Archivio News di Servizio

NOVITÀ BUSTA PAGA GENNAIO

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di dicembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di gennaio 2022 per le società con CCNL Credito:

  • Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali
  • Addizionali regionali e comunali rateizzate
  • Long Term Care
  • Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo
  • Previdenza Complementare – iscritti alla ex Cassa IBI ora Fondo Pensione a Contribuzione Definita del Gruppo Intesa Sanpaolo
  • Detrazioni d’imposta per familiari a carico
  • Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito: contributo 2022

e sul cedolino di gennaio 2022 per le società con CCNL Assicurativo:

  • Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali
  • Addizionali regionali e comunali rateizzate
  • Cassa Sanitaria Insurance
  • Detrazioni d’imposta per familiari a carico

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

 

– Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali

Di seguito vengono riportate, in sintesi, le novità fiscali con impatti sulla retribuzione a partire da gennaio 2022:

Nuovi scaglioni fiscali: vengono rivisti gli scaglioni fiscali e le aliquote utili alla determinazione dell’imposta sui redditi.

Detrazioni da lavoro dipendente: anche le detrazioni fiscali derivanti dal reddito da lavoro dipendente vengono rimodulate secondo scaglioni e importi modificati.

Detrazioni per figli e altri familiari a carico: a fronte dell’introduzione dell’assegno unico universale, a decorrere dal 1° marzo 2022 le detrazioni per figli verranno applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico rimarranno invariate. Viene inoltre disposta l’abrogazione del comma 1-bis dell’art. 12 del TUIR che prevede, in presenza di almeno quattro figli a carico, una detrazione aggiuntiva su base annua di euro 1.200.

Trattamento integrativo (bonus 100€) e Ulteriore detrazione: viene confermato il trattamento integrativo per redditi fino a 15.000 euro e riviste le modalità di riconoscimento per i redditi compresi tra 15.000 euro a 28.000 euro. Viene soppressa l’ulteriore detrazione.

Per maggiori dettagli puoi consultare il documento allegato alla news aziendale del 21.1.2022 “Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali” cliccando qui di cui avevamo già dato notizia tramite la nostra comunicazione news del 12 gennaio 2022 e qui.

– Addizionali regionali e comunali rateizzate

Come previsto dalla vigente normativa fiscale sono state calcolate sull’imponibile fiscale dell’anno 2021 le addizionali regionali e comunali, trattenute in 11 rate a partire dal cedolino di gennaio 2022.

– Long Term Care

Si è provveduto al versamento del contributo annuale a carico azienda visibile nel cedolino con il codice voce 4CLT (importo nella colonna “FIGURATIVO”). La quota prevede la copertura assicurativa, per il tramite della CASDIC, in relazione all’insorgenza di eventi imprevisti ed invalidanti dell’individuo tali da comportare uno stato di non autosufficienza. Per maggiori informazioni consulta la sezione Intranet dedicata: #People>Servizi alla persona e Welfare>Fondo Sanitario Integrativo>Long Term Care

Per approfondire questo tema consulta la nostra Guida Long Term Care

– Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo

In applicazione all’Accordo FSI del 5.11.2021, da gennaio 2022 si è provveduto ad applicare quanto segue:

➢ CONTRIBUZIONI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO, versamento del contributo aziendale 2022 al Fondo Sanitario, visibile nel cedolino sezione ASS.SAN – casella Contr. Az.

➢ CONTRIBUZIONI A CARICO DELL’ISCRITTO, per il personale in servizio:
• 1,00 % per sé, sezione ASS.SAN – casella Contr.Dip
• 0,10 % per ogni familiare a carico (sino ad un massimo dello 0,30%), sezione ASS.SAN – casella Fam a car.
• 1,00 % per ogni familiare non a carico, sezione ASS.SAN – casella Fam a no car.

Le quote percentuali per il calcolo dei contributi al Fondo sono applicate su tutte le voci della retribuzione imponibile ai fini INPS; per l’anno 2022 il limite massimo della retribuzione su cui viene calcolato il contributo mensile è pari a € 9.437,21, mentre il limite annuale è pari a € 113.246,58 con conguaglio a dicembre o a cessazione. Le suddette contribuzioni a partire dal 2022 (come previsto dall’Accordo ex Banche Venete del 15.11.2017), sono applicate anche ai dipendenti delle ex BANCHE VENETE.

➢ ISCRIZIONE COLLEGHI EX UBI

I dipendenti ex Ubi, già destinatari nel corso del 2021 di una delle tre forme di assistenza sanitaria integrativa (Fondo Assistenza di Società del Gruppo UBI Banca, Associazione per l’Assistenza Sanitaria Integrativa ai lavoratori della Banca delle Marche, Polizza Sanitaria “CARGEAS” sottoscritta per il tramite di Cassa Assistenza Aziende Italia), dal 1° gennaio 2022 sono iscritti al Fondo Sanitario di Intesa Sanpaolo.

Maggiori informazioni, circa anche la contribuzione applicata, sono consultabili su #People>Servizi alla persona e Welfare>Fondo Sanitario Integrativo>Iscrizione colleghi ex UBI.

➢ FONDO PROTEZIONE

• CONTRIBUZIONE A CARICO DEL DATORE DI LAVORO, € 20,00 annui per ogni dipendente in servizio e per i destinatari dell’assegno straordinario del Fondo di Solidarietà iscritto al FSI se destinatari della copertura LTC prevista dal CCNL di categoria: codice voce 4CA5 Fondo Protez. c/azienda (importo nella colonna “FIGURATIVO”);

• CONTRIBUZIONE A CARICO DELL’ISCRITTO, € 10,00 annui a carico di ciascun iscritto in servizio/in quiescenza/destinatario dell’assegno straordinario del Fondo di Solidarietà, già coperto dalla Long Term Care prevista dal CCNL di categoria: codice voce 4CD6 Fondo Protez. c/dipend.

Per approfondire questo tema consulta la nostra Guida al Fondo Sanitario Integrativo

– Previdenza Complementare – iscritti alla ex Cassa IBI ora Fondo Pensione a Contribuzione Definita del Gruppo Intesa Sanpaolo

Sono state determinate, in base al Regolamento vigente, le nuove quote di contribuzione per l’anno 2022, sia a carico dipendente che a carico azienda.

Per approfondire questo tema consulta la nostra Guida previdenza complementare

– Detrazioni d’imposta per familiari a carico

Dal 12 gennaio come vi avevamo dato notizia qui è nuovamente possibile l’inserimento delle richieste di detrazioni per l’anno 2022 tramite #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Detrazioni fiscali. Ti ricordiamo che a decorrere dal 1° marzo 2022, con l’introduzione dell’assegno unico universale, le detrazioni per figli a verranno applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico rimarranno invariate.

– Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito: contributo 2022

Come stabilito dal Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito, previsto dal CCNL, nel cedolino del corrente mese con voce 2SOC Fondo per l’occupazione è stato esposto figurativamente, il controvalore di una giornata lavorativa come vi avevamo dato notizia qui per le aree professionali e di una giornata di ex festività per i Quadri Direttivi. I valori sono riproporzionati all’eventuale orario part time del collega.

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

 

– Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali

Di seguito vengono riportate, in sintesi, le novità fiscali con impatti sulla retribuzione a partire da gennaio 2022:

Nuovi scaglioni fiscali: vengono rivisti gli scaglioni fiscali e le aliquote utili alla determinazione dell’imposta sui redditi.

Detrazioni da lavoro dipendente: anche le detrazioni fiscali derivanti dal reddito da lavoro dipendente vengono rimodulate secondo scaglioni e importi modificati.

Detrazioni per figli e altri familiari a carico: a fronte dell’introduzione dell’assegno unico universale, a decorrere dal 1° marzo 2022 le detrazioni per figli verranno applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico rimarranno invariate. Viene inoltre disposta l’abrogazione del comma 1-bis dell’art. 12 del TUIR che prevede, in presenza di almeno quattro figli a carico, una detrazione aggiuntiva su base annua di euro 1.200.

Trattamento integrativo (bonus 100€) e Ulteriore detrazione: viene confermato il trattamento integrativo per redditi fino a 15.000 euro e riviste le modalità di riconoscimento per i redditi compresi tra 15.000 euro a 28.000 euro. Viene soppressa l’ulteriore detrazione.

Per maggiori dettagli puoi consultare il documento allegato alla news aziendale del 21.1.2022 “Legge di Bilancio 2022 – Novità fiscali” cliccando qui di cui avevamo già dato notizia tramite la nostra comunicazione news del 12 gennaio 2022 e qui.

Addizionali regionali e comunali rateizzate

Come previsto dalla vigente normativa fiscale sono state calcolate sull’imponibile fiscale dell’anno 2021 le addizionali regionali e comunali, trattenute in 11 rate a partire dal cedolino di gennaio 2022.

– Cassa Sanitaria Insurance
Si è provveduto al versamento del contributo aziendale 2022 per il personale in forza all’ 1/1/2022.
L’importo del contributo è visibile in cedolino sezione ASS.SAN – casella Contr. Az.
Per i richiedenti è stata attivata la trattenuta mensile, ed il relativo versamento alla cassa sanitaria, della contribuzione prevista per i familiari non a carico.
L’importo del contributo è visibile in cedolino sezione ASS.SAN – casella Fam no car.

– Detrazioni d’imposta per familiari a carico

Dal 12 gennaio come vi avevamo dato notizia qui è nuovamente possibile l’inserimento delle richieste di detrazioni per l’anno 2022 tramite #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Detrazioni fiscali.

Ti ricordiamo che a decorrere dal 1° marzo 2022, con l’introduzione dell’assegno unico universale, le detrazioni per figli a verranno applicate solo per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni, ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico universale senza limiti di età. Le detrazioni per altri familiari a carico rimarranno invariate.

BANCA DEL TEMPO: RIAPERTA LA POSSIBILITÀ DI DONARE. LA POSSIBILITÀ DI UTILIZZARE LA BANCA DEL TEMPO INVECE NON ERA MAI STATA INTERROTTA

Dopo il “blocco tecnico” di fine anno riparte la possibilità di donare parte delle proprie ferie, ex festività, permessi o banca ore ai colleghi che stanno attraversando momenti di difficoltà. Come vi avevamo preannunciato con questa news del 17 dicembre 2021.

Offrire il proprio tempo consente di dare un aiuto concreto ai colleghi in difficoltà

La “Banca del tempo”, istituita nell’ambito delle previsioni del Contratto Collettivo di Secondo Livello di Gruppo, nasce per supportare i colleghi che, per gravi e accertate situazioni personali e/o familiari, abbiano bisogno di permessi aggiuntivi.
Il Gruppo, oltre alle 65.000 ore annue previste dall’Accordo dell’ 8 dicembre 2021, per ogni donazione corrisponderà un uguale quantitativo di tempo fino a un massimo di 100.000 ore complessive.

Possono essere donate (anche attraverso l’accesso rapido Dona tempo) :
– ferie dell’anno di competenza eccedenti i 20 giorni previsti per legge;
– ferie fruibili a ore nella misura minima di 15 minuti (fermo il limite di 20 gg di cui sopra);
– permessi “ex festività”;
– permesso contrattuale retribuito (PCR) nella misura minima di 15 minuti;
– “banca ore” maturata e non ancora scaduta nella misura minima di 15 minuti. La validità della banca ore, donata e in scadenza in corso d’anno, viene prolungata fino alla fine dell’anno di donazione.

Non possono essere donate eventuali ferie residue relative ad anni precedenti a quello di competenza.

Per saperne di più è possibile consultare la sezione dedicata in #People > Normativa > Contratto collettivo di secondo livello > 2022 – 2025 > Conciliazione Tempi di Vita e Lavoro . Banca del tempo

Conosci tutte queste opportunità? Conosci davvero la Banca del Tempo e tutto quello che puoi farci? Se pensi di non saperne abbastanza, puoi parlarne con me. Sono la redattrice della Guida alla BANCA DEL TEMPO: mandami una mail su claudia.stoppato@fisac.net e troveremo insieme le soluzioni che ti servono. Ricorda peraltro che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono sempre a tua disposizione per ogni chiarimento.

 

COVID-19. AGGIORNAMENTO DELLE MISURE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO SUI LUOGHI DI LAVORO

Come vi avevamo anticipato qui, l’azienda ha diramato oggi nuove disposizioni Anticovid. Per consentirne la maggior diffusione, le riportiamo qui di seguito. 

Rientro dei casi positivi e contatti stretti, disposizioni per gravidanza/allattamento/esenti vaccinazione e altre istruzioni

Nuove modalità di rientro dei casi positivi e dei contatti stretti
Il decreto legge n. 229 del 30 dicembre 2021 e la Circolare esplicativa del Ministero della Salute del 30 dicembre 2021 hanno modificato il regime della quarantena e dell’isolamento modulando i tempi di rientro in relazione allo stato vaccinale della persona interessata, chiamata a concorrere sempre più attivamente all’assolvimento degli obblighi previsti dalla normativa emergenziale.

All’interno di uffici e filiali (anche nei rapporti tra colleghi fuori delle nostre sedi) siamo ancora tutti chiamati a un gesto di responsabilità verso noi stessi e verso gli altri secondo il principio che nei comportamenti di ciascuno c’è la chiave per proteggerci tutti.

Al riguardo si segnala che, in attuazione della Circolare ministeriale sopra richiamata, sono state aggiornate le istruzioni operative interne per il rientro dei casi positivi e dei contatti stretti presso le sedi di lavoro. Le nuove procedure prevedono che, a seguito di una segnalazione di positività ad un tampone molecolare o antigenico o di contatto stretto con un caso positivo (collega, familiare o terzo), ciascun collega sotto la propria responsabilità  debba verificare la propria situazione sulla base delle seguenti regole:

Se sei positivo a un tampone molecolare o antigenico NON PUOI rientrare al lavoro e, dopo aver segnalato tale situazione tramite #People riceverai le specifiche istruzioni da parte della Direzione Centrale Tutela Aziendale

Se sei un contatto stretto di un caso positivo PUOI rientrare al lavoro se:
– sei asintomatico e hai ricevuto la dose booster
– hai completato il ciclo vaccinale primario da meno di 120 giorni
– sei guarito dall’infezione nei 120 giorni precedenti
In tutti questi casi ti è fatto obbligo di indossare una mascherina FFP2 per almeno 10 giorni e effettuare l’auto-sorveglianza quotidiana di insorgenza di sintomi e misurandosi la temperatura.

