image_pdfimage_print

A integrazione di quanto vi avevamo comunicato qui, vi diamo conto che la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, ieri in una intervista a SKY TG24 ha dichiarato che l’Assegno Unico per i figli partirà da luglio, ma in modo “parziale” e che la forma completa dell’Assegno Unico, ovvero quella che assorbirà anche le detrazioni fiscali per i figli a carico decorrerà da gennaio 2022.

Siamo ormai abituati a questa pratica di annunci e rettifiche in un continuo stop and go a cui nessun Governo sembra rinunciare, ma la situazione per chi deve barcamenarsi alla ricerca di punti fermi diventa sempre più difficile.

In ogni caso confermiamo quanto scritto nella comunicazione precedente, ovvero che – secondo quanto noto al momento – anche per usufruire dell’Assegno Unico in forma parziale occorre comunque la Certificazione ISEE e quindi torniamo a ricordare che potrebbe essere consigliabile predisporre il certificato ISEE per tempo, per non incorrere poi in tempi di attesa lunghi a causa del sovraffollamento. Vi ricordiamo che i CAAF CGIL sono a vostra disposizione per il rilascio della Certificazione ISEE, e che potete anche chiedere informazioni ai vostri sindacalisti di riferimento (qui trovate tutti i loro riferimenti).

.

X