image_pdfimage_print

accordo luglio coerente con riformaNell’incontro di mercoledì 21 dicembre l’Azienda ha dichiarato che l’Accordo del 29 luglio sulle ricadute del Piano d’Impresa del Gruppo Intesa Sanpaolo è coerente con il Decreto sulla riforma delle pensioni e trova quindi applicazione.
I lavoratori che avevano aderito alla cosiddetta Parte A dell’Accordo con uscita il prossimo 1° gennaio cesseranno quindi dal servizio a decorrere dal 31 dicembre 2011, come previsto, sia per pensionamento che per accesso al Fondo di Solidarietà di settore.
In quest’ultimo caso è confermata l’applicazione del meccanismo di calcolo dell’assegno di accompagnamento previsto dall’Accordo nazionale con ABI dello scorso 8 luglio di riforma del Fondo di Solidarietà.

X