Sempre se sei un contatto stretto di un caso positivo NON PUOI rientrare al lavoro e:
– devi osservare una quarantena di 5 giorni se hai completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni (in tal caso dovrai produrre, al termine del periodo, un test molecolare o antigenico con risultato negativo effettuato a cura di una struttura accreditata che provvede all’inserimento del risultato nella piattaforma nazionale)
– devi osservare una quarantena di 10 giorni se non hai completato il ciclo vaccinale primario o lo hai completato da meno di 14 giorni (in tal caso dovrai produrre, al termine del periodo, un test molecolare o antigenico con risultato negativo effettuato a cura di una struttura accreditata che provvede all’inserimento del risultato nella piattaforma nazionale)
Ai fini del rientro dovrai:
– verificare in quale condizione vaccinale ti trovi leggendo l’allegato Mod. B
– compilare immediatamente dopo il ricevimento di una comunicazione specifica da parte del tuo responsabile o da parte della Direzione Centrale Tutela Aziendale, l’allegato Mod. C, inviandolo UNICAMENTE alla casella di posta ufficio_coordinamento_MCT@intesasanpaolo.com, dando conferma al tuo responsabile dell’avvenuto invio

Le presenti regole sostituiscono temporaneamente quelle che dovessero arrivare automaticamente a fronte di segnalazioni tramite #People > COVID-19 > Segnalazioni a Medicina del Lavoro. In questa fase i colleghi dovranno pertanto tener conto esclusivamente delle regole qui riportate.

Seguendo queste indicazioni, per il rientro non sarà più necessario attendere il “nulla osta” del Medico Competente.

Solo coloro che rientrano dopo 14 giorni dovranno compilare il Questionario per il rientro in #People > COVID-19 > Questionario per il rientro.

In caso di disposizione di quarantena disposta dall’Autorità Sanitaria (Dipartimento dell’ASL/ATS o Medico di base), sarà necessario attendere la scadenza del provvedimento di questa e, al termine del periodo, in assenza di sintomi, sarà necessario inviare copia della suddetta documentazione unicamente alla casella di posta ufficio_coordinamento_MCT@intesasanpaolo.com

Ricordiamo infine che l’accesso presso le sedi di lavoro è consentito solo in possesso di un Green Pass in corso di validità

Disposizioni per le colleghe in gravidanza o allattamento e per gli esenti da vaccinazione
Il rientro in presenza per le colleghe in stato di gravidanza ed allattamento e per coloro che sono esenti da vaccinazione è posticipato al 31 marzo 2022 (attuale termine dello stato di emergenza). L’eventuale rientro prima di questa data è consentito su richiesta del lavoratore solo previa visita valutazione del medico competente da richiedere alla casella di posta medicinadellavoro@intesasanpaolo.com

Altre istruzioni
Tenuto conto dell’alta diffusività della variante Omicron e della possibilità che si debba procedere in via precauzionale e senza preavviso alla chiusura di filiali ed uffici (per consentire le previste attività di sanificazione), raccomandiamo a tutti i colleghi della rete filiali (come pure a quelli di sede centrale) di portare sempre a casa il portatile in dotazione al termine della giornata lavorativa. 

Modifiche normative sul regime di responsabilità dei preposti
Si informa infine che la recente Legge 215/2021 che ha modificato il D.Lgs. n. 81/2008 dettagliando ulteriormente i compiti del preposto (responsabili di UOG, Filiale ecc. ), prevede che questi debba: “sovrintendere e vigilare sull’osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di rilevazione di comportamenti non conformi alle disposizioni e istruzioni impartite dal datore di lavoro e dai dirigenti ai fini della protezione collettiva e individuale, intervenire per modificare il comportamento non conforme fornendo le necessarie indicazioni di sicurezza. In caso di mancata attuazione delle disposizioni impartite o di persistenza dell’inosservanza, interrompere l’attività del lavoratore e informare i superiori diretti“.
Si richiamano pertanto tutti i preposti all’osservanza di tale disposizione, verificando in particolare l’applicazione, da parte dei colleghi, dell’obbligo di utilizzo delle sole mascherine in dotazione e di distanziamento e, da parte dei terzi, degli obblighi di uso delle mascherine, di misurazione della temperatura e di igienizzazione delle mani.

AL VIA LA POSSIBILITÀ DI INSERIRE LE DOMANDE DI TRASFERIMENTO PER I COLLEGHI EX UBI

Come vi avevamo anticipato qui, da oggi per tutto il Personale proveniente dall’ex Gruppo UBI, sarà possibile effettuare l’inserimento delle domande di trasferimento, comprese quelle in precedenza già presentate al proprio Gestore HR, in modalità digitale nella sezione dedicata di #People.

Ogni richiesta di trasferimento può prevedere un massimo di tre zone; l’assegnazione a una delle unità produttive presenti nelle zone indicate fa decadere automaticamente le altre richieste.

Le domande pervenute saranno inserite in graduatorie ufficiali per zona, uniche per tutte le aziende del Gruppo destinatarie dell’Accordo Quadro 8 dicembre 2021 – “Accordo Mobilità Territoriale e Professionale“, secondo l’ordine di inserimento della richiesta.

Le domande inserite entro il 28 febbraio 2022 saranno convenzionalmente registrate con data 12 aprile 2021 e saranno inserite in graduatoria con tale data.
Il percorso per inserire le richieste è: #People > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Richiesta di Trasferimento.
Nel caso di impossibilità all’accesso alla Intranet aziendale
la domanda potrà essere inoltrata utilizzando il  modulo richiesta di trasferimento attraverso:

– Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo: serviziamministratividelpersonale@pec.intesasanpaolo.com.
– con raccomandata a/r ad Intesa Sanpaolo S.p.A. –Direzione Centrale Affari Sindacali e Politiche del Lavoro – Amministrazione e Operations HR – Servizi Amministrativi del Personale, Piazza San Carlo 156 – 10121 Torino;

Per chiarimenti o richieste di supporto è possibile accedere a #People > Assistenza, scegliendo la categoria “Trasferimento su iniziativa del dipendente”.

Vi ricordiamo infine che per approfondire le questioni inerenti alla mobilità territoriale potete consultate la nostra Guida ai Trasferimenti e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per ogni chiarimento.

 

Nota aziendale sulle novità fiscali (già comunicate dalla FISAC)

L’azienda ha dato notizia oggi delle novità fiscali introdotte dalla legge di bilancio 2022. Nel riportare, come d’uso, la news aziendale, vi ricordiamo che vi avevamo già fornito le informazioni su queste novità in questa news del 12 gennaio 2022. Vi ricordiamo anche che per approfondire le questioni fiscali potete consultare la nostra Guida alla Busta Paga e per approfondire le questioni relative al nuovo Assegno Unico potete consultare la nostra Guida all’Assegno Unico.

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 310 del 31.12.2021, la Legge di Bilancio 2022 le cui disposizioni sono in vigore dal 1° gennaio 2022, fatte salve diverse decorrenze specifiche.
Di seguito vengono riportate, in sintesi, le novità fiscali con impatti sulla retribuzione e qui un’analisi di maggior dettaglio:

  • Nuovi scaglioni fiscali: vengono rivisti gli scaglioni fiscali e le aliquote utili alla determinazione dell’imposta sui redditi;
  • Detrazioni da lavoro dipendente: anche le detrazioni fiscali derivanti dal reddito da lavoro dipendente vengono rimodulate secondo scaglioni e importi modificati;
  • Detrazioni per figli e altri familiari a carico: con decorrenza 01.03.2022 le detrazioni per figli a carico fino al 21° anno di età e per figli disabili verranno sostituite dall’introduzione dell’assegno unico universale. Le detrazioni per altri familiari a carico rimangono invariate, mentre viene soppressa la detrazione per famiglie numerose (almeno quattro figli a carico);
  • Trattamento integrativo (bonus 100€) e Ulteriore detrazione: viene confermato il trattamento integrativo per redditi fino a 15.000 euro e riviste le modalità di riconoscimento per i redditi compresi tra 15.000 euro a 28.000 euro. Viene soppressa l’ulteriore detrazione.

.

ASCOLTO E SUPPORTO: SOSTEGNO PSICOLOGICO GRATUITO PER I DIPENDENTI DEL GRUPPO ISP

L’azienda ha comunicato che a quasi due anni di distanza dall’apertura a tutte le persone del perimetro Italia del Gruppo e, da settembre dello scorso anno, a disposizione dei colleghi stranieri delle filiali IMI Corporate & Investment Banking di Parigi, Londra e Francoforte, il servizio nel 2021 è stato utilizzato da più di 1.000 colleghi, per un numero di accessi complessivo pari a 1.700.

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la news aziendale.

Sempre più colleghe e colleghi utilizzano il servizio anche per intraprendere percorsi di crescita personale

Riservato, qualificato, imparziale, personalizzato: è Ascolto e Supporto, il servizio gratuito di sostegno psicologico ideato e coordinato da People Care (Dir. People Management & HR Transformation dell’Area COO) e gestito da Stimulus, società che accompagna le aziende nelle politiche di benessere e salute psicologica, grazie a un di team di psicologi e psicoterapeuti dall’esperienza consolidata.

A quasi due anni di distanza dall’apertura a tutte le persone del perimetro Italia del Gruppo e, da settembre dello scorso anno, a disposizione dei colleghi stranieri delle filiali IMI Corporate & Investment Banking di Parigi, Londra e Francoforte, il servizio nel 2021 è stato utilizzato da più di 1.000 colleghi, per un numero di accessi complessivo pari a 1.700.

I riscontri della supervisione scientifica dell’équipe dell’Alta Scuola di Psicologia dell’Università Cattolica evidenziano, infatti, che Ascolto e Supporto, rispondendo a esigenze che emergono in diverse fasi del ciclo di vita, intercetta colleghi appartenenti a tutte le fasce di età.

Cresce inoltre il numero di accessi medi per persona, grazie alle numerose funzionalità della piattaforma online, tra cui la vasta scelta nelle modalità di fruizione del servizio e la possibilità di visualizzare il profilo di ogni professionista per avviare un dialogo paragonabile al rapporto faccia a faccia.

In netto aumento anche le persone che attivano un percorso di consulenza continuativo e di lunga durata, per un desiderio di crescita e miglioramento personale. Positivo infatti l’eco dei colleghi: un “servizio da consigliare per il suo valore e per la professionalità degli psicologi””dicono, a testimonianza della soddisfazione rispetto ai risultati raggiunti.

Accedendo alla piattaforma si può poi compilare in forma anonima un questionario di gradimento del servizio per contribuire a renderlo sempre più vicino e rispondente alle singole necessità.

Colleghe e colleghi possono contare su Ascolto e Supporto:
– 24 ore su 24, 7 giorni su 7, gratuitamente e con garanzia di assoluta riservatezza
– contattando il Numero Verde Benessere 800135420
oppure
– entrando nella piattaforma web Stimulus Care Services per fissare un appuntamento telefonico o in video-chiamata o ricevere risposte personalizzate via chat o per messaggio.

Per accedere alla piattaforma le credenziali sono:
Nome Utente: INTESASANPAOLO20
Password: ASCOLTO_SUPPORTO20

Inoltre, grazie all’Associazione Lavoratori Intesa Sanpaolo (ALI), anche per tutto il 2022 tutti i familiari maggiorenni dei soci ordinari in servizio possono accedere al Numero Verde Benessere a loro dedicato: 800034570.

Scheda sintetica Ascolto e Supporto

FAQ – Ascolto e Supporto

PER SAPERNE DI PIÙ

 

 

AL VIA LA POSSIBILITÀ DI RICHIEDERE LE BORSE DI STUDIO PER I FIGLI UNIVERSITARI A.A. 2020/2021. CONGUAGLIO PRIMO ANNO E ANNI SUCCESSIVI

Le scadenze per la presentazione delle domande

PER I COLLEGHI EX UBI 
Le richieste per le borse di studio a favore dei figli universitari (a.a. 2020/2021) possono essere inviate entro il 31/03/2022.
Non possono attualmente essere gestite tramite l’apposita funzione di #People. Vanno perciò inviate:
– compilando, per ogni figlio, il modulo BORSE DI STUDIO A FAVORE DEI FIGLI DEI DIPENDENTI EX GRUPPO UBI BANCA – UNIVERSITÀ 2020/2021 reperibile al percorso:
#People > Assistenza > Categoria = Borse di studio Figli > Dettaglio = Colleghi provenienti dall’ex gruppo UBI Banca > Descrizione = Come posso inviare la mia richiesta di borsa di studio figli per l’Università?

Ogni modulo di richiesta deve essere accompagnato da:
– Il piano di studi personale approvato dalla Facoltà scaricabile del sito dell’Università (area personale dello studente) da cui risultino gli esami previsti per ogni singolo anno di corso con indicazione dei relativi CFU, nonché la specifica di quelli superati con l’indicazione della data di superamento.
– la dichiarazione sostitutiva di certificazione con esami già precompilata e disponibile nel sito dell’Università (area personale dello studente) riportante:
– i dati identificativi dell’Ateneo,
– i dati anagrafici dello studente,
– il corso di laurea,
– l’anno di corso,
– l’elenco degli esami sostenuti,
– le date di superamento di ogni esame,
– i crediti acquisiti per ogni esame.
Non verranno ritenute valide dichiarazioni sostitutive scritte a mano o non scaricate già precompilate dal sito universitario.

Solo nel caso in cui l’Ateneo non fornisca i suddetti documenti scaricabili online, è possibile allegare il certificato con esami rilasciato dalla segreteria dell’Università (non è necessario che sia in bollo). Il certificato dovrà riportare le informazioni già indicate per la dichiarazione sostitutiva di certificazione.
L’ufficio Servizi Amministrativi del Personale si riserva, se necessario, di richiedere ulteriore documentazione utile alla valutazione della richiesta.

