Archivio Direzione Regionale Campania, Calabria e Sicilia

TRIMESTRALE AREA NAPOLI E PROVINCIA LUGLIO 2023

Il giorno 12 e 14 luglio 2023 si sono tenuti in presenza gli incontri trimestrali dell’Area Napoli e Provincia e delle Strutture di Centrale tra la delegazione aziendale e le scriventi OO.SS.

Presenti l’ufficio Relazioni Industriali, il Responsabile del Personale della DR, Ctpar della DR, i Direttori Commerciali Area Retail e Exclusive, il Responsabile Sicurezza ed il Gestore del Personale della Filiale Digitale.

Il Dott Mastria Direttore Commerciale Retail ha illustrato i risultati di periodo che risultano in   linea con i precedenti del 2022 anche se il contesto esterno, legato soprattutto all’aumento dei tassi, impatta negativamente su alcuni comparti.

Ha ringraziato il personale tutto per il lavoro svolto, sottolineando che la priorità della Banca è quella di far stare bene le persone e che solo   un clima lavorativo sereno può aiutare il gruppo a crescere ed a raggiungere gli importati obiettivi prefissati.

Proprio con riferimento all’aumento dei tassi di interesse, abbiamo segnalato le criticita’ derivanti dal loro impatto sui mutui al personale a tasso variabile, invitando l’azienda a trovare soluzioni che allievino il disagio per i colleghi interessati.

“Fare stare bene le persone”, un concetto che viene spesso ripetuto ma che purtroppo non sempre ha riscontro concreto nella quotidianità per molti colleghi.

È questo quanto evidenziato in prima battuta dalla delegazione sindacale.

 

Cliccare qui per leggere il documento

TRIMESTRALE AREA NAPOLI E PROVINCIA LUGLIO 2023

 

 

 

 

SOGNANDO LA “DIGITAL PAPER”

Nel contesto storico sociale che stiamo vivendo, il mondo digitale sta fagocitando sempre più strumenti analogici che avevano caratterizzato la vita quotidiana: notifiche, email e messaggistica varia hanno definitivamente sostituito la tanto amata carta da lettera, ma c’è una funzione che la carta continua ad assolverecon grande onore e necessità primaria:

QUELLA IGIENICA!!!!

Registriamo che nelle ultime settimane, nella maggior parte dei luoghi di lavoro, la fornitura di carta asciugamani ed igienica risulta carente o addirittura mancante.

In alcuni casi ancor più gravi, dato per scontata l’indispensabilità, le lavoratrici ed i lavoratori sono stati costretti ad autotassarsi per ottemperare a questa esigenza.

Si ritiene doverosoun intervento tempestivo e risolutoreche possa mettere fine a questa situazione incresciosa.

IN ATTESA DI UNA “DIGITAL PAPER” CHIEDIAMO PIU’ CARTA PER TUTTI !!!

 

LE ASSEMBLEE A NAPOLI E IN CAMPANIA

LE ASSEMBLEE COI LAVORATORI NEL NOSTRO TERRITORIO

Nel mese che sta per concludersi sono state tenute le assemblee volute da tutte le sigle sindacali sulla situazione nel gruppo Intesa  Sanpaolo, alla luce dell’impossibilità di trovare un accordo con l’azienda  sui recenti temi.

Grande, al di sopra delle aspettative e anche delle presenze registrate nel recente passato, è stata la partecipazione delle colleghe e dei colleghi. Partecipazione, attiva, che ha visto moltissimi prendere la parola, fare domande, chiedere chiarimenti, esporre anche legittimamente delle critiche.

E’ stata una importante occasione per riallacciare un dialogo diretto tra sindacato e lavoratori dopo gli anni della pandemia,  che questo rapporto aveva non poco ostacolato.

Oltre alle recenti vicende aziendali sono stati toccati molti temi che afferiscono la sempre più complicata quotidianità lavorativa nelle nostre filiali e nelle nostre strutture.

I temi trattati sono stati tanti, dalle indebite pressioni commerciali, alle condizioni di lavoro, all’assistenza alla rete sempre più insufficiente, al clima aziendale, alla formazione sempre poco fruibile e inadeguata, alla  disciplina, alla sicurezza, sempre più minacciata dalle politiche aziendali volte al contenimento dei costi, alla insufficienza degli organici, all’aggravio di stress che le varie riorganizzazioni aziendali stanno scaricando in primis sui lavoratori e poi anche sulla clientela.

Gli interventi dei colleghi,  espressi sempre con  preparazione, attenzione, puntualità ed equilibrio, hanno rivelato come il malcontento diffuso sia arrivato a livelli di intollerabilità e di inaccettabilità. Da più parti ci viene richiesto di riprendere la trattativa, e  , se questa non dovesse portare a risultati apprezzabili, di valutare anche l’inizio di una stagione vertenziale nei confronti dell’azienda.

Sono istanze che non possiamo ignorare.

Abbiamo sempre creduto, come FISAC-CGIL, che il rapporto diretto coi lavoratori fosse  di fondamentale importanza e vada esercitato con continuità, costanza , nella convinzione radicata che la partecipazione alla vita lavorativa , il dialogo e il confronto siano elementi imprescindibili della nostra attività di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.

Altri importanti passi ci attendono, a cominciare dal rinnovo del contratto nazionale di lavoro, per questo , e alla luce del confortante risultato partecipativo delle ultime assemblee, ribadiamo il nostro impegno a mantenere vivo il confronto coi i colleghi tutti.

Napoli, 31 Marzo 2023                                                 I COORDINATORI D’AREA

NAPOLI E PROVINCIA E CAMPANIA

ASSEMBLEE DI MARZO

PVR ECCELLENZA: SERVE PIU’ TRASPARENZA

PVR ECCELLENZA: SERVE PIU’ TRASPARENZA PER LE “NOSTRE PERSONE”

 

Il PVR 2022 verrà erogato a maggio dopo l’approvazione del Bilancio da parte dell’Assemblea degli Azionisti ISP.

Ma ancora prima dell’erogazione, e mentre si cerca di scegliere se preferire il conto sociale o l’erogazione in busta paga, già nascono malcontenti ed insoddisfazioni.

Siamo stati tutti ‘’vessati’’ per il raggiungimento dei risultati, ma molti colleghi non potranno raccogliere i frutti del loro lavoro.

Infatti, i criteri previsti dall’eccellenza escludono sia chi non ha una valutazione totalmente positiva (da in linea con le aspettative in su), sia coloro che non hanno terminato i singoli corsi obbligatori individuati per pvr eccellenza nei  tempi prestabiliti ( con riduzione dell’importo del 30%) , sia coloro che non  hanno  fruito tutti i corsi previsti e che quindi  non percepiranno la quota dell’eccellenza, qualora la Filiale rientri in questa categoria.

L’ azienda diffonde i chiarimenti sempre dopo, troppo dopo.

Solo nel mese di marzo, ovvero qualche giorno fa, sono state diramate “REGOLE DI GRUPPO IN MATERIA DI FRUIZIONE DELLA FORMAZIONE OBBLIGATORIA”, dove viene specificato che i corsi formativi ai fini dell’eccellenza devono essere fruiti entro  60 giorni dalla loro pubblicazione.

