Archivio Divisione Insurance

CARGEAS: L’AZIENDA PROSEGUA DA SOLA!

Si è conclusa oggi la procedura di fusione per incorporazione di Cargeas in ISP Assicura,

SENZA LA FIRMA DELL’ACCORDO DA PARTE DELLE OO.SS. 

Capogruppo ha aperto la procedura art. 47 legge 428, incontrando le OO.SS. il 2 agosto scorso, e in quell’occasione avrebbe dovuto informarle immediatamente in merito alla decisione di chiudere le sedi di Bergamo e Varese, e non comunicarlo il 20 settembre come accaduto.

Questa omissione è una grave scorrettezza ed è inammissibile che nessuna delle molte proposte, sotto citate, effettuate dalle OO.SS. sia stata accolta:

  • distaccamento in hub limitrofi alla piazza di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori;
  • ricorso al lavoro agile come già previsto dal nostro CCNL ANIA per questi casi in modo da mitigare l’impatto della mobilità territoriale (trasferimento di sede);
  • pacchetto economico per affrontare meglio il disagio legato alla variazione di sede;
  • limitare la mobilità per i part-time nell’arco di 20 km. dalla residenza;
  • trasferimento delle colleghe e dei colleghi posticipata di almeno tre mesi al fine di trovare soluzioni professionali adeguate sulle rispettive piazze di lavoro;
  • posticipazione della chiusura delle sedi di Bergamo e Varese in attesa della conclusione della trattativa di Gruppo in corso sullo smart working, come possibile alternativa allo spostamento della piazza di lavoro;
  • apertura di una procedura a parte, dedicata appositamente all’operazione di chiusura delle sedi, in modo da avere i trenta giorni in più di trattativa previsti dall’Art. 15 del CCNL

I capisaldi delle OO.SS. sono il mantenimento delle sedi di lavoro e della professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti nella chiusura delle sedi (e in questo caso stiamo parlando di 11 persone!!!).

Capogruppo, tra l’altro noncurante delle conclamate carenze di organico e delle relative difficoltà ad esse legate nella Divisione Insurance, prosegue nel privilegiare attività al di fuori del perimetro di settore, provocando la desertificazione territoriale anche in ambito assicurativo.

Nonostante la mancata firma dell’accordo, le OO.SS. vigileranno sugli sviluppi della situazione tutelando i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti.

Se dovesse proseguire un tale atteggiamento di chiusura nei confronti della Divisione Insurance, ogni futura trattativa partirebbe in salita.

RR.SS.AA. Divisione Insurance 22/09/2022

 

INCORPORAZIONE CARGEAS – INCONTRO 20.09.2022

Oggi  le  OO.SS  della  Divisione  Insurance   si  sono incontrate   con  l’Azienda  e  la Capogruppo per discutere in merito alla fusione per incorporazione di Cargeas Assicurazioni S.p.A. in Intesa Assicura S.p.A.

Solo in questa occasione, nonostante i pregressi incontri avvenuti, l’Azienda ha comunicato alle OO.SS. la chiusura delle sedi di Bergamo, Varese e Roma di Cargeas Assicurazioni S.p.A.

L’azienda si è presentata con una bozza d’accordo che prevede anche il cambio di sede a Milano per 11 colleghi di Bergamo e Varese tra cui 5 part time.

Per quanto riguarda i colleghi di Roma verrà mantenuta la piazza di lavoro ma potrebbe cambiare il percorso professionale.

Di fronte al nostro iniziale e comprensibile rifiuto a firmare tale accordo l’azienda ha esordito dicendo: “FAREMO SENZA DI VOI!!!”.

Tutto ciò è inaccettabile e incoerente per un grande gruppo che si definisce etico e si vanta di avere un buon modello di relazioni industriali, mostrando poco interesse sul futuro dei lavoratori coinvolti, i quali si vedrebbero cambiata la vita da un giorno all’altro.

L’Azienda che vanta ottimi risultati, in un momento così delicato del paese e di difficili condizioni economiche, desertifica i territori chiudendo le sedi.

Ci auspichiamo che l’azienda faccia proprie le nostre legittime richieste a tutela dei lavoratori coinvolti, pertanto faremo tutto quanto in nostro potere per garantire le migliori tutele ai lavoratori coinvolti.

