image_pdfimage_print

All’approssimarsi della chiusura dell’anno la Banca ripropone, come una ricorrenza, un’ insistente azione diretta a sollecitare la fruizione delle ferie maturate nell’anno e una drastica riduzione di quelle residue da anni precedenti. L’azione gestionale è messa in campo dall’Ufficio del Personale in maniera più o meno velatamente minacciosa e in via generalizzata, non tenendo in alcun conto le singole situazioni e motivazioni che possono aver comportato tali residui: motivi che possono essere di carattere personale, familiare, di salute dei lavoratori od anche, come spesso avvenuto nel recente passato, di carattere “gestionale” delle singole unità operative e quindi non dipendenti dalla volontà dei colleghi.

Noi respingiamo con forza ogni atteggiamento vessatorio, e a maggior ragione riteniamo totalmente ingiustificata l’applicazione di metodi coercitivi per imporre ai colleghi la fruizione di risibili quantità di giorni di ferie dell’anno di pertinenza….

CLICK QUI PER I DETTAGLI

X