E che vengono considerati nuovi corsi obbligatori quelli pubblicati in digitale o organizzati in aula fisica/remota a partire dal 1° gennaio e fino al 15 dicembre di ogni anno.

Probabilmente se le regole fossero state chiare sin dall’inizio non avremmo avuto un cospicuo numero di colleghi che si trovano esclusi o decurtati dal PVR ECCELLENZA, perché in alcuni casi i corsi sono stati fruiti, e magari il test non si è riuscito a fare in tempo.

Ci saremmo aspettati un’attenzione maggiore da questa Azienda, affinché allertasse i colleghi che stavano sforando il termine di fruizione previsto, e ci saremmo aspettati che i colleghe/i lungo assenti potessero far rinviare la fruizione di questi, per non ritrovarsi esclusi da questo specifico sistema PVR/ECCELLENZA.

 

Il CEO continuamente ama definire i colleghi “le nostre persone”, ma a volte sembra che si voglia solo lucrare sulle lavoratrici e i lavoratori.

 

Napoli 27 Marzo 2023                               I COORDINATORI D’AREA

                                                       NAPOLI E PROVINCIA- CAMPANIA

pvr ECCELLENZA serve piu’ trasparenza

Problematiche accorpamento Filiali

Accorpamento Filiali

 

Spettabile

Intesa Sanpaolo

Ufficio Prevenzione e Protezione

Napoli

 

Spettabile

Intesa Sanpaolo

Ufficio Relazioni Industriali

Milano

 

Accorpamento della Filiale 66064 sulla Filiale 66069

Rileviamo che a seguito dell’accorpamento delle Filiali in oggetto sulla piazza di Reggio Calabria, sono sorte una serie di problematiche che di seguito riportiamo.

  • Mancano 1 postazione Exclusive e 1 Retail rispetto al personale in organico alle Filiali
  • Per due postazioni al piano superiore non sussistono le dimensioni previste nonchè la distanza minima necessaria e prescritta per il passaggio in uscita e l’eventuale evacuazione
  • Alle spalle di una postazione già esistente c’è un quadro elettrico troppo ravvicinato al lavoratore
  • Una stampante laser multifunzione si trova accanto a una postazione
  • Ad oggi non è attiva la portabilità del numero telefonico dei gestori che cambiando postazione non riescono a ricevere telefonate dalla clientela

 

Precisiamo che durante la riunione di delucidazione del progetto di accorpamento è stato indicato dall’Ufficio del Ctpar che la presenza di tutto il personale dovrà essere gestita con il ricorso al lavoro flessibile, ma per quanto verificato ciò non è attuabile.

 

Alla luce di quanto sopra si richiede con urgenza l’allestimento delle due postazioni mancanti e la risoluzione delle altre problematiche evidenziate.

 

Cordiali saluti.

 

 

Reggio Calabria, 27.3.2023

Rappresentanze Sindacali Aziendali

Intesa Sanpaolo Reggio Calabria

Fabi- First Cisl – Fisac Cgil – Unisin

ASSEMBLEA SALERNO 15 MARZO 2023

ASSEMBLEA DEL 15 MARZO 2023

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

 

 

Alle lavoratrici e ai lavoratori delle Aziende del Gruppo ISP delle Filiali e delle Strutture Centrali della Banca dei Territori che operano nella seguenti piazze della Provincia di Salerno:

 

Salerno – Cava dei Tirreni  – Baronissi – Mercato S.Severino – Amalfi – Maiori –Minori – Positano – Battipaglia – Eboli – Eboli ag.1 – Giffoni V.P. Pontecagnano– Montecorvino Rovella – Campagna – – Oliveto Citra – Roccadaspide – Agropoli – Santa Maria di Castellabate -Centola – Camerota – Polla- Sala Consilina – Vallo della Lucania – Sapri- Nocera inferiore – Nocera Superiore – S.Egidio del Monte Albino – Castel San Giorgio -Pagani – Sarno – Angri – Scafati – Siano – San Marzano sul Sarno

 

Come già anticipato, per illustrare la delicata situazione di Intesa Sanpaolo, LUNEDI 15 MARZO 2023 si svolgerà l’assemblea sindacale secondo il seguente orario :

  • da inizio orario di lavoro antimeridiano dalle ore 08.30 alle ore 10:30 per tutte le colleghe e tutti i colleghi in servizio in PART-TIME esclusivamente in modalità da remoto utilizzando il link fornito dall’azienda tramite la piattaforma MICROSOFT TEAMS, utilizzabile da qualunque apparecchio scaricando l’APP o collegandosi su internet , collegamento che a breve forniremo

 

  • da inizio orario di lavoro pomeridiano dalle 14.40 alle 16.55 per tutte le colleghe e tutti i colleghi in servizio a FULL-TIME IN MODALITA’ MISTA

 

  • in presenza c/o presso l’hotel Novohotel Salerno Est Arechi Via Generale Clark 49. Salerno

 

  • in modalità da remoto utilizzando il seguente link tramite la seguente piattaforma jitsi meet utilizzabile da qualunque apparecchio scaricando l’APP o collegandosi su internet :

 

 

 

Ricordiamo che

  • Per quanto riguarda le colleghe e i colleghi in part-time, essendo esclusivamente da remoto, è possibile utilizzare sia strumenti personali che aziendali.

Inoltre è previsto il tempo di rientro alla Filiale di appartenenza;

  • Per l’assemblea pomeridiana, in caso di utilizzo del canale remoto, invece, è consentito solo l’uso di strumenti personali;
  • Le Unità produttive fino a 7 persone (compresi i distaccamenti) devono assicurare l’operatività dello sportello;

 

Rappresentanze Sindacali Aziendali

Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca Uil – Unisin

 

 

 

ASSEMBLEA SALERNO 15 MARZO 2023

ASSEMBLEA FRATTAMAGGIORE 13 MARZO 2023

 

ASSEMBLEE DEL PERSONALE

 

A TUTTE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI

 

 

VI COMUNICHIAMO CHE  SONO STATE  INDETTE UNITARIAMENTE DA PARTE DI TUTTE LE SIGLE SINDACALI   LE ASSEMBLEE DEL PERSONALE, SECONDO IL CALENDARIO SOTTO RIPORTATO, CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

 

SITUAZIONE GRUPPO INTESA SANPAOLO;

VARIE ED EVENTUALI.