La modalità di invio della richiesta è la stessa anche per i colleghi lungo assenti o cessati dal servizio e aventi diritto alla borsa di studio.

Il modulo compilato e i relativi documenti universitari, in formato .pdf, vanno inviati come allegati e-mail alla casella DipExUBI_Borsestudiofigli@intesasanpaolo
Attenzione: moduli e documenti non devono essere inviati per posta in forma cartacea
.

La normativa di riferimento è contenuta nel modulo di richiesta.
Alle e-mail pervenute verrà data conferma solo dopo il controllo dei documenti e la lavorazione della richiesta.
Le richieste inviate entro il 31/03/2022 e corrette verranno liquidate nel cedolino di maggio 2022.

Per chiarimenti o richieste di supporto è possibile accedere a #People > Assistenza, scegliendo la categoria “Borse di studio figli”.

PER I COLLEGHI NON EX UBI
Entro e non oltre il 28/02/2022 sarà possibile richiedere le seguenti borse di studio relative allo scorso anno accademico 2020/2021:
– per i figli che hanno frequentato il primo anno di un corso di laurea triennale o magistrale a ciclo unico va richiesta la borsa di studio Università-Conguaglio primo anno
– per i figli che hanno frequentato un anno successivo al primo va richiesta la borsa di studio Università-Anni Successivi al primo.

Le richieste vanno inserite in #People > Servizi Amministrativi > Richieste amministrative > Borse di studio figli.

Alla richiesta va allegata, in formato .pdf, la dichiarazione sostitutiva di certificazione con esami già precompilata e disponibile nel sito dell’Università (area personale dello studente) riportante:
– i dati identificativi dell’Ateneo,
– i dati anagrafici dello studente,
– il corso di laurea,
– l’anno di corso,
– l’elenco degli esami sostenuti,
– le date di superamento di ogni esame,
– i crediti acquisiti per ogni esame.
La dichiarazione deve essere datata e firmata dallo studente.
Non verranno ritenute valide dichiarazioni sostitutive scritte a mano o non scaricate già precompilate dal sito universitario.

Solo nel caso in cui l’Ateneo non fornisca le dichiarazioni sostitutive di certificazione scaricabili online, è possibile allegare il certificato con esami rilasciato dalla segreteria dell’Università (non è necessario che sia in bollo). Il certificato dovrà riportare le informazioni già indicate per la dichiarazione sostitutiva di certificazione.

L’ufficio Servizi Amministrativi del Personale si riserva, se necessario, di richiedere ulteriore documentazione utile alla valutazione della richiesta.

La normativa di riferimento è disponibile in #People a questo link.

I colleghi lungo assenti dal servizio possono presentare la domanda trasmettendo il modulo allegato al Regolamento alla casella e-mail dc_ap_serv_amm_pers.71029@intesasanpaolo.com
È importante ricordare che:
– saranno valutate solo le richieste pervenute entro il 28 febbraio 2022;
– l’accredito avverrà con il cedolino di marzo 2022;
– è utile verificare periodicamente lo stato della propria richiesta in #People > Servizi Amministrativi (nella parte alta della pagina è presente l’elenco di tutte le richieste):
  – stato “INVIATA”: la richiesta è stata regolarmente acquisita dalla procedura dopo il primo invio oppure la richiesta era stata sospesa ed è stata corretta sostituendo l’allegato;
  – stato “IN VERIFICA”: l’ufficio Servizi Amministrativi del Personale sta eseguendo i controlli di congruità;
  – stato “SOSPESA”: è necessario seguire le istruzioni comunicate con apposita e-mail e che sono visibili cliccando sulla richiesta. Nel riquadro DESCRIZIONE CASO si troverà Stato Pratica: SOSPESA > Note per il dipendente;
  – stato “COMPLETATA”: la richiesta è stata approvata.

Per chiarimenti o richieste di supporto è possibile accedere a #People > Assistenza, scegliendo la categoria “Borse di studio figli”.

Per avere una consulenza personalizzata potete contattare il nostro esperto in materia Luciani Nazario oppure consultate la sua Guida agli ASSEGNI DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI e ricordate comunque che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per ogni chiarimento.

 

 

COSA C’È DA SAPERE SULLA LIQUIDAZIONE DEL PIANO LECOIP 2.0 A FINE APRILE O MAGGIO A SECONDA DELLA MODALITA’ DI LIQUIDAZIONE

Il Piano di Investimento Lecoip 2.0 termina il 25 marzo.

La corresponsione del controvalore netto avverrà a fine aprile o a maggio a seconda della modalità di liquidazione

Il controvalore netto dei LECOIP 2.0 Certificate sarà liquidato in contanti in conto corrente a fine aprile oppure, in alternativa, assegnato in azioni ordinarie Intesa Sanpaolo nel mese di maggio a coloro che lo richiederanno.

Se si ha aderito al Piano LECOIP 2.0 e si desidera la liquidazione in contanti del controvalore netto dei propri LECOIP 2.0 Certificate non è necessaria alcuna operazione, la liquidazione avverrà infatti sul conto corrente di accredito delle competenze mensili.

Se, viceversa, si  vuole optare per la corresponsione in azioni, è necessario esprimere tale scelta attraverso la procedura, accessibile cliccando qui e disponibile nella Home Page Intranet > #People > Retribuzione > LECOIP 2.0.

La procedura è aperta fino all’11 febbraio 2022.

La scelta di proseguire l’investimento in azioni avrà efficacia solo a condizione di avere un Deposito Amministrato aperto presso una Filiale del Gruppo Intesa Sanpaolo, conforme alle disposizioni vigenti in materia di MiFID e Antiriciclaggio; in caso contrario, la liquidazione avverrà in contanti. Al fine di consentire alla Banca di valutare l’adeguatezza/appropriatezza dell’operazione e di dar seguito all’assegnazione delle azioni, è richiesto che il proprio Profilo Finanziario sia valido al 31 maggio 2022 e, in caso contrario, è necessario provvedere all’aggiornamento tramite il gestore/private banker o i Servizi a Distanza o la Filiale di riferimento.

Si precisa infine che per i beneficiari dei Manager LECOIP 2.0 Certificate di Eurizon Capital SGR, Epsilon SGR e Fideuram Asset Management la corresponsione avverrà per il 50% in contanti e per il restante 50% in OICR sottoposti a un anno di holding period.

Per monitorare l’andamento dei LECOIP 2.0 Certificate, è possibile accedere al Calcolatore presente nella sezione Home Page Intranet > #People > Retribuzione > LECOIP 2.0, mentre per chiarimenti o richieste di supporto  il percorso è: #People > Assistenza, scegliendo la categoria “LECOIP 2.0 > Applicativo Liquidazione LECOIP 2.0”.

Il numero delle azioni sarà calcolato dividendo il controvalore dei LECOIP Certificate a scadenza per la media ponderata dei prezzi di acquisto delle azioni ordinarie ISP secondo le modalità descritte nel paragrafo 4.2 del Mandato Integrativo (il documento sottoscritto individualmente al momento dell’adesione al Piano Lecoip), ovvero:

 

 

Vi ricordiamo che per tutti gli approfondimenti sul Lecoip 2.0 potete consultare la nostra Guida LECOIP 2.0

 

 

Detrazioni d’imposta per i familiari a carico: disponibile l’applicativo per l’anno fiscale 2022

L’azienda ha comunicato che a partire da oggi è nuovamente disponibile la funzione di caricamento / variazione dei carichi fiscali. Vi ricordiamo che per approfondire le domande fiscali nel loro complesso potete includere anche la nostra Guida alla Busta Paga.

Il servizio digitale per gestire le  detrazioni fiscali per i propri familiari dal 12 gennaio è nuovamente attivo su #People al percorso > Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Detrazioni fiscali.

Secondo la norma 106 del 12/07/2011 sulla semplificazione degli adempimenti di carattere amministrativo,  l’Azienda  ripropone la  situazione in essere  al 31/12/2021 proseguendo, senza necessità di ulteriore conferma, con l’erogazione mensile delle detrazioni spettanti.

Qualora invece la situazione debba essere variata, i colleghi potranno inserire una nuova richiesta, modificare o eliminare un diritto in essere intervenire direttamente tramite il form di #People e  unicamente per l’anno in corso . Le avrà efficacia a decorrere dal primo cedolino utile – ad esempio quelle fatte a gennaio verrà recepite sulla paga di febbraio – ed eventuali conguagli relativi all’anno in corso verranno effettuate con il cedolino di dicembre 2022.

Nella tabella di riepilogo in procedura  sono esposti esclusivamente i familiari per i quali, secondo il rapporto di parentela e la normativa di riferimento, è possibile utilizzare della detrazione. Se un familiare avente diritto, in base ai criteri sopra esposti, non risulta tra quelli in elenco, occorrerà prima censirlo tramite l’apposito form Gestione Nucleo familiare, disponibile su #People, e successivo inserire la percentuale di carico.

Eventuali rettifiche relative al 2021 possono essere effettuate solo in occasione della denuncia dei redditi (Modello 730 o Persone Fisiche).

Inoltre, secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo 21 dicembre 2021 n 230  è stato istituito l’Assegno unico universale  che a decorrere dal 1° marzo 2022 sostituirà le detrazioni per figli a carico. I colleghi interessati possono richiedere  l’assegno unico universale  online  direttamente all’INPS, oppure tramite un Patronato-Intermediario abilitato. Tutte le informazioni utili nel Messaggio 4748/21 dell’INPS . 

In particolare, a decorrere dal 1° marzo 2022,  le detrazioni per figli potranno essere richieste esclusivamente per i figli a carico di età pari o superiore a 21 anni , ad eccezione dei figli a carico con disabilità per i quali è previsto l’assegno unico senza limiti di età.

Per il supporto operativo e gestionale su Detrazioni d’imposta per familiari a carico, sul portale #People è attiva l’Assistenza HR nella categoria Detrazioni d’imposta familiari a carico.

Il personale da lungo tempo assente o che non ha la possibilità di utilizzare la procedura online potrà trasmettere la richiesta di detrazioni per familiare a carico utilizzando il modulo cartaceo, reperibile su #People > Servizi alla Persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Gestione della propria economia > Altre agevolazioni e sconti > Altre agevolazioni per familiari e figli > Detrazioni fiscali > Maggiori Informazioni > Modulo. I moduli vanno spediti:

–  via mail  all’indirizzo  dc_ap_serv_amm_pers.71029@intesasanpaolo.com
–  via posta a:
Direzione Centrale Affari Sindacali e Politiche del Lavoro
Amministrazione e Operations HR
Servizi Amministrativi del Personale
Piazza San Carlo, 156 – 10121 Torino

Al via il trasferimento delle posizioni individuali dai 5 Fondi ex-UBI al Fondo Intesa Sanpaolo

Aggiornamento sull’avanzamento lavori del trasferimento automatico delle posizioni individuali dai 5 Fondi ex-UBI al Fondo Intesa Sanpaolo. Per approfondire l’intera tematica della previdenza integrativa potete consultare la nostra Guida alla previdenza Integrativa.

Così come disposto dagli Accordi del 3 agosto 2021, con decorrenza 1° gennaio 2022, le posizioni individuali degli iscritti ai 5 fondi interni ex UBI – Fondo Pensione del Gruppo UBI Banca della Banca Popolare di Bergamo, Fondo Pensione Complementare dei Lavoratori di Società del Gruppo UBI aderenti, Fondo Pensione per il personale della Banca Popolare di Ancona, Fondo Pensione Complementare per i dipendenti della Banca Regionale Europea S.p.A., Fondo Pensioni Banca delle Marche – sono state trasferite giuridicamente al Fondo Pensione a contribuzione definita del Gruppo Intesa Sanpaolo ed è in corso il trasferimento degli strumenti finanziari.

Non appena sarà completato il caricamento dei dati anagrafici nel sistema, sarà inviata a tutti gli interessati una comunicazione via email che presenterà le principali funzionalità del sito del Fondo, nonché regole e tempistiche che ne caratterizzano l’operatività.

In prossimità della fine del mese verranno inoltre inviate le due lettere di benvenuto contenenti il codice utente e la password, con le quali ciascun iscritto potrà accedere ed utilizzare l’Area riservata del sito del Fondo. Ricordiamo che, per motivi di sicurezza, le due lettere saranno inviate separatamente via posta ordinaria.

Sono comunque già a disposizione sul sito del Fondo, alla voce Documenti, lo “Statuto“, aggiornato con le recenti modifiche approvate dall’Autorità di Vigilanza, il “Documento sulla politica di investimento” e la “Nota Informativa” integrati con i comparti provenienti dai Fondi ex UBI.

Di seguito trovate:

COVID-19: Nuove disposizioni di contenimento dell’epidemia

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la news aziendale che aggiorna le misure anticovid.

Aggiornamento sulle più recenti decisioni governative in materia di quarantena, obbligo vaccinale, modalità di accesso ai luoghi di lavoro

Il nuovo scenario epidemiologico determinato dal progressivo affermarsi della variante Omicron sta registrando un vertiginoso incremento dei casi di contagio da COVID-19, associato ad una limitata pericolosità del virus soprattutto nei confronti di persone che hanno completato il ciclo vaccinale e hanno successivamente proceduto all’inoculazione della terza dose “booster”.

