image_pdfimage_print

bda rlsA poco più di un anno dalla loro elezione le OO.SS. di BdA hanno unitariamente incontrato i Rappresentanti del Lavoratori per la Sicurezza (RLS) per fare insieme una prima valutazione sulle loro attività e per mettere in comune esperienze e programmi per il futuro.
Ne è emerso un quadro positivo per quel che riguarda la tempestività negli interventi e nella risoluzione dei problemi di volta in volta rappresentati. Ogni volta, in definitiva, che qualcuno dei RLS segnala situazioni non in linea con le normative sulla salute e sicurezza sui posti di lavoro sono stati registrati comportamenti aziendali abbastanza celeri sia nell’esame di quanto segnalato, sia nell’adozione di provvedimenti correttivi di tali situazioni.
Le ombre si appalesano allorquando si prendano in esame i comportamenti della struttura di Banca dell’Adriatico nei confronti dei RLS. Emerge netta la sensazione che l’Azienda viva la presenza di queste figure come una mera “ottemperanza normativa” da sopportare. Spesso, infatti, i colleghi non hanno ricevuto la necessaria assistenza ed attenzione che li mettesse in grado di poter partecipare attivamente anche a momenti formativi comuni con gli altri RLS del Gruppo.

*

X