Il prossimo incontro con l’Azienda è previsto per il giorno 22.09.2022, vi terremo aggiornati.

RR.SS.AA. Divisione Insurance 20/09/2022

INCONTRO CAPOGRUPPO E DIVISIONE ASSICURATIVA DEL 9 APRILE 2020

Si è svolto oggi l’incontro in videoconferenza richiesto delle Organizzazioni Sindacali Assicurative sul tema delle ferie richieste su iniziativa unilaterale dall’Azienda. All’incontro come di consueto ha partecipato anche Capogruppo.
Capogruppo ha motivato la scelta di chiedere la fruizione dei 6 giorni entro il 30 aprile, più i 2 giorni entro il 2 giugno, tenendo conto del fruito negli anni precedenti, questa fruizione è stata decisa dall’Unità di Emergenza perché, quando ci sarà la ripresa, non si potrà permettere una fruizione complessiva delle ferie in tempi ravvicinati dovendo mantenere l’obiettivo di arrivare a fine anno senza residui (salvo i casi non programmabili di assenze per gravidanza o lunghe malattie). Ad oggi, inoltre, Capogruppo ha riferito che mediamente nelle Compagnie i dipendenti hanno già usufruito, dal 1\° gennaio ad oggi, di 2,5 giorno di ferie, pertanto la pianificazione media sarebbe di 3,5 giornate entro il 30 aprile e 2 entro il 2 giugno.
Abbiamo evidenziato come, soprattutto, la fruizione dei primi 6 giorni di ferie da fruire entro il 30 aprile, generi inevitabilmente problemi organizzativi di non poco conto la cui soluzione non può ricadere sui dipendenti, ad alcuni dei quali da una parte viene detto di usufruire delle giornate di ferie e, dall’altra, di lavorare addirittura il sabato e la domenica.
Abbiamo pertanto chiesto con forza che almeno il termine del 30 aprile venisse spostato al 31 maggio, pur non accettando tale richiesta, Capogruppo ha riconosciuto che i Responsabili, in collaborazione con la Gestione Risorse, dovranno effettuare un’attenta valutazione di questi casi, introducendo eventuali adattamenti nelle funzioni nelle quali fosse necessario intervenire per evitare eventuali forzature.
Chiediamo alle colleghe ed ai colleghi di segnalarci eventuali forzature o distonie per permetterci di intervenire prontamente. Come Organizzazioni Sindacali siamo perfettamente consapevoli del momento di emergenza e del fatto che i nostri colleghi delle filiali lavorano in prima linea anche per noi, ma non per questo si possono effettuare forzature rispetto al reale godimento delle ferie.
Abbiamo anche ricordato che il 30 giugno p.v. scadrà la banca delle ore, come da protocollo del 18 dicembre 2017, chiedendone la proroga a fine anno.
Capogruppo non ha accettato di rivedere quanto previsto nell’accordo, pertanto la scadenza rimane ferma a quella data. Ci preme quindi ricordare, a chi avesse ore ancora da usufruire, che se le stesse non verranno utilizzate entro il 30 giugno, saranno azzerate.

Vi ricordiamo che chiunque può effettuare donazione di ore o di giorni alla Banca del Tempo. Questo istituto, spesso utilizzato anche da colleghi assicurativi, è un valido aiuto a chi si trova a dover fronteggiare momenti di grave difficoltà.
Abbiamo chiesto ed ottenuto, che per quest’anno, non vengano imposte le due settimane di chiusura nel mese di agosto, che potrebbero creare ulteriori difficoltà al personale.
Infine, abbiamo chiesto che le 6 giornate di ferie aggiuntive deliberate dal CDA di Capogruppo del 17 marzo u.s., siano riconosciute anche ai dipendenti con contratto assicurativo, come fatto per la platea dei colleghi bancari che è stata fotografata alla data del 17 marzo e:
– si trovasse nella condizione di non poter lavorare con modalità lavoro flessibile;
– pur se abilitato al lavoro flessibile, non disponesse del pc portatile fornito dall’azienda.
Capogruppo ha accettato il riconoscimento di queste 6 giornate anche al personale assicurativo rispondente alle caratteristiche su esposte e la cui modalità di fruizione, o eventuale monetizzazione per un massimo di 3 giornate, sarà oggetto di successiva informativa.
Nel ricordarvi che l’accordo sottoscritto sul lavoro flessibile prevede che NON venga effettuato lavoro straordinario durante lo svolgimento dello stesso, come Organizzazioni Sindacali, pur consapevoli dell’emergenza in atto, riteniamo che vada in ogni caso rispettata la necessità del recupero psico-fisico reale dei lavoratori e delle lavoratrici, nonché le esigenze delle persone e delle famiglie. Milano, Roma e Torino, 09/04/2020