In tale contesto, con la condivisa finalità di contemperare le esigenze di salute e sicurezza con quelle di una graduale ripresa delle attività produttive e sociali, il Governo italiano è recentemente intervenuto per rimodulare il quadro normativo in tema di COVID-19 con:

– il decreto legge n. 221 del 24 dicembre 2021 che, dopo aver ulteriormente prorogato lo stato di emergenza fino al prossimo 31 marzo 2022, ha ridotto la durata delle certificazioni verdi COVID-19 (Green pass) da 9 a 6 mesi e ha reintrodotto l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie all’aperto anche nelle zone bianche;

– il decreto legge n. 229 del 30 dicembre 2021 e la Circolare esplicativa del Ministero della Salute del 30 dicembre 2021 che hanno modificato il regime della quarantena. Al riguardo si segnala che sono già state emanate istruzioni operative interne tese a semplificare il rientro dei contatti stretti;

– il decreto legge del 5 gennaio 2022 (ancora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e salve modifiche che dovessero essere introdotte in limine) che ha introdotto nuove misure di prevenzione e contrasto all’aggravamento dell’emergenza epidemiologica nei seguenti ambiti:

– estensione dell’obbligo vaccinale (precedentemente previsto per singole categorie professionali) a tutti i residenti in Italia cha abbiano compiuto il cinquantesimo anno di età, fatti ovviamente salvi i casi accertati di esenzione – entrata in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sulla G.U., sanzionabilità a decorrere al 1° febbraio, durata fino al prossimo 15 giugno 2022;

– estensione dell’impiego del Green pass “rafforzato” (conseguente cioè a vaccinazione o guarigione) sui luoghi di lavoro per gli ultracinquantenni. A modifica della precedente normativa, attuata a livello aziendale con le Disposizioni del 15 ottobre 2021, verrà pertanto limitato l’accesso ai luoghi di lavoro, per gli ultracinquantenni, ai soli possessori di Green pass “rafforzato”, escludendo in tal modo, per tali soggetti, la possibilità di accesso con il Green pass “base” – entrata in vigore dal 15 febbraio 2022;

– accesso ad alcuni servizi (tra cui quelli bancari e finanziari) consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di Green pass almeno “base”, con l’effetto di escludere del tutto la possibile interazione dei colleghi di rete con soggetti non vaccinati, non guariti e/o non sottoposti a tampone molecolare o antigenico rispettivamente nelle 72 o nelle 48 ore precedenti. Con successivo DPCM potranno essere individuate talune attività essenziali escluse dall’obbligo – entrata in vigore 1° febbraio 2022, durata fino al 31 marzo 2022.

Alla luce di quanto precede, nel preannunciare nei prossimi giorni (e comunque in tempi coerenti con l’entrata in vigore delle singole prescrizioni governative) l’emanazione di disposizioni interne tese a garantire la verifica, a carico dei singoli Responsabili di struttura, del rispetto delle citate prescrizioni, si invitano ancora una volta i colleghi che non avessero ancora effettuato il ciclo vaccinale, a prenotare la somministrazione in tempo utile per non incorrere nelle conseguenze di legge (sospensione dello stipendio)

 

Decreto Legge n. 1 del 7.1.2022

 

 

CIRCOLO ALI: CONTRIBUTI ACI, TOURING CLUB E FAI 2022

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI

CONTRIBUTO ALI 2022

Il contributo annuo di 15,00 €*, può essere richiesto, una sola volta all’anno, dal Socio ordinario o, in alternativa, da un Socio familiare che sottoscrivano, attraverso l’Associazione, l’abbonamento all’Automobile Club d’Italia (ACI) o al Fondo Ambiente Italiano (FAI) o al Touring Club Italiano (TCI). Il regolamento di ALI prevede l’erogazione di un contributo per chi sottoscrive un abbonamento ACI, TOURING CLUB o FAI, nell’ambito del plafond di spesa definito dal Consiglio Direttivo.

Per l’iscrizione FAI “giovane” il contributo è pari a 10,00 €

INSERISCI LA RICHIESTA  ONLINE entro il 7 dicembre 2022 cliccando il bottone relativo all’inizio di validità del tuo abbonamento. 

Ti verrà chiesto di: 

– selezionare il nominativo a cui è intestata la tessera ACI / TOURING CLUB / FAI;

– caricare in un unico file (perfettamente leggibile – pdf o jpg)

  • l’autodichiarazione relativa alla data di inizio validità dell’abbonamento, redatta su apposito modulo 
  • la ricevuta attestante l’effettuazione del pagamento a favore di ACI / TOURING CLUB / FAI

– confermare l’invio della domanda on line, che viene presa in carico dalla Segreteria Tecnica. Successivamente, riceverai una mail con la conferma dell’avvenuta validazione della tua richiesta, ovvero con le motivazioni del mancato accoglimento.

Se ti accorgi di aver inserito documentazione o dati inesatti, collegandoti al cruscotto Socio, hai tempo per annullare la pratica sino alla conferma da parte della Segreteria. Una volta annullata, la pratica viene automaticamente cancellata e puoi procedere ad inserirla correttamente.

RICORDA: l’originale della documentazione va conservato, in quanto ALI si riserva di richiederlo per proprie verifiche.

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:

CONTRIBUTI ACI, TOURING CLUB E FAI 2022

DA OGGI (E SOLO FINO AL 21 GENNAIO) AUTOVALUTAZIONE UPPER

L’azienda ha comunicato oggi l’apertura della possibilità per tutti i colleghi con contratto a tempo indeterminato di inserire la propria autovalutazione in relazione al ruolo ricoperto e all’attività svolta nell’anno 2021. Come vi avevamo preannunciato con questa news del 15 dicembre 2021. Tale possibilità sarà disponibile fino al 21 gennaio. Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale.

Fino al 21 gennaio è possibile autovalutarsi direttamente su #People.
 
Un momento importante di bilancio, che permette di riflettere sul lavoro svolto nel 2021.
 
Come funziona? Si può esprimere una valutazione da 1 a 7 per ogni aggettivo associato agli indicatori ed aggiungere un commento complessivo.
 
Per autovalutarsi, accedere ad UpPER da #People > Formazione e Sviluppo > Performance Management.
 
Per farlo da app mobile, accedere all’App #People dal proprio smartphone aziendale o Bring Your Own Device e iniziare subito l’autovalutazione. Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non lo si ha ancora fatto, dal proprio pc vai a StrongAuth.

Se invece si ha bisogno di supporto, andare a #People > Assistenza e selezionare la categoria “UpPER“.

Per approfondire tutti i vari passaggi del Sistema UpPER, le sue ricadute e la possibilità di un eventuale ricorso contro la valutazione, puoi consultare la nostra Guida alla Valutazione del Personale e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

FONDO PENSIONE DI GRUPPO ISP: OTTIMI RENDIMENTI NEL 2021

Il Fondo Pensione ha comunicato l’aggiornamento valore quota e rendimenti al 31/12/2021. Anche per l’anno appena concluso i rendimenti sono stati particolarmente positivi, continuando così la tradizione di ottima amministrazione del nostro Fondo Pensione che continua a dimostrarsi uno dei più importanti e solidi pilastri del nostro sistema di Welfare. Vi ricordiamo che i nostri rappresentanti nel Consiglio di Amministrazione del Fondo sono sempre a vostra disposizione per qualsiasi confronto:

Pubblichiamo qui di seguito i dati aggregati dei rendimenti, precisando che le posizioni individuali, aggiornate al 31 dicembre 2021, sono consultabili attraverso l’Area Riservata del sito del Fondo Pensione.

Vi ricordiamo infine che per approfondire le questioni della Previdenza Complementare potete consultate la Guida alla PREVIDENZA COMPLEMENTARE e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per ogni chiarimento.

SOSPENSIONE VOLONTARIA 2022: ATTIVA LA PROCEDURA PER L’ADESIONE ALLE GIORNATE DI SVL

Da oggi è attiva in #People – Pianificazione e prenotazione, sezione PIU’ DETTAGLI – la procedura per aderire alle giornate di sospensione volontaria.

Anche per il 2022 sarà possibile richiedere le giornate di Sospensione volontaria dell’attività lavorativa (SVL), se sono già stati esauriti i giorni e le ore di ferie degli anni precedenti.

La fruizione potrà avvenire nel limite massimo di 20 giorni, compatibilmente con le esigenze tecniche, organizzative e produttive e potrà essere effettuata nel corso dell’intero anno 2022.

Inoltre, sulla base delle previsioni dell’Accordo “Conciliazione tempi di vita e lavoro” come rinnovato l’8 dicembre 2021, sarà possibile richiedere l’autorizzazione per la fruizione di un periodo ulteriore rispetto ai 20 giorni lavorativi annui in relazione a specifiche necessità di carattere familiare, rientranti nelle priorità indicate dall’accordo stesso. In via transitoria ed eccezionale, sempre previa esplicita autorizzazione dell’azienda, nel corso del 2022 sarà consentito superare il limite dei 20 giorni annui anche per assenze che non siano motivate dai suddetti criteri di priorità.

Sospensione volontaria per periodi ulteriori

Le richieste di giornate di sospensione volontaria per un periodo ulteriore rispetto ai 20 giorni lavorativi annui possono essere presentate per necessità di assistenza a:

  • familiari portatori di handicap grave ai sensi dell’art. 3, comma 3, L. n. 104/92, ovvero che siano destinatari della provvidenza economica per familiari portatori di handicap,
  • anziani e/o malati (familiari o affini entro il 2° grado, compreso il convivente di fatto), con presentazione, a tal fine, della necessaria documentazione,
  • figli di età inferiore ai 3 anni,
  • figli di età compresa tra i 3 e gli 8 anni,
  • figli di età compresa tra gli 8 ed i 12 anni,
  • figli di età superiore ai 12 anni.

La richiesta può essere inoltrata a condizione che il dipendente, abbia già esaurito, qualora spettanti, le giornate di congedo parentale indennizzato e/o del prolungamento del congedo parentale, rispetto alle ulteriori giornate di sospensione.

In via transitoria ed eccezionale, previa esplicita autorizzazione preventiva dell’azienda, a partire dal 1° gennaio 2022 sarà consentito superare il limite dei 20 giorni annui anche per assenze che non siano motivate dai criteri di priorità sopra indicati. Tale periodo potrà essere fruito nel limite massimo dell’intero anno solare 2022 con la precisazione che, al termine, l’eventuale proseguimento dell’assenza sarà valutato ai fini della concessione di periodi di aspettativa non retribuita secondo quanto previsto dal vigente CCNL.

In caso di richiesta per periodi ulteriori ai 20 giorni annui:

Presentare la richiesta di “Ulteriori giornate di SVL oltre 20 giorni”, dopo aver informato il proprio Responsabile, tramite il portale #People, nell’apposita sezione Servizi Amministrativi – Richieste Amministrative – Permessi e Aspettative, specificando la motivazione della richiesta.

In caso di richiesta relativa a:

  • anziani e/o malati (familiari o affini entro il 2° grado, compreso il convivente di fatto), allegare il modulo di autocertificazione
  • figli (punti 3, 4, 5 e 6 dell’elenco), verificare che il figlio per il quale viene presentata la richiesta sia registrato in anagrafica. In caso di mancata registrazione, prima di inoltrare la richiesta di sospensione è necessario procedere con il censimento nel portale #People – Servizi Amministrativi – Richieste Amministrative – Gestione Nucleo Familiare

ATTENZIONE In via transitoria ed eccezionale, solo per l’anno 2022, le richieste relative a periodi ulteriori ai 20 giorni annui possono essere inoltrate anche per motivazioni diverse da quelle sopra indicate.

Si ricorda che la sospensione volontaria:

– è aggiuntiva rispetto alle assenze per ferie e permessi ex festività, che dovranno essere interamente fruiti entro l’anno di competenza; qualora ciò non avvenga, si procederà alla sostituzione delle giornate di sospensione con le ferie e i permessi ex festività non fruiti e di competenza dell’anno, dei residui di Banca delle ore in scadenza dell’anno, nonché al conguaglio del trattamento economico relativo alle giornate sostituite;
– non deve in alcun caso essere utilizzata nel corso del mese che precede la cessazione del rapporto di lavoro, al fine di tutelare i colleghi dai possibili effetti correlati alla previdenza obbligatoria e a quella complementare;
– qualora dovesse essere fruita in una delle date che danno diritto alla maturazione dei permessi “ex festività” (19 marzo, Ascensione, Corpus Domini, 29 giugno, 4 novembre), la spettanza dell’”ex festività” verrà correlativamente ridotta. E’ quindi consigliabile non pianificare le giornate di sospensione volontaria in corrispondenza di tali date. 

In caso di richieste di informazioni o per eventuale supporto è possibile accedere a #People e aprire una richiesta su “Assistenza” -> “Assistenza HR” alla categoria Gestione Presenze Assenze – Pianificazione Ferie.

Per approfondire:
– #People > Normativa > Contratto collettivo di 2° livello > Contratto collettivo di 2° livello 2022-2025 > Accordo conciliazione tempi di vita e lavoro
– #People > Normativa > Schede normative> Permessi, aspettative e congedi > Sospensione volontaria dell’attività lavorativa.

Vi ricordiamo che per approfondire la materia potete consultare anche la nostra Guida SOSPENSIONE VOLONTARIA DELL’ATTIVITÀ LAVORATIVA e che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

 

FONDO PENSIONE A CONTRIBUZIONE DEFINITA ISP: AL VIA L’OPERAZIONE DI TRASFERIMENTO DELLE POSIZIONI INDIVIDUALI DI 5 FONDI EX-UBI

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale.

 

Così come disposto dagli Accordi del 3 agosto 2021, con decorrenza 1° gennaio 2022, le posizioni individuali degli iscritti ai 5 fondi interni ex UBI – Fondo Pensione del Gruppo UBI Banca della Banca Popolare di Bergamo, Fondo Pensione Complementare dei Lavoratori di Società del Gruppo UBI aderenti, Fondo Pensione per il personale della Banca Popolare di Ancona, Fondo Pensione Complementare per i dipendenti della Banca Regionale Europea S.p.A., Fondo Pensioni Banca delle Marche – sono state trasferite giuridicamente al Fondo Pensione a contribuzione definita del Gruppo Intesa Sanpaolo, di cui ve ne avevamo dato notizia qui.

Da oggi, pertanto, le attività operative programmate, pianificate e testate negli ultimi mesi saranno poste in atto.

Gli uffici dei Fondi interessati e i relativi fornitori di servizi sono impegnati a realizzare il trasferimento degli strumenti finanziari e le complesse operazioni contabili e tecnico/amministrative necessarie per un corretto trasferimento di tutte le posizioni.

Non appena i dati anagrafici saranno stati inseriti nel sistema, sarà inviata una comunicazione via email che presenterà le principali funzionalità del sito del Fondo, nonché regole e tempistiche che ne caratterizzano l’operatività.

