image_pdfimage_print

Riportiamo alcuni aggiornamenti forniti dall’Azienda negli ultimi incontri.

TASK FORCE ACCENTRATE

L’Azienda ha comunicato che sta attivando delle task force accentrate, come anche richiesto dalle OOSS, a supporto dell’attività di filiale e FOL:

  • Task force sospensione finanziamenti e mutui

Sarà attivata in questi giorni con circa 130 colleghi, Coordinatori e Specialisti MLT/Factoring, che saranno tutti abilitati a svolgere attività in smart working. Saranno abilitati anche circa 70 Coordinatori e Specialisti Factoring che potranno supportare questa attività o la task force rispetto al Decreto Liquidità.

  • Task force per FOL

Sono stati individuati circa 50 gestori privati che, previa formazione, lavoreranno in smart working a supporto della FOL. L’Azienda sta ricercando ulteriori persone a supporto per far fronte agli arretrati del team che segue le mail.

  • Task force Anticipo CIG e Decreto Liquidita’

Anche per queste attività l’Azienda sta attivando task force, in corso di definizione, a supporto delle filiali.

 

LAVORO FLESSIBILE FOL e FILIALI REMOTE

L’Azienda ha comunicato l’avvio in questa settimana del Lavoro Flessibile in ulteriori sale della FOL e Filiali Remote che riguarderà

  • Prato, Firenze e Udine: intero organico della FOL e Filiale Remota
  • Verona: solo Filiale Remota
  • Vicenza: 50% per la sala FOL e non ancora Filiale

Proseguirà l’attivazione dello smart working nei tempi che dipendono esclusivamente dalla consegna da parte dei fornitori dei personal computer acquistati.

 

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI

La banca conferma di aver già consegnato le mascherine in 550 punti operativi ed aver completato la consegna dei gel igienizzanti; sono in fase di spedizione le mascherine per ulteriori 3.000 filiali. Dopo questo primo invio, le richieste di mascherine e di gel per le settimane successive dovranno essere fatte dal Responsabile tramite procedura e-catalog.

Abbiamo nuovamente richiesto l’adozione di pannelli plexiglass per tutte le filiali, e non solo nelle filiali presso gli Ospedali. La Direzione Tutela Aziendale, nell’incontro del 7 aprile u.s., ha comunicato di aver effettuato l’ordinazione di visiere facciale in plexiglass e di mascherine FFP2 per chi è a contatto con il pubblico, oltre a 4.000 termoscan.

Le OOSS, fermo restando la priorità della distanza per evitare il contagio, hanno ribadito la richiesta di dispositivi di protezione individuale per tutti i colleghi.

In merito agli obblighi da parte di alcune Regioni di recarsi all’esterno dell’abitazione solo con maschere e guanti, ad esempio Lombardia e Veneto, l’Azienda ha confermato che all’interno dei locali aziendali resta confermato prioritariamente lo strumento della distanza e, in linea con i tempi di arrivo, le mascherine come da protocollo siglato in ABI.

VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI 2019

L’Azienda ci ha comunicato che, come previsto Ccnl, nella prossima settimana saranno messe a disposizione di tutte le colleghe e colleghi le schede di valutazione.

A seguire saranno realizzati i colloqui nel rispetto delle modalità di lavoro e delle regole di distanziamento. Considerata la situazione emergenziale i colloqui non chiuderanno il 30 aprile, ma proseguiranno almeno fino 31 maggio. Le tempistiche del loro completamento saranno oggetto di monitoraggio.

Saranno assicurati termini flessibili per i ricorsi in considerazione della possibilità di un loro svolgimento via skype o meno. In ogni caso sarà assicurata l’assistenza sindacale. L’Azienda ha dichiarato che non intende operare alcuna rigidità nella tempistica di effettuazione dei ricorsi.

 

FILIALI NEGLI OSPEDALI

Abbiamo chiesto approfondimenti rispetto a tre filiali che al momento non turnano e non applicano le chiusure a giorni alterni.

L’Azienda ha in corso verifiche sulla filiale di Pordenone. Riguardo alla Filiale di Firenze ha verificato che i termini contrattuali prevedono la garanzia del servizio quotidiana, mentre per la filiale di Pistoia sta valutando con l’amministrazione la possibilità di applicare le chiusure a giorni alterni considerato che l’ospedale è chiuso e accessibile ai soli dipendenti.

 

BACK TO WORK

Il pilota del progetto Back to work che prevede l’accompagnamento per le colleghe lungo assenti per maternità ha avuto esito positivo e nei prossimi mesi sarà esteso alle colleghe della Divisione Private Banking e Divisione Banche Estere.

 

INIZIATIVA DI BENEFICIENZA

A seguito dell’iniziativa di beneficienza cui il Ceo Messina ha contribuito personalmente e con lui il suo top management, l’Azienda ci ha confermato che sta lavorando per poter aprire una piattaforma aziendale di donazione cui potranno partecipare tutti i dipendenti del Gruppo. È in corso di definizione la lista dei destinatari delle donazioni (Ospedali e Mense per poveri) che coprirà il più possibile l’intero territorio nazionale. La procedura sarà disponibile nella intranet aziendale fino a fine maggio e consentirà di addebitare il controvalore delle donazioni sul cedolino stipendi (con rispetto delle previsioni normative in materia di fiscalità sulle donazioni per l’emergenza Covid19).

 

PRODOTTI ASSICURATIVI COVID19 E FSI

Abbiamo chiesto all’Azienda la valutazione di interventi da porre in essere a supporto di casi di contagio tenendo conto di quanto già offre il Fondo Sanitario Integrativo di Gruppo rispetto al mondo delle polizze. Il nostro Fondo sanitario a oggi assicura diarie in caso di degenza di importo superiore a quello in genere offerto dalle polizze sanitarie, oltre al fatto che assicura prestazioni non solo all’iscritto, ma anche al suo nucleo familiare e copre anche esodati e pensionati iscritti.

L’Azienda ha mostrato disponibilità a valutare con noi, in qualità di Fonti Istitutive, anche a posteriori, quello che potrebbe rendersi utile o necessario in base alle situazioni che potrebbero essere evidenziate dai colleghi.

 

ACCORDO TFR PREGRESSO

Si è chiuso anche l’accordo per il versamento del TFR pregresso nel Fondo Pensione, di cui si era iniziato a discutere prima dell’emergenza Coronavirus.

L’accordo permette ai colleghi che maturano il requisito pensionistico entro due anni (in fase di prima applicazione tale possibilità è estesa a coloro che maturano il requisito entro il 31 dicembre 2023) di versare il TFR maturato entro il 31 dicembre 2006 nella propria posizione individuale presso il Fondo Pensione di Gruppo e al Fondo Pensione Cariplo.

Tale opzione permetterà di poter beneficiare, nel momento della prestazione del Fondo Pensione, di una tassazione agevolata nell’eventuale richiesta della RITA.

L’opzione sarà possibile dal 1° maggio, usciranno le circolari esplicative e le istruzioni al riguardo.

 

MONTE PEGNI

Ci è stata comunicato che la cessione è stata posticipata al giorno 8 maggio p.v.

Abbiamo pertanto richiesto, oltre al riconoscimento dei sei giorni aggiuntivi di ferie, di affrontare le tutele occupazionali per i colleghi che saranno ceduti, così come per i colleghi di Banca 5 ceduti a Sisal.

 

Milano, 9 aprile 2020

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA –UNISIN

 

X