 

NELLA GIORNATA DEL 13/03/2023

 

DALLE ORE 14.40 ALLE ORE 16.55

 

tutte le unità produttive presenti nei comuni di:

 

FRATTAMAGGIORE-GIUGLIANO IN CAMPANIA-VILLARICCA-QUALIANO-SANT’ANTIMO-FRATTAMINORE—GRUMO NEVANO-MELITO-CAIVANO-CARDITO-MARANO DI NAPOLI -MUGNANO-CASORIA-ARZANO-BRUSCIANO

 

L’ASSEMBLEA SI TERRA’ IN PRESENZA PRESSO

 Cinema Teatro Lendi

Strada Provinciale Grumo Nevano-S. Arpino  144- 80028 Grumo Nevano (NA)

 

 

 

 

 

 

 

 

Napoli, 7 Marzo 2023                                   LE RSA

                                                                       LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

 

FABI-FIRST CISL –FISAC CGIL – UILCA UIL – UNISIN       

 

ASSEMBLEA FRATTAMAGGIORE

ASSEMBLEA A CASTELLAMMARE DI STABIA 10 MARZO 2023

 

ASSEMBLEA DEL PERSONALE

ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI

 

 

Vi comunichiamo che è  stata  indetta unitariamente da parte di tutte le sigle sindacali  nella giornata del 10/03/2023 dalle ore 14.40 alle ore 16.55   la seguente assemblea del Personale di Intesa Sanpaolo per tutte le unità produttive presenti nei comuni di:

 

CASTELLAMMARE DI STABIA-TORRE ANNUNZIATA-TORRE DEL GRECO-TRECASE-AGEROLA-PIMONTE-GRAGNANO-SORRENTO-PIANO DI SORRENTO-VICO EQUENSE-LETTERE-SANTA MARIA LA CARITA’-MASSA LUBRENSE-SANTA’ANTONIO ABATE-POMPEI

 

Ordine del giorno:

 situazione Gruppo Intesa Sanpaolo;

 varie ed eventuali.

 

 

Comunichiamo che le menzionata assemblea   si terrà  in presenza, presso

 

Teatro Karol, Via Salvator Allende, 4, Castellammare di Stabia (NA)

 

 

6 Marzo 2023                                     LE RSA

                                                           LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

FABI-FIRST/CISL-FISAC/CGIL-UILCA-UNISIN

 

ASSEMBLEA CASTELLAMMARE 10 MARZO 2023

INTEGRAZIONE ASSEMBLEA NAPOLI 8 MARZO

I

 

INTEGRAZIONE ASSEMBLEA NAPOLI DELL’8 MARZO 2023

 

 

A integrazione delle comunicazione precedente di pari oggetto,  all’assemblea prevista per il giorno 8 Marzo p.v. sulla piazza di  Napoli, parteciperanno anche:

 

  1. dalle ore 8.30 alle ore 10.30 tutte  le lavoratrici e i lavoratori part time  delle piazze di CAPRI-AFRAGOLA,   SANT’ANASTASIA e BOSCOREALE;

 

  1. dalle ore 14.40 alle ore 16:55:
  • tutte le lavoratrici e i lavoratori full time delle piazze di CAPRI-AFRAGOLA,    SANT’ANASTASIA e BOSCOREALE
  • tutte le lavoratrici e i lavoratori delle strutture di FILIALE ON LINE (Filiale digitale, Filiale Digitale Remota e Filiale Digitale Specializzata) che effettuano i turni pomeridiani

 

Resta fermo quant’altro precedentemente comunicato.

 

Napoli 3/3/2023                                LE RSA

                                                           LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

FABI FIRST-CISL FISAC-CGIL-UILCA-UNISIN

NTEGRAZIONE ASSEMBLEA DI NAPOLI PER I LAVORATORI

ASSEMBLEE CASERTA

 

Alle lavoratrici e ai lavoratori della Provincia di Caserta del Gruppo Intesa Sanpaolo delle Filiali (Filiali Retail, Filiali Digitale, Filiali Exclusive, Filiale Imprese, Filiale Agribusiness, Filiale Impact) e delle Strutture Centrali della Banca dei Territori

 

ASSEMBLEA DEL PERSONALE

SULLA “SITUAZIONE IN INTESA SANPAOLO”

LUNEDI 06 MARZO 2023

 

ØMATTINO PER I COLLEGHI IN PART-TIME:

 

da inizio orario di lavoro antimeridiano alle ore 10.30 esclusivamente da remoto (con collegamento che in seguito provvederemo a comunicare)

ØPOMERIGGIO PER I COLLEGHI FULL TIME:

 

inizio orario di lavoro pomeridiano fino alle 16.55

l’assemblea di terrà in modalità mista:

– In presenza presso l’Hotel NOVOTEL Ss 87 Sannitica, Km 22, 600, 81020 Capodrise CE

 

– da remoto tramite il seguente link:  https://meet.goto.com/216176965

 

 

VI ASPETTIAMO NUMEROSI

partecipare all’assemblea è un diritto/dovere e un’ampia adesione è ogni volta sempre più importante per conferirci una maggiore forza contrattuale .

 

 

 

Rappresentanze Sindacali Aziendali

Fabi – First Cisl – Fisac Cgil – Uilca Uil – Unisin

ASSEMBLEA CASERTA

ATTENZIONE! ERRATA CORRIGE ASSEMBLEA NAPOLI 8.3.2023

ATTENZIONE! LA PRESENTE ANNULLA E SOSTITUISCE INTEGRALMENTE  LA COMUNICAZIONE PRECEDENTE

 

ASSEMBLEE DEL PERSONALE

 

 

A TUTTE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI

 

 

VI COMUNICHIAMO CHE  SONO STATE  INDETTE UNITARIAMENTE DA PARTE DI TUTTE LE SIGLE SINDACALI   LE ASSEMBLEE DEL PERSONALE, SECONDO IL CALENDARIO SOTTO RIPORTATO, CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

 

SITUAZIONE GRUPPO INTESA SANPAOLO;

VARIE ED EVENTUALI.

 

  NELLA GIORNATA DEL 08/03/2023

 

   DALLE ORE 8.30 ALLE ORE 10.30

 

tutte le strutture centrali  di INTESA SANPAOLO  presenti nel palazzo di Via Toledo, eccezion fatta per le strutture di Direzione Regionale di Banca Dei Territori,  più le strutture di FILIALE ON LINE ( Filiale Digitale, Filiale Digitale Remota e Filiale Digitale Specializzata ), più tutte le lavoratrici e i lavoratori Part Time  di tutta la Città di Napoli e Provincia (Intesa Sanpaolo, Intesa Sanpaolo Private Banking e Fideuram).

  DALLE ORE 14.40 ALLE 16.55

tutte le altre filiali DI Intesa Sanpaolo retail , imprese, exclusive e relativi distaccamenti presenti nella Città di Napoli, comprese le strutture Centrali di Direzione Regionale di Banca dei Territori, tutte le strutture Agribusiness, di Intesa Sanpaolo Private Banking, di Fideuram  e Impact della città di Napoli, e tutti i punti operativi  e relativi distaccamenti presenti nei comuni di:

ISCHIA-LACCO AMENO-FORIO DI ISCHIA-CASAMICCIOLA-POZZUOLI-QUARTO-BACOLI-MONTE DI PROCIDA-PROCIDA-SAN GIORGIO A CREMANO-CERCOLA- PORTICI-VOLLA-ERCOLANO

 

LE ASSEMBLEE SI TERRANNO IN MODALITA’ MISTA , IN PRESENZA E ONLINE.