In prossimità della fine del mese confidiamo di poter inviare le due lettere di benvenuto contenenti il codice utente e la password, con le quali ciascun iscritto potrà accedere ed utilizzare l’Area riservata del sito del Fondo. Ricordiamo che, per motivi di sicurezza, le due lettere saranno inviate separatamente via posta ordinaria.

In considerazione del gravoso impegno che, in questo primo mese, uffici e fornitori di servizi dei Fondi interessati dovranno affrontare, raccomandiamo di non anticipare domande, richieste o informazioni che potranno trovare risposta solo dopo la ricezione delle suddette comunicazioni.

Sono comunque già a disposizione sul sito del Fondo, alla voce Documenti, lo “Statuto”, aggiornato con le recenti modifiche approvate dall’Autorità di Vigilanza, il “Documento sulla politica di investimento” e la “Nota Informativa” integrati con i comparti provenienti dai Fondi ex UBI.

 

Per approfondire le questioni legate alla previdenza complementare, potete consultare la nostra GUIDA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. Vi ricordiamo che potete contattare anche i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti).

 

CONTO SOCIALE: SCADE L’11 GENNAIO LA POSSIBILITÀ DI INSERIRE LE RICHIESTE DI RIMBORSO

I colleghi che hanno ancora un saldo attivo di Conto Sociale hanno tempo fino all’11 gennaio 2022 per inserire nuove pratiche o regolarizzare quelle già presenti in procedura online POVS2.

In #People, nella sezione Normativa > Contratto Collettivo di 2° Livello 2018-2021 > PVR-Premio Variabile di Risultato > Conto Sociale 2020, sono presenti tutte le informazioni relative all’inserimento delle richieste di rimborso.

L’accesso alla procedura si effettua da #People al seguente link.

La richiesta in stato “inserita” non può essere sottoposta a valutazione per l’eventuale rimborso. Per controllare e sbloccare lo stato della pratica è necessario inviarla alla lavorazione, dopo aver apportato le eventuali modifiche richieste, cliccando sul pulsante “salva e invia alla lavorazione”.

Ricordiamo che le spese per cui si chiede il rimborso devono essere state sostenute nel 2020 e nel 2021 (fa fede la data di avvenuto pagamento).

Le pratiche di rimborso, che rispettino i requisiti previsti, saranno approvate e liquidate con i cedolini di gennaio e febbraio 2022.

L’eventuale saldo residuo del conto sociale non utilizzato al momento della chiusura della procedura POVS2, unitamente all’importo delle pratiche rimaste in stato “inserita”, verrà liquidato con il cedolino di febbraio 2022, applicando la normativa contributiva e fiscale tempo per tempo vigente.

È possibile chiedere chiarimenti o supporto attraverso il portale #People, utilizzando il percorso #People > Assistenza, categoria “Conto Sociale“.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare la nostra Guida Conto Sociale. Vi informiamo che abbiamo creato una mail dedicata infopvr@informafisac.net a cui rivolgersi per chiarimenti e consulenze personalizzate, ricorda comunque che i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.  

COVID-19. Aggiornamento delle misure di mitigazione del rischio sui luoghi di lavoro

Come vi avevamo anticipato ieri qui, l’azienda ha diramato nuove disposizioni Anticovid. Per consentirne la maggior diffusione, le riportiamo qui di seguito.

Dalla Direzione Centrale Tutela Aziendale. Aggiornamento al 22 dicembre 2021

PREMESSA

Premesso che lo scenario epidemico nazionale evidenzia un aumento dell’incidenza dei nuovi “casi Covid-19” nelle ultime settimane anche in relazione alla diffusione della variante Omicron, viene confermato l’approccio di intervento prudenziale e proporzionato del Gruppo Intesa Sanpaolo diversificato per aree geografiche a rischio.

Si è pertanto proceduto – con il supporto dei Medici del Lavoro della Banca – a un riesame complessivo del mix delle misure di contenimento del rischio adottate nel tempo dal Gruppo in relazione alla classificazione delle Regioni e Province autonome (per l’aggiornamento al 20.12.2021 si rinvia al link del Ministero della Salute).

In particolare con decorrenza immediata e per il mese di gennaio 2022 (che comprende anche la settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio pp.vv.) per le strutture di direzione decade l’obbligo di presenza minima anche nelle zone gialle e bianche.

Sia per le strutture di direzione che per le filiali, viene inoltre richiesta una sempre più scrupolosa osservanza, in primo luogo in capo ai preposti, delle misure di mitigazione del rischio.

DISPOSIZIONI PER LE STRUTTURE DI DIREZIONE

Vengono modificate a partire dalla data odierna le disposizioni interne come di seguito indicato.

Zone GIALLE e BIANCHE – Rientro solo su base volontaria, senza alcun obbligo di presenza:

– sino al 6 febbraio p.v. non è richiesta alcuna presenza minima in sede;
– il rientro dei colleghi è comunque possibile su base volontaria e sempre coordinandosi con il proprio responsabile;
– considerate la criticità dello scenario epidemico e la natura volontaria del rientro, i responsabili dovranno monitorare l’effettiva presenza dei colleghi, presenza che in ogni caso non potrà eccedere il 50% per ciascuna sede;
– sono utilizzabili gli hub aziendali ed è sempre necessaria la prenotazione (attraverso Intranet > Covid-19 > Fase di Transizione e Smart Working > Lavoro flessibile > Prenota il tuo spazio flessibile).

Zone ROSSE e ARANCIONI – Nessuna variazione, preferire lo smart working per le attività remotizzabili:

– resta da preferire l’utilizzo dello smart working per tutte quelle attività che possono essere svolte in modo efficace con tale modalità;  
– le presenze in sede/ufficio e hub aziendali sono da prevedere per attività non remotizzabili;  
– sono disponibili gli hub aziendali, sempre su prenotazione.

DISPOSIZIONI SIA PER LE STRUTTURE DI DIREZIONE SIA PER LE FILIALI

Vengono confermati per i colleghi:

– l’obbligo di uso delle sole mascherine (chirurgiche o FFP2/KN95) in dotazione, con espressa esclusione di quelle personali (di comunità, valvolari etc.); l’uso integrativo del facciale protettivo è richiesto nelle filiali per tutte le attività di relazione con altri senza barriera in plexiglass;
– l’obbligo di osservanza del distanziamento interpersonale nei limiti previsti in base alla classificazione per colore dei diversi ambiti territoriali (1m nelle zone bianche/gialle, 2m nelle zone arancioni/rosse);
– l’obbligo di misurazione della temperatura al domicilio ovvero, laddove presente, tramite l’apposito termoscanner ed il divieto di accesso nei casi in cui questa risulti >37,5° ovvero in presenza di sintomi influenzali. Resta fermo l’obbligo di allontanamento qualora gli stessi sintomi si presentino durante lo svolgimento dell’attività, attivando le procedure del Piano di Emergenza;
– l’obbligo di segnalazione tramite #People in presenza sintomi riconducibili a Covid-19 e/o rientri in ufficio dopo 14 giorni.

Vengono confermati per i clienti, fornitori e terzi che accedono ai locali aziendali:

– l’obbligo di uso della mascherina, con divieto di utilizzo di mascherina valvolare e/o di comunità (occorre in tal caso provvedere alla distribuzione di mascherina chirurgica o FFP2/KN95 a coloro che ne fossero sprovvisti);
– l’obbligo di richiedere l’igienizzazione delle mani all’ingresso (l’obbligo vige anche per l’accesso ai bancomat tramite l’apposito dispenser)
– l’obbligo di controllo della temperatura all’accesso tramite l’apposito termoscanner, laddove presente.

In termini generali missioni e trasferte sono da limitarsi a quelle non procrastinabili, preferendo, laddove possibile, l’effettuazione di incontri da remoto. Qualora necessarie, le stesse sono da effettuarsi nel rispetto dello specifico “Manuale per le attività presso altre sedi aziendali e non”.

Le riunioni è preferibile siano svolte da remoto e, qualora risulti indispensabile la presenza, sono da svolgersi con obbligo di mascherina, con rispetto rigoroso delle regole del distanziamento e nel numero massimo consentito dalla capienza delle sale dato dallo specifico “Manuale di uso degli spazi e comportamenti”.

Fino al 6 gennaio non sono inoltre consentiti eventi interni in presenza. Sono consentiti, negli spazi dedicati, eventi in remoto con partecipazione in presenza dei soli relatori e personale di assistenza, nel rispetto degli specifici protocolli e con pubblico da remoto.

Si raccomanda a tutti il rigoroso rispetto delle misure comportamentali sopra richiamate, sia a livello individuale che collettivo.

In particolare si richiamano i “preposti” (responsabili delle strutture) ad una sempre più scrupolosa osservanza degli obblighi, loro assegnati dalla legge, di vigilanza sul rispetto delle misure disposte dall’Azienda da parte dei propri collaboratori e dei terzi che accedono alle proprie unità e di segnalazione in caso di violazione. Il mancato rispetto di tali obblighi può comportare sanzioni disciplinari, amministrative e, in talune fattispecie, penali. 

ALTRE DISPOSIZIONI

– Disposizioni per situazioni di fragilità e disabilità: proroga del termine al 31/03/2022

In considerazione della proroga dello stato di emergenza al 31/03/2022, viene di conseguenza prorogato a tale data anche il termine per la concessione della prestazione lavorativa in modalità “smart”, per i lavoratori qualificati come fragili ai sensi del comma 2 dell’art. 26 del D.L. 17 marzo 2020 n. 18 (lavoratori dipendenti in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104).

Tale disposizione si applica anche:
– ai colleghi che assistono familiari conviventi che si trovano in situazioni di fragilità o disabilità grave ai sensi del predetto comma 2,
– ai colleghi che hanno ricevuto la certificazione di sorveglianza sanitaria eccezionale con prescrizione di lavoro flessibile da casa fino al 31/12/2021.

– Disposizioni per le colleghe in gravidanza o allattamento

Il rientro in presenza per le colleghe in stato di gravidanza ed allattamento è posticipato al 31 gennaio 2022.

– Segnalazioni a Medicina del Lavoro

Si ricorda che ogni tipo di segnalazione in merito al Covid-19, deve essere effettuata tramite la funzionalità presente su #People.

In caso di mancato funzionamento delle “Segnalazioni a Medicina del Lavoro”, è necessario effettuare la segnalazione Covid-19 alle caselle di posta gestione_emergenze@intesasanpaolo.com e medicinadellavoro@intesasanpaolo.com.

Se è già in essere una disposizione di astensione da parte dell’Azienda, NON occorre effettuare la relativa segnalazione sulla piattaforma #People che dovrà essere utilizzata unicamente per trasmettere aggiornamenti e/o per fare richiesta di fine astensione (come da istruzioni ricevute nella comunicazione di astensione).

Si ricorda infine che l’inserimento delle segnalazioni può essere effettuato unicamente dal collega interessato o dal Responsabile della relativa UOG (l’attività non è delegabile a Coordinatori, a COA o ad altri).

VACCINAZIONE

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS)  e tutte le istituzioni sanitarie nazionali ed internazionali evidenziano che una più elevata copertura vaccinale in tutte le fasce di età, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo rappresentano strumenti necessari a contenere e rallentare l’impatto dell’epidemia anche sostenuta da varianti emergenti e rappresentano gli strumenti principali per prevenire significativi aumenti di casi clinicamente gravi di COVID-19.

I dati confermano infatti la sostanziale differenza tra i tassi di ospedalizzazione dei vaccinati rispetto ai non vaccinati. Nello scorso mese i vaccinati delle classi di età lavorative avevano una probabilità 36 volte minore di finire in terapia intensiva rispetto ai non vaccinati (in allegato alcuni dati estratti dagli studi dell’ISS).

Ferma la volontarietà dell’adesione, si invitano tutti i colleghi ad aderire alla campagna vaccinale consultando il proprio medico curante.

Si rammenta che la copertura vaccinale e l’adozione del Green pass non esimono dall’osservanza scrupolosa di tutti i comportamenti di prevenzione e contenimento del contagio adottati nei luoghi di lavoro, nel presupposto che “ognuno protegge tutti”.

Per approfondire:

Differenza tra i tassi di ospedalizzazione tra vaccinati e non. Slide Ricoveri in ICU Novembre 2021

Manuale per le attività presso altre sedi aziendali e non. Manuale comportamenti attività interne ottobre 2021

Manuale di uso degli spazi e comportamenti. Manuale Filiali – Modalità Comportamentali e Relazione ottobre 2021

PERSONALE EX UBI: AL VIA LA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI AGEVOLATI

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale. 

Da oggi i colleghi dell’ex Gruppo UBI hanno la possibilità di chiedere la rinegoziazione dei mutui agevolati  loro intestati, come vi avevamo anticipato qui, erogati per le finalità di acquisto, costruzione o ristrutturazione dell’immobile destinato ad:

– abitazione continuativa del dipendente e del suo nucleo familiare (1a casa)
– abitazione saltuaria ed esclusiva del dipendente e del suo nucleo familiare in località di villeggiatura (2a casa)

Le condizioni e le istruzioni operative sono disponibili su #People > Servizi alla persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Finanziamenti agevolati e scontati e altra liquidità > Mutui.

Per approfondire le questioni relative alle Condizioni agevolate, puoi consultare la nostra guida CONDIZIONI AGEVOLATE E FINANZIAMENTI

 

 

BANCA DEL TEMPO: TEMPORANEAMENTE SOSPESA LA POSSIBILITÀ DI DONARE

Anche quest’anno, ancora segnato dalle difficoltà della pandemia, tanti di noi hanno voluto dare un segno concreto di attenzione verso altri colleghi, donando parte del loro tempo a chi, per motivi diversi, ne ha avuto bisogno per far fronte a situazioni impreviste, a volte urgenti, in alcuni casi rese ancor più difficili dalle emergenze che stiamo vivendo.

A tutti coloro che hanno donato il loro tempo ai colleghi in difficoltà – minuti,  ore o giornate intere -, va come sempre un forte e sincero ringraziamento.

Come di consueto, avvicinandoci alla fine dell’anno, dal  20 dicembre sarà sospesa temporaneamente la possibilità di donare ferie, ex festività o Banca Ore alla Banca del tempo.

