image_pdfimage_print

odg-direttivo-maggio.jpgNei giorni 6 e 7 maggio si è svolto il Direttivo Fisac/Cgil del gruppo Intesa Sanpaolo. La discussione si è focalizzata su: processi di razionalizzazione societarie, riorganizzazione di ISGS, Banca estesa, previdenza complementare. Un contesto economico e sociale che continua ad essere così devastante impone a impresa e sindacato di ricercare incrementi di produttività che consentano la salvaguardia dell’occupazione e la difesa delle retribuzioni, congiuntamente ad una riduzione dei costi aziendali che devono ricomprendere un significativo taglio dei consiglieri di amministrazione e una politica di compressione delle consulenze e delle retribuzioni dei manager che riporti a proporzioni più eticamente e economicamente accettabili. Al riguardo il Direttivo Fisac/Cgil censura pesantemente la delibera dell’Assemblea degli azionisti sul piano di incentivazione a favore di 130 top manager.

La nostra politica sindacale deve continuare a fondarsi su due presupposti:

  • la tutela occupazionale, sia di chi è già occupato che ricercando spazi per nuove assunzioni stabili dando priorità ai giovani che già hanno prestato lavoro presso il Gruppo;
  • la contrattazione di gruppo come strategia negoziale di miglior difesa di tutti i lavoratori.
X