IN PRESENZA :PRESSO L’ISTITUTO SALESIANO SACRO CUORE, IN VIA SCARLATTI,29 –NAPOLI

ONLINE: ATTRAVERSO L’ACCESSO AL SEGUENTE LINK: https://meet.jit.si/fisaccampaniaintesa

 

SI PRECISA CHE PER L’ACCESSO ONLINE E’ NECESSARIO ABBANDONARE  I LOCALI AZIENDALI E  OCCORRE UTILIZZARE  STRUMENTI TECNOLOGICI PROPRI E NON DI LAVORO. INOLTRE SI RACCOMANDA VIVAMENTE DI NON DIFFONDERE IL LINK  A PERSONE ESTRANEE AI COLLEGHI INTERESSATI.

 

 

Napoli, 28 Febbraio 2023                 LE RSA

LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

          FABI-FIRST CISL –FISAC CGIL – UILCA UIL – UNISIN                     

ASSEMBLEA NAPOLI 8 MARZO 2023

assemblee Napoli e Provincia 8 marzo 2023

 

ASSEMBLEE DEL PERSONALE

 

 

A TUTTE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI

 

 

VI COMUNICHIAMO CHE  SONO STATE  INDETTE UNITARIAMENTE DA PARTE DI TUTTE LE SIGLE SINDACALI   LE ASSEMBLEE DEL PERSONALE, SECONDO IL CALENDARIO SOTTO RIPORTATO, CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

 

SITUAZIONE GRUPPO INTESA SANPAOLO;

VARIE ED EVENTUALI.

 

  NELLA GIORNATA DEL 08/03/2023

 

   DALLE ORE 8.30 ALLE ORE 10.30

 

tutte le strutture di INTESA SANPAOLO  presenti nel palazzo di Via Toledo, più le strutture di FILIALE ON LINE ( Filiale Digitale, Filiale Digitale Remota e Filiale Digitale Specializza),  di Intesa Sanpaolo Private Banking, di Fideuram della Città di Napoli,   più tutte le lavoratrici e i lavoratori a Part Time di tutta la Città di Napoli e Provincia.

  DALLE ORE 14.40 ALLE 16.55

tutte le altre filiali DI Intesa Sanpaolo retail , imprese, exclusive e relativi distaccamenti presenti nella Città di Napoli, tutte le strutture Agribusiness, Fideuram  e tutti i punti operativi retail, exclusive e imprese e relativi distaccamenti presenti nei comuni di:

ISCHIA-LACCO AMENO-FORIO DI ISCHIA-CASAMICCIOLA-POZZUOLI-QUARTO-BACOLI-MONTE DI PROCIDA-PROCIDA-SAN GIORGIO A CREMANO-CERCOLA- PORTICI-VOLLA-ERCOLANO

 

LE ASSEMBLEE SI TERRANNO IN MODALITA’ MISTA , IN PRESENZA E ONLINE.

IN PRESENZA :PRESSO L’ISTITUTO SALESIANO SACRO CUORE, IN VIA SCARLATTI,29 –NAPOLI

ONLINE: ATTRAVERSO L’ACCESSO AL SEGUENTE LINK: https://meet.jit.si/fisaccampaniaintesa

 

SI PRECISA CHE PER L’ACCESSO ONLINE E’ NECESSARIO ABBANDONARE  I LOCALI AZIENDALI E  OCCORRE UTILIZZARE  STRUMENTI TECNOLOGICI PROPRI E NON DI LAVORO. INOLTRE SI RACCOMANDA VIVAMENTE DI NON DIFFONDERE IL LINK  A PERSONE ESTRANEE AI COLLEGHI INTERESSATI.

 

 

Napoli, 28 Febbraio 2023                 LE RSA

                                                           LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

            FABI-FIRST CISL –FISAC CGIL – UILCA UIL – UNISIN                                ASSEMBLEA NAPOLI 080323

ASSEMBLEA ZONA NOLA

 

ASSEMBLEA DEL PERSONALE

 

A TUTTE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI

 

 

VI COMUNICHIAMO CHE  SONO STATE  INDETTE UNITARIAMENTE DA PARTE DI TUTTE LE SIGLE SINDACALI   LE ASSEMBLEE DEL PERSONALE DI INTESA SANPOALO CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:

 

SITUAZIONE GRUPPO INTESA SANPAOLO;

VARIE ED EVENTUALI.

 

 

 

NELLA GIORNATA DEL 22/02/2023

 DALLE ORE 14.40 ALLE ORE 16.55 

per tutte le unità produttive presenti nei comuni di:

NOLA-SAN GIUSEPPE VESUVIANO-POMIGLIANO D’ARCO-CASALNUOVO-ACERRA-MARIGLIANO-OTTAVIANO-SOMMA VESUVIANA-TERZIGNO-POGGIORMARINO-STRIANO-PALMA CAMPANIA

 

L’ASSEMBLEA SI TERRÀ IN PRESENZA PRESSO L’HOTEL FERRARI, VIA NAZIONALE DELLE PUGLIE 349, SAN VITALIANO (NA)

 

 

 

 

 

Napoli, 17 Febbraio 2023                             LE RSA

                                                                       LE SEGRETERIE REGIONALI E PROVINCIALI

 

FABI-FIRST CISL –FISAC CGIL – UILCA UIL – UNISIN       

Assemblea Nola 220223 per i lavoratori

FILIALE DI CASORIA: NON CI SONO LE CONDIZIONI DI SICUREZZA

FILIALE DI CASORIA:   NON SUSSITONO LE CONDIZIONI PER CONTINUARE A LAVORARE.

 

Le scriventi RR.SS.AA. Fisac-CGIL e Unisin ritengono  che nella filiale di Casoria non siano più garantite le condizioni minime di sicurezza.

La rimozione della guardia armata presso la filiale di Via Principe di Piemonte di Casoria, inspiegabile per una piazza notoriamente pericolosa, appare tanto più ingiustificata alla luce della presenza del servizio di guardiania in altre realtà limitrofe.

Ricordiamo che:

  • l’afflusso di clientela è notevole per effetto di ben quattro recenti accorpamenti, per la presenza di filiali limitrofe a ridotto servizio di cassa, per il servizio reso alle filiali dei centri imprese di Frattamaggiore e Napoli;
  • insistono sulla filiale ben sei ATM che producono movimentazione di denaro notevoli che richiedono spesso anche due spedizioni giornaliere di contanti, aumentando notevolmente il rischio sicurezza;
  • i fenomeni di aggressione verbale sono all’ordine del giorno;

Vi è una impressionante mole di assegni trattati, con punte di tremila assegni mensili

rsa casoria

nuove informazioni su sw, 4×9 e flessibilità individuali

Continuano gli aggiornamenti informativi su SW e altre flessibilità che, come FISAC , abbiano iniziato a fornirvi nei giorni scorsi, l’ultima volta qui.