Ma da gennaio 2022 potremo ricominciare a donare, anche in relazione alle nuove causali introdotte con il rinnovo del Contratto collettivo di secondo livello, di cui vi avevamo dato conto qui, in particolare:

  • un nuovo plafond di 2 giorni dedicato ai colleghi che abbiano necessità di assistere coniuge, familiari e affini entro il secondo grado, anche non conviventi, o altro componente della famiglia anagrafica in occasione di interventi chirurgici;
  • la conferma della possibilità di attingere alla Banca del tempo in caso di necessità di assistenza a familiari e affini entro il primo grado anziani o non autosufficienti.

Chi ne avesse bisogno può comunque continuare a chiedere tempo.

Per tutti gli approfondimenti relativi alla Banca del Tempo e ai permessi retribuiti che è possibile chiedere, puoi consultare la nostra Guida alla BANCA DEL TEMPO e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

FONDO SOSTEGNO ALL’OCCUPAZIONE: CONTRIBUZIONE PER IL 2022

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la relativa news aziendale.
Con l’occasione vi ricordiamo che potete consultare anche le nostre guide:

L’equivalente di un giorno di lavoro per creare attività lavorativa nuova e stabile

Il Fondo Nazionale per il Sostegno dell’occupazione nel settore del credito, previsto dal CCNL per sostenere l’occupazione e favorire anche nuova occupazione stabile nel settore, continua ad essere alimentato dal contributo dei colleghi con rapporto di lavoro indeterminato, inclusi gli apprendisti.

Nei prossimi giorni infatti verrà addebitato il contributo per l’anno 2022 fissato in una giornata lavorativa con le seguenti modalità:

– Area professionale a tempo pieno, con accumulo automatico a inizio anno di banca ore (ex 23 ore annue): decurtazione di 7 ore e 30 minuti di banca ore

– Area professionale a tempo pieno, senza accumulo automatico a inizio anno di banca ore (ex 23 ore annue), personale adibito a turni e personale con 36 ore settimanali: decurtazione di una giornata di permesso ex festività

– Area professionale a tempo parziale: decurtazione dell’equivalente di una giornata in ore di permesso contrattuale retribuito (PCR)

– Quadri direttivi: decurtazione di una giornata di permesso ex festività

– Dirigenti: decurtazione di una giornata di permesso ex festività

Nei prossimi giorni Retribuzioni e Processi Amministrativi HR procederà con l’addebito del contributo per l’anno 2022.

NOVITÀ BUSTA PAGA DICEMBRE

Qui di seguito un estratto delle principali novità inserite nella busta paga di dicembre. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative alla busta paga potete consultare la nostra Guida alla BUSTA PAGA, vi precisiamo anche che in coda alle varie voci trovate il rimando alla nostre guide specifiche, e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

Di seguito l’elenco delle principali evidenze con impatto sul cedolino di dicembre 2021 per le società con CCNL Credito:

  • Premio Variabile di Risultato (PVR) – Conto Sociale
  • Tredicesima mensilità
  • Conguaglio d’imposta 2021
  • Conguaglio detrazioni d’imposta 2021, per lavoro dipendente e carichi familiari
  • Riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti
  • Borse di studio ai figli dei dipendenti
  • Assistenza Fiscale
  • Conguaglio contribuzione al Fondo Sanitario
  • Fondo Nazionale del Settore del Credito per i progetti di solidarietà – Fondazione Prosolidar
  • Conto Sociale familiari non autosufficienti

e sul cedolino di dicembre 2021 per le società con CCNL Assicurativo:

  • Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale – Conto Sociale
  • Tredicesima mensilità
  • Conguaglio d’imposta 2021
  • Conguaglio detrazioni d’imposta 2021, per lavoro dipendente e carichi familiari
  • Riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti
  • Borse di studio ai figli dei dipendenti
  • Assistenza Fiscale
  • Cassa Sanitaria Insurance

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Credito

– Premio Variabile di Risultato (PVR) – Conto Sociale
Con il cedolino di dicembre si continuano a gestire le voci relative al Premio Variabile di Risultato (PVR), con la seguente modalità:
• voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
• voce 2PVP: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
• voce 2PVL: importo del PVR destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
• voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.
L’assoggettamento fiscale del premio PVR liquidato (voce 2PVL), è visibile nella parte bassa del cedolino, sezione fiscale, casella Imp.10%: imponibile soggetto ad imposta sostitutiva Irpef 10% fino a € 3.000,00 per tutti coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito di lavoro dipendente, comprensivo dei premi di risultato assoggettati ad imposta sostitutiva, non superiore a 80mila euro (art. 1, c. 160 L. 11 dicembre 2016, n. 232 Legge di bilancio 2017). Per l’anno 2021, il limite di € 3.000,00 lordi è comprensivo dell’eventuale importo residuo non utilizzato del Conto Sociale dello scorso anno che è stato liquidato con il cedolino di febbraio 2021.
Per questa tipologia di dipendenti, ovvero titolari di reddito di lavoro dipendente di importo non superiore a 80.000 euro nell’anno precedente a quello di percezione delle somme, che hanno scelto la liquidazione del PVR in cedolino, sono stati accreditati i contributi INPS pari a 9,19% calcolati su una quota premio fino a 800 euro, in applicazione alla Circolare Inps nr. 104 del 18-10-2018 in tema di decontribuzione, visibili con la voce 93A1.

Per approfondire le questioni legate al premio variabile di risultato puoi consultare la GUIDA PVR – PREMIO VARIABILE DI RISULTATO

– Tredicesima mensilità
L’importo relativo alla 13^ mensilità è esposto, in base ai ratei spettanti (colonna Q.TA’= mesi), con voci paga diversificate in base alla rilevanza delle singole voci ai fini dell’accantonamento del T.F.R.
Le voci che compongono la 13^ mensilità sono le seguenti: • 5WTD – 13^ mensilità utile TFR (stipendio/scatti anzianità /importo ex ristrutturazione tabellare) • 5WTL – 13^ mensilità non utile al TFR (es. assegno personale valido x 13 mensilità) • 5WTI – 13^ mensilità Indennità Ruolo (non utile TFR)
• 5WTJ – 13^ mensilità IGS Accordo – AP Consolidamento (non utile TFR)

Conguaglio d’imposta 2021
Alla fine di ogni anno il datore di lavoro calcola l’ammontare dell’imposta complessivamente dovuta dal lavoratore sulla base del reddito annuo percepito, applicando gli scaglioni IRPEF annuali in vigore.
L’operazione in questione (conguaglio d’imposta) serve a stabilire se è stata assolta per intero l’imposta.

Nella Sezione FISCALE, casella “IRPEF NETTA” in corrispondenza della riga “C” (C = Conguaglio) è presente un importo relativo a:
conguaglio a debito: nel caso le trattenute effettuate mensilmente sulla base degli scaglioni IRPEF mensili, risultino inferiori a quanto dovuto, viene effettuata un’ulteriore trattenuta pari alla differenza tra quanto dovuto e quanto già versato (C = importo del conguaglio positivo);
conguaglio a credito: nel caso le trattenute effettuate mensilmente sulla base degli scaglioni IRPEF mensili, risultino maggiori a quanto dovuto, viene effettuata una restituzione d’imposta pari alla differenza tra quanto dovuto e quanto già versato (C = importo del conguaglio negativo).

– Conguaglio detrazioni d’imposta 2021, per lavoro dipendente e carichi familiari
Le detrazioni per lavoro dipendente e carichi familiari hanno la funzione di ridurre le imposte.
A livello mensile le detrazioni vengono calcolate sulla base di un reddito presunto dell’anno.
L’ammontare definitivo delle detrazioni spettanti è stabilito a fine anno sulla base del reddito complessivo effettivamente percepito (maggiore è il reddito, minori sono le detrazioni).
Nella Sezione FISCALE, caselle “Lav. dip”, “Coniuge”, “Figli/Altri” etc., in corrispondenza della riga “C” (C = Conguaglio) è presente un importo: se l’importo del conguaglio è positivo vengono restituite delle somme, se è negativo vengono invece trattenute.
Ulteriori informazioni sono disponibili cliccando sulla “lente” del cedolino online “IRPEF NETTA”.

– Riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti
Con il cedolino di dicembre si è provveduto
ad effettuare il conguaglio di quanto già erogato
mensilmente a titolo di:
• Bonus 100€: per le prestazioni di lavoro rese dal 1° gennaio 2021 ai titolari di reddito complessivo non superiore a euro 28.000

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4Y7 Cong.bonus 100€ Importo in colonna competenze
94Y7 Tot.Ricon.Bonus 100 Irpef Figurativa che espone il totale annuo liquidato

• Ulteriore detrazione fiscale: per le prestazioni di lavoro rese dal 1° gennaio 2021 ai titolari di redditi complessivi superiori a euro 28.000 e fino a euro 40.000 (in alternativa al precedente beneficio “Bonus 100€”)

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4Y8 Cong.ult.detrazione 2020 Importo in colonna competenze
94Y8 Tot.Ricon.Ult.detr. Irpef Figurativa che espone il totale annuo liquidato

Come previsto dagli artt. 1 e 2 del DL n. 3/2020 e successive modifiche normative, qualora gli importi riconosciuti nel corso dell’anno a titolo di Bonus 100€ e Ulteriore detrazione risultassero non spettanti in base al reddito complessivo, l’eventuale recupero in busta paga dell’importo, se superiore a 60€, viene effettuato in 10 rate, a decorrere dal cedolino del mese di dicembre 2021.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
94TQ Totale recup.rate 100€ (’20) Figurativa che espone il totale da recuperare
/4TA Recupero 100€ (’20) Importo della rata
94T8 Totale recup.rate UltDe (’20) Figurativa che espone il totale da recuperare
/4T1 Rata recupero ult.det. (’20) Importo della rata

Si precisa che, in presenza di conguaglio a debito di una delle due misure (Bonus 100€ e Ulteriore Detrazione) e contestuale conguaglio a credito dell’altra misura, si è provveduto ad effettuare una compensazione, ovvero se sommando le due misure non si genera un debito non è stata applicata la rateizzazione.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4RR Compensazione 100€ Importo compensato
/4RS Compensazione Ult.detr Importo compensato

– Borse di studio ai figli dei dipendenti
Nel cedolino di dicembre 2021 sono in liquidazione con voce 1611 – PROVV.FIGLI STUDENTI, le provvidenze relative all’iscrizione al 1° anno di Università, anno accademico 2021/2022.
Si ricorda che entro il 28/02/2022 potranno essere richiesti i contributi relativi all’anno accademico 2020/2021 (Università conguaglio 1° anno e Università anni successivi) con liquidazione nel cedolino di marzo p.v.

Per approfondire le questioni relative alle Borse di Studio puoi consultare la nostra Guida ASSEGNI DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI

Assistenza Fiscale
Con la liquidazione delle ultime risultanze dei modelli 730/4 e dei modelli integrativi, pervenuti entro il giorno 9 dicembre u.s., si conclude l’attività di Assistenza Fiscale per l’anno 2021 redditi 2020.

– Conguaglio contribuzione al Fondo Sanitario
In base all’Art. 9 dello Statuto del Fondo Sanitario, le quote percentuali a carico degli “iscritti in servizio” e dei relativi familiari:
• sono applicate su tutte le voci della retribuzione imponibile ai fini INPS, con il limite massimo annuo di euro 109.100,75 e mensile di euro 9091,73, con conguaglio nel mese di dicembre. Se in alcuni mesi dell’anno l’imponibile INPS è risultato maggiore di 9091,73 euro, il calcolo della trattenuta al Fondo sanitario è stata effettuata su tale importo (definito massimale mensile). La quota di imponibile eccedente viene considerata nel conguaglio di fine anno;
• per i titolari di rapporto a tempo parziale, la retribuzione imponibile è determinata in via virtuale sulla base di quella riferita al corrispondente lavoro a tempo pieno;
• ove l’iscritto sia assente dal servizio senza trattamento retributivo o con retribuzione ridotta, la retribuzione imponibile è determinata in via virtuale assumendo quella che percepirebbe se fosse in servizio.

Per approfondire le questioni relative al Fondo Sanitario puoi consultare la nostra Guida FONDO SANITARIO INTEGRATIVO – GESTIONE ISCRITTI IN SERVIZIO E ESODATI

– Fondo Nazionale del Settore del Credito per i progetti di solidarietà – Fondazione Prosolidar
Nello stipendio di dicembre si è provveduto, con voce 1137, alla trattenuta per l’anno 2021 della quota di 6 euro prevista dagli accordi stipulati con le OO.SS.
Si ricorda che per dare disdetta alla contribuzione ovvero per ripristinarla,
è disponibile l’applicativo web al quale è possibile accedere da #People > Servizi alla Persona e Welfare > La Vetrina dei Servizi > Mondo Welfare – Solidarietà > Prosolidar – Revoca adesione o annullamento revoca adesione.
Quest’ultimo verrà riaperto nel corso del mese di 1/2022 e resterà attivo fino al 30/11/2022: le variazioni effettuate entro tale periodo avranno effetto sul cedolino di dicembre 2022.

– Conto Sociale familiari non autosufficienti
Nel cedolino di dicembre sono in liquidazione con voce 16RS – HANDICAP RIMBORSO SPESE, le somme relative alle richieste di rimborso spese sostenute per servizi di assistenza a favore di familiari conviventi portatori di handicap in possesso di certificazione medica di non autosufficienza (c.d. Conto sociale familiari non autosufficienti).

Per approfondire le questioni legate al conto sociale puoi consultare la GUIDA CONTO SOCIALE

Aree Professionali e Quadri Direttivi con CCNL Assicurativo

– Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale – Conto Sociale
Con il cedolino di dicembre si continuano a gestire le voci relative al Premio Aggiuntivo Variabile (PAV) e Premio Sociale 2020, con la seguente modalità:
• Voce 6VU6: liquidazione delle somme relative alle richieste di rimborso spese presentate in Conto Sociale;
• voce 2PVP: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la destinazione a previdenza complementare;
• voce 2PVL: importo del PAV destinato inizialmente a Conto Sociale e per il quale successivamente è stata richiesta la liquidazione in cedolino;
• voce 2PVS: storno dell’importo inizialmente destinato al Conto Sociale, e successivamente indirizzato ad una scelta diversa.