 

APPROFONDIMENTO SU PAV E PASSAGGIO DA TIME-ADP A SAP

PAV 2018

Il pagamento, nel caso in cui venga scelta l’opzione di erogazione cash, l’importo verrà riconosciuto i primi del prossimo mese di maggio con accredito sul c/c. dell’importo netto con successiva sistemazione nel cedolino di fine mese.

Analoga modalità verrà utilizzata per il riconoscimento dell’importo relativo al raggiungimento dei KPI per i lavoratori delle “squadre” coinvolte.

 

PASSAGGIO DA TIME ADP A SAP

Ai fini di perseguire l’obiettivo di sviluppo della digitalizzazione previsto nel Piano industriale, ci è stato illustrato il nuovo portale “#people” che conterrà tutte le informazioni relative al profilo anagrafico e professionale di ciascuno, compresi i nuovi sistemi di Valutazione delle Performance e Rilevazione delle Conoscenze, oggetto di una prossima presentazione.

Saranno previsti diversi incontri formativi, nelle diverse piazze, al fine di consentire la più ampia conoscenza dell’applicativo.

Nella fase di transizione si specifica che:

  • Dal 20 marzo verranno consegnati i nuovi badge da utilizzarsi dal 1 aprile.
  • Il 2 aprile sarà l’ultimo giorno utile per l’inserimento in Time ADP di tutti i giustificativi e rimborsi spese inerenti il mese di marzo, dal giorno successivo l’applicativo sarà        accessibile solo per consultazione.
  • Dal 23 aprile al 7 maggio potranno essere inseriti i nuovi giustificati e rimborsi spese nella nuova piattaforma SAP.
  • Dal 24 aprile sarà attiva la “segreteria online” che consentirà la possibilità, ove necessario di allegare la documentazione in formato digitale.

Risulterà necessario procedere al caricamento delle ferie su SAP non essendo possibile la loro migrazione.

Si ricorda che le ex festività, come già previsto, verranno automaticamente imputate tra le prime giornate di assenza per ferie.

N.B. l’ultimo cedolino emesso da Time ADP sarà quello inerente il mese di marzo 2019.

 

AMPLIAMENTO NORMATIVO PROTOCOLLO DEL 18/12/2017

Mensilità

Non essendoci la possibilità tramite SAP di gestire l’erogazione di più di dodici mensilità, è stato previsto l’accorpamento in un unico cedolino e in un’unica data, dell’erogazione delle mensilità aggiuntive (13a e 14a) con gli stipendi, al 20 giugno e al 20 dicembre;

 

Orario di lavoro area Quadri

Riconoscimento del riposo compensativo in caso di prestazione lavorativa effettuata di sabato, domenica o altra giornata di riposo.

 

Permessi retribuiti

Congedo straordinario nozze di 15 giorni, per matrimoni contratti anche con altri confessioni riconosciute.

Banca del Tempo ampliamento delle causali con aumento di 5 giorni in relazione a specifiche ulteriori casistiche – vedi dettaglio in accordo.

Assegno per familiari portatori di handicap innalzamento ad € 3.000 lordi annui.

Congedo parentele possibilità di fruizione anche ad ore.

Testo dell’Accordo Insurance 13.03.2019

Testo dell’Accordo PAV 2018 13.03.2019

 

PAV 2018 – PASSAGGIO DA TIME ADP A SAP

In data odierna si è svolto l’incontro con Capogruppo e i responsabili della divisione Insurance durante il quale è stato ratificato l’accordo inerente al PAV 2018, che verrà erogato nei primi giorni di maggio.