Come vedrete, nonostante un lavoro veramente accurato di raccolta dati e informazioni, permangono tantissimi dubbi sulle concrete modalità applicative di diversi aspetti specifici. È evidente che queste incertezze derivano dalla pessima scelta aziendale di procedere autonomamente (e in modo anche abbastanza raffazzonato, alla prova dei fatti) invece di sottoscrivere un accordo che potesse prevedere e regolare in modo certo tutti gli aspetti e ricadute delle nuove modalità lavorative derivanti da SW e altre flessibilità.

Tutte le decisioni sbagliate, le discrezionalità, la sostanziale esclusione della Rete e anche l’approssimazione aziendale che si sta manifestando adesso, confermano come non fosse possibile sottoscrivere un accordo sindacale alle condizioni date.

Tuttavia, come FISAC, continuiamo a pensare che lo SW e le altre flessibilità siano qualcosa di intrinsecamente positivo e utile per i colleghi che liberamente decidono di utilizzarle. Non aver potuto sottoscrivere un accordo oggi, per noi non significa in alcun modo che la partita sia chiusa (intendiamo riaprire la trattativa appena possibile) e tantomeno significa boicottare quei colleghi che possono essere interessati.

La mancanza di informazioni certe è grave e va superata velocemente. Proprio per questo noi della FISAC  non crediamo che la soluzione migliore sia rimandare i colleghi alle stesse funzioni aziendali che come noto spesso non conoscono o distorcono le norme e persino gli accordi, ma piuttosto incalzare l’azienda, esigere risposte, mostrare le inefficienze e le contraddizioni delle scelte unilaterali, pretenderne il superamento. Denunciare quello che non va è un passo fondamentale che abbiamo sempre praticato, tanto più adesso. Tuttavia non basta: sottrarsi alle responsabilità di cercare le risposte e le soluzioni per i colleghi, anche nelle situazioni che non condividiamo e cerchiamo di cambiare, non è qualcosa che abbiamo mai fatto o che incominceremo a fare adesso.

Noi crediamo che i colleghi siano perfettamente in grado di prendere decisioni consapevoli, se correttamente informati su quello che si sa, su quello che non si sa e se vengono forniti tempestivamente gli aggiornamenti via via disponibili. I colleghi sono persone adulte e responsabili e non certo burattini nelle mani di strani personaggi come nella famosa favola di Collodi. In questa fase il nostro compito di sindacalisti sul territorio è ascoltarli, informarli, difenderli dall’eventuale arbitrio di alcuni capi, sostenerli nelle loro richieste gestionali: noi abbiamo sempre lavorato così e vorremmo continuare a farlo. Poiché i colleghi sanno appunto scegliere, sicuramente valuteranno anche questo.

Di conseguenza, man mano che riusciremo ad avere informazioni su questi e su altri punti le pubblicheremo, a incominciare da quelle qui di seguito.

NUOVE INFORMAZIONI SU SW, 4X9,FLESSIBILITA’INDIVIDUALI

Continuano gli aggiornamenti informativi su SW e altre flessibilità che, come FISAC , abbiano iniziato a fornirvi nei giorni scorsi, l’ultima volta qui.

Come vedrete, nonostante un lavoro veramente accurato di raccolta dati e informazioni, permangono tantissimi dubbi sulle concrete modalità applicative di diversi aspetti specifici. È evidente che queste incertezze derivano dalla pessima scelta aziendale di procedere autonomamente (e in modo anche abbastanza raffazzonato, alla prova dei fatti) invece di sottoscrivere un accordo che potesse prevedere e regolare in modo certo tutti gli aspetti e ricadute delle nuove modalità lavorative derivanti da SW e altre flessibilità.

Tutte le decisioni sbagliate, le discrezionalità, la sostanziale esclusione della Rete e anche l’approssimazione aziendale che si sta manifestando adesso, confermano come non fosse possibile sottoscrivere un accordo sindacale alle condizioni date.

Tuttavia, come FISAC, continuiamo a pensare che lo SW e le altre flessibilità siano qualcosa di intrinsecamente positivo e utile per i colleghi che liberamente decidono di utilizzarle. Non aver potuto sottoscrivere un accordo oggi, per noi non significa in alcun modo che la partita sia chiusa (intendiamo riaprire la trattativa appena possibile) e tantomeno significa boicottare quei colleghi che possono essere interessati.

La mancanza di informazioni certe è grave e va superata velocemente. Proprio per questo noi della FISAC  non crediamo che la soluzione migliore sia rimandare i colleghi alle stesse funzioni aziendali che come noto spesso non conoscono o distorcono le norme e persino gli accordi, ma piuttosto incalzare l’azienda, esigere risposte, mostrare le inefficienze e le contraddizioni delle scelte unilaterali, pretenderne il superamento. Denunciare quello che non va è un passo fondamentale che abbiamo sempre praticato, tanto più adesso. Tuttavia non basta: sottrarsi alle responsabilità di cercare le risposte e le soluzioni per i colleghi, anche nelle situazioni che non condividiamo e cerchiamo di cambiare, non è qualcosa che abbiamo mai fatto o che incominceremo a fare adesso.

Noi crediamo che i colleghi siano perfettamente in grado di prendere decisioni consapevoli, se correttamente informati su quello che si sa, su quello che non si sa e se vengono forniti tempestivamente gli aggiornamenti via via disponibili. I colleghi sono persone adulte e responsabili e non certo burattini nelle mani di strani personaggi come nella famosa favola di Collodi. In questa fase il nostro compito di sindacalisti sul territorio è ascoltarli, informarli, difenderli dall’eventuale arbitrio di alcuni capi, sostenerli nelle loro richieste gestionali: noi abbiamo sempre lavorato così e vorremmo continuare a farlo. Poiché i colleghi sanno appunto scegliere, sicuramente valuteranno anche questo.

Di conseguenza, man mano che riusciremo ad avere informazioni su questi e su altri punti le pubblicheremo, a incominciare da quelle qui di seguito.

schema-sw-e-flessibilita-conmentato

MANI PULITE

   

MANI  PULITE

In nome della riduzione dei costi e della sostenibilità, in questi giorni la nostra azienda sta provvedendo allo spegnimento dei boiler che producono acqua calda nei bagni delle filiali.

Riduzione dei costi e sostenibilità devono partire da principi indiscussi di giustizia sociale, equità e solidarietà. È chiaro a tutti che risulta incomprensibile il perché un’azienda in buona salute decida di privare i propri dipendenti di filiale dell’acqua calda.

È illogico, specie in questo periodo dell’anno, portare avanti tale politica  di austerity che inevitabilmente è destinata a causare problematiche sul comfort e sulla qualità lavorativa dei colleghi della rete, nonché a disincentivare le ordinarie norme igieniche al tramonto di una pandemia.

Nei giorni scorsi, nella intranet aziendale abbiamo letto l’Energy Management in materia di politica ambientale ed energetica del Gruppo, e nulla lasciava presagire che si arrivasse a tanto. E ancora all’interno della Sezione “Mosaico”  abbiamo trovato questo slogan:

“Spegni la luce! L’energia è dentro di te”

Il prossimo sarà:

“Spegni la luce! Per l’acqua ci pensiamo noi”

Chiediamo l’immediato ripristino dei boiler in tutte le strutture!!!