Per approfondire le questioni relative al PAV – Premio Sociale puoi consultare la nostra Guida PAV, PREMIO WELFARE, PREMIO DI PIANO

– Tredicesima mensilità
L’importo relativo alla 13^ mensilità è esposto, in base ai ratei spettanti (colonna Q.TA=gg), con la voce paga:
• 5WTX – 13^ mensilità

– Conguaglio d’imposta 2021
Alla fine di ogni anno il datore di lavoro calcola l’ammontare dell’imposta complessivamente dovuta dal lavoratore sulla base del reddito annuo percepito, applicando gli scaglioni IRPEF annuali in vigore.
L’operazione in questione (conguaglio d’imposta) serve a stabilire se è stata assolta per intero l’imposta.
Nella Sezione FISCALE, casella “IRPEF NETTA” in corrispondenza della riga “C” (C = Conguaglio) è presente un importo relativo a:
• conguaglio a debito: nel caso le trattenute effettuate mensilmente sulla base degli scaglioni IRPEF mensili, risultino inferiori a quanto dovuto, viene effettuata un’ulteriore trattenuta pari alla differenza tra quanto dovuto e quanto già versato (C = importo del conguaglio positivo);
• conguaglio a credito: nel caso le trattenute effettuate mensilmente sulla base degli scaglioni IRPEF mensili, risultino maggiori a quanto dovuto, viene effettuata una restituzione d’imposta pari alla differenza tra quanto dovuto e quanto già versato (C = importo del conguaglio negativo).

– Conguaglio detrazioni d’imposta 2021, per lavoro dipendente e carichi familiari
Le detrazioni per lavoro dipendente e carichi familiari hanno la funzione di ridurre le imposte.
A livello mensile le detrazioni vengono calcolate sulla base di un reddito presunto dell’anno.
L’ammontare definitivo delle detrazioni spettanti è stabilito a fine anno sulla base del reddito complessivo effettivamente percepito (maggiore è il reddito, minori sono le detrazioni).
Nella Sezione FISCALE, caselle “Lav. dip”, “Coniuge”, “Figli/Altri” etc., in corrispondenza della riga “C” (C = Conguaglio) è presente un importo: se l’importo del conguaglio è positivo vengono restituite delle somme, se è negativo vengono invece trattenute.
Ulteriori informazioni sono disponibili cliccando sulla “lente” del cedolino online “IRPEF NETTA”.

– Riduzione del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti
Con il cedolino di dicembre si è provveduto
ad effettuare il conguaglio di quanto già erogato
mensilmente, a titolo di:
• Bonus 100€: per le prestazioni di lavoro rese dal 1° gennaio 2021 ai titolari di reddito complessivo non superiore a euro 28.000

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4Y7 Cong.bonus 100€ Importo in colonna competenze
94Y7 Tot.Ricon.Bonus 100 Irpef Figurativa che espone il totale annuo liquidato

• Ulteriore detrazione fiscale: per le prestazioni di lavoro rese dal 1° gennaio 2021 ai titolari di reddito complessivo non superiore a euro 40.000 (in alternativa al precedente beneficio “Bonus 100€”)

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4Y8 Cong.ult.detrazione 2020 Importo in colonna competenze
94Y8 Tot.Ricon.Ult.detr. Irpef Figurativa che espone il totale annuo liquidato

Come previsto dagli artt. 1 e 2 del DL n. 3/2020 e successive modifiche normative, qualora gli importi riconosciuti nel corso dell’anno a titolo di Bonus 100€ e Ulteriore detrazione risultassero non spettanti in base al reddito complessivo, l’eventuale recupero in busta paga dell’importo, se superiore a 60€, viene effettuato in 10 rate, a decorrere dal cedolino del mese di dicembre 2021.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
94TQ Totale recup.rate 100€ (’20) Figurativa che espone il totale da recuperare
/4TA recupero 100€ (’20) Importo della rata
94T8 Totale recup.rate UltDe (’20) Figurativa che espone il totale da recuperare
/4T1 Rata recupero ult.det. (’20) Importo della rata

Si precisa che, in presenza di conguaglio a debito di una delle due misure (Bonus 100€ e Ulteriore Detrazione) e contestuale conguaglio a credito dell’altra misura, si è provveduto ad effettuare una compensazione, ovvero se sommando le due misure non si genera un debito non è stata applicata la rateizzazione.

Codice Voce Descrizione Voce Descrizione contenuto
/4RR Compensazione 100€ Importo compensato
/4RS Compensazione Ult.detr Importo compensato

– Borse di studio ai figli dei dipendenti
Nel cedolino di dicembre 2021 sono in liquidazione con voce 1611 – PROVV.FIGLI STUDENTI, le provvidenze relative all’iscrizione al 1° anno di Università, anno accademico 2021/2022.
Si ricorda che entro il 28/02/2022 potranno essere richiesti i contributi relativi all’anno accademico 2020/2021 (Università conguaglio 1° anno e Università anni successivi) con liquidazione nel cedolino di marzo p.v.

Per approfondire le questioni relative alle Borse di Studio puoi consultare la nostra Guida ASSEGNI DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI – INSURANCE

– Assistenza Fiscale
Con la liquidazione delle ultime risultanze dei modelli 730/4 e dei modelli integrativi, pervenuti entro il giorno 9 dicembre u.s., si conclude l’attività di Assistenza Fiscale per l’anno 2021 redditi 2020.

– Cassa Sanitaria Insurance
Si è provveduto alla regolazione del contributo aziendale 2021 per il personale neoassunto e per il personale nominato Funzionario in corso d’anno.
L’importo del contributo è visibile in cedolino sezione ASS.SAN – casella Contr. Az.

ALI: avviso importante per i Soci prossimi al pensionamento o all’accesso al Fondo di solidarietà

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale.

Si ricorda ai soci ordinari che il 31 dicembre p.v. lasceranno il servizio – per pensionamento o accesso al Fondo di solidarietà – di censire l’indirizzo e-mail personale nella propria AREA SOCIO prima dell’ultimo giorno di lavoro. La modifica dell’indirizzo e-mail privato registrato nell’Area Soci di ALI avrà effetto anche nell’anagrafica del Fondo Sanitario Integrativo e viceversa.

L ‘adempimento è indispensabile per continuare a ricevere le newsletter di ALI e recuperare la propria password di accesso in caso di smarrimento.
Per inserire la nuova e-mail è sufficiente seguire i seguenti passaggi:
 
– sul sito ALI selezionare il pulsante arancione “Area Soci” nel box “Profilo personale” (in basso a sinistra)
– nel box “Profilo personale” (in basso a sinistra) cliccare su “Modifica Profilo
– in corrispondenza di “Indirizzo E-mail Secondario” cliccare sul tasto “Modifica”, inserire la mail privata e confermare l’operazione su “Modifica Email” e poi cliccare “OK”.
– avendo cura di non chiudere il browser aperto sul sito ALI, aprire la mail ricevuta nella tua casella e-mail privata (mittente: no-reply@alintesasanpaolo.com ) e cliccare sull’apposito link per confermare l’identità
– il sistema risponderà con “Cambio Email secondaria effettuata con successo”.

 

 

ARROTONDA SOLIDALE

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale.

Le somme raccolte saranno devolute a progetti di inclusione lavorativa per persone con disabilità

Con il rinnovo del Contratto Collettivo di Secondo Livello del Gruppo sottoscritto lo scorso 8 dicembre è stata confermata la validità dell’iniziativa “Arrotonda Solidale”, attivata a partire dal 2019 a seguito dell’Accordo del 3 agosto 2018 in tema di “Inclusione”, ne avevamo dato conto qui.

Le somme raccolte su base volontaria dai dipendenti del Gruppo e dall’Azienda sono finalizzate a sostenere concretamente progetti di inclusione lavorativa per persone con disabilità, favorendone interventi indirizzati, in una prima fase, all’occupazione di persone con diagnosi di autismo o sindrome autistica e all’aiuto a studenti con disabilità intellettiva, attraverso la collaborazione con alcune scuole, per accrescerne l’occupabilità.

Il finanziamento avviene attraverso la destinazione dei centesimi di euro derivanti dall’arrotondamento all’euro inferiore dello stipendio mensile netto (così detto “Arrotonda Solidale”). L’azienda contribuisce con i restanti centesimi di euro necessari per raggiungere la soglia di 1€ pro-capite.
In assenza di modifica, la scelta fatta negli anni passati viene confermata.

L’iniziativa coinvolgerà, a partire dal 2022, anche tutti i colleghi di provenienza UBI.
Per i colleghi non interessati ad aderire per l’anno 2022, sarà necessario manifestare espressamente tale volontà entro il 31 dicembre 2021 accedendo all’apposito applicativo presente su #People al percorso: Servizi Amministrativi > Richieste Amministrative > Arrotonda Solidale.

 

UPPER: LE PROSSIME TAPPE

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo un estratto relativo alla news aziendale. Nel ricordarvi che per tutte le questioni relative al sistema valutativo “UpPER” potete consultare la nostra Guida alla Valutazione e ricorda comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovi tutti i loro riferimenti) sono a tua disposizione per ogni chiarimento.

UpPER è quasi arrivato alle fasi finali per il 2021

Fino al 31 dicembre i Responsabili possono condividere i feedback sulle performance dei propri collaboratori, da desktop attraverso #People e da smartphone con l’App Feedback.
 
Oltre questa data, la funzionalità non sarà più attiva e sarà possibile assegnarli nuovamente a partire dal prossimo ciclo valutativo.
 
Prossimi passi:
5 Gennaio 2022 – Autovalutazione
Tramite #People ogni collaboratore può esprimere la propria valutazione su ciascun aggettivo associato agli indicatori condivisi all’inizio del processo.

31 Gennaio 2022 – Valutazione
I Responsabili possono procedere con la valutazione degli indicatori, anche consultando le autovalutazioni dei propri collaboratori e i feedback condivisi durante l’anno.
 
Marzo – Aprile 2022 – Colloquio
Responsabili e Collaboratori si incontrano per confrontarsi sulla valutazione finale e gli sviluppi futuri.
 
Per saperne di più, accedere ad UpPER da #People > Formazione e Sviluppo > Performance Management

 

 

GREEN PASS: LE DISPOSIZIONI PER TUTTO IL PERSONALE E AGGIORNAMENTO FAQ

Allo scopo di darne la massima diffusione, come d’uso vi riportiamo la relativa news aziendale che, come vi avevamo dato notizia qui, è previsto l’obbligo di Green pass base per accedere ai luoghi di lavoro

Utilizzo del Green pass “base” per l’attività professionale

Le nuove regole in vigore dal 6 dicembre che introducono il “Green pass rafforzato” fino al 15 gennaio per lo svolgimento di talune attività pubbliche e private, non comportano variazioni per l’accesso ai luoghi di lavoro e alle mense aziendali.

In questo caso infatti, permane l’obbligo di possesso di valida Certificazione verde rilasciata a seguito di vaccinazione da SARS-CoV2, in caso di guarigione dall’infezione o a fronte di tampone molecolare o antigenico negativo. La verifica con l’app “VerificaC19” sarà effettuata impostando l’opzione “Tipologia verifica BASE”

Ricordiamo che la durata del Green pass, sia esso base o rafforzato, è stata ridotta da 12 mesi a 9 mesi.

Invitiamo tutti i colleghi a verificare per tempo la scadenza della propria Certificazione verde al fine di ottenerne il rinnovo.

Suggeriamo pertanto di consultare i portali delle Regioni per acquisire le varie informazioni utili e ove necessario, effettuare la prenotazione alla vaccinazione anti COVID-19.

Si rammenta infine che in caso di contagio da COVID-19, occorre rispettare scrupolosamente le regole previste per la quarantena e non accedere ai luoghi di lavoro anche qualora non sia sopravvenuta la revoca del Green pass.

Per maggiore comodità e per chi non avesse accesso a #People abbiamo messo a disposizione qui le FAQ

Clicca qui per accedere alla sezione Intranet dedicata.

 

11 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 7 gennaio 2022 ci sono 11 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Aree di Governo Chief Operating Officer e Chief IT, Digital and Innovation Officer, le Divisioni IMI Corporate & Investment Banking e International Subsidiary Bank e le società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking ed Eurizon Capital Real Asset SGR s stanno cercando nuovi colleghi.

