image_pdfimage_print
Nel confermare le considerazioni che abbiamo già espresso come FISAC/CGIL nella comunicazione di ieri, sulle carenze della gestione organizzativa aziendale della campagna vaccinale (ne abbiamo parlato qui), elenchiamo  di seguito alcune sedi direzionali/ filiali (tra parentesi le aziende di proprietà dei locali, per facilitarne l’individuazione), situate in capoluoghi di provincia nei quali non sono presenti centri convenzionati, che l’azienda ha comunicato per la somministrazione del vaccino ai colleghi.
  • Forlì, via Biondo 6 (ISP)
  • Ravenna, via Baracca 22 (UBI)
  • Reggio Emilia, via dei Mille 1/A (UBI)
  • Rimini, via Guerrazzi 7 (ISP)
  • Rieti, via Garibaldi 262 (ISP)
  • Viterbo, via della Sapienza (UBI)
  • Albenga, via Valle d’Aosta (ISP)
  • Lodi, via Incoronata 12 (UBI)
  • Brindisi, largo Otranto 2 (UBI)
  • Cabras, Piazza martiri 9 (ISP)
  • Pordenone, via Mazzini (ISP) 
In tali sedi potrà essere somministrato il vaccino ai colleghi con tempistiche e modalità che saranno oggetto di successiva comunicazione aziendale. 
.
Restano ovviamente confermate le nostre richieste all’azienda, già indicate nella nostra comunicazione di ieri, tra le quali la proroga dei termini per la prenotazione (in alcune province non ricomprese nell’elenco qui sopra per molti colleghi non è stato possibile effettuare la prenotazione perché i centri convenzionati non li hanno accettati nonostante reiterati tentativi nei termini previsti) e specifici permessi orari per raggiungere i luoghi di vaccinazione, oltre alla necessità di risolvere rapidamente i problemi di gestione emersi.
.
X