 

Palermo 09 /01 /2023

FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UNISIN

RR.SS.AA. Palermo – Intesa Sanpaolo

BUON ANNO COSI’, A MANI FREDDE!

BUON ANNO COSI’,  A MANI FREDDE.

 

Viene spontaneo chiedersi, facendo riferimento ad un proverbio di popolare memoria, se i dipendenti di Intesa Sanpaolo hanno “il cuore caldo”: non lo sapremo mai, ma di sicuro hanno “le mani fredde”, in questi giorni più che mai.

A partire dal 2 gennaio, primo giorno lavorativo di questo ben arrivato 2023 gli operai della ditta di manutenzione, senza una preventiva comunicazione, si sono  recati nelle strutture del Gruppo con il preciso obiettivo di staccare la spina ai boiler che producono acqua calda nei bagni dei luoghi di lavoro.

Tale “intervento di manutenzione” non era nemmeno suffragato da specifica documentazione cartacea autorizzativa, fondamentale per l’ingresso nelle filiali per gli operai manutentori.

BUON ANNO

TRIMESTRALE AREA CAMPANIA

Trimestrale Area Campania 25/11/2022

 

In data 25/11/2022 si è tenuto l’incontro di trimestrale dell’Area Campania.

 

Al tavolo della delegazione aziendale, erano presenti per la Funzione del Personale il Responsabile Dott. Enrico Simonetti, insieme a Nicola Fontanella, Simona Carannante, Silvana Quinto; per le Relazioni Industriali il dott. Gaetano Luca Capogreco e Alessandra Piccione; per la Sicurezza Fisica Giuseppe Tersigni; per il comparto Agribusiness Luca Dorenti; per gli Immobili Antonio Rainone.

 

Presente anche il Direttore Commerciale del Territorio Imprese Alessandro Lenoci, che ha aperto i lavori e ha parlato dell’andamento dei TRE territori Commerciali.

 

Il Direttore Lenoci ha evidenziato l’andamento positivo di tutti i comparti, in particolare – per quanto riguarda il Retail – per il contributo dei gestori affluent, risultato determinante per tranquillizzare gli investitori in un momento di forti turbolenze finanziarie.

Sono risultati in crescita sia la tutela che i prestiti personali, mentre si è registrata solo una contrazione dei mutui a privati, in realtà legata all’aumento dei tassi e non imputabile ai colleghi. Positivi anche i risultati dei territori Exclusive e delle Imprese.

trimestrale area campania

AUGURI FISAC 2022

 

Nell’augurarvi Serene festività  condividiamo l’invito che Papa Francesco ha rivolto ai 5.000 delegati della CGIL che hanno partecipato alla prima storica udienza nell’Aula Paolo VI presso la Città del Vaticano:

“Il lavoro costruisce la società…Il sindacato deve fare RUMORE per dare voce a chi non ce l’ha…”

https://www.collettiva.it/copertine/lavoro/2022/12/19/news/il_papa_alla_cgil_siate_la_voce_di_chi_non_ce_l_ha_

 

 

Le parole di Papa Francesco

“Lavorare permette alle persone di essere se stesse e di migliorare il mondo” ha detto Papa Francesco alla Cgil.

Per il Santo Padre il compito del sindacato è quindi quello di “educare al senso del lavoro, promuovendo una fraternità trai lavoratori”, che è il “sale di un’economia sana”, capace cioè di “rendere migliore il mondo”, perché “rinunciare a investire sulle persone è un pessimo affare per la società”.

“Cari amici – ha concluso -, vi invito a essere ‘sentinelle’ del mondo del lavoro, generando alleanze e non contrapposizioni sterili. La gente ha sete di pace, soprattutto in questo momento storico, e il contributo di tutti è fondamentale”.

 

SERENE FESTE A TUTTI VOI E AI VOSTRI CARI

 

P.s. Vogliamo anche parteciparvi che quest’anno abbiamo deciso di effettuare una donazione per sostenere la popolazione ischitana colpita dall’alluvione del 26 novembre scorso

 

I COORDINATORI D’AREA NAPOLI E PROVINCIA E CAMPANIA

FISAC-CGIL

auguri fisac 2022

LGBTQ+, LA DIFFICOLTA’ DI FARE CULTURA IN AZIENDA

LGBTQ+, LA DIFFICOLTA’ DI FARE CULTURA IN AZIENDA

Intesa Sanpaolo si tiene al passo coi tempi, e ci fa piacere. In materia di inclusione si è dotata di una normativa moderna, con l’obiettivo di fare della comunità interna all’azienda una comunità sensibile e matura in tema di diverso orientamento sessuale, di diritti delle persone transgender ed in generale di valorizzazione di tutte le diversità.

Ove possibile, grazie agli accordi sindacali sottoscritti, Intesa Sanpaolo ha esteso giustamente alle persone LGBTQ+ diritti che per gli eterosessuali sono scontati, come il congedo matrimoniale, e ne ha riconosciuti di specifici, come la scelta del nome per le persone che non si riconoscono nel sesso biologico, nonostante la legge italiana non si sia ancora adeguata a tali esigenze.

Viene inoltre somministrata a tutto il personale una formazione specifica su questi temi, per garantire che a tutti siano fornite indicazioni precise su quali comportamenti l’azienda ritiene opportuni e necessari e quali siano invece le condotte incompatibili con la normativa aziendale in materia.

È persino inutile dire che ci piacerebbe che la sensibilità sul tema fosse diffusa e condivisa, e che a ciascuno le norme in materia apparissero come l’ovvio riflesso di conquiste civili che riguardano tutti.

LGBTQ+

TRIMESTRALE AREA SICILIA

 

TRIMESTRALE AREA SICILIA     22 Novembre 2022

Nella giornata del 22 Novembre 2022 si è svolto l’incontro trimestrale dell’Area Sicilia.

I rappresentanti aziendali hanno esposto i dati relativi all’andamento commerciale dell’area evidenziando gli importanti risultati sinora traguardati. Tali risultati, in un contesto gravato dagli effetti negativi della pandemia e dal conflitto in Ucraina, sono la conferma indiscussa dei sacrifici quotidiani e dell’impegno profuso da tutte le colleghe ed i colleghi. Oltre ai dati commerciali sono stati presentati, tra gli altri, i dati relativi a organici, mobilità territoriale e formazione.

Le scriventi Organizzazioni Sindacali hanno rappresentato tutte le criticità registrate e di seguito riportiamo una sintesi delle principali.

PRESSIONI COMMERCIALI

Abbiamo denunciato il perpetuarsi di comportamenti esasperati da parte di alcuni responsabili ed il sensibile peggioramento del clima in ambiente di lavoro. In particolare, la richiesta di report cartacei di appuntamenti con successi giornalieri, continui messaggi su Lynch, riunioni urlate, accuse di inadeguatezza con minacce più o meno velate su cambi di ruolo e/o trasferimenti. Ancora, le richieste continue e incessanti di riunioni a distanza o in presenza, anche fuori dagli orari di lavoro. Va da sé che tali comportamenti sono in piena violazione dei protocolli sottoscritti con ABI e con le Organizzazioni Sindacali del Gruppo ISP.