JOB FAMILY IT

Data Governance Coordination & Communication Specialist per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer

All’interno del Servizio Data Governance avrai l’opportunità di presidiare le evoluzioni del Modello di Data Governance, gestendo la comunicazione interna e i rapporti con le Funzioni di Controllo della Banca e con il Regolatore Esterno. Se ti appassiona il mondo della comunicazione e desideri partecipare alla creazione di iniziative relative alla data culture, scopri come entrare nell’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer. >> Vai alla posizione

Data Quality & Instrument Design per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer

All’interno del Servizio Data Office potrai definire le metodologie di Data Quality del Gruppo e governare gli strumenti a supporto del Modello di Data Governance. Se ti appassiona la gestione dei dati e ti piace l’idea di supportare le Strutture del Gruppo attive sui dati, potresti essere la persona giusta per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer. >> Vai alla posizione

Information Security Senior Specialist per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Office

All’interno della struttura di Cybersecurity Group Governance and Foreign Network nella Branch di Hong Kong opererai in maniera strategica con gli Information Security Officer locali e con l’ Head Office, così da indirizzare la pianificazione, lo sviluppo, l’implementazione e il monitoraggio della sicurezza del sistema delle informazioni aziendali. Se desideri vivere un’esperienza internazionale lavorando nell’ambito della Sicurezza, scopri come entrare nell’Area Chief IT, Digital and Innovation Office Area. >> Vai alla posizione

Data Governance Design & Application specialist per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer

All’interno del Servizio Data Governance avrai l’occasione di disegnare sviluppare e applicare il Modello di Data Governance e i relativi aspetti funzionali per il Gruppo e le sue Società. Se ti appassionano la gestione dei dati ed il project management e vorresti applicare le tue capacità in un contesto in cui poter coordinare le evoluzioni del Modello di Data Governance, potresti essere la persona giusta per l’Area di Governo Chief IT, Digital and Innovation Officer. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Legal Advisory Supporto Tecnico Emissioni per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Legal Advisory avrai l’opportunità di dare il tuo supporto all’attività di ideazione e distribuzione di prodotti strutturati rivolti a investitori retail e professionali. Se hai sempre desiderato utilizzare le tue capacità relazionali e organizzative nell’ambito dei mercati finanziari e degli strumenti derivati, potresti esser la persona giusto per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Treasury and Financial Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Struttura Financial Policies & Liquidity Management avrai l’opportunità di diventare il referente delle sussidiarie per l’implementazione di nuovi progetti e iniziative in ambito finanziario. Se hai un forte interesse nella Tesoreria e nella Finanza e desideri valutare l’impatto delle policies di Gruppo sulle sussidiarie, scopri come entrare a far parte del Dipartimento Planning & Control della Divisione. >> Vai alla posizione

Addetto Provvigioni Reti Distributive per la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking

All’interno della Struttura di Amministrazione e Bilancio potrai presidiare l’applicazione delle procedure contabili legate ai Consulenti Finanziari, al fine di assicurare la corretta contabilizzazione dei dati per il bilancio. Se ti appassionano le tematiche contabili e desideri mettere in pratica le tue competenze maturate in quest’ambito all’interno del Gruppo, in un contesto stimolante, potresti essere la persona giusta per la Società Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY STAFF

Learning Account per l’Area di Governo Chief Operating Officer

All’interno della Direzione Centrale Politiche di Sviluppo e Learning Academy potrai curare la relazione con i “clienti interni” per la rilevazione, l’analisi e la canalizzazione dei fabbisogni formativi delle strutture organizzative del Gruppo, per trasformarle in piani di formazione sviluppo. Se hai passione per le tematiche di formazione e desideri sfruttare le tue capacità relazionali, scopri come entrare nell’ Area di Governo Chief Operating Officer. >> Vai alla posizione

Learning Communication Strategist per l’Area di Governo Chief Operating Officer

All’interno della Direzione Centrale Politiche di Sviluppo e Learning Academy potrai organizzare la pubblicazione dei contenuti digitali e le comunicazioni, principalmente automatizzate, dirette ai colleghi coinvolti nelle iniziative di formazione. Se ti intendi di comunicazione web, ti appassionano le tematiche di marketing e sogni di lavorare in questo ambito all’interno del Gruppo, potresti essere la persona giusta per l’Area di Governo Chief Operating Officer. >> Vai alla posizione

Multinational Clients Specialist per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della struttura Corporate & SME avrai l’opportunità di supportare I team locali delle Banche Estere nell’esecuzione di iniziative di business insieme all’Head Office di Milano, in accordo con le linee guida della Divisione. Se il tuo desiderio è di utilizzare le tue capacità commerciali e relazionale in un contest dinamico e multiculturale, scopri come entrare  nel tram della Divisione International Subsidiary Banks. >> Vai alla posizione

Specialista Operations, Eurizon Capital Real Asset SGR

All’interno della Direzione Operations di Eurizon avrai l’opportunità di presidiare le attività di natura amministrativo-finanziaria collegate ai patrimoni conferiti in Mandato di Gestione. Se desideri valorizzare la tua esperienza nel settore del risparmio gestito e vorresti approfondire le tematiche finanziarie, scopri come entrare a far parte della Società Eurizon Capital Real Asset SGR. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

LE RICHIESTE BORSE DI STUDIO AI FIGLI UNIVERSITARI DEI COLLEGHI EX UBI E INTESA SANPAOLO: RELATIVE ALLO SCORSO ANNO ACCADEMICO 2020/2021

Da oggi fino al 31 marzo 2022 per i colleghi EX UBI le richieste per le borse di studio a favore dei figli universitari, (a.a. 2020/2021) possono essere inviate.

Da oggi fino al 28 febbraio 2022 per i colleghi NON ex Ubi la richiesta per le borse di studio a favore dei figli universitari, relative all’anno accademico 2020/2021, per il conguaglio del 1° anno e per gli anni successivi va inserita e inviata in #People > Servizi Amministrativi > Richieste amministrative > Borse di studio figli.

Le regole e le scadenze per i colleghi ex UBI e Intesa Sanpaolo

Da oggi è possibile inviare le richieste di borsa di studio relative allo scorso anno accademico 2020/2021, con modalità e regole differenziate per i colleghi Ex Gruppo UBI e non.

REGOLE PER I COLLEGHI EX UBI

Le richieste per le borse di studio a favore dei figli universitari, (a.a. 2020/2021) possono essere inviate da oggi ed entro il 31/03/2022.

Non possono attualmente essere gestite tramite l’apposita funzione di #People.
Vanno perciò inviate:
– compilando, per ogni figlio, il modulo BORSE DI STUDIO A FAVORE DEI FIGLI DEI DIPENDENTI EX GRUPPO UBI BANCA – UNIVERSITÀ 2020/2021 reperibile al percorso:
#People > Assistenza > Categoria = Borse di studio Figli > Dettaglio = Colleghi provenienti dall’ex gruppo UBI Banca > Descrizione = Come posso inviare la mia richiesta di borsa di studio figli per l’Università?

– Ogni modulo di richiesta deve essere accompagnato da:
1. Il piano di studi personale approvato dalla Facoltà scaricabile del sito dell’Università (area personale dello studente) da cui risultino gli esami previsti per ogni singolo anno di corso con indicazione dei relativi CFU, nonché la specifica di quelli superati con l’indicazione della data di superamento.

  1. la dichiarazione sostitutiva di certificazione con esami presente già compilata nel sito dell’Università (area personale dello studente) riportante
    – i dati identificativi dell’Ateneo,
    – i dati anagrafici dello studente,
    – il corso di laurea,
    – l’anno di corso,
    – l’elenco degli esami sostenuti,
    – le date di superamento di ogni esame,
    – i crediti acquisiti per ogni esame

Non verranno ritenute valide dichiarazioni sostitutive scritte a mano o non scaricate già precompilate dal sistema del sito universitario.

Solo nel caso in cui l’Ateneo non fornisca i suddetti documenti scaricabili online, è possibile allegare il certificato con esami rilasciato dalla segreteria dell’Università, (non è necessario che sia in bollo). Il certificato dovrà ripotare le informazioni già indicate per la dichiarazione sostitutiva di certificazione.

L’ufficio Servizi Amministrativi del Personale si riserva, se necessario, di richiedere ulteriore documentazione utile alla valutazione della richiesta.

La modalità di invio della richiesta è la stessa anche per i colleghi lungo assenti o cessati dal servizio e aventi diritto alla borsa di studio.

– Il modulo compilato e i relativi documenti universitari, (preferibilmente in formato .pdf) vanno inviati come allegati e-mail alla casella DipExUBI_Borsestudiofigli@intesasanpaolo

Attenzione: moduli e documenti non vanno inviati per posta in forma cartacea

La normativa di riferimento è contenuta nel modulo di richiesta.
– Alle e-mail pervenute verrà data conferma solo dopo il controllo dei documenti e la lavorazione della richiesta.
– Le richieste corrette ed inviate entro il 31/03/2022 verranno accreditate nel cedolino di maggio 2022
Per chiarimenti o richieste di supporto è possibile accedere a #People > Assistenza, scegliendo la categoria “Borse di studio figli”.

REGOLE PER I COLLEGHI NON EX UBI

La richiesta per le borse di studio a favore dei figli universitari, relative all’anno accademico 2020/2021, per il conguaglio del 1° anno e per gli anni successivi va inserita e inviata in #People > Servizi Amministrativi > Richieste amministrative > Borse di studio figli entro il 28/02/2022.

Alla richiesta va allegata, in formato digitale PDF, la dichiarazione sostitutiva di certificazione con esami presente già compilata nel sito dell’Università (area personale dello studente) riportante:
– i dati identificativi dell’Ateneo,
– i dati anagrafici dello studente,
– il corso di laurea,
– l’anno di corso,
– l’elenco degli esami sostenuti,
– le date di superamento di ogni esame,
– i crediti acquisiti per ogni esame.

La dichiarazione deve essere datata e firmata dallo studente.

Non verranno ritenute valide dichiarazioni sostitutive scritte a mano o non scaricate già precompilate dal sistema del sito universitario.

Solo nel caso in cui l’Ateneo non fornisca le dichiarazioni sostitutive di certificazione scaricabili online, è possibile allegare il certificato con esami rilasciato dalla segreteria dell’Università, (non è necessario che sia in bollo). Il certificato dovrà ripotare le informazioni già indicate per la dichiarazione sostitutiva di certificazione.

L’ufficio Servizi Amministrativi del Personale si riserva, se necessario, di richiedere ulteriore documentazione utile alla valutazione della richiesta.

La normativa di riferimento è disponibile in #People al seguente link.

I colleghi lungo assenti dal servizio possono presentare la domanda trasmettendo il modulo allegato al Regolamento alla casella e-mail dc_ap_serv_amm_pers.71029@intesasanpaolo.com

È importante ricordare che:
– saranno valutate solo le richieste pervenute entro il 28 febbraio 2022 e l’accredito avverrà con il cedolino di marzo 2022
– è utile verificare periodicamente lo stato della propria richiesta in #People > Servizi Amministrativi (nella parte alta della pagina è presente l’elenco di tutte le richieste):

– stato “INVIATA”: la richiesta è stata regolarmente acquisita dalla procedura;
– stato “IN VERIFICA”: l’ufficio Servizi Amministrativi del Personale sta eseguendo i consueti controlli di congruità;
– stato “SOSPESA”: è necessario seguire le istruzioni comunicate con apposita e-mail e che sono visibili nella procedura cliccando sulla richiesta; nel riquadro DESCRIZIONE CASO si troverà Stato Pratica: SOSPESA > Note per il dipendente
– stato “COMPLETATA”: la richiesta è stata approvata.

Per chiarimenti o richieste di supporto è possibile accedere a #People > Assistenza, scegliendo la categoria “Borse di studio figli”.

Per approfondire le questioni degli Assegni di Studio potete consultate la nostra Guida ASSEGNI DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI e comunque i nostri sindacalisti sul territorio (qui trovate tutti i loro riferimenti) sono a vostra disposizione per ogni chiarimento.

 

CIRCOLO ALI: STUDIO CON METODO! XMAS EDITION “1.0”, “2.0” E “ALLENIAMO LA LETTO-SCRITTURA”

Allo scopo di darne la più ampia diffusione, riprendiamo una comunicazione del Circolo ALI

Riparte Studio con metodo! Xmas Edition “1.0” e “2” – progetto realizzato in collaborazione con Welfare Come Te – che offre agli studenti dalla 4^ elementare sino al 2° anno delle scuole superiori, iscritti ad ALI come Soci familiari, un percorso per imparare ad apprendere in modo attivo, a gestire i compiti scolastici in autonomia, ad affrontare al meglio la didattica in presenza/a distanza e a migliorare il proprio rendimento scolastico.

Per conoscere tutti i dettagli dell’iniziativa cliccare qui di seguito:

STUDIO CON METODO! XMAS EDITION “1.0”, “2.0” E “ALLENIAMO LA LETTO-SCRITTURA” 

 

4 NUOVE POSIZIONI APERTE SU JOBS@ISP

Come d’uso ve ne diamo conto, su Jobs@ISP, il mercato del lavoro INTERNO di Intesa Sanpaolo, fino al 17 dicembre 2021 ci sono 4 nuove opportunità aperte. Trovate una sintesi delle ricerche in corso qui di seguito con i rimandi diretti ai dettagli di ciascuna di esse.

Le Divisioni IMI Corporate & Investment Banking e International Subsidiary Banks stanno cercando nuovi colleghi.  

JOB FAMILY BUSINESS DI PRODOTTO

Business Analyst/Associate per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Structured Finance – Energy & Industry Specialised Lending potrai supportare il team nella gestione di progetti di finanza strutturata per i clienti della Divisione. Se hai passione per settori industriali quali energia, telecom e infrastrutture oltre che per le tematiche finanziarie e desideri mettere in pratica le tue capacità analitiche all’interno di un contesto dinamico e internazionale, potresti essere la persona giusta per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

Business Analyst per la Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Direzione Global Corporate avrai modo di supportare i GRM nelle attività di origination di nuove linee di business con i clienti dell’Industry Retail & Luxury, così come sulla parte internazionale. Se desideri poter utilizzare le tue conoscenze finanziarie e creditizie e le tue capacità analitiche in un contesto sfidante e in cui poter avere un confronto quotidiano con il Top Management, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY REGULATORY

Capital Markets ISDA Advisory – Legal jr, Divisione IMI Corporate & Investment Banking

All’interno della Struttura di Legal Advisory Capital Markets e Finanza Cartolare potrai supportare il team nella predisposizione e gestione della contrattualistica legata ai Capital Market e Investment Banking. Se ti interessano le tematiche normative dei mercati dei capitali e desideri utilizzare le tue conoscenze di nature legale in ambito di diritto internazionale, scopri come entrare nella Divisione IMI Corporate & Investment Banking. >> Vai alla posizione

JOB FAMILY QUANTS

Senior FTP and Balance Sheet Management Analyst per la Divisione International Subsidiary Banks

All’interno della Direzione Pianificazione e Controllo collaborerai con le banche estere all’ottimizzazione della struttura di Bilancio, alla gestione dei tassi di interesse e alle attività di copertura. Se desideri mettere a frutto le tue capacità analitiche in un contesto dinamico e internazionale, scopri come entrare a far parte della Divisione Banche Estere. >> Vai alla posizione

Vuoi candidarti da app mobile?

Accedi all’App #People dal tuo smartphone aziendale o Bring Your Own Device e leggi questa news direttamente da mobile. Puoi anche esplorare la sezione Jobs@ISP e cercare la posizione che ti interessa nelle Job Family di Intesa Sanpaolo.

Per utilizzare l’App #People è necessario aver attivato StrongAuth. Se non l’hai ancora fatto, dal tuo pc >> Vai a StrongAuth

Clicca qui per scoprire di più

Visita #People-Jobs@ISP

Scopri le regole di Jobs@ISP

 

 

X