedura “a distanza” per sostituire le conciliazioni a partire dalle uscite per pensionamento del prossimo 30 aprile. Maggiori dettagli saranno forniti più avanti al completamento del processo.

FASE 2

Abbiamo chiesto all’Azienda se sono in corso valutazioni rispetto alla c.d. Fase 2. L’Azienda ha dichiarato che sta lavorando a ipotesi di graduale rientro al lavoro delle strutture centrali che tengano conto della sicurezza e della necessaria e prudente distanza interpersonale. Tali casistiche saranno avviate in considerazione dei tempi definiti dalle disposizioni di legge e indicativamente potrebbero avvenire in alcune strutture pilota dell’area di governo/direzioni. Si sta valutando un rientro sul posto di lavoro con una presenza fisica nel primo periodo non superiore al 20% dell’occupazione degli spazi.

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI

La banca conferma di aver già consegnato le mascherine (di tipo chirurgico) e guanti al 91% delle filiali.

Sono anche state ordinate le mascherine FFP2 e le visiere facciale in plexiglass. Abbiamo ribadito la richiesta di dispositivi di protezione individuale per tutti i colleghi, in particolare anche per la Fase 2 ell’emergenza. Abbiamo anche sollecitato grande attenzione al ricambio d’aria e la costante igienizzazione / sanificazione in tutte le filiali/uffici e l’Azienda ha confermato che opera in tal senso.

Nella video call della prossima settimana l’Azienda ci fornirà ulteriori aggiornamenti e le risposte a quanto oggi da noi richiesto.

 

Milano, 16 aprile 2020

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA –UNISIN

X