Ai fini di perseguire l’obiettivo di sviluppo della digitalizzazione previsto nel Piano industriale è stato illustrato il passaggio all’applicativo SAP in virtù del quale abbiamo sottoscritto l’accordo per la nuova gestione delle presenze.

Nell’ambito di tale accordo ad integrazione del Protocollo 18/12/2017, abbiamo mutuato alcuni istituti migliorativi di Capogruppo:

  • unificazione cedolini ed erogazione delle mensilità aggiuntive (13a e 14a) congiuntamente agli stipendi, al 20 giugno e al 20 dicembre;
  • riconoscimento di 15 gg. di congedo straordinario nozze per matrimoni contratti anche con altri confessioni riconosciute;
  • ampliamento delle causali di Banca del tempo con aumento di 5 giorni in relazione a specifiche casistiche;
  • innalzamento ad € 3.000 lordi annui dell’assegno una tantum per familiari portatori di handicap;
  • possibilità di fruizione del congedo parentale anche ad ore.

Seguiranno a breve le copie di entrambe gli accordi sottoscritti.

Milano 13/3/2019

CLICK QUI PER LA VERSIONE PDF

 

RISULTATO DELLE ASSEMBLEE

 

In seguito all’esito delle assemblee dell’8 e 9 gennaio, che su tutte le tre piazze sono risultate in maggioranza favorevoli ai contenuti della contrattazione di 1° e 2° livello presentati, approvando quindi il Protocollo del 18/12/2017, comunichiamo ai lavoratori e alle lavoratrici che restiamo in attesa di convocazione da parte di Aziende e Capogruppo al fine di condividere le modalità attuative in termini di gestione operativa.

Milano – Roma – Torino, 11/01/2018

 

COMPARAZIONE NORMATIVA ABI e ANIA

Sul tema orario di lavoro in primis occorrerà armonizzazione le differenze tra le tre Compagnie e quindi confrontarci, nel corso della trattativa, sulla proposta di Capogruppo sull’inserimento del venerdì pomeriggio e la copertura della mezza giornata di sabato.

Per alcuni elementi è stata ipotizzato da Capogruppo l’inserimento del doppio regime tra nuovi e vecchi dipendenti.

Tutti gli argomenti citati sono oggetto di approfondimenti da parte delle organizzazioni sindacali al fine di affrontare correttamente i prossimi incontri.

La Fisac CGIL è il Sindacato più rappresentativo della Divisione Insurance con n° 164 iscritte e iscritti, così distribuiti:

  • n° 99 tra il 4° e il 6° livello
  • n. 65 tra il 6°q e il 7° livello

Questo ci permette, attraverso il confronto quotidiano con ciascuno di voi, di poter avere una visione d’insieme che tenga conto di tutte le specificità e ci consente di affrontare con la dovuta attenzione anche temi quali “Inquadramenti e mansioni”.

CLICK QUI PER LA TABELLA COMPARATIVA

 

CONTRATTAZIONE DI GRUPPO?

In data 2 e 3 ottobre le RSA, unitamente alle segreterie Nazionali di ciascuna sigla, hanno incontrato le Aziende e Capogruppo, che hanno illustrato la necessità di sviluppare il confronto nei seguenti ambiti:

  • Area contrattuale – contact center
  • Ferie e festività
  • Assenze per malattia
  • Banca ore
  • Permessi
  • Trattamenti di missione
  • Orario di lavoro
  • Inquadramenti e mansioni
  • Formazione
  • Buoni pasto
  • Previdenza integrativa
  • Trattamenti in caso di caso morte o invalidità
  • Assegni di studio
  •  PAV……

CLICK QUI PER IL VOLANTINO

 

Comunicato unitario ISPV e ISA sul piano industriale

Prendiamo atto che il Piano d’Impresa 2014-2017 presentato il 28 Marzo è “un progetto di vita per la banca, per ciascuno di noi, un progetto che ci permetterà di crescere insieme valorizzando le nostre capacità e le nostre aspirazioni  . . . che permette di creare uno dei principali poli assicurativi in Italia . . . con riserve di 93 miliardi a fine 2013”.

Per il comunicato clicca quì…   Comunicato unitario 01 04 2014

X