image_pdfimage_print

ve1 L’accordo confederale separato del 22/1/09, l’accordo separato in Intesa SanPaolo del 2/2/10, il Decreto 1167/B di “controriforma del lavoro” e adesso l’accordo separato di Pomigliano d’Arco. Sono tutti lugubri preludi di ciò che andrà a gravare sui rinnovi dei Contratti Nazionali prossimi venturi.
Pane (poco) in cambio di diritti? E’ questo il futuro che ci aspetta? La FISAC, come la FIOM, come tutta la CGIL non sono d’accordo.
Click qui per i dettagli

X