L’azienda in accoglimento delle nostre rimostranze esprime la disapprovazione per i comportamenti sopra riportati. Aggiunge che sta sensibilizzando i responsabili al rispetto delle regole ed all’utilizzo dei soli strumenti aziendali per il monitoraggio della produzione in luogo della continua e spesso vessatoria richiesta di rendicontazione ai gestori. Censura, inoltre, le riunioni fuori orario di lavoro.

Accogliamo con favore l’avvio delle iniziative della Direzione regionale sul monitoraggio dei comportamenti dei responsabili. La condotta tenuta sarà oggetto di valutazione anche per gli effetti negativi che genera nell’ambiente di lavoro e nel benessere delle persone. 

Sarà cura delle scriventi OO.SS. monitorare il fenomeno e segnalare tempestivamente ogni singolo caso registrato. Invitiamo anche all’utilizzo della casella mail iosegnalo@intesasanpaolo.com che può essere fatto anche dal rappresentante sindacale 

INTERVENTI DI FILIALE 

Abbiamo segnalato la necessità d’interventi su numerose filiali della regione, da opere murarie a interventi legati a infiltrazioni e muffe, archivi e ancora impianti di areazione assenti o mal funzionanti.

Tra queste Gela rappresenta la punta dell’iceberg perché è la sintesi di tutte le problematiche e l’azienda ha dichiarato che si sta muovendo lungo tre filoni di intervento: spazi interni e archivi, delocalizzazione di alcune strutture e di aree self, e organico.

Invitiamo tutti i colleghi ad utilizzare sempre la procedura E-Catalog per le segnalazioni e a tenerci aggiornati su tempi e risoluzioni dei casi.

FORMAZIONE FLESSIBILE 

Dai dati riportati dall’azienda risulta fruita una media di 2 giornate lavorative pro capite, a fronte dei 4 giorni fruibili di diritto e degli 8 totali a disposizione.

Abbiamo segnalato le evidenti resistenze a far fruire la formazione flessibile e siamo stati invitati a segnalare le casistiche specifiche.

Invitiamo tutti a segnalarci puntualmente le richieste di fruizione avanzate e respinte.

FILIALE DIGITALE

Per la filiale digitale abbiamo rimarcato l’assenza di risposte per l’inspiegabile sospensione dell’inquadramento nel percorso dei gestori exclusive. Sembrerebbe che tale anomalia rientri in un quadro complessivo di riorganizzazione della filiale digitale. Siccome la riorganizzazione dipende dall’azienda chiediamo, ancora una volta, maggiore chiarezza tornando ad esigere la puntuale applicazione degli accordi sottoscritti.

SITUAZIONE PERSONALE   

La situazione degli organici in Sicilia si è ormai incancrenita, a fronte di diverse decine di uscite per esodo o pensionamento, vediamo solo qualche nuovo lavoratore in assegnazione. Chi resta somma al proprio carico di lavoro quello dei lavoratori esodati o pensionati, ha difficoltà ad intravedere nuovi spazi di crescita ed i trasferimenti diventano una chimera.

La carenza di assunzioni porta con sé un malessere complesso,  professionale e personale, che si ripercuote pesantemente sullo stato di salute di tutti.

Su questo tema c’è la volontà aziendale di provvedere, nel breve, a nuove assunzioni, ancor più in previsione delle ulteriori uscite per esodo previste a fine Dicembre.

Abbiamo stigmatizzato come l’azienda assegni a territori lontani dalla Sicilia stagisti e dipendenti a contratto misto di provenienza siciliana, desertificando ancor di più un territorio nel totale spregio delle esigenze delle persone e del territorio stesso.

Palermo, 22 Novembre 2022

I COORDINATORI RSA INTESA SANPAOLO AREA SICILIA FABI FIRST FISAC UNISIN

 

 

PROMEMORIA:ASSEMBLEA ISCRITTI FISAC CGIL 28 NOVEMBRE 2022

Assemblea delle iscritte e degli iscritti Fisac/Cgil del Gruppo Intesa Sanpaolo

 

La scrivente organizzazione Sindacale comunica che iI giorno 28 novembre 2022 convocherà le assemblee rivolte agli iscritti FISAC-CGIL del personale ISP in servizio sulla piazza dì Napoli e su tutta la provincia di Napoli, come di seguito specificato.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • Assemblea Congressuale FISAC-CGIL e votazione;
  • Varie ed eventuali

 

Poiché, in base allo statuto della FISAC-CGIL le votazioni dovranno tenersi a scrutinio segreto, le assemblee saranno necessariamente in presenza.

Le assemblee si svolgeranno presso l’Hotel Ramada, Via Galileo Ferraris,40 Napoli

Sarà cura dell’O.S. scrivente garantire il rispetto delle misure di protezione contro il Covid-19.

 

  • LUNEDI’ 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 11.30 ALLE ORE 13.30 sono convocati gli iscritti delle strutture di INTESA SANPAOLO presenti nel palazzo di via Toledo, 177, ad eccezione del personale delle Filiali di Napoli Toledo, più gli iscritti delle filiali Digitali del turno mattutino, più tutti gli iscritti Part-Time di tutta la città di Napoli e della Provincia.

 

  • LUNEDI 28 NOVEMBRE 2022, DALLE ORE 14.40 ALLE ORE 16.55 sono convocati gli iscritti di tutte le Filiali di Napoli Toledo, lo sportello Tesoreria, la filiale US Naval Support, tutti gli iscritti delle altre filiali e dei relativi distaccamenti presenti nella città di Napoli e gli iscritti delle FILIALI DIGITALI che fanno turno pomeridiano,e tutti i punti operativi presenti nei comuni di:

 

ACERRA, AFRAGOLA, AGEROLA,

BACOLI, BRUSCIANO, CAPRI,CARDITO,

CASORIA,CASTELLAMMARE DI STABIA, CERCOLA,

ERCOLANO, FORIO, FRATTAMAGGIORE,

GRAGNANO, LACCO AMENO, MASSALUBRENSE,

MELITO DI NAPOLI, MUGNANO DI NAPOLI, NOLA,

OTTAVIANO, PALMA CAMPANIA, PIMONTE,

POGGIOMARINO, POMPEI, POZZUOLI,

PROCIDA,QUALIANO, QUARTO,

SAN GIUSEPPE VESUVIANO, SANTA MARIA LA CARITA’,

SANT’ANTONIO ABATE, STRIANO,TERZIGNO,

TORRE DEL GRECO, TRECASE, VICO EQUENSE, VOLLA.

ASSEMBLEA ISCRITTI

assemblea degli iscritti

Napoli, 18 Novembre 2022

 

Assemblea delle iscritte e degli iscritti Fisac/Cgil del Gruppo Intesa Sanpaolo

 

La scrivente organizzazione Sindacale comunica che iI giorno 28 novembre 2022 convocherà le assemblee rivolte agli iscritti FISAC-CGIL del personale ISP in servizio sulla piazza dì Napoli e su tutta la provincia di Napoli, come di seguito specificato.

