image_pdfimage_print

guida condizioni agevolateParte oggi il riconoscimento del contributo aziendale per i dipendenti (fino a un massimo di €34,20) in relazione all’imposta di bollo sui prodotti finanziari.

Nel ricordarvi che per ogni dubbio / approfondimento sulle condizioni agevolate potete consultare la nostra Guida in materia (CLICK QUI), vi riportiamo come d’uso un estratto della relativa news aziendale.

Da oggi inizieranno progressivamente le attività di riconoscimento dell’agevolazione fino a un massimo di 34,20 euro con accredito sul c/c.
Il DL  n. 201 del 6 dicembre 2011 ha previsto che l’imposta sul cumulo prodotti/strumenti finanziari con stessa intestazione, anche non soggetti all’obbligo di deposito, sia calcolata applicando l’aliquota prevista al saldo di fine rendicontazione come risultante dalle comunicazioni periodiche  ed in rapporto al numero di giorni del periodo rendicontato.
Dall’1 gennaio 2014 l’aliquota prevista è pari allo 0.20% e in virtù delle modifiche apportate con la Legge di Stabilità non è più prevista una imposta minima.
Con riferimento ai rapporti estinti, l’imposta calcolata al rendiconto di estinzione è pari a:
– 1 euro se nel rendiconto c’è stata movimentazione
– non dovuta se nel rendiconto non c’ è stata movimentazione.
L’agevolazione varrà per i soli prodotti finanziari custoditi in Depositi Amministrati, Rubriche Fondi e Rubriche Pronti Termine identicamente intestati (con priorità ai prodotti finanziari intestati al singolo collega in servizio, esodo e quiescenza) e appoggiati sul conto di accredito dello stipendio (Tipo A) o su conto corrente di Tipo B.
Anche per il 2015 il riconoscimento dell’agevolazione, fino alla concorrenza massima di 34,20 euro, avverrà in unica soluzione con valuta 31 dicembre 2015.

X