I temi all’ordine del giorno saranno:

  • Assemblea Congressuale FISAC-CGIL e votazione;
  • Varie ed eventuali

 

Poiché, in base allo statuto della FISAC-CGIL le votazioni dovranno tenersi a scrutinio segreto, le assemblee saranno necessariamente in presenza.

Le assemblee si svolgeranno presso l’Hotel Ramada, Via Galileo Ferraris,40 Napoli

Sarà cura dell’O.S. scrivente garantire il rispetto delle misure di protezione contro il Covid-19.

ASSEMBLEA ISCRITTI

 

SI PUO’ FARE,SI PUO’ FARE

 

SI PUO’ FARE, SI PUO’ FARE

 

Viviamo tempi difficili, ed è persino superfluo dettagliare il perché.

Lo scenario internazionale, con la guerra alle porte dell’Europa, la crisi energetica, l’inflazione galoppante, sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano l’attuale momento storico, dove il timido tentativo di ripresa dell’economia post Covid è stato fortemente ridimensionato e drammaticamente frenato dai drammatici accadimenti geopolitici.

La nostra Azienda da un lato si dichiara sensibile alle necessità delle famiglie e dei lavoratori, , e con decorrenza dal mese di  Agosto ha effettivamente ridotto a livello di Area  i Budget per l’anno in corso,anche se la riduzione non ha riguardato in modo uguale le singole filiali.

 

Dall’altro canto persevera in una serie di comportanti non giustificabili, che non possono che qualificarsi come indebite pressioni commerciali, affinché si continui a collocare prodotti,  nonostante il mercato si riveli in perdita anche per i profili più conservativi.

La giustificazione che viene addotta a fronte di tali insistenze è sempre la stessa: perché altrove lo fanno, perché altre Filiali sono in linea con i budget, e questo dimostrerebbe che “chi vuole può”.

 

 

si può fare,si può fare

E’ TEMPO DI FATTI

E’ TEMPO DI FATTI
Non si contano ormai le occasioni in cui le scriventi OO.SS. si sono fatte portavoce dell’insostenibile condizione di lavoro delle colleghe e dei colleghi della filiale Retail di Gela, con impatti non trascurabili anche sulle strutture Exclusive e Agribusiness presenti.
Abbiamo certamente apprezzato la recente visita del Direttore Regionale e l’intervento del C.T.P.A.R. sulla filiale Retail, ciononostante, la situazione rimane sempre complessa con tanti problemi operativi e di organico irrisolti, a cui registriamo non si propongono soluzioni di breve periodo.
In queste condizioni lavorare diventa sempre più difficile, spesso impossibile, a volte pericoloso.
La riorganizzazione aziendale e le politiche di gestione del personale, volte al contenimento dei costi, non possono ricadere sulla qualità della vita lavorativa di colleghe e colleghi, che con estrema difficoltà cercano di assicurare il presidio quotidiano della clientela.
Se abbiamo riscontrato la sensibilità degli organi aziendali prima citati, non comprendiamo come si continuino ad esercitare inaccettabili pressioni commerciali per il conseguimento di obiettivi difficilmente raggiungibili dai pochi colleghi rimasti in filiale, che sono ormai ben oltre il proprio limite di sopportazione fisica e psicologica.
Ci aspettiamo che l’Azienda trovi soluzioni, veloci e concrete, per restituire il benessere lavorativo nella filiale e assicurare una qualità di servizio alla clientela degna di un grande istituto bancario.
Si è chiusa la fase della discussione e dell’analisi, oggi è tempo di fatti perché, come abbiamo già scritto, ”Cosi non si può, così non si deve”.
Gela 24/10/2022
RR.SS.AA Intesa SanPaolo Gela FIRST/CISL-FISAC/CGIL

LE RSA DI CASERTA E AVERSA SU SICUREZZA E GUARDIANIA

 

SICUREZZA FILIALI: NON ABBASSARE LA GUARDIA

Dal 30 settembre l’azienda ha dismesso il servizio di guardiania in numerose filiali della Provincia di Caserta.

Il provvedimento  aveva già destato forte preoccupazione , e non ha mancato di far registrare tensione e disagio sia tra i lavoratori che nella clientela.
Ci dispiace dover evidenziare, ancora una volta, come certe decisioni aziendali vengano prese senza tenere conto delle specificità dei territori su cui impattano, purtroppo sempre negativamente.
Le zone interessate sono ad alta densità abitativa ed anche ad alto rischio criminale  e sebbene il numero delle rapine sia diminuito da alcuni anni è contemporaneamente aumentato il numero delle aggressioni fisiche e verbali a cui i nostri colleghi  vanno incontro ogni giorno.
Aggressioni alimentate anche dal disagio cui la clientela viene sottoposta  a causa delle riorganizzazioni aziendali.  Le continue chiusure di filiali stanno comportando un aumento del flusso di clientela verso le poche rimaste con un servizio di cassa attivo. Con conseguente  sovraffollamento e continua esposizione dei colleghi al nervosismo di una clientela sempre meno assistita che sfoga il suo malcontento sui nostri colleghi.
RSA CASERTA E AVERSA

SICUREZZA FILIALI: NON ABBASSARE LA GUARDIA

Dal 30 settembre l’azienda ha dismesso il servizio di guardiania in numerose filiali della Provincia di Napoli e di Caserta.

Il provvedimento  aveva già destato forte preoccupazione , e non ha mancato di far registrare tensione e disagio sia tra i lavoratori che nella clientela.
Ci dispiace dover evidenziare, ancora una volta, come certe decisioni aziendali vengano prese senza tenere conto delle specificità dei territori su cui impattano, purtroppo sempre negativamente.
Le zone interessate sono ad alta densità abitativa ed anche ad alto rischio criminale  e sebbene il numero delle rapine sia diminuito da alcuni anni è contemporaneamente aumentato il numero delle aggressioni fisiche e verbali a cui i nostri colleghi  vanno incontro ogni giorno.

sicurezza filiali non abbassare la guardia

LA RSA FISAC DI CASTELLAMAMRE SUL PROBLEMA GUARDIANIA

PROBLEMA GUARDIA A CASTELLLAMMARE DI STABIA

 

Abbiamo appreso che l’azienda ha intenzione di dismettere, a breve, il servizio di guardiania armata alla filiale di Castellammare di Stabia.

Se questa decisione fosse confermata dall’azienda, non ce ne  appaiono comprensibili le motivazioni, specialmente alla luce di eventi criminosi recenti, traumatici, che hanno riguardato il territorio della provincia di Napoli.

La filiale di Castellammare , a seguito delle recenti chiusure di altre filiali in località limitrofe,  ha visto aumentare considerevolmente l’affluenza di pubblico ai suoi sportelli, affluenza che ha causato non pochi problemi di ordine pubblico e di sicurezza, con clienti spesso esacerbati che riversano i loro malumori per un cattivo servizio fornito dalla banca sui colleghi